tizianocavigliablog
In varietate concordia.

E' solo questione di tempo 17.03.09

Mi aspettavo un progetto serio. Più che altro ci speravo. Da tempo.
Qualcosa che potesse riaggregare definitivamente i cespugli a sinistra del PD. Un'idea rinnovata di sinistra che fosse in grado di far fronte alle sfide di questo secolo. O almeno un inizio.
Invece Movimento per la Sinistra (i vendoliani, fuoriusciti da Rifondazione Comunista), Partito Socialista, Unire la Sinistra (i fuoriusciti dei Comunisti Italiani), Verdi e Sinistra Democratica si sono inventati l'ennesimo cartello elettorale: Sinistra e Libertà.
Si tratta, niente di più niente di meno, della riproposizione de La Sinistra-l'Arcobaleno meno Rifondazione e Pdci, che correranno con una loro lista unitaria.

Una facciata per tentare di superare lo sbarramento al 4% delle europee. Il giorno dopo ognuno per se. A partire proprio dal diverso collocamento dei possibili eletti all'Europarlamento di Strasburgo.

Il simbolo sarà una commistione di brand. Un Sole-che-ride, scelto in modo da evitare la raccolta delle firme per presentare le liste dei candidati essendo già presente nel Parlamento europeo, al di sotto del quale compariranno i simboli del PSE e del GUE (il gruppo di comunista all'Europarlamento).

Caduto nel vuoto anche l'appello di migliaia di cittadini che, attraverso il Manifesto, chiedevano di fare spazio ad una lista della società civile orientata sui temi delle libertà civili, del lavoro e dell'ambiente, al posto dei simboli.

Nel frattempo non si è smesso e non si smette di litigare. Sulla composizione delle liste, sul riferimento al GUE conteso a Rifondazione, sul nome del cartello elettorale, sull'eventuale partecipazione dei Radicali e di Pannella.

L'oblio sarebbe il giusto successo.

Leggi i commenti

1 commento

mattia ha scritto:

la lista avrà un cammino anche dopo le europee, gli unici scettici sono i verdi. (cambieranno idea se superiamo il 4%)
il collocamento in gruppi diversi non è un problema, lavoreranno con le stesse idee per avvicinare i gruppi del centro sinistra in europa. (anche il pd è diviso in pse e alde).
l'unità dell'intera sinistra, come voleva il manifesto non è stata possibile perchè i super-comunisti non vogliono altre vedute che li contaminino.

postato il 02/04/2009 alle 12:47:00