tizianocavigliablog
Il blog che tutti dovrebbero leggere.

L'archivio del 10/2004 di Tiziano Caviglia Blog.

Istituzioni, ruoli e regole nella nuova UE 29.10.04

L'EuroparlamentoPARLAMENTO EUROPEO Esercita, insieme al Consiglio, le funzioni legislative e di bilancio. Elegge il presidente della Commissione e ratifica la nomina del ministro degli esteri e dei commissari. Vede aumentati i suoi poteri di co-decisione ed ha l'ultima parola su tutte le spese dell'Unione. E' composto da un massimo di 750 membri. Gli stati, in base alla popolazione, avranno un minimo di sei deputati ed un massimo di 96.

CONSIGLIO EUROPEO Tale organismo viene ora istituzionalizzato. Ha l'incarico di dare all'Unione gli impulsi necessari al suo sviluppo e definire orientamenti e priorità politiche generali. Non esercita alcuna funzione legislativa. E' composto dai capi di stato e di governo degli stati membri, dal suo presidente e da quello della Commissione. Il ministro degli esteri partecipa ai lavori.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO Novità introdotta dalla Costituzione: presiede i lavori del Consiglio europeo, ne assicura preparazione e continuità. Ha la rappresentanza esterna dell'Unione "senza pregiudizio delle responsabilità del ministro degli esteri". E' eletto dal Consiglio europeo per un mandato di 30 mesi, rinnovabile una volta. Può far parte di altre istituzioni europee, non può avere mandati nazionali.

CONSIGLIO DEI MINISTRI Insieme all'Europarlamento svolge funzioni legislative e di bilancio. E' composto da un rappresentante di ogni stato membro a livello ministeriale per ciascuna delle sue formazioni. Ad eccezione di quello Esteri la presidenza di ogni consiglio viene fatta a rotazione ugualitaria da un gruppo di tre paesi per diciotto mesi.

COMMISSIONE EUROPEA Promuove l'interesse generale europeo e prende le iniziative appropriate a tale fine. Verifica il rispetto della Costituzione e l'applicazione del diritto dell'Unione sotto il controllo della Corte di giustizia. Promuove ogni atto legislativo salvo quelli per cui la Costituzione dispone altrimenti. Assicura la rappresentanza esterna dell'Unione tranne su politica estera e difesa comune, promuove la programmazione annuale e pluriennale. E' composta da un commissario per ogni stato membro fino alla seconda legislatura dopo l'approvazione della Costituzione. Successivamente (presumibilmente dal 2014) i suoi componenti saranno ridotti ai due terzi degli stati membri, salvo diversa decisione presa all'unanimità dal Consiglio europeo.

PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE Definisce gli orientamenti nel quadro in cui la Commissione esercita la sua missione, sceglie i commissari, può nominare dei vicepresidenti della Commissione. E' eletto dall'Europarlamento su proposta del Consiglio europeo.

MINISTRO DEGLI ESTERI Contribuisce all'elaborazione di una politica estera, di sicurezza e di difesa comune. Presiede il Consiglio affari esteri. E' vicepresidente della Commissione. Viene eletto dal Consiglio europeo d'accordo con il presidente della Commissione e con ratifica dell'Europarlamento.

PROCEDURE LEGISLATIVE La Costituzione provvede ad una drastica riduzione. Erano oltre venti sono state limitate ad un terzo.

CORTE DI GIUSTIZIA Assicura il rispetto dei diritti nell'interpretazione e l'applicazione della Costituzione. Comprende anche il tribunale di grande istanza ed i tribunali speciali. E' formata da un giudice per ogni stato membro.

MAGGIORANZA QUALIFICATA A partire dal 2009 sara' basata sul 55 per cento degli stati membri, con un minimo transitorio di quindici che rappresentino almeno il 65 per cento della popolazione complessiva. Quando le decisioni riguardano provvedimenti che non sono proposti dalla Commissione o dal ministro degli esteri, per la maggioranza occorrono il 72 per cento degli stati, pari ad almeno il 65 per cento della popolazione. Resta il diritto di veto in tema di fiscalità e ci sono formule di maggioranza diverse per la cooperazione giudiziaria, la politica sociale sociale e quella estera. Sono facilitate, in alcuni settori, le cooperazioni rafforzate.

GOVERNANCE ECONOMICA La Costituzione attribuisce più poteri alla Commissione nella sorveglianza dei conti pubblici nella sola fase di verifica di deficit eccessivo, ma non in quella sulle misure per ridurlo. Ai paesi dell'eurozona è attribuito il potere di valutare l'ingresso di nuovi membri in Eurolandia. Viene allegata una dichiarazione in cui si riafferma l'impegno a rispettare il dettato del Patto di stabilità.

DIRITTO DI INIZIATIVA POPOLARE Se un milione di cittadini europei, suddivisi su un numero di paesi ancora da determinare, lo richiede, la Commissione sarà invitata ad adottare un' iniziativa legislativa.

