tizianocavigliablog
Trova Waldo.

Tagli europei 09.02.13

Il primo quadro finanziario pluriennale in ribasso della storia dell'Unione Europea.
Un bilancio di austerità che si concentra su ricerca, educazione e sviluppo, investimenti sul lavoro e infrastrutture. Un bilancio che con 34 miliardi in meno ha salvato il programma Erasmus, le politiche verdi e gli aiuti ai paesi del terzo mondo.

It was a marathon but it was a marathon for very important results.

Tasse europee 09.08.10

Il Commissario per il bilancio dell'Unione Europea, Janusz Lewandowski, ha presentato una proposta per consentire a Bruxelles di riscuotere imposte dirette ai cittadini europei.
Questo permetterebbe ai paesi membri di alleggerire i bilanci nazionali gravati dai contributi dovuti alla UE.
La situazione attuale prevede infatti che i paesi membri versino una quota fissa a Bruxelles, basata sul PIL, più una percentuale sull'IVA.

Le ipotetiche imposte dirette della UE riguarderebbero tasse sul traffico aereo, operazioni finanziarie e sui diritti di emissione di CO2.
La mossa della Commissione europea avrebbe anche una rilevanza politica. Imposte e tasse sono infatti da sempre associate agli stati nazionali.
Il prelievo UE non intaccherebbe il portafoglio degli europei più di quanto già non accada, ma rappresenterebbe un sostanzioso salto di qualità verso un'Unione Europea vista sempre più come un organismo politico e non solo come un'unione commerciale.