tizianocavigliablog
Lasciate un messaggio dopo il glor.

L'archivio del 02/2019 di Tiziano Caviglia Blog.

I 10 migliori documentari di tutti i tempi 28.02.19

CineFix ha stilato una lista di documentari che con la loro forza visiva e narrativa hanno segnato e l'estetica del genere.
Il decalogo comprende: Shoah, Harlan County, USA, Dream of Light (Il sole della mela cotogna), The Emperor's Naked Army Marches On, Hoop Dreams, Stop Making Sense, Close-Up, Baraka, Sans Soleil e As I Was Moving Ahead, Occasionally I Saw Brief Glimpses of Beauty.

Il Velogemel, metà bici e metà slitta 25.02.19

Prodotto a Grindelwald, un paese alpino nel Canton Berna, il Velogemel è il mezzo che dal 1911 unisce una slitta sportiva a una bici.
In origine la sua compattezza e la capacità di sterzare facilmente rendevano questa particolare bici da neve un perfetto mezzo di trasporto per la popolazione locale.
Oggi il Velogemel, letteralmente Bicislitta, viene realizzato e usato per divertimento e per competere ai campionati del mondo di questa specialità che si svolgono ogni febbraio sulle piste del comprensorio.

I microrganismi protagonisti nella produzione del formaggio 22.02.19

Il formaggio ha una storia plurimillenaria che ha le sue radici culturali in Europa, ma solo di recente gli scienziati hanno iniziato a sollevare il velo di mistero che copriva l'esatto apporto funzionale dei batteri lattici e degli altri microrganismi durante il processo produttivo e di stagionatura.
Sequenziando il DNA di questi microrganismi i ricercatori saranno in grado di comprendere in che modo la crescita batterica e le differenti specie sono capaci di favorire e modificare il gusto, la consistenza, gli aromi e l'intero processo produttivo del formaggio.

La foto della Luna composta da 50.000 scatti 21.02.19

La Luna fotografata da Andrew McCarthy
La Luna fotografata da Andrew McCarthy

Questa fotografia della Luna è composta da circa 50.000 scatti e ha una risoluzione di 81 megapixel.
Per realizzarla l'astrofotografo amatoriale Andrew McCarthy ha utilizzato una fotocamera Sony A7 II per catturare la terra e le stelle, mentre ha impiegato una ZWO ASI 224 MC abbinata a un telescopio Orion XT10 per fotografare ogni singolo dettaglio del nostro satellite naturale.
McCarthy ha avuto bisogno di scattare così tante immagini per ottenere una fotografia più nitida possibile riducendo al minimo l'effetto del seeing, ovvero gli effetti dovuti all'atmosfera che peggiorano la qualità delle immagini di oggetti astronomici scattate dalla superficie terrestre.

La mappa delle rotte commerciali medievali 19.02.19

La mappa delle rotte commerciali medievali
La mappa delle rotte commerciali medievali

Martin Jan Månsson ha realizzato un'accurata e dettagliata mappa navigabile delle rotte commerciali che attraversavano l'Europa, l'Asia e l'Africa tra l'undicesimo e il dodicesimo secolo.

Anche prima dei tempi moderni il mondo afro-euroasiatico era già ben collegato. Questa mappa descrive le principali arterie commerciali dell'alto medioevo, subito dopo il declino dei Vichinghi e prima dell'ascesa dei Mongoli, l'Hansa e ben prima che il Portogallo doppiasse il Capo di Buona Speranza.

La mappa mostra anche la topografia generale, i fiumi, i passi di montagna e le i nomi delle rotte. Tutto ciò ha contribuito a spiegare perché le città sono diventate, e lo sono ancora, fino ai tempi moderni.

Il medioevo era un tempo in cui le stelle si allineavano in termini di commercio per molte aree del mondo. Nell'Europa centrale molte città tedesche e francesi avevano aperto fiere annuali, alcune delle quali sono ancora attive oggi, soprattutto a Francoforte. Gli europei hanno rielaborato la domanda di beni orientali a seguito delle crociate in Iberia e nel Levante. Gli stati delle città italiane e alcune città iberiche del nord est avevano spedito i crociati avanti e indietro nel Mediterraneo, costruendo enormi flotte e creando reti di scambi commerciali in tutto il Mediterraneo. Gli italiani frequentavano porti come Alessandria, che avevano porti commerciali separati per navi musulmane e cristiane.

I 15 anni di esplorazione marziana del rover Opportunity 14.02.19

Il riassunto dei 15 anni trascorsi dal rover Opportunity a esplorare la superficie di Marte nel video del JPL e nell'infografica del New York Times.