Preambolo della Costituzione Europea 29.10.04

Il libro delle firmeISPIRANDOSI alle eredità culturali, religiose e umanistiche dell'Europa, da cui si sono sviluppati i valori universali dei diritti inviolabili e inalienabili della persona, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, e dello Stato di diritto;

CONVINTI che l'Europa, ormai riunificata dopo esperienze dolorose, intende avanzare sulla via della civiltà, del progresso e della prosperità per il bene di tutti i suoi abitanti, compresi i più deboli e bisognosi; che vuole restare un continente aperto alla cultura, al sapere e al progresso sociale; che desidera approfondire il carattere democratico e trasparente della vita pubblica e operare a favore della pace, della giustizia e della solidarietà nel mondo;

PERSUASI che i popoli d'Europa, pur restando fieri della loro identità e della loro storia nazionale, sono decisi a superare le antiche divisioni e, uniti in modo sempre più stretto, a forgiare il loro comune destino;

CERTI che, "Unita nella diversità", l'Europa offre ai suoi popoli le migliori possibilità di proseguire, nel rispetto dei diritti di ciascuno e nella consapevolezza delle loro responsabilità nei confronti delle generazioni future e della Terra, la grande avventura che fa di essa uno spazio privilegiato della speranza umana;

RISOLUTI a proseguire l'opera compiuta nel quadro dei trattati che istituiscono le Comunità europee e del trattato sull'Unione Europea, assicurando la continuità dell'acquis comunitario;

RICONOSCENTI ai membri della Convenzione europea di aver elaborato il progetto della presente Costituzione a nome dei cittadini e degli Stati d'Europa,

(segue elenco dei firmatari)

I QUALI, dopo avere scambiato i loro pieni poteri, riconosciuti in buona e debita forma, hanno convenuto le disposizioni che seguono.

Firmata a Roma la Costituzione Europea 29.10.04

Sala degli Orazi e Curiazi in CampidoglioAlle 11:58 in punto, con due minuti di anticipo rispetto al programma, nella sala degli Orazi e Curiazi in Campidoglio (dove nel 1957 fu firmato il Trattato di Roma), i rappresentanti dei 25 Paesi dell'Unione hanno firmato la nuova Costituzione Europea.

Il primo Stato membro a firmare è stato il Belgio, l'ultimo il Regno Unito. Anche Bulgaria, Romania e Turchia hanno apposto la loro firma, ma non sulla Costituzione, bensì solo sull'Atto finale.

La cerimonia si è chiusa con le note dell'inno europeo, l'"Inno alla Gioia".

Molti dei discorsi si sono soffermati sul futuro iter del processo di integrazione europea: per il premier olandese Jan Peter Balkanende "questa nostra firma non è una conclusione, è una nuova partenza". E Romano Prodi, presidente uscente della Commissione europea, ha rilevato come la firma non sia un punto di arrivo.

"Nei prossimi mesi i governi dovranno impegnarsi per ottenere la ratifica del nuovo trattato da parte dei parlamenti o dei popoli: sono decisioni che non possiamo dare per scontate".

Parole trionfanti anche dal presidente dell'Europarlamento, lo spagnolo Josep Borrell: "Torniamo a Roma dopo aver scritto la storia di un successo: la riunificazione del continente, la pace tra le nostre nazioni, l'integrazione delle loro economie la solidarietà con le regioni e i paesi piu' arretrati".

E guardando al futuro, il presidente designato della Commissione Josè Manuel Durao ha rilanciato la palla ai governi: "Adesso tocca a loro ottenere la ratifica del trattato costituzionale" e "non si tratta di una decisione che si possa dare per scontata", dunque l'auspicio è che "i governanti e i popoli d'Europa" siano ora "all'altezza delle sfide cui noi tutti ci troviamo di fronte".

Un'Europa politica è possibile 29.10.04

I problemi sorti negli ultimi giorni per la Commissione Barroso sono finalmente un segno che una politica a livello europeo è possibile.

La forte presa di posizione del Parlamento è da leggersi in quest'ottica. E' stato dimostrato che le decisioni continentali non sono ad esclusivo appannaggio dei governi degli stati membri.

Gli Eurodeputati si sono imposti con fermezza contro la volontà di alcuni governi di affossare la Commissione proponendo Commissari non all'altezza.

L'Europa ha scoperto la politica.

Technorati Tags: .

Google nel buco della serratura 27.10.04

La società di Mountain View ha annunciato l'acquisizione di Keyhole, tecnologia che unisce un enorme database di immagini satellitari a un'interfaccia che permette di scorrazzare per il mondo alla ricerca di servizi e informazioni.

Basta scrivere il nome di una città o un indirizzo per essere immediatamente trasportati sul posto, con la possibilità di visualizzare le strutture desiderate o semplicemente di calcolare la distanza di un percorso.

