tizianocavigliablog
Sul lato radical chic dell'Atlantico.

La traversata atlantica di Comanche 29.06.17

La storia di Comanche, lo straordinario 100 piedi dei record che ha stabilito il record di percorrenza per monoscafi sulla rotta nordatlantica tra il faro di Ambrose Light e Cape Lizard. 2.800 miglia nautche in 5 giorni, 14 ore, 21 minuti e 25 secondi, a una velocità media di 21,44 nodi.

Come Emirates Team New Zealand ha vinto l'America's Cup 2017 28.06.17

Gli highlights della campagna vincente dei kiwi per riportare la Coppa delle cento ghinee nell'emisfero australe.

La sfida per realizzare l'imbarcazione più veloce del mondo 09.06.17

Surface to air è il documentario che insieme al team di Artemis Racing esplora l'evoluzione tecnologica della competizione velistica più antica del mondo, l'America's Cup.
I catamarani che volano sull'acqua come aliscafi grazie al foiling, nati con la classe AC72 e perfezionati con la AC50, costituiscono un'innovazione che promette di rivoluzionare la vela oltre il semplice aspetto sportivo.

Facebook come FriendFeed 04.03.09

Screenshot di Facebook

Il nuovo layout di Facebook. Online dal prossimo mercoledì.

Figura retorica 19.01.09

Per Sacconi l'essere indagato per aver commesso un'intimidazione, sul caso di Eluana Englaro, sarebbe un'intimidazione.

L'erba di Gaza 07.01.09

Al di là delle grida isteriche e delle parole al vento, per capire Gaza e la guerra che la insanguina da decenni, basterebbe soffermarsi a confrontare questi dati con questi altri.

Sta tutto lì. E arriva prima della fede, dell'ideologia e della diversa cultura.

Dritti dritti verso l'astensione 16.12.08

Sembra che trasformare, a Firenze, le primarie del PD in primarie di coalizione non sia stata una mossa risolutiva.
Se prima si litigava solo all'interno del partito, ora il livello dello scontro si è alzato e si è diffuso a gran parte del centro sinistra fiorentino.

Una situazione peggiore di questa è difficile da immaginare.
Tuttavia confido nella fervida inventiva del segretario nazionale.

Non sarà la stessa cosa 14.12.08

Il servizio web del dizionario italiano De Mauro Paravia chiude; al suo posto il dizionario dei sinonimi e dei contrari.
Mancherà molto al sottoscritto.

Il sito si rinnova: la versione online del Dizionario italiano De Mauro Paravia, la cui storia editoriale si è conclusa nei mesi scorsi, lascia ora il posto a un altro grande strumento per la conoscenza e l'uso della lingua italiana: il Dizionario dei sinonimi e contrari De Mauro Paravia.

Per ovviare, in giro si parla un gran bene dei dizionari Garzanti. Va detto però che è necessaria la registrazione (gratuita).

Spread the love, not the virus 01.12.08

Red ribbon

World AIDS day.

Una biglia azzurra su di un velluto nero 30.11.08

La Terra vista dalla Luna

Come una sola immagine, scattata quarant'anni fa durante la missione lunare dell'Apollo 8, è riuscita a modificare radicalmente la concezione del mondo e dell'universo. Raccontando la nostra fragilità e al contempo l'abbondanza della vita sulla Terra.

I nuovi Mac 14.10.08

Il nuovo MacBook di Apple

A me sembrano un pro cari.

Rapporto di sfiducia 15.09.08

Carrefour risponde alle critiche.

CaosFest 10.09.08

Avevo già qualche dubbio sull'organizzare undici barcamp in tre giorni nello stesso posto, ma piazzarne anche molti nelle stesse ore è davvero da sadici.

Odiose astensioni 31.07.08

E' ufficiale, il Pd non esiste
Chiamato alla Camera a prendere una posizione sull'accanimento terapeutico contro Eluana Englaro, il Pd si astiene. Capito? Si astiene, non riesce a prendere uno straccio di posizione. Forse a questo punto l'eutanasia andrebbe fatta direttamente al Pd.

Via Piovono rane.

Plastic girl 19.07.08

Barbie ha accolto il verdetto favorevole nella sua villa a Malibù.
Alle insistenti domande dei giornalisti ha risposto:

Le sgallettate hanno perso.

Memesphere 03.07.08

Il nuovo memetracker esce dalla fase beta.
Come Blogbabel, ma senza classifica.

Non è poco.

Intercettare i gusti del pubblico 24.06.08

Il boxino di Repubblica riporta:

CINEMA: I VANZINA, TUTTA ITALIA TIFA PER IL NOSTRO FILM

Io ad esempio ho altre priorità al momento.
Ma, se proprio me lo chiedessero, tiferei per un flop clamoroso. Vedete un po' voi.

