tizianocavigliablog
See you space cowboy...

L'archivio del 01/2019 di Tiziano Caviglia Blog.

Le ultime scimmie selvatiche in Europa 31.01.19

Una bertuccia di Gibilterra
Una bertuccia di Gibilterra

Simbolo di Gibilterra dal 1988, le bertucce di Gibilterra (specie Macaca sylvanus) sono l'unica popolazione di scimmie selvatiche in Europa. Sulla penisola ne sono presenti circa 230 esemplari suddivisi in 5 gruppi che si trovano nelle zone più alte della Rocca.
I gibilterrini le chiamano monos. Scimmie, in llanito.

Atlas Obscura racconta la loro curiosa storia che ha portato le ultime scimmie selvatiche europee a rifugiarsi in uno stretto e inospitale lembo di terra al confine tra due continenti.

La penisola ha una superficie di sole 6,8 km quadrati ed è formata principalmente da sabbia, roccia e cespugli. Non è un posto particolarmente ospitale, con poca acqua fresca e poche risorse naturali al di là del sole e delle spiagge. La vita vegetale e animale è anch'essa abbastanza limitata, con qualche volpe, conigli e una discreta selezione di rane e lucertole. È una tappa migratoria per molti uccelli, ma non costruiscono nidi né trascorrono molto tempo lì. Gibilterra ha pochi alberi, solo alcuni olivi selvatici, rattrappiti e una manciata di palme, arbusti e piante grasse importati da altre parti dell'impero britannico.

Eppure ci sono anche circa 200 bertucce, scimmie senza coda originarie del Marocco e dell'Algeria. Su questa piccola penisola asciutta, in gran parte dedicata al turismo e ai militari, con poca acqua dolce e pochi altri mammiferi, ci sono le scimmie.

Le scimmie normalmente tendono a prediligere più caldi, molto più caldi di Gibilterra.
Le scimmie europee si sono trasferite dal continente durante l'ultima era glaciale, ma le bertucce hanno vissuto a Gibilterra ininterrottamente, almeno dall'inizio del XVII secolo, quando furono registrate per la prima volta da cronache della zona.

Il creatore della Terra di Mezzo 29.01.19

Una delle più ampie ed esaustive mostre su Tolkien e il suo mondo ha aperto a New York.
Sino al 12 maggio gli storici documenti, le mappe disegnate a mano, le bozze scritte nelle trincee della Grande Guerra, gli studi sugli idiomi delle razze che popolano Arda e le illustrazioni che furono alla base della genesi de Il Signore degli Anelli e de Lo Hobbit verrano svelati nella mostra Tolkien: Maker of Middle-earth, presso la Morgan Library & Museum.

La dose quotidiana di ispirazione fotografica 27.01.19

L'inverno newyorkese del 1893 fotografato da Alfred Stieglitz
L'inverno newyorkese del 1893 fotografato da Alfred Stieglitz

Photonici è il sito, il cui nome è portmanteu tra le parole "fotografi" e "fotonici" (usato nell'accezione di "esagerati"), che ogni giorno fa conoscere un nuovo grande interprete della fotografia.
Un percorso di ispirazione fotografica attraverso gli scatti più iconici e celebri citazioni.

Breve storia del formaggio 22.01.19

10 millenni di produzione del formaggio riassunti in questa animazione ralizzata per TED-Ed da Paul Kindstedt, autore di Cheese and Culture: A History of Cheese and its Place in Western Civilization.

Il miglior indizio dell'antica produzione di formaggio si può scoprire nei frammenti di ceramica che i popoli si lasciarono alle spalle durante le migrazioni stagionali. I popoli del Neolitico a volte conservavano formaggio e burro nei vasi di ceramica, i quali lasciavano residui del grasso derivato dal latte. Dopo migliaia di anni questi antichi residui possono essere identificati con sofisticate tecniche archeochimiche e seguendo il percorso della ceramica è possibile ricostruire il movimento dei casari neolitici dalla mezzaluna fertile nel nord-ovest della Turchia sino a ovest, in Europa dove la produzione del formaggio si è evoluta in innumerevoli nuove varietà, o verso est nelle steppe eurasiatiche. Per quanto riguarda l'Africa, non è ancora chiaro se la produzione del formaggio sia arrivata dalla mezzaluna fertile o se sia sviluppata indipendentemente lì.