Atterrato sul quarto pianeta del sistema Solare il 25 gennaio 2004 alle 05:05 UTC, tre settimane dopo il rover gemello Spirit, Opportunity ha prolungato la durata della sua missione di oltre cinquanta volte il tempo stimato.
Durante la sua lunga attività, la più longeva della storia marziana con più di 5498 sol, ha rilevato il primo meteorite precipitato su un altro pianeta lo Heat Shield Rock, ha esplorato e analizzato per due anni il cratere Victoria e successivamente il cratere Endeavour.
Il 13 febbraio 2019 la NASA ha ufficialmente concluso la missione dopo i falliti tentativi di contatto con il rover, bloccato dal 10 giugno 2018 a seguito di una tempesta di sabbia che ne aveva oscurato i pannelli solari.

Un sorvolo ravvicinato della luna Europa 12.02.19

In attesa dell'arrivo delle sonde Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) dell'ESA ed Europa Clipper della NASA, i cui lanci sono pianificati tra il 2022 e il 2025, l'ingegnere del JPL Kevin Gill ha utilizzato le immagine raccolte dalla sonda Galileo per realizzare questa animazione del flyby di Europa.

Europa è il quarto satellite per dimensioni di Giove e il sesto dell'intero sistema Solare.
Di poco più piccola della Luna, Europa è composta principalmente da silicati con una crosta costituita da acqua ghiacciata che probabilmente ricopre uno o più oceani liquidi; la sua tenue atmosfera è composta principalmente da ossigeno.
Un'altra particolarità di questo satellite naturale è rappresentata dalla sua superficie così poco craterizzata e liscia da non avere eguali tra gli oggetti del nostro sistema stellare.

Wakaliwood e il cinema a bassissimo budget africano 11.02.19

Isaan Nbwana è un regista, un cameraman, uno sceneggiatore e un montatore e se il copione lo prevede anche un attore.
Nbwana è il fondatore di Wakaliwood, una casa di produzione fai-da-te con sede a Wakaliga, uno slum di Kampala capitale dell'Uganda.

Con budget che spesso non superano i superano i 200 euro Wakaliwood ha prodotto più di 40 film e alcuni di essi sono diventati virali su YouTube grazie al loro mix di ironia, commedia, recitazione improbabile ed effetti speciali amatoriali, creando un vero e proprio fenomeno cult.

Facebook ha 15 anni 07.02.19

I 15 anni di Facebook in emoticon
I 15 anni di Facebook in emoticon

Dai successi eclatanti alle rovinose ritirate. Il business planetario del più utilizzato e influente social network a quindi anni dal lancio.

L'era di Facebook raccontata da Wired.

Quindici anni fa questa settimana, lo studente di Harvard Mark Zuckerberg creava TheFacebook.com, un social network per studenti universitari che somigliava molto a Friendster o Myspace. La società si trasferì dalla sua stanza nel dormitorio del campus alla Silicon Valley pochi mesi dopo e iniziò ad espandersi in altre università. All'inizio, Zuckerberg non aveva preso troppo sul serio il suo ruolo. Il suo primo biglietto da visita recitava: "I'm CEO... bitch".

Un decennio e mezzo dopo, le app di Facebook ogni mese sono utilizzate da circa un terzo della popolazione mondiale. La società ha acquisito o schiacciato la maggior parte dei suoi principali concorrenti, tra cui Instagram, WhatsApp e Snapchat. Ora è equivalente a circa sette Twitter in termini di utenti attivi mensili. Facebook è il sito dove quasi la metà degli americani cerca notizie di attualità, il luogo in cui milioni di organizzazioni non profit raccolgono donazioni, la sede per la propaganda di stato e dove le persone annunciano i loro impegni, la nascita dei loro figli o persino i loro divorzi. È forse il più grande archivio di informazioni personali sull'umanità che sia mai esistito.

Il corto di Pixar sulle donne alle prese con un mondo del lavoro dominato dagli uomini 05.02.19

Purl è una soffice e intraprendente gomitolo di lana rosa, piena di speranze e iniziativa, che affronta un nuovo lavoro in una società di soli uomini.
Il suo percorso di crescita, per essere accettata dai colleghi, passerà inevitabilmente attraverso un percorso interiore che le farà capire quanto le diversità di genere possano essere un punto di forza capace di unire.

Purl è stato diretto da Kristen Lester ed è ispirato alla sua esperienza lavorativa in una compagnia di soli uomini.

Per fare il lavoro che amavo, sono diventata uno dei ragazzi. Poi sono venuta alla Pixar e qui ho iniziato a lavorare in un team in cui per la prima volta erano presenti anche delle donne. Questo mi ha fatto capire quanto avevo sepolto e nascosto il mio lato femminile per fare carriera.