tizianocavigliablog

Amsterdam in otto ore

Wow   04.02.09  
Amsterdam

Avevo solo notizie di seconda mano sulla Venezia del nord ed erano tutte sbagliate.
Ti aspetti la metropoli e invece ti ritrovi in una città dove, all'apparenza, la vita scorre forse più lentamente che altrove.

Il primo impatto è con Schiphol. Ordinato, efficiente a due passi dal centro e con collegamenti puntali e rapidi. L'opposto di Malpensa. Air France-KLM tutta la vita.

L'aringa cruda, venduta in tutte le salse, è immangiabile. Come buona parte della cucina locale. Salverei solo la birra.

I tassisti parlano correttamente l'inglese. Basterebbe già questo, no? E' che poi sono anche zelanti e non ti stressano durante il viaggio.
Forse è perché sono tutti indiani.

Il problema razziale e dell'immigrazione esiste, ma in una città in cui convivono più di un centinaio di nazionalità ha tutta un'altra accezione che da noi.

Le piste ciclabili che corrono lungo i canali sono vertiginose. Il fatto è che qui nessun pedone si sognerebbe mai di mettere il piede oltre le linee gialle. E le auto parcheggiano nei posti assegnati.
Il numero di FON Spot trovati è quasi imbarazzante.

Ho come l'impressione che i coffeshop e il De Wallen siano lì ad esclusivo uso e cosumo di folle di turisti italiani.

Il resto è cultura e Rivoluzione industriale.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email

Leggi i commenti

4 commenti

alphakappa ha scritto:

Amsterdam è una città da 1 milione di abitanti vivibilissima che ha l'atmosfera del paese cresciuto troppo. saranno i ponti, saranno i canali, sarà la scarsità di auto, saranno le centinaia di migliaia di biciclette... e ti sei perso il fascino e la qualità di piccole città ideali come delft, leiden o utrecht!

l'inglese è parlato correttamente ovunque, anche dai vecchi, e a me è capitato solo nei paesi di campagna di trovare adulti che non lo parlassero (capirai, nei paesini italiani soprattutto del sud non conoscono l'italiano). tieni presente che film e cartoni animati stranieri sono in lingua orginale con sottotitoli.

E dei tassisti stupisce che spesso siano in giacca e cravatta o che comunque tengano un certo decoro formale. ma non sono tutti indiani.

L'unica cosa che abolirei ad amsterdam, effettivamente, sono i ragazzini italiani caciaroni che vanno a drogarsi.

postato il 05/02/2009 alle 19:44:04

alphakappa ha scritto:

PS: la cosa che però ha impatto su un italiano che visita l'olanda per la prima volta è la quantità spropositata di biciclette. e la loro varietà!

postato il 05/02/2009 alle 19:46:08

Perso nel blu ha scritto:

La chiusura è spettacolare e descrive benissimo gran parte dei paesi nordici.

postato il 05/02/2009 alle 21:15:19

Giulio ha scritto:

Beh, sulla vivibilita` di do ragione...grazie alle case cosi` basse, ovunque tranne che in Zuid e in Westdi massimo 3 piani, si ha la percezione di un paese...
Mi stupisco sempre del silenzio che c'e` ad Amsterdam...
Ti do invece torto sulle aringhe, probabilmente perche` ne sono appassionato...de gustibus...
E i tassisti non sono indiani, ma per lo piu` turchi, soprattutto davanti alla stazione, dove lo hai preso tu. In altre zone ci sono altre nazionalita`...

postato il 14/02/2009 alle 09:02:45