tizianocavigliablog
Ha dimostrato il paradosso del gatto imburrato.

Hugh Hefner è un pivello 29.04.09

Foto artistica di Noemi

Mi trattengo. Sappiate che è difficile.

Ecco la bella Noemi, la diciottenne che chiama Berlusconi «papi»

Lo adoro. Gli faccio compagnia. Lui mi chiama, mi dice che ha qualche momento libero e io lo raggiungo. Resto ad ascoltarlo. Ed è questo che lui desidera da me. Poi, cantiamo assieme.

Non ricordo il titolo della sua preferita: aspetti che vedo sui suoi cd. Li ho tutti. Ma come fa quella... "Mon amour, lalalala"

Nessuno può immaginare quanto Papi sia sensibile. Pensi che gli sono stata vicinissima quando è morta, di recente, la sorella Maria Antonietta. Gli dicevo che soltanto io potevo capire il suo dolore.

Noemi, quando la vedremo in politica, alle prossime regionali?
No, preferisco candidarmi alla Camera, al parlamento. Ci penserà Papi Silvio.