tizianocavigliablog
See you space cowboy...

La casta del vicino 18.05.12

C'è la crisi. E prima di chiedere agli altri di rinunciare a qualcosa, i governanti francesi hanno deciso di iniziare loro a rinunciare a qualcosa. Così, come annunciato dal neo presidente Francois Hollande, il nuovo governo ha approvato il taglio del 30% degli stipendi per il presidente, il premier Jean-Marc Ayrault e i 34 ministri.
La remunerazione mensile lorda dei due primi cittadini passerà da 21.300 a 14.910 euro, mentre quella dei loro colleghi da 14.200 a 9.940 Euro.

Inizia così il pezzo di Repubblica sul taglio della casta francese operato dal presidente socialista Hollande.
Si tralascia colpevolmente di rimarcare l'ipocrisia di mantenere, nella seppur centralista Francia, in tempi di crisi e tagli lineari la bellezza di trentaquattro (34) ministri per il buon funzionamento di una nazione quando nel nostro paese, summa di qualsivoglia costo della casta secondo l'opinione diffusa, il governo Monti ne disponga di appena 13 - circa un terzo - e sia sovente oggetto di attacchi da parte di chi si indigna contro gli sprechi e che oggi plaude all'intuizione politica di Hollande.