tizianocavigliablog
One nerd to rule them all.

Quel muro sul lago di Como, che volge a mezzogiorno 26.09.09

A Como il buon governo fa a pugni con l'estetica.

Leggi i commenti

2 commenti

giorgio ha scritto:

C'è da chiedersi come si possano ancora fare certe cose e , soprattutto ,come possano farle con leggerezza le amministrazioni comunali con i soldi dei contribuenti.

premesso ciò mi preme andare un pò più al cuore della questione, l'esondazione del lago.

A Como,fortunatamente, non è poi così frequente trovarsi con l'acqua alta , non vi è necessità di rendere, "sicura" la città perennemente, Como ha già le sue mura, di tutt'altra epoca, funzione e fascino.

A Como basterebbero , come peraltro hanno altre città europee, delle barriere temporanee antiesondazione, delle barriere cioè che si montano e smontano rapidamente solo in caso di emergenza, senza intervenire drasticamente rovinando e deturpando il paesaggio


Facendo con estrema semplicita' una ricerca in internet e digitanto "antiesondazione" in un motore di ricerca ci si imbatte ad esempio in un prodotto Italiano con brevetto europeo chiamato AQUADIKE
Aquadike è una barriera antiesondazione componibile temporanea che sostituisce i vecchi sacchetti di sabbia, è facile e rapida da posizionare in più è riutilizzabile ed interamente riciclabile .
http://www.aquadike.com

Aquadike è un sistema antiesondazione composto da moduli in robusto e riciclabile polietilene che si incastrano longitudinalmente uno con l'altro che consentono di formare lunghe e solide barriere di protezione in grado di adattarsi alla configurazione del terreno.
Una barriera così si posa in opera senza alcuna infrastruttura in alveo, costa molto meno di opere "inutilmente faraoniche" e il peso ridotto dei moduli di cui è composta ne permette un'agile movimentazione e richiede un esiguo numero di persone che in poco tempo possono così erigere una efficace barriera all'acqua.

Sistemi come questo, a fine emergenza sono rapidi da smontare e sono subito pronti per un'altro intervento, magari in altre zone della citta' o della provincia .
La spesa sarebbe sicuramente di gran lunga inferiore, non si deturperebbe il paesaggio, si potrebbero usare ovunque ve ne sia bisogno, vicino a fiumi, laghi, case od altro.
Ora mi domando, non vanno forse bene per Como e la sua provincia? Saranno stati presi in considerazione?

grazie

Giorgio

postato il 29/09/2009 alle 22:13:56

tone ha scritto:

fortunatamente il buon senso sembra che abbia prevalso anche perchè altrimenti sarebbe stato un bel problema per tutti coloro che del lago vivono grazie al turismo

postato il 04/10/2009 alle 21:27:04