Campioni del sonno 22.06.08

Veltroni nella nuvola 20.06.08

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del Partito Democratico.

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del PD

Wincere 18.06.08

La miglior vignetta su Walter.

Certezze 15.06.08

Ho chiesto scusa agli italiani, e non me ne vergogno. Anche perchè sono sicuro che alla fine saranno loro a ringraziarci.

E se lo dice Buffon c'è da credergli.

1984 06.06.08

Capisco come, ma non capisco perché.

6 giugno 1949.

Indiana Jones e il Regno del Teschio di Cristallo 04.06.08

Locandina di 'Indiana Jones e il Regno del Teschio di CristaNo, dico. Diciannove anni di attesa per vedere qualche cazzotto e un banale happy ending?
Senza una storia che si regga in piedi da sola, con due sole scene di nostalgija, personaggi stereotipati e dove nemmeno si ride?
Di piangere poi non se ne parla neanche.

Karen Allen, il cappello e un'aula, il nuovo Indiana Jones è tutto lì.
Spielberg ha sfasciato uno dei più bei giocattoli della mia infanzia.

Lo riguarderò solo tre volte. Questa settimana.

TLUC Playlist [06-03] 01.06.08

Consigli multimediali sparsi.

Cinema e TV:

  1. Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo (film)
  2. Threads (film)
  3. Sex and the City (film)

Musica:

  1. The Best of Radiohead (The Best of Radiohead - Radiohead)
  2. I milanesi ammazzano il sabato (I milanesi ammazzano il sabato - Afterhours)
  3. Rockferry (Rockferry - Duffy)

Libri:

  1. Metropoli per principianti (Gianni Biondillo)
  2. Tutto per una ragazza (Nick Hornby)
  3. L'inattesa piega degli eventi (Enrico Brizzi)

L'ho fatto senza asciugamano 25.05.08

Il fatto è che me ne sono ricordato soltanto ora.
Oggi era il Towel Day, conosciuto ai più come "giorno dell'asciugamano". Ricorrenza dedicata a quel genio della creatività, di cui non si parla mai abbastanza, che risponde(va) al nome di Douglas Adams.

Un invito quindi a leggere la Guida o quantomeno a sfogliare la sua trilogia in cinque parti.

42.

Prodotti tipici liguri (-11) 14.12.07

Lumassina

La lumassina viene prodotta in numerosi comuni del finalese, in provincia di Savona.
E' vino bianco secco di colore da paglierino (tipo bianco) a paglierino tendente al dorato (tipo tradizionale, con breve fermentazione insieme alle bucce).
Ha un odore delicatamente persistente con sentori di erbe e fiori di campo; in quello tradizionale si coglie un leggero sentore di legno bruciato.
Il sapore è secco, ma di piacevole sapidità, discretamente leggero; nel tradizionale è presente una lieve tannicità.

Ha un'alcolicità tra il 10 e 11% e un'acidità totale tra il 6 e 8 per mille.
Il vino viene prodotto utilizzando le uve del vitigno Lumassina (Buzzetto o Mataosso) per almeno l'85%. Possono concorrerere al rimanente 15%, le uve a bacca di colore analogo.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13

L'Australia torna in acqua per l'America's Cup 01.10.13

L'Hamilton Island Yacht Club, diretto da Bob Oatley, è il nuovo Challenger of Record per la 35ma America's Cup. Il circolo del Queensland riporta dopo oltre un decennio l'Australia nella sfida per conquistare la coppa delle cento ghinee.

E se volessi solo telefonare? 13.11.07

Dopo aver dato un'occhiata ad Android, l'iPhone mi sembra già vecchio.

La Louis Vuitton Cup delle regate in solitaria 12.07.13

Vinto il ricorso contro il defender Oracle si analizzano le strategie della prima settimana di Louis Vuitton Cup di Luna Rossa e Team New Zeland.
I primi hanno preferito dare forfait alla regata inagurale per non concedere appigli legali a Oracle avallando de facto le regole imposte dal team di San Francisco. I secondi ha regatato comunque.
Ora Team New Zealand conduce a punteggio pieno, mentre Luna Rossa è già costretta a inseguire in una competizione che non ha ancora visto una sfida di match race con entrambi gli equipaggi in gara. Artemis Racing è infatti ancora impegnata a riparare l'imbarcazione dopo l'incidente delle settimane scorse.

