tizianocavigliablog
Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola.

Storia del calcestruzzo 14.10.17

È difficile precisare quali siano le origini della tecnica di costruire in conglomerato.
Secondo gli storici già Assiri e Egizi erano in grado di realizzare costruzioni impiegando materiale minuto. I Greci conoscevano questa tecnica, utilizzata per la realizzazione dell'acquedotto di Argo e del serbatoio di Sparta tra le più importanti opere costruite ancora esistenti.

Fu però l'ingegno dei Romani a dare l'impulso decisivo all'uso del calcestruzzo per l'edilizia civile e nella costruzioni di strade.
Le tecniche dell'opus incertum, dell'opus reticulatum e dell'opus caementicium sono descritte da Vitruvio nel suo De Architectura.
L'opus caementicium consisteva nell'elevare muri deponendo strati sovrapposti di malta e materiali inerti. I paramenti esterni in mattoni o pietre squadrate, che fungevano da casseri permanenti, venivano rapidamente riempiti di malta, all'interno della quale erano conficcati rottami di pietra o mattone.

La storia del calcestruzzo ripercorsa da Popular Mechanics.

Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email