Un computer ricamato 21.01.19

Embroidered Computer
Embroidered Computer

Una scheda madre di tessuto con un circuito elettronico di fili intrecciati e perline, è il computer ricamato realizzato da Irene Posch ed Ebru Kurbak come opera d'arte capace di fondere l'antica arte del ricamo e la logica elettronica per portare in vita una macchina a 8 bit programmabile e funzionante.

Un film in una scena 17.01.19

Si può riassumere un intero film in una scena?
Jon Lefkovitz ci ha provato ritagliando una scena da ogni film scelto. Senza dialoghi, ma solo una colonna sonora unica per tutti i corti.
Uno studio minimale, quasi atomico, sulla fotografia, il movimento e lo storytelling presentati sul grande schermo. One Film / One Shot.

Sorvolare il mondo in time lapse 15.01.19

Il fotografo Bruce W. Berry ha montato migliaia di scatti catturati dagli astronauti dell'ESA e della NASA a bordo della Stazione Spaziale Internazionale per realizzare questo time lapse della Terra vista dall'orbita che lascia a bocca aperta.

La ISS mantiene si mantiene su di un'orbita con un'altitudine compresa tra 330 e 435 km. La stazione spaziale completa 15,54 orbite ogni giorno e viaggia a una velocità di 27.600 km/h.
La luminescenza giallognola che si vede avvolgere la Terra è l'airgolw o luminescenza notturna. Si tratta di una debole emissione luminosa dell'atmosfera terrestre come appare in conseguenza di un insieme di processi negli strati superiori dell'atmosfera come la ricombinazione degli ioni che sono stati fotoionizzati dalla radiazione solare durante il giorno, la luminescenza derivante dagli urti tra i costituenti dell'atmosfera ed i raggi cosmici incidenti e la chemiluminescenza associata alla reazioni dell'ossigeno e dell'azoto con lo ione idrossido ad altezze di poche centinaia di chilometri.

Il rapporto tra il triangolo e i videogiochi 11.01.19

Vi siete mai chiesti perché i triangoli sono una parte fondamentale della grafica dei moderni videogiochi?
Vox racconta come l'utilizzo combinato di questa forma geometrica permetta ai videogiochi una quantità e qualità di dettagli così impressionante e fotorealistica.
La forza del triangolo risiede nel fato che la sua forma aiuta a mantenere il numero di calcoli necessari per ogni singolo dettaglio il più basso possibile. Questo perché è il poligono ottenibile con meno lati per rappresentare una superficie piana che può essere ripetuta più volte, permettendo di velocizzare l'elaborazione durante il processo di rendering.

L'antica isola del vetro 10.01.19

Da oltre un millennio l'isola di Murano è conosciuta in ogni parte del mondo per la lavorazione del vetro di squisita fattura.
La ricchezza derivata dall'esportazioni di questi manufatti di qualità inimitabile convinsero la repubblica veneziana a custudire gelosemente i segreti dell'arte vetraria al punto di rendere illegale per i vetrai lasciare le proprie isole.

Tutt'oggi il vetro di Murano continua ad avere fama mondiale e rimane una destinazione turistica popolare per gli amanti dell'arte e gli appassionati di storia.
Great Big Story ha esplorato i luoghi dove quest'arte si perpetua.

La città delle spade 08.01.19

Famosa da secoli per la sua produzione di acciaio e spade di eccelsa qualità, Toledo è un'antica città fortificata al centro della Spagna.

La storia delle sue famosi armi bianche, raccontata da Great Big Story, risale all'Impero Romano, quando anche gli imperatori ne apprezzavano la resistenza e la qualità.
Una tradizione che vive tutt'ora grazie agli artigiani che portano avanti le antiche tradizioni e ad appassionati spadaccini che fanno vivere ogni giorno il suono, l'eleganza e la forza dell'acciaio.