La sfida dei catamarani 05.07.13

La cerimonia di apertura ha dato il via ufficiale alla Louis Vuitton Cup, il torneo degli sfidanti che stabilirà chi a settembre sfiderà BMW Oracle per aggiudicarsi l'America's Cup, ma in acqua per ora non ci saranno barche.
Due dei tre sfidanti, Luna Rossa e Emirates Team New Zealand, hanno accusato il direttore di gara di aver cambiato le regole all'ultimo momento, un modo per avvantaggiare clamorosamente il defender.
Il contenzioso riguarda una delle 37 nuove regole per la sicurezza aggiunte dopo la morte del velista Andrew Simpson durante un allenamento con il catamarano del team svedese Artemis il 9 maggio scorso. Si tratta di una regola che prevede l'ampliamento del timone, una modifica di stazza per introdurre timoni mobili che facilitano il foiling, la capacità dei catamarani di decollare sull'acqua.

A questo punto Luna Rossa e Emirates Team New Zealand potrebbero non presentarsi domenica alle boe di partenza aspettando la decisione della giuria che arriverà lunedì e quindi tecnicamente a competizione già iniziata.

Come da tradizione anche la 34esima edizione dell'evento sportivo più antico del mondo si inaugura con un contenzioso legale allultimo sangue.

Google Jaiku 10.10.07

Google compra Jaiku. Che ne sarà di Twitter?

Crosspost su PiùBlog.

Feed-iamoci 28.09.07

Nella blogosfera italiana impazza la polemica su BlogBabel.
Per chi oggi se la fosse persa, ecco un paio di link per fare chiarezza.

Gira che ti rigira battiamo sempre su quel concetto .

Notte bianca di Genova LIVE 16.09.07

Un magnifico delirio.

O tempora, o mores! 04.09.07

Hai passato ore a spiegare ai tuoi amici e conoscenti che avere un blog non è contagioso.
Hai perso la salivazione nel tentativo di far comprendere cosa sia SocialDust.
Con pazienza infinita hai cercato di far capire cosa è il web 2.0.
Ti sei prodigato nell'elencare i vantaggi nell'utilizzo di applicazioni quali Twitter, Skype o un feed reader.

Proprio quando pensi di avercela finalmente fatta, incontri una tua ex.
Le ti ascolta distrattamente per un po', poi ti fissa, quindi esclama: "Sai, ieri ho imparato ad usare l'e-mail".

Crosspost su PiùBlog, BlogFriends.

TwitThis 04.09.07

Sto provando TwitThis.
Lo potete trovare in calce ad ogni post.

Complicazioni quotidiane 30.08.07

A molte persone che conosco andrebbe spiegato, a fondo, il principio del "rasoio di Occam".

All'improvviso un rasoio 30.08.07

L'altro giorno ho scoperto che conviene farsi la barba in un ambiente illuminato.
Non è una cosa immediata.

Oltre la stupidità 22.08.07

Locandina di PanareaPanarea sì, Kubrick no.
Esiste un Moige per difenderci dal Moige?

SoonR 24.05.07

Finalmente sono riuscito a provare SoonR. E' strabiliante, un servizio mobile finalmente utile e funzionale.

SoonR permette di accedere a programmi e documenti di un PC o Mac remoto attraverso una leggerissima applicazione da scaricare sul proprio computer, il SoonR Desktop Agent.
Fatto questo, e una volta eseguito il login, sarà possibile navigare sul proprio desktop da un cellulare o da un qualsiasi device collegato in rete.
Potrete leggere la posta e controllare i vostri appuntamenti su Outlook o fare chiamate attraverso Skype, effettuare ricerche con Google e condividere i vostri dati con altri contatti.
Il tutto mediante connessione sicura SSL a 128-Bit.

La particolarità di questo servizio è che non dovrete installare nulla sul vostro cellulare, ma potrete comunque accedere a contenuti e software che normalmente non funzionano o non sono visibili sui telefonini se non tramite pesanti e lente applicazioni da scaricare.
In più è gratis.

Esiste anche una versione a pagamento con qualche features in più, ma per questo vi rimando al sito ufficiale.

Crosspost su VOIT

Gaki no tsukai: il dolore è piacere [1] 29.07.06

Gaki no tsukai è un programma demenziale di intrattenimento della tv giapponese, a metà strada tra Jackass e Mai dire Banzai.
Su YouTube si possono trovare moltisimi spezzoni dove i poveri protagonisti dello show subiscono terribili prove di dolore.

Si inizia con:

Cinque baldi giapponesi e Ernesto Hoost si dileggiano in una biblioteca.

Tour de France: tredicesima tappa 16.07.06

Tappa 13
Béziers - Montélimar (230 km)

Colpo grosso di Oscar Pereiro Sio che partito da Beziers con un ritardo di 28'50" dalla Maglia Gialla, sfrutta la fuga con 5 corridori e arriva sul traguardo con ben 29'57" di vantaggio.
Tappa vinta dal tedesco Jens Voigt.
Quarto Quinziato, il primo degli italiani.

