tizianocavigliablog
Nerdvana.

Il processo alle streghe 17.06.13

Ma risparmiatemi questa Cosetta dei Miserabili dell'onorevole grillina Paola Pinna, laureata disoccupata che viveva con i genitori a Quartucciu, Cagliari, e con cento voti cento è diventata deputata al Parlamento, che invece di spargere petali di rosa dove Grillo cammina, sorge in difesa di una certa Gambaro, un'altra miracolata che si crede Che Guevara.

La frase del giorno durante il processo a carico della senatrice Adele Gambaro, rea di aver imputato a Beppe Grillo la sonora sconfitta del Movimento 5 Stelle nelle elezioni amministrative, è del deputato Di Stefano diretta alla collega Paola Pinna che aveva difeso la senatrice.

L'assemblea dei parlamentari grillini, in questi primi mesi molto concentrati sul proprio ombelico, ha poi deciso per l'espulsione della senatrice dissidente con 79 sì, 42 no e 9 astenuti.