tizianocavigliablog
See you space cowboy...

L'archivio del 08/2009 di Tiziano Caviglia Blog.

L'avvenire di Boffo 31.08.09

Guzzanti aveva capito tutto.

Grazie Ciccsoft.

Aspetto i saldi 30.08.09

Blogbabel è in vendita su ebay.

Ti piace vincere facile 30.08.09

Dopo più di cinquant'anni di opposizione il Partito Democratico torna al governo in Giappone.
E Hatoyama, nipote del fondatore del Partito Democratico Liberale, si appresta a diventare primo ministro dopo aver sconfitto il lascito politico di suo nonno.

The upstart Democratic Party of Japan will likely win 321 seats out of the 480 total, while the ruling Liberal Democratic Party may win 97 seats, private broadcaster TBS said based on its own exit polls.

Identità nella rete 29.08.09

Sofri ieri sera ha aperto un'interessante discussione sulla necessità di rivelare la propria vera identità nelle conversazioni sul web.

Ok, vi metto a parte di questa riflessione personale per raccogliere pareri. Laicamente. Non montiamo polemiche, ok? Io penso, senza farci su campagne, che sarebbe meglio se invece di tutti 'sti pseudonimi usassimo nome e cognome. Penso sarebbe più adulto, più responsabile, e assomiglierebbe di più alla vita normale, che è quello che dovrebbe essere internet. E penso toglierebbe un alibi ai censori e una chance ai violenti e vili. Detto questo, non voglio costringere nessuno. Però nel mio piccolo lo penso, e sono tentato di cancellare l'account di FF e di riaprirlo accettando solo nomi e cognomi (anche perché è diventato un posto incasinato e illegibile, dal gruppetto che era all'inizio). Senza fare il fiscale, non è che chiedo documenti. Ma è per cominciare ad abituarsi, e crescere. Oppure lo faccio non retroattivamente, e d'ora in poi accetto solo nomi e cognomi. Ma ascolto volentieri pareri ragionevoli.

Se è vero che internet dovrebbe assomigliare di più alla vita normale, che le idee e i contenuti non valgono indipendentemente da chi le esprime e che il metterci la faccia è spesso un modo per assumersi la responsabilità delle proprie azioni.
E' altrettanto vero che chi immagina internet come un covo di bulli, nerd, pedofili e cattive compagnie non smetterà di farlo vedendo post firmati da Mario Rossi. Lasciamo che internet sia libera e che chiunque sia libero di loggarsi come meglio crede.

Credo che nel prossimo futuro vedremo sempre di più l'uso del proprio nome e cognome sul web e non certo per dare maggiore incisività alle nostre affermazioni, quanto piuttosto perché incentivati a farlo dai social network che usiamo e attratti dalle possibilità offerte dalla visibilità che sapremo dare alla nostra vera identità.

Il sole sopra Berlino 29.08.09

Milano

In trasferta. Berlino è la nuova capitale europea delle vacanze.
La concorrenza di Londra, indebolita dalla crisi e dalla sterlina, si è fatta meno incisiva tanto da permettere alla città tedesca di salire sul terzo gradino del podio delle più visitate d'Europa dopo Roma e Parigi.

Non a caso è piena di turisti italiani, sempre alla ricerca della meta più trendy. Perché l'italiano tipo può rinunciare a tutto, ma non al Capodanno e alla vacanza estiva.

L'accoglienza precisa e distaccata, tipica dei paesi nordici, nasconde dietro un velo il dinamismo e una movida vibrante e calda. In una città troppo nuova e moderna per rispettare i canoni estetici classici delle capitali romantiche europee, emerge un lato alla moda che sa mixare l'entusiasmo e le aspettative del turista più giovane al comfort e alla vivibilità.

Nonostante le trasformazioni in atto Berlino è stata e resta il simbolo stesso dell'Europa unita e in pace. La capitale delle ideologie contrapposte. La città memoria di storie drammatiche, avvincenti e immortali.