Ordine d'arrivo:

  1. 05:24:36 Jens VOIGT GER (TEAM CSC)
  2. 05:24:36 Oscar PEREIRO SIO ESP (CAISSE D'EPARGNE-ILLES BALEARS)
  3. 05:25:16 Sylvain CHAVANEL FRA (COFIDIS CREDIT PAR TELEPHONE)

Classifica maglia gialla:

  1. 59:50:34 Oscar PEREIRO SIO ESP (CAISSE D'EPARGNE-ILLES BALEARS)
  2. 59:52:03 Floyd LANDIS USA (PHONAK HEARING SYSTEMS)
  3. 59:52:11 Cyril DESSEL FRA (AG2R PREVOYANCE)

Classifica maglia bianca:

  1. 59:56:20 Marcus FOTHEN GER (GEROLSTEINER)
  2. 60:08:35 Damiano CUNEGO ITA (LAMPRE-FONDITAL)
  3. 60:23:36 Matthieu SPRICK FRA (BOUYGUES TELECOM)

Classifica maglia verde:

  • 252 Robbie MC EWEN AUS (DAVITAMON - LOTTO)
  • 222 Tom BOONEN BEL (QUICK STEP - INNERGETIC)
  • 207 Oscar FREIRE ESP (RABOBANK)

Classifica maglia a pois:

  • 80 David DE LA FUENTE ESP (SAUNIER DUVAL - PRODIR)
  • 62 Cyril DESSEL FRA (AG2R PREVOYANCE)
  • 61 Fabian WEGMANN GER (GEROLSTEINER)

Classifica a squadre:

  • +00:00 TEAM CSC
  • +15:53 CAISSE D'EPARGNE-ILLES BALEARS
  • +22:05 T-MOBILE TEAM

Tour de France: nona tappa 11.07.06

Tappa 9
Bordeaux - Dax (169,5 km)

Dopo la sosta di ieri, arriva la seconda vittoria al Tour per Oscar Freire, che conclude le prime gare per velocisti della Grande Boucle.
Ottimo il piazzamento di Moreni arrivati quinto.

Ordine d'arrivo:

  1. 03:35:24 Oscar FREIRE ESP (RABOBANK)
  2. 03:35:24 Robbie MC EWEN AUS (DAVITAMON - LOTTO)
  3. 03:35:24 Erik ZABEL GER (TEAM MILRAM)

Classifica maglia gialla:

  1. 38:14:17 Serhiy HONCHAR UKR (T-MOBILE TEAM)
  2. 38:15:17 Floyd LANDIS USA (PHONAK HEARING SYSTEMS)
  3. 38:15:25 Michael ROGERS AUS (T-MOBILE TEAM)

Classifica maglia bianca:

  1. 38:16:20 Marcus FOTHEN GER (GEROLSTEINER)
  2. 38:17:18 Thomas LOVKVIST SWE (FRANCAISE DES JEUX)
  3. 38:18:15 Andriy GRIVKO UKR (TEAM MILRAM)

Classifica maglia verde:

  • 211 Robbie MC EWEN AUS (DAVITAMON - LOTTO)
  • 188 Tom BOONEN BEL (QUICK STEP - INNERGETIC)
  • 181 Oscar FREIRE ESP (RABOBANK)

Classifica maglia a pois:

  • 28 Jerome PINEAU FRA (BOUYGUES TELECOM)
  • 17 David DE LA FUENTE ESP (SAUNIER DUVAL - PRODIR)
  • 15 Fabian WEGMANN GER (GEROLSTEINER)

La notte magica del "divano mondiale" 10.07.06

L'Italia Campione del Mondo per la quarta voltaMancono 22 minuti e la finale mondiale di Roma è a un passo...
Ma Olarticoechea scende sulla fascia, crossa. Zenga esce a farfalle e Caniggia insacca facendo svanire la gioia di un bambino davanti ad una tv più grande di lui.
Nei supplementari l'espulsione di Giusti e poi quel cartellino che darebbe la via degli spogliatoi anche per Dezotti, ma poi il signor Vautrot ci ripenserà...
Non successe niente di più a parte gli otto minuti di recupero del primo tempo supplementare.
Poi Pizzul annunciò quel "è la lotteria dei rigori..."

L'avventura di quell'estate italiana finì tra i piedi di Serena e le mani di Goycochea, consegnando all'Italia solo lo spettro dei calci di rigore che per ancora troppi anni ci avrebbe negato sogni di vittoria.

A diciassette anni da quel maledetto 3 Luglio, in casa di chi aveva vinto Italia '90, si deve sfatare la sorte e quell'avversario che pare imbattibile dal '98.

