Il nostro nuovo antenato 10.09.15

Ricostruzione di un Homo Naledi

I resti fossili, circa 1.550 ossa appartenute a 15 individui, di una nuova specie del genere Homo sono stati trovati in una caverna vicino a Johannesburg, in Sud Africa. La camera del ritrovamento, la Dinaledi da cui il nome Home Naledi, è posta a trenta metri di profondità, raggiungibile solo attraverso uno stretto passaggio. Il nostro antenato doveva essere alto in media un metro e cinquanta centimetri e pesare circa 45 chili. La particolarità di questa specie risiede nelle sue caratteristiche fisiche, alcune già moderne come i piedi e altre più arcaiche come le spalle. Una prima parziale datazione dei reperti varia tra 100 mila e 2 milioni di anni.

© 2017 Tiziano Caviglia. Anno XVII. Powered by Rhadamanth. Cookie policy. Abbracciamo HTML5 e il responsive webdesign.