tizianocavigliablog
Sensei.

L'archivio del 05/2010 di Tiziano Caviglia Blog.

Perché continueremo a mangiare frittura di pesce e telline 31.05.10

Da domani, 1 giugno, il nuovo Regolamento Mediterraneo approvato dalla Commissione europea stringerà le maglie attorno alla pesca indiscriminata degli anelli di base della catena trofica marina, ovvero seppie, bianchetti, lattarini, rossetti, calamaretti, telline, cannolicchi. Una prospettiva che secondo alcuni metterà la parola fine a piatti come la frittura di paranza con conseguenze disastrose per ristoratori e pescatori.

In realtà il nuovo regolamento europeo, che impone reti a maglie più larghe e limiti di pesca a non meno di 1,5 miglia dalla costa, si propone di salvaguardare le specie a rischio di estinzione e la biodiversità marina messa a dura prova dalla pesca a strascico e sotto costa.
Il regolamento tuttavia già prevede deroghe e autonomie gestionali in base a specificità locali e piani di pesca ad hoc. Una pratica in uso da anni in Italia e che proprio per questo non dovrebbe limitare eccessivamente la pesca artigianale nostrana.

Come sempre cambierà tutto per non cambiare niente e le paure infondate lasceranno solo i titoli urlati sui giornali.
Il caso della "fiorentina" vi fa tornare in mente qualcosa?

Insomma continueremo a vederci servire fritti misti sulle nostre tavole con in più la garanzia di una maggiore attenzione al nostro insostituibile ambiente marino.

L'innocenza di Kohler 31.05.10

Per la serie frasi d'autore la gaffe del presidente tedesco Horst Koehler sulla missione in Afghanistan è da antologia.

Un Paese delle nostre dimensioni, concentrato sull'export e quindi sulla dipendenza dal commercio estero, deve rendersi conto che... sviluppi militari sono necessari in un'emergenza per proteggere i nostri interessi, ad esempio per quanto riguarda le rotte commerciali o per impedire instabilità regionali che potrebbero influire negativamente sul nostro commercio, sull'occupazione e sui redditi.

Il presidente Koehler si è dimesso.

Mike Conway il miracolato 31.05.10

Mike Conway, ventiseienne pilota britannico della Dallara, ha riportato soltanto una frattura alla gamba sinistra dopo essere letteralmente decollato con la sua monoposto, in seguito all'urto con la vettura guidata da Ryan Hunter-Reay.
L'impatto contro le recinzioni dell'ovale della 500 Miglia di Indianapolis è stato terribile e ha finito per disintegrare la Dallara di Conway.

Le immagini del terribile incidente lasciano spazio ad un solo possibile verdetto: Mike Conway è un miracolato.

Innovation Portfolio 31.05.10

Raccontare eventi e storie attraverso infografiche interattive è il fiore all'occhiello del New York Times.
Ora tutto questo straordinario materiale è raccolto in un unico sito di design giornalistico: Innovation Portfolio.

L'assalto israeliano al convoglio pacifista 31.05.10

Unità della marina israeliana hanno abbordato la Mavi Marmara, nave battente bandiera turca e facente parte di sei imbarcazioni di ong internazionali della Freedom Flotilla, che cercava di forzare l'embargo per raggiungere le spiagge di Gaza.

Durante l'assalto almeno 19 persone sono state uccise, la maggior parte turche e arabe. Fonti della marina di Israele parlano di una resistenza armata all'abbordaggio e del ferimento di alcuni soldati.

Dei molti aspetti ancora da chiarire uno dei più importanti è stabilire se l'assalto del commando è stato eseguito in acque internazionali o meno.

Gli intenti umanitari dei pacifisti, ma anche su questo aspetto nascono dei dubbi a causa della presenza di armi a bordo e l'inconsueta resistenza violenta dell'equipaggio, si sono scontrati con la determinazione e l'intransigenza di uno degli eserciti più potenti al mondo in quello che spesso traducendosi in tragedia.
Non sarà una battaglia navale ad aiutare la causa palestinese.

[11:14] Sono state trovate armi a bordo della nave, il che confermerebbe con lo dovute pinze la versione della marina israeliana.

Qui si ha una teoria a riguardo. Hanno tentato di far passare qualcosa - le armi di cui sopra? - o qualcuno all'interno di una zona sottoposta ad embargo - il che rende de facto illegale ogni accesso ed esposto a reazioni letali chiunque tenti di forzarlo - sfruttando, si spera, la buona fede delle ong coinvolte. Messi alle strette dall'assalto navale e aereo hanno tentato il tutto per tutto e da entrambi i lati la situazione è sfuggita di mano.

[18:02] Cala il numero delle vittime. Ora si parla di 10 morti.

[18:05] Il video che mostra l'aggressione ai soldati israeliani sfociato poi nella sparatoria.



[06/06 - 22:04] Gli israeliani annunciano la presenza di cinque terroristi a bordo della Mavi Marmara.

Il ritorno di Ivan il Terribile 30.05.10

Ivan Basso e la Liquigas Doimo

Il trionfo di Ivan Basso.

Il dilemma Okinawa sulle spalle di Hatoyama 30.05.10

Crisi di governo in Giappone.
Il Partito Social Democratico (SDP) abbandona il governo Hatoyama dopo i contrasti dovuti alla difficoltà, incontrata dal premier, nel risolvere l'annoso problema dello spostamento della base militare americana di Futenma a Okinawa.

Easy life 30.05.10

Dennis Hopper

It gives you a whole new way of looking at the day.

Il primo scandalo per la coalizione di Cameron 30.05.10

Prima tegola sul governo guidato dal premier Cameron.
Il vice ministro del Tesoro David Laws (Liberal Democratico e paladino della lotta alla corruzione politica) ha rassegnato le dimissioni a seguito dello scandalo, portato alla luce dal Daily Telegraph, che lo vede coinvolto nell'utilizzo di denaro pubblico usato per affittare stanze di proprietà del suo partner James Lundie.
Una pratica che proseguiva da 8 anni per una cifra che si aggira intorno ai 47.000 euro.

Di tentativo in tentativo 30.05.10

La fiera dei fallimenti per fermare la perdita dal pozzo petrolifero nel Golfo del Messico colpisce in egual misura la BP e l'amministrazione Obama.

We have not been able to stop the flow. Repeated pumping, we don't believe, will achieve success, so we will move on to the next option.

Fallimenti che coincidono con una delle peggiori flessioni per la popolarità del presidente americano dall'inizio del suo mandato.