Si parte male, Materazzi atterrà Malouda e Zidane si piazza a pochi metri dal dischetto.
Zizou prova il cucchiaio, Buffon è già a terra e la palla si stampa sulla traversa, ma ricadendo oltrepassa di poco la linea.
La Francia è in vantaggio.

Il "divano" tiene. Non possiamo perdere, non così. Non è giusto, non di nuovo.
Bastano dodici minuti, Pirlo batte un calcio d'angolo e Materazzi salta più in alto di tutti buttandola alle spalle di Barthez.
L'antieroe corre inseguito dai compagni con quelle bracce in alto a ritagliarsi una fetta di cielo.

Da lì in poi è solo Francia, Zidane, Henry, Malouda, Ribery, Vieira. Da noi solo Toni si distingue in due occasioni traversa e gol negato per fuorigioco di De Rossi.

Anche questa volta non bastano 90 minuti.
Il "divano mondiale" freme, spera, s'incazza contro il non gioco dell'Italia e quel maledetto destino che sembra avverso anche nello splendore dell'Olympiastadion.

104' Zizou gran colpo di testa e Buffon ci mette la mano. Per oggi basta goal.
Pochi minuti dopo si scatena la follia. Il "divano mondiale" (allargato a Franco, tifoso brasiliano) ha appena concluso una discussione sulla grandezza del giocatore berbero.
Le telecamere inquadrano Materazzi a terra, tutti i giocatori si avvicinano, non si capisce cosa stia succedendo.
Guardalinee e terzo uomo confabulano, poi dalla regia arriva il filamato che ci lascia senza parole.
Materazzi e Zidane si allontanano dall'area dopo l'ultima azione, parlano. Zinedine si volta, si avvicina all'azzurro e gli sferra una testa in pieno sterno.
Il signor Helizondo non ha scelta, torna verso il francese ed estrae il rosso. Inqualificabile il gesto di un campione pulito, intelligente, ma che ogni tanto si lascia andare. Un gesto che macchierà tutta la sua straordinaria carriera.

Si riparte contro dieci, ma non basta gli italiani non hanno più benzina.
Ed è di nuovo "lotteria".

I nostri rigoristi sono: Pirlo, Materazzi, De Rossi, Del Piero e Grosso.
Il giudizio su De Rossi è unanime, non doveva giocare e non doveva tirare dal dischetto. Irrilevante la sua trasformazione dagli undici metri.
Segna per primo Pirlo.
Tocca a Wiltord, vi ricordate il 2000? Segna. E' 2 - 2.
Materazzi a fil di palo e l'Italia di nuovo davanti.
Trezeguet dal dischetto. Pingo: "Lo sbaglia." Bomba, traversa, la palla rimbalza appena prima della linea di porta.
De Rossi... Goal! Pirlo abbraccia Cannavaro. Siamo 4 - 2.
Abidal, quello che non si vede mai, ma che al momento giusto c'è. Non si fa pregare, Buffon da una parte la palla dall'altra. 4 - 3.
Del Piero. Mezzo "divano" è con lui, l'altra metà non guarda. Destro potente, 5 - 3! Ci siamo maledizione, ci siamo! Ora non possiamo più permetterci di sbagliare.
E' la volta di Sagnol. Non fallisce. 5 - 4.
Il "divano" trattiene il respiro. Grosso, la palla tra le mani. "Fai la cosa giusta!" Sinistro incrociato di piatto nell'angolo, Barthez piange.

E allora capiamo. I campioni siamo noi, non c'è posto per i perdenti.
Il "divano mondiale" scioglie in un abbraccio la follia e negli occhi solo la voglia di vincere. La Coppa è nostra.

Grazie Gianna, grazie Edo! Ci abbiamo messo un po', ma alla fine...

Forse non sarà una canzone
a cambiare le regole del gioco
ma voglio viverla cosi quest'avventura
senza frontiere e con il cuore in gola

E il mondo in una giostra di colori
e il vento accarezza le bandiere
arriva un brivido e ti trascina via
e sciogli in un abbraccio la follia

notti magiche
inseguendo un goal
sotto il cielo
di un'estate italiana

e negli occhi tuoi
voglia di vincere
un'estate
un'avventura in più

Quel sogno che comincia da bambino
e che ti porta sempre più lontano
non è una favola e dagli spogliatoi
escono i ragazzi e siamo noi

notti magiche
inseguendo un goal
sotto il cielo
di un'estate italiana

e negli occhi tuoi
voglia di vincere
un'estate
un'avventura in più

notti magiche
inseguendo un goal (inseguendo un goal)
sotto il cielo
di un'estate italiana... na... na... na....

e negli occhi tuoi
voglia di vincere
un'estate
un'avventura in più
un'avventura

un'avventura in più
un'avventura gooooooooaaaaaallllllll!

