tizianocavigliablog
Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola.

Il giorno della protesta siriana finisce in un massacro 22.04.11

Protestanti siriani

Da Azraa a Damasco il bilancio delle vittime degli scontri tra manifestanti e forze di sicurezza supera le 70 vittime.

Il "venerdì santo" dell'opposizione che aveva chiamato a raccolta migliaia di persone di tutte le confessioni religiose è stato represso nel sangue, ripetendo quanto accaduto un mese fa.
Giusto ieri il governo di al-Assad aveva abolito la legislazione di emergenza e i tribunali speciali.
Le manifestazioni hanno contagiato tutto il paese, cortei a Qamishli, Daraa, Amuda, Hama, Damasco, Aleppo, Banias, Azraa, Homs, Duma.