E' facile prevedere la prossima integrazione della tecnologia satellitare tridimensionale nelle ricerche di Google. Già oggi, cercando su Google il nome di una città è possibile vederne la mappa e cercare (tramite servizi esterni forniti da provider come Yahoo!, MapQuest e Michelin) tra le sue strade.

Probabilmente la tecnologia Keyhole sostituirà (forse a pagamento) questi servizi. Le due compagnie non hanno svelato i termini finanziari dell'accordo.

La prima conseguenza dell'acquisizione è stata una riduzione del prezzo di "Keyhole 2 LT", software di punta della casa, che passa da 69,95 a 29,95 dollari. Il database di Keyhole copre gran parte degli Stati Uniti e alcune città sparse per il mondo.

Per quanto riguarda l'Italia, sono state mappate Roma, Imola e Monza.

Codice sotto chiave. L'odiato tasto destro 27.10.04

Sapete qual è una delle richieste più frequenti sul maggior newsgroup italiano di linguaggi e tecnologie web?

"Come posso disabilitare il tasto destro per impedire la visualizzazione del mio codice web?" Incredibile vero?

Analizziamo un attimo i perché dell'assurdità di questa domanda.

Visualizzare il codice di una pagina web è la cosa più facile di questo mondo.

Come? Tramite la barra degli strumenti del browser, validando una pagina web, scaricando la pagina ed editandola in locale. Inoltre è sempre possibile disabilitare gli script ed in questo modo annullare gli effetti sul tasto destro.

Ma perché c'è così paura che un terzo legga il nostro codice? Solitamente chi fa queste domande scrive un codice pessimo, non standard. Perché mai qualcuno dovrebbe copiare un codice simile?

Posso capire voler proteggere i contenuti, non c'è nulla di male anzi, ma voler proteggere il codice sul web è davvero follia anche per newbie.

Prodi ancora Presidente della Commissione Europea 27.10.04

Il presidente in pectore BarrosoIl presidente in pectore della Commissione Europea Barroso ha chiesto più al Parlamento Europeo per il varo del suo esecutivo.

E' quasi certo infatti che al momento la sua Commissione non otterrebbe la fiducia dall'emiciclo di Strasburgo.

La Commissione di Romano Prodi resterà dunque in carica ad interim per almeno ancora un mese.

Prodi ha già accettato la richiesta ufficiale presentata dalla presidenza di turno olandese.

La seduta odierna del parlamento è stata sospesa per consentire ai gruppi di riunirsi per valutare le dichiarazioni di Barroso.

Il Parlamento ha inoltre ritenuto opportuno nessun voto aggiuntivo sulla richiesta di rinvio presentata da Barroso.

Emirates campione del mondo ACC 2004 27.10.04

Emirates Team New ZealandEmirates Team New Zealand Campione del Mondo Classe ACC 2004.

L'equipaggio guidato da Grant Dalton dimostra che il tempo delle critiche è finito e che è ora di reagire e di guardare avanti.

Terzo classificato al Marseille Louis Vuitton Act, con 42 punti, Emirates TNZ si ripresenta a Valencia con una barca non testata, fatta arrivare dalla Nuova Zealanda per sostituire quella danneggiata da una tempesta.

Nei match race vince 10 regate su 11 disputate e si aggiudica il Louis Vuitton Act II.

Nelle regate di flotta è stato Team Alinghi ad imporre la sua esperienza, giocando di copertura e di tattica. Il Defender dell'America's Cup ha vinto l'Atto III con due punti di distacco da Emirates TNZ.

Nell'Atto III Team Alinghi è stato l'unico a non scendere mai oltre la quarta posizione. Nel campionato mondiale Team Alinghi è terzo.

BMW Oracle Racing chiude la stagione 2004 al secondo posto e con la vittoria dell'Atto I.

Luna Rossa al quarto (la barca italiana non era presente alle regate di Marsiglia).

Quinta Le Defi, che ancora una volta s'impone su K-Challenge.

Settima Team Shosholoza e ottava, con 22 punti, c'è + 39, l'altra barca italiana.

Modifica al titolo del manifesto di it.comp.www.html 26.10.04

Finalmente anche il titolo del newsgroup it.comp.www.html è stato modificato andando in linea con il testo del nuovo manifesto.

Da "L'HTML" a "Linguaggi e tecnologie del web".

Ho ricevuto la comunicazione oggi da Marco d'Itri.

Potete trovare il manifesto del newsgroup sul sito del GCN [http://www.news.nic.it/manif/it.comp.www.html.html], oppure direttamente su questo sito [http://www.tiziano.caviglia.name/icwh.php].

Google salva la vita 20.10.04

BaghdadIndirettamente Google ha salvato la vita ad un ostaggio australiano.

John Markus, il giornalista rapito in Iraq, è stato rilasciato dopo che i suoi carcerieri hanno trovato conferma della sua identità sul famoso motore di ricerca, convinti che non fosse un agente della CIA o dipendente per un'impresa USA.

Markus era stato catturato Sabato a Baghdad.