tizianocavigliablog
Ha studiato legge con Murphy.

La CGIL ha un volto femminile 03.11.10

Susanna Camusso, segretario generale della CGIL

Susanna Camusso succede a Guglielmo Epifani alla guida della CGIL.
Eletta dal Comitato Direttivo con 125 sì, 21 no e 12 astenuti. La prima donna a ricoprire tale incarico in Italia.

Grazie al Direttivo, grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuta e che mi danno fiducia, ma grazie anche a chi mi ha votato contro. Io sarò la Segretaria di tutti e lavorerò per la lealtà e la solidarietà dei gruppi dirigenti.
Si deve valorizzare il modo di essere della CGIL, grande, solidale e collettiva in un momento in cui, come è evidente a tutti, il sindacato è sotto attacco, ma è soprattutto sotto attacco il principio della rappresentanza collettiva degli interessi dei lavoratori.
Il problema più grave, è oggi la disoccupazione giovanile e l'emarginazione di migliaia di donne dal mercato del lavoro. Una situazione dovuta alla crisi, ma amplificata dai gravi errori del governo Berlusconi che non ha fatto altro che aumentare le disparità sociali. Il governo ha lavorato per mettere gli uni contro gli altri.