tizianocavigliablog

Gli spiriti di Yakushima

Multimedia   01.10.23  

Le terre lontane hanno il potere di ispirare e affascinare l'immaginazione umana, spingendo gli individui a intraprendere viaggi epici alla ricerca di quel luogo che ha segnato profondamente le loro menti e i loro sogni.
Per il regista Steve Atkins, Yakushima, una piccola isola al largo della costa meridionale del Giappone, era stata a lungo un sogno lontano, un bosco mitico dipinto nella sua immaginazione dal celebre film d'animazione giapponese La principessa Mononoke, diretto da Hayao Miyazaki.
Questo film aveva incantato Atkins sin dalla sua giovinezza. Quando seppe che Yakushima aveva ispirato i boschi mistici del film di Miyazaki, decise di viaggiare sull'isola in una ricerca guidata dalla passione, dalla curiosità spirituale e dall'istinto artistico.

In The Spirits of Yakushima, Atkins documenta il suo tempo trascorso sull'isola, componendo riprese mozzafiato della bellezza del luogo, tranquillo ma pulsante di vita. Come racconta Aeon, le sue immagini sono accompagnate da una colonna sonora cinematografica di archi, percussioni e legni, oltre a un paesaggio sonoro meditativo di pioggia torrenziale, acqua che scorre e rami che frusciavano nel vento. Ad ogni istante, sembra che un kodama, o spirito della foresta, possa essere visto salutare lo spettatore da un ramo di albero.
Il risultato è una meravigliosa lettera d'amore sia verso il capolavoro di Miyazaki che verso la sua fonte di ispirazione, formando un argomento delicato sul potere trasportante, forse persino spirituale, del cinema nel trascinare gli spettatori in nuovi mondi.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Pinterest Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email