tizianocavigliablog

Il piano sequenza infinito in 1917 di Sam Mendes

Multimedia   30.01.20

Durante la Prima Guerra Mondiale a due giovani soldati britannici viene data una missione impossibile: recapitare un messaggio in pieno territorio nemico che impedirà a 1.600 uomini, tra cui il fratello di uno dei due soldati, di finire dritti in una trappola mortale.

1917 è ispirato ai racconti di guerra di Alfred Hubert Mendes, nonno del regista Sam Mendes, che aveva combattuto per due anni sul fronte occidentale servendo nella 1st Rifle Brigade in Francia.
Wired racconta la sfida per gli scenegiatori e il reparto di effetti speciali nel creare una storia che, pur svolgendosi in tempo reale, nella sua durata avesse un inizio, uno svolgimento e una fine e non si spostasse mai dai protagonisti grazie alla simulazione di un unico ininterrotto piano sequenza.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Pinterest Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email
consigliato da Rhadamanth
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.
Spoiler Alert
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.