I campioni del mondo:

Allenatore

  • LIPPI Marcello

Portieri

  • 01 BUFFON Gianluigi
  • 12 PERUZZI Angelo
  • 14 AMELIA Marco

Difensori

  • 02 ZACCARDO Cristian
  • 03 GROSSO Fabio
  • 05 CANNAVARO Fabio
  • 06 BARZAGLI Andrea
  • 13 NESTA Alessandro
  • 19 ZAMBROTTA Gianluca
  • 22 ODDO Massimo
  • 23 MATERAZZI Marco

Centrocampisti

  • 04 DE ROSSI Daniele
  • 08 GATTUSO Gennaro
  • 10 TOTTI Francesco
  • 16 CAMORANESI Mauro
  • 17 BARONE Simone
  • 20 PERROTTA Simone
  • 21 PIRLO Andrea

Attaccanti

  • 07 DEL PIERO Alessandro
  • 09 TONI Luca
  • 11 GILARDINO Alberto
  • 15 IAQUINTA Vincenzo
  • 18 INZAGHI Filippo

Una storia incredibile 03.07.06

C'era una volta un notaio che andava dal farmacista in taxi.
Fine.

Crosspost su BlogFriends.

Svizzera - Corea del Sud 2 - 0 23.06.06

Arbitro: ELIZONDO Horacio
Gruppo G
Stadio: Aol Arena

Gol:

  1. 23' SENDEROS Philippe (SUI)
  2. 77' FREI Alexander (SUI)

Statistiche:

  • Tiri in porta 6 - 8
  • Tiri 12 - 15
  • Falli 8 - 20
  • Calci d'angolo 8 - 6
  • Calci di punizione 1 - 0
  • Fuorigioco 3 - 3
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 5 - 5
  • Espulsioni 0 - 0
  • Possesso di palla 46% - 54%

Cartellini gialli:

  1. 23' PARK Chu Young (KOR)
  2. 37' KIM Jin Kyu (KOR)
  3. 43' SENDEROS Philippe (SUI)
  4. 55' YAKIN Hakan (KOR)
  5. 69' WICKY Raphael (SUI)
  6. 78' CHOI Jin Cheul (KOR)
  7. 78' AHN Jung Hwan (KOR)
  8. 80' LEE Chun Soo (KOR)
  9. 82' SPYCHER Christoph (SUI)
  10. 90' DJOUROU Johan (SUI)

Formazione della Svizzera:
01 ZUBERBUEHLER Pascal
02 DJOUROU Johan - al posto di - 04 SENDEROS Philippe (53')
05 MARGAIRAZ Xavier - al posto di - 22 YAKIN Hakan (71')
06 VOGEL Johann
07 CABANAS Ricardo
09 FREI Alexander
16 BARNETTA Tranquillo
17 SPYCHER Christoph
19 BEHRAMI Valon - al posto di - 08 WICKY Raphael (88')
20 MUELLER Patrick
23 DEGEN Philipp

Formazione della Corea del Sud:
01 LEE Woon Jae
03 KIM Dong Jin
04 CHOI Jin Cheul
05 KIM Nam Il
06 KIM Jin Kyu
07 PARK Ji Sung
09 AHN Jung Hwan - al posto di - 12 LEE Young Pyo (63')
11 SEOL Ki Hyeon - al posto di - 10 PARK Chu Young (66')
14 LEE Chun Soo
17 LEE Ho
19 CHO Jae Jin

Migliore in Campo Budweiser: FREI Alexander (SUI)

Technorati Tags: , , , .

Argentina - Serbia Montenegro 6 - 0 16.06.06

Arbitro: ROSETTI Roberto
Gruppo C
Stadio: Veltis-Arena Stadion

Gol:

  1. 06' RODRIGUEZ Maxi (ARG)
  2. 31' CAMBIASSO Esteban (ARG)
  3. 41' RODRIGUEZ Maxi (ARG)
  4. 78' CRESPO Hernan (ARG)
  5. 84' TEVEZ Carlos (ARG)
  6. 88' MESSI Lionel (ARG)

Statistiche:

  • Tiri in porta 9 - 1
  • Tiri 11 - 4
  • Falli 14 - 22
  • Calci d'angolo 3 - 4
  • Calci di punizione 0 - 0
  • Fuorigioco 3 - 0
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 1 - 3
  • Espulsioni 0 - 1
  • Possesso di palla 58% - 42%

Cartellini gialli:

  1. 07' KOROMAN Ognjen (SCG)
  2. 36' CRESPO Hernan (ARG)
  3. 27' NADJ Albert (SCG)
  4. 42' KRSTAJIC Mladen (SCG)

Cartellini rossi:

  1. 65' KEZMAN Mateja (SCG)

