tizianocavigliablog

Iraq: gioia e dolore

Res publica   22.12.04

La giornata in Iraq si divide tra gioia e dolere.

Finalmente i due giornalisti francesi, Christian Chesnot e Georges Malbrunot, sono stati liberati dopo quattro interminabili mesi. La televisione del Qatar al Jazira lo ha annunciato con una scritta in sovraimpressione.

La notizia è stata data anche con un comunicato dell'"Esercito di Ansar al Sunna" diffuso su un sito web dello stesso gruppo integralista.
"Sono stati liberati perché è stato dimostrato che non erano spie degli Stati Uniti e in risposta agli appelli di istituzioni e organismi islamici, e in apprezzamento delle posizioni della Francia sull'Iraq e della posizione dei due giornalisti sulla causa palestinese".

Attualmente i due giornalisti si trovano attualmente ad Amman e torneranno domani a Parigi.

Ma non si può parlare di iraq senza la quotidiana strage. Oggi almeno 24 persone sono rimaste uccise in una base militare americana (Task Force Olympia) nella città di Mossul.
Oltre 60 i feriti.

Secondo fonti della Cnn, l'esplosione si è verificata nella mensa della base, all'ora del pranzo.

Lo stesso gruppo che aveva dato l'annuncio della liberazione degli ostaggi francesi (Ansar al Sunna) ha rivendicato l'attacco sempre utilizzando un sito web.

Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email
consigliato da Rhadamanth
Un diario visivo sul ciclismo, la cultura della bici, le strade, i sentieri, la pista, le corse, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia e il trionfo.
Svelo
Un diario visivo sul ciclismo, la cultura della bici, le strade, i sentieri, la pista, le corse, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia e il trionfo.