tizianocavigliablog
Selamat pagi.

iPad, la rivoluzione può attendere la seconda generazione 14.03.10

Anche Gruman pone l'accento su quanto sia avventato prenotare iPad ora. Meglio aspettare la seconda generazione.
Se ne parlava qui.

Remember, the same thing happened with the iPod Touch, Apple's iPhone-based PDA. The first-generation iPod Touch could play only a few sounds and even then only at a whisper, so its calendar alarms and new-email alerts were useless unless you wearing its earphones. You couldn't change the volume without using the touchscreen - a real issue when driving, jogging, or carrying groceries. There was no microphone, so you couldn't take voice memos or use services like Skype. (Apple even blocked external microphones from working on it!) Despite Apple making sure each iPhone OS revision has continued to support the first-generation iPod Touch, those hardware limits remain in the actual devices. You can bet that similar types of issue will be discovered in the first iPad.

Leggi i commenti

2 commenti

emaskew ha scritto:

Bè, mi pare un punto di vista un po' scontato, però... il primo iPhone era solo Edge, senza antenna GPS integrata. Nell'iPhone 3G hanno messo l'antenna ed il 3G, ma la fotocamera non era anche videocamera... Nel 3Gs maggiore velocità di connessione, dell'iPhone stesso e in più fa anche i video...
Mi pare un po' ovvio che ogni release successiva abbia caratteristiche migliori della precedente, sia perché altrimenti nessuno comprerebbe la release successiva, sia perché la tecnologia normalmente avanza di anno in anno...
Alla fine le cose vanno comprate quando ti servono, non seguendo il "magari il prossimo ha anche il processore quantistico", altrimenti finisci per non comprare più nulla...

postato il 14/03/2010 alle 21:02:58

Tiziano ha scritto:

Il problema che si rilevava non è hardware.
Il primo iPhone, o per meglio dire il primo iPhone OS aveva notevoli limitazioni. La mancanza - il blocco - delle applicazioni era un aspetto rilevante, tanto da spingere molti possessori al jailbreak.

Oggi lo stesso si ripete con iPad.
Sono convinto che sarà una rivoluzione, ma il modello attuale presenta il "difetto" di ogni primo modello uscito da Cupertino. L'essere USA centrico.
L'attesa di versione per il resto di noi non americani non significa non comprare più nulla, ma piuttosto l'invito ad attendere di un prodotto più maturo.
E visti i prezzi mi sembra un suggerimento più che apprezzabile.

postato il 25/03/2010 alle 18:32:14