Formazione dell'Argentina:
01 ABBONDANZIERI Roberto
02 AYALA Roberto
03 SORIN Juan
05 CAMBIASSO Esteban - al posto di - 22 GONZALEZ Luis (17')
06 HEINZE Gabriel
08 MASCHERANO Javier
09 CRESPO Hernan
10 RIQUELME Juan
11 TEVEZ Carlos - al posto di - 07 SAVIOLA Javier (59')
19 MESSI Lionel - al posto di - 18 RODRIGUEZ Maxi (75')
21 BURDISSO Nicolas

Formazione della Serbia Montenegro:
01 JEVRIC Dragoslav
02 ERGIC Ivan - al posto di - 17 NADJ Albert (46')
04 DULJAJ Igor
06 GAVRANCIC Goran
08 KEZMAN Mateja
10 STANKOVIC Dejan
11 DJORDJEVIC Predrag
15 DUDIC Milan
18VUKIC Zvonimir - al posto di - 09 MILOSEVIC Savo (70')
20 KRSTAJIC Mladen
21 LJUBOJA Danijel - al posto di - 07 KOROMAN Ognjen (50')

Migliore in Campo Budweiser: RIQUELME Juan (ARG)

Technorati Tags: , , , .

Gli stadi FIFA World Cup 2006: Gottlieb-Daimler-Stadion 13.06.06

Situato a Stoccarda ha una capacità totale di 54.267 posti a sedere.

Ospiterà 6 partite del mondiale:

  • 13/06 Francia - Svizzera
  • 16/06 Olanda - Costa d'Avorio
  • 19/06 Spagna - Tunisia
  • 22/06 Croazia - Australia
  • 25/06 Ottavi di finale 1B - 2A
  • 08/07 Finale terzo/quarto posto L61 - L62

Lo Stoccarda è la squadra di casa.

Technorati Tags: , , , .

SkypeOut Gift Day 08.06.06

A tutti i possessori di SkypeOut o a chiunque sia tentato di provarlo, oggi è un buon giorno per lasciare da parte ogni remora.
Skype infatti regala 10 minuti di telefonate.

Affrettarsi!
Lo SkypeOut Gift Day termina a mezzanotte.

Technorati Tags: .
Crosspost su Voice over IT.

Il giro del mondo in 45 giorni 07.01.12

Il trimarano Banque Populaire V

Il trimarano francese Banque Populaire V ha stabilito il nuovo record mondiale completando il giro del mondo senza soste in appena 45 giorni, 13 ore e 42 minuti conquistando il trofeo Jules Verne.

Ruby 31.03.06

Ruby è un linguaggio di scripting orientato ad oggetti, sviluppato nel 1993 da Yukihiro Matsumoto.
Ruby, per affermazione dello stesso autore, è volutamente ispirato a Smalltalk.
Esistono ulteriori somiglianze col Perl (sintassi ed espressività) e il Lisp (chiusure, i blocchi di Ruby).

Ruby è un linguaggio interpretato.
Il suo interprete, attualmente alla versione 1.8.4, è scritto in C ed è rilasciato con una licenza stile BSD.

Perché Ruby?
Perché è dinamico, perché è libero e open source, perché permette i blocchi, perché è relativamente semplice da imparare, perché è OOP, perché permette facilmente di aggiungere , modificare o eliminare classi e metodi a runtime.

Ultimamente Ruby stà acquistando una certa popolarità grazie alla comparsa di framework per lo sviluppo di applicazioni web, come Ruby On Rails.
Rails è un framework open source per applicazioni web scritto in Ruby e modellato sull'architettura Model-View-Controller (MVC).
Rails è distribuito attraverso RubyGems, ovvero il formato dei pacchetti e il canale di distribuzione ufficiale per librerie ed applicazioni Ruby.

Il framework si basa su due linee guida:

  • "Don't Repeat Yourself", ovvero le definizioni devono essere poste una volta soltanto grazie al fatto che Ruby On Rails è un framework "full-stack";
  • "Convention Over Configuration, significa semplicemente che se, durante la programmazione, si rispettano le convenzioni stabilite da Rails non saranno necessarie ulteriori configurazioni.

Ruby on Rails supporta numerosi database tra cui MySQL, Oracle, PostgreSQL, DB2, SQLite e SQL Server.

Tutto il necessario per scaricare Ruby.

Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, Voice over IT.

Il ritorno di Luna Rossa 20.10.11

Luna Rossa potrebbe rientrare nel giro della vela che conta dalla porta posteriore.
Il progetto per riportare un'imbarcazione italiana alla 34esima America's Cup del 2013 a San Francisco sarebbe nelle mani del board di Prada e in quelle del Circolo della Vela Sicilia di Palermo.

