tizianocavigliablog
In piedi, campeggiatori, camperisti e campanari!

La rete delle identità 06.05.10

Ne aveva accennato Sofri, ne sta discutendo il giornalista sudafricano Michael Skapinker in questi giorni.
La rete ha bisogno di identità.
Ha bisogno di scrollarsi di dosso i nickname, l'anonimato dietro cui spesso ci si nasconde, per investire sulla reputazione personale. A partire dai commenti sui siti che vivono di recensioni.

L'idea è quella di responsabilizzare gli utenti per far crescere l'internet delle persone, rendendola quanto più simile ed indistinguibile dalla vita di tutti i giorni.

Allo stesso tempo, anche se per motivi diversi in Cina si sta riflettendo sullo stesso tema.
Eliminare definitivamente (in molti casi già avviene) la possibilità di registrarsi su internet con pseudonimi.
Limitando, se non a questo punto impedendo del tutto, la possibilità dei cittadini cinesi di scambiarsi informazioni e idee anonimamente aggirando la repressione del regime.