Il prossimo novembre la capitale tedesca si dedicherà alla celebrazione della caduta del Muro, vent'anni fa.
Un muro che è ben presente nell'immaginario collettivo e sociale dei berlinesi e riemerge, spesso con orgoglio, nei racconti e in quella frase "Siete all'Ovest" con cui venivano accolti i tedeschi in fuga dalla DDR.

Colpiscono i viali e i giardini in cui sdraiarsi la notte per ammirare le stelle, le fontane, i caffé e i ciliegi della parte est. Immancabile la foto alla Porta di Brandeburgo e poi il checkpoint Charlie e lo shopping al KaDeWe, il più lussuoso grande magazzino della città. E ancora la vecchia Berlino Est sempre più alla moda e ricca di eventi e occasioni per socializzare e divertirsi.

E poi bici e taxi e sandali e Canon. Una babele di colori e artisti di strada.

Imperdibili i capolavori architettonici prussiani e la visita a Potsdam. Passeggiare per la Museuminsel e fermarsi alla Philharmonie, casa dei Berliner. Per gli amici i Berliner Philharmonisches Orchester.

Drama 29.08.09

Noel Gallagher

"It's with some sadness and great relief to tell you that I quit Oasis tonight," he said. "People will write and say what they like but I simply could not go on working with Liam a day longer. Apologies to all the people who bought tickets to the shows in Paris, Konstanz and Milan."

Pragmatismo pan-africano 28.08.09

Berlusconi a Tunisi il 18 agosto, risponde ad una domanda sull'immigrazione a Nessma Tv (controllata da Mediaset al 50%).

La politica del governo italiano è tesa ad "aumentare i canali di ingresso legali" e a garantire, ai migranti, "casa, lavoro, istruzione" e "l'apertura di tutti i nostri ospedali alle loro necessità", perché "pure gli italiani sono stati emigranti, e quindi devono aprire il loro cuore a chi oggi viene in Italia".

Ora diventano forse più chiari i rapporti via via sempre più amichevoli con Gheddafi e la Libia.
Resta da capire come tutto questo si concili con le parole d'ordine della Lega, il "pacchetto sicurezza" e con affermazioni di ben altro tono adottate da esponenti del suo Governo.

Parola di guru 28.08.09

Alfonso Sfuggetta dice la sua sul nuovo Nokia Booklet 3G e sul futuro del colosso finlandese (e Mantellini condivide).

Adesso si mette a fare notebook. Per carità, nulla di male. Ma quale sarebbe il fattore differenziante di Nokia rispetto al resto del mondo? La batteria? E prima o poi l'avranno anche gli altri.

Alla fine, è "solo" un notebook Windows.

Non mi pare una grande strategia per l'azienda che diceva che loro "fanno telefoni".

Ribadisco, se guardo i trend e non i valori assoluti, questi mi paiono con un futuro grigio all'orizzonte.

Il che mi riporta alla mente una frase di Rob Malda, fondatore di Slashdot, all'uscita del primo iPod nel 2001. E all'epoca la ragione sociale di Apple Inc. era ancora Apple Computer, Inc.

No wireless. Less space than a [Creative] Nomad. Lame.

Oggi sappiamo tutti com'è andata a finire.

Sono tutti belli i memi del mondo 28.08.09

La pubblicità ritoccata

L'ultimo "tormentone" prevede di photoshoppare la pubblicità ritoccata dello spot polacco di Microsoft.

Dove, al contrario di quanto riportato dai media italiani, lo scandalo non stava tanto nell'aver sostituito un nero con un bianco, quanto la scarsa realizzazione grafica.

Verdi vaneggiamenti 28.08.09

Il finto manifesto della Lega Nord

La polemica scatenata dai giornali contro il gruppo leghista su Facebook è strumentale e figlia di un certo giornalismo che associa internet a pericoli, paure e leggende metropolitane, e per questo non merita troppa attenzione.

Diversamente è interessante notare che il motivo scatenante di tutto, ovvero il "finto manifesto" ineggiante a sedicenti politiche anti-immigrazione della Lega, altro non era che una simpatica vignetta di Mauro Biani volta proprio a deridere i verdi vaneggiamenti.