tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

Il sole sopra Berlino 29.08.09

Milano

In trasferta. Berlino è la nuova capitale europea delle vacanze.
La concorrenza di Londra, indebolita dalla crisi e dalla sterlina, si è fatta meno incisiva tanto da permettere alla città tedesca di salire sul terzo gradino del podio delle più visitate d'Europa dopo Roma e Parigi.

Non a caso è piena di turisti italiani, sempre alla ricerca della meta più trendy. Perché l'italiano tipo può rinunciare a tutto, ma non al Capodanno e alla vacanza estiva.

L'accoglienza precisa e distaccata, tipica dei paesi nordici, nasconde dietro un velo il dinamismo e una movida vibrante e calda. In una città troppo nuova e moderna per rispettare i canoni estetici classici delle capitali romantiche europee, emerge un lato alla moda che sa mixare l'entusiasmo e le aspettative del turista più giovane al comfort e alla vivibilità.

Nonostante le trasformazioni in atto Berlino è stata e resta il simbolo stesso dell'Europa unita e in pace. La capitale delle ideologie contrapposte. La città memoria di storie drammatiche, avvincenti e immortali.

Il prossimo novembre la capitale tedesca si dedicherà alla celebrazione della caduta del Muro, vent'anni fa.
Un muro che è ben presente nell'immaginario collettivo e sociale dei berlinesi e riemerge, spesso con orgoglio, nei racconti e in quella frase "Siete all'Ovest" con cui venivano accolti i tedeschi in fuga dalla DDR.

Colpiscono i viali e i giardini in cui sdraiarsi la notte per ammirare le stelle, le fontane, i caffé e i ciliegi della parte est. Immancabile la foto alla Porta di Brandeburgo e poi il checkpoint Charlie e lo shopping al KaDeWe, il più lussuoso grande magazzino della città. E ancora la vecchia Berlino Est sempre più alla moda e ricca di eventi e occasioni per socializzare e divertirsi.

E poi bici e taxi e sandali e Canon. Una babele di colori e artisti di strada.

Imperdibili i capolavori architettonici prussiani e la visita a Potsdam. Passeggiare per la Museuminsel e fermarsi alla Philharmonie, casa dei Berliner. Per gli amici i Berliner Philharmonisches Orchester.