tizianocavigliablog
Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola.

Castello di Dragonara - Castelli e fortezze della Liguria (-18) 07.12.15

Sulla scogliera di Camogli sorge il Castello di Dragonara, risalente almeno alla prima metà del XIII secolo.
Per secoli fu il principale punto di avvistamento e difesa del borgo e del tratto di mare antistante. La fortezza veniva usata dagli abitanti anche come sala per eleggere i loro rappresentanti nell'attività amministrativa e giudiziaria e come luogo di rifugio in caso di assalti dei pirati, molto frequenti in tutta la Liguria.

A partire dalla seconda metà del XIV secolo il castello venne più volte rinforzato e ampliato per poi essere armato dal Senato della Repubblica di Genova.

Il XV secolo fu un periodo estremamente travagliato per il borgo e il castello. Più volte fu infatti preso d'assalto e abbattuto, ma sempre ricostruito dagli abitanti di Camogli.
Successe per mano de partigiani del Ducato di Milano nel 1438 che ne distrussero le mura, poi riedificate con una spesa di 450 lire genovesi.
Nel 1448 fu la volta di Genova. La Repubblica ne chiese e ottenne la sua completa distruzione, ma sei anni dopo fu nuovamente ricostruito dai camogliesi e consegnato direttamente al doge della Repubblica che ne assunse il controllo.
Nel 1461 il castello fu nuovamente sull'orlo della distruzione per questioni legate alla sicurezza portarono, ma la decisione venne sospesa all'ultimo momenti dietro accordi politici.

Solo nel XVI secolo il castello perse la sua funzione di postazione difensiva per essere adibito a prigione.
Dopo quasi un secolo di abbandono nel XX secolo il castello venne restaurato e ospitò per un breve periodo l'Acquario Tirrenico con specie tipiche delle acque di Camogli sino all'inaugurazione dell'Acquario di Genova, quando tutti i pesci e i crostacei vennero trasferiti e l'acquario fu chiuso.

Calendario dell'Avvento 2015.
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24