tizianocavigliablog
Sensei.

Super 8 di J. J. Abrams 14.06.11

L'attesa per Super 8, filmone estivo della coppia Abrams Spielberg, era davvero molto alta e come per Cloverfield è andata ancora una volta delusa.

Siamo nel 1979, ragazzini con la passione della cinematografia indipendente mentre riprendono una scena del loro film autoprodotto assistono ad un incidente ferroviario provocato da un misterioso attentatore suicida.
Il treno militare deragliato conteneva qualcosa di super segreto che avrà a che fare con le misteriose sparizioni ed eventi che si verificheranno nella cittadina dell'Ohio.

Se mischiate i Goonies con IT, prendete il mostro di Cloverfield e lo rimpicciolite alle dimensioni di quello di The Host, aggiungete la classica trita cospirazione Roswell/Area 51 e spruzzate con una buona dose di paraculismo e situazioni improbabili otterrete l'E.T. del XXI secolo.

Un film molto adatto a godersi una serata in un cinema all'aperto d'estate, ma ben lontano dal capolavoro per il quale vorrebbe passare.

Si salvano due cose.
L'interpretazione magistrale di Elle Fanning, classe '98. E una chicca post titoli di coda, ovvero il film sugli zombie girato dai ragazzini in Super 8 dal titolo The Case e ricco di un'infinità di elementi che rimandano al cinema horror anni '60 e '70 di Romero. Questo sì, un vero capolavoro.