tizianocavigliablog
Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola.

Nessun confine nell'Unione Europea, neanche televisivo 04.10.11

Per la Corte di giustizia dell'Unione Europea non possono esistere limiti territoriali sul continente per la trasmissione degli incontri di calcio. Le leghe calcio europee non possono più vendere i diritti televisivi su base nazionale, perché ciò è contrario al diritto della concorrenza nell'Unione.

E' una rivoluzione per il nostro mercato televisivo. Ora i privati hanno diritto ad utilizzare le loro schede tv prepagate o abbonamenti ovunque nei 27 paesi. Qualcosa di paragonabile alla sentenza Bosman sui trasferimenti dei calciatori comunitari.

La decisione della corte arriva in risposta alla denuncia delle squadre della Premier League contro la titolare di un pub di Portsmouth che proiettava incontri del campionato inglese sfruttando una scheda greca.