tizianocavigliablog

L'analisi del vaccino mRNA BioNTech/Pfizer SARS-CoV-2

Geek   27.12.20
I primi 500 caratteri del vaccino mRNA BNT162b2 BioNTech/Pfizer SARS-CoV-2
I primi 500 caratteri del vaccino mRNA BNT162b2 BioNTech/Pfizer SARS-CoV-2

Bert Hubert ha decostruito e analizzato il vaccino a mRNA della BioNTech/Pfizer contro la SARS-CoV-2 per capire il suo funzionamento e diffonderne i dati. Un caso di reverse engineering da manuale sul primo rivoluzionario vaccino a mRNA a diffusione mondiale.

L'idea alla base di un vaccino è quella insegnare al nostro sistema immunitario come combattere un patogeno, senza che ci ammaliamo davvero. Storicamente questo è stato fatto iniettando un virus indebolito o inabilitato (attenuato), più un "adiuvante" per mettere il nostro sistema immunitario in azione. Per fare questo erano necessarie miliardi di uova (o insetti). Inoltre era una tecnica che richiedeva molta fortuna e molto tempo per essere sviluppata. A volte veniva utilizzato anche un virus diverso (non correlato).

Un vaccino a mRNA ottiene la stessa cosa ("educare il nostro sistema immunitario") ma in un modo simile al laser. E lo intendo in entrambi i sensi: un'azione molto ristretta, ma anche molto potente.

Quindi ecco come funziona. L'iniezione contiene materiale genetico volatile che descrive la famosa proteina "Spike" SARS-CoV-2. Attraverso mezzi chimici intelligenti, il vaccino riesce a portare questo materiale genetico in alcune delle nostre cellule.

Questi quindi inizia a produrre proteine Spike SARS-CoV-2 in quantità abbastanza grandi da far entrare in azione il nostro sistema immunitario. Di fronte alle proteine Spike e (soprattutto) ai segni rivelatori che le cellule sono state rilevate, il nostro sistema immunitario sviluppa una potente risposta contro molteplici aspetti della proteina Spike E del processo di produzione.

E questo è ciò che ci porta al vaccino efficiente al 95%.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Pinterest Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email