tizianocavigliablog
Megaceffone copernicano.

Le elezioni in Uganda tra irlandesi e presidenti eterni 17.02.11

Ian Clarke, medico e muzungu ovvero bianco, è originario di South Armagh in Irlanda del Nord. E' il candidato outsider alla presidenza del distretto di Makindye, uno dei cinque in cui è divisa la capitale.
Da ventitre anni gestisce un ospedale privato a Kampala; ora ha deciso che gli ugandesi meritano non solo cure mediche migliori, ma anche una politica migliore che sappia rispondere alle loro esigenze.

The reason why I first got into this race was potholes. Why are these potholes here year after year? Why does no one do anything about them?
The problem is not a lack of resources, it is a lack of management and lack of willpower.

Al suo opposto Yoweri Museveni, presidente eterno ed eroe di guerra, che domani si ricandiderà per il suo quarto mandato - dopo aver opportunamente modificato la costituzione - con lo slogan Pakalast, fino alla fine.

He has a messianic vision of himself, someone sent from providence to save Uganda from tyranny and poverty and lead it towards development, hee won't leave power - he can't be a nobody.

Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email