tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

Il Giappone due anni dopo lo tsunami 11.03.13

Monaci giaponesi pregano nell'anniversario dello tsunami

Alle 14:46, ora di Tokyo, il Giappone si è fermato per un minuto per onorare le oltre 18.500 vittime del terremoto che nel 2011 provocò lo tsunami che sconvolse le coste del Tohoku e causò la peggiore crisi nucleare dopo quella di Cernobyl. Al Teatro nazionale della capitale nipponica l'imperatore Akihito ha rivolto il suo cordoglio alla nazione ricordando come il paese ha saputo affrontare l'emergenza e ripartire dopo la più grande tragedia dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Fonte: Guardian