La rinascita del Moro di Venezia 12.09.11

In Veneto pensano seriamente di partecipare alla prossima America's Cup.
Dopo i recenti abbandoni rinasce il sogno di una competizione che veda il ritorno in acqua del mai troppo compianto Moro di Venezia. In versione catamarano.

C'è un nuovo aggregatore in circolazione 28.09.05

SocialDust LogoSocialDust presenta SD Blog Aggregator.

Il nuovo strumento per l'aggregazione dei post, attualmente in versione beta, presenta una grafica lineare e accessibile su qualsiasi dispositivo.

Molto presto comunque sarà disponibile una versione lite dedicata esclusiavamente ai dispositivi mobile.

SD Blog Aggregator presenta in home page la lista degli ultimi post inseriti.

Ogni post aggregato (previa registrazione gratuita) viene indicizzato in base a tre criteri: la tipologia del post (blog testuale, photoblog, vlog e podcast), le aree tematiche identificate dalle categorie e i tag.

E' possibile dunque operare tre diversi tipi di ricerca, ivi compresa quella semantica tramite tag.
Risulta quindi molto importante, al fine di una corretta indicizzazione, inserire sapientemente i giusti valori in fase di aggregazione del post.

Technorati Tags: , .
Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, BlogFriends, GBC.

Niente Scalfarotto in tv 10.09.05

Doveva essere la serata di Ivan Scalfarotto (per chi ancora non lo sapesse, candidato alle primarie del centro sinistra), ospite della nuova trasmissione di Mentana, Matrix su Canale 5.

Ed invece, guarda il caso, il film che la precede sfora e Matrix viene rimandata.

Strano, eh?
Da notare che appunto prima della trasmissione di Mentana veniva trasmesso un film, per la precisione "Scoprendo Forrester", e com'è noto i film non hanno la tendenza a sforare da soli.

Aggiornamento: è stata la trasmissione Paperissima Sprint a sforare di quaranta (40) minuti e quindi a produrre i ritardi a catena e la cancellazione della puntata di Matrix.
Il dubbio comunque rimane.
Come può una trasmissione, in replica, sforare di ben 40 minuti finendo per far sospendere un programma di punta come quello condotto da Mentana?

Technorati Tags: , , .
Crosspost su BlogFriends.

200 volti su Repubblica Radio 02.08.05

Repubblica Radio va in vacanza, ma lascia un regalo agli utenti.
Per tutto il mese 200 volti e voci, selezionati dalla redazione e inseriti in modo random nella home page, permetteranno agli ascoltatori di recuperare quanto è andato in onda nei sei mesi del podcast de La Repubblica.

Sull'America's Cup si ammaina il tricolore 27.07.11

Per la prima volta dal 1983 nessuna barca italiana scenderà in acqua per tentare di conquistare la coppa delle cento ghinee.
La scelta del defender di usare catamarani e la crisi economica hanno reso impraticabili i campi di regata per i team nostrani.

L'abito di piume 18.07.05

La copertina de 'L'abito di piume' di Yoshimoto BananaL'abito di piume o Hagoromo, in giapponese, è un tipo di kimono tradizionale leggerissimo con dei lunghi nastri, indossato dalle tennyo (le donne-angelo) che secondo la cultura nipponica aiuta a superare la distanza tra il nostro mondo e l'aldilà.

La vicenda si intreccia dopo il ritorno di Hotaru al suo paese natale.
Proprio il suo viaggio rappresenta simbolicamente l'hagoromo che le permette di ritrovare la pace interiore dopo la perdita di un amore.

Nel suo romanzo, Banana Yoshimoto, inserisce tutti quei valori che da tempo sembrano svaniti nel caotico stile di vita arrivista e consumista occidentale.
Amicizia, affetti, amore, famiglia e speranza in un futuro migliore.

La storia, ambientata nella provincia giapponese, è una continua lotta tra un passato triste nel ricordo della madre deceduta quando Hotaru era ancora bambina e un presente fatto di tradimenti e dispiaceri.

La fine di una storia d'amore e la perdita di fiducia in chi si è amato sarà lo stimolo per ritrovare se stessa e i valori che davvero contano nella vita.

Hotaru che viaggia tra i ricordi del passato incontrerà Mitsuru, un ragazzo che in qualche modo è legato a lei.

Con l'aiuto di sua nonna e di una vecchia amica, Rumi, Hotaru scoprirà che è ancora capace di risvegliare i suoi sentimenti.

La cultura dell'illegalità 06.07.05

Ennesima sbandata di un esponente del Governo.
Questa volta si cimenta il ministro dei Trasporti e Infrastrutture Pietro Lunardi sul tema del codice della strada:

Lunardi: "Appena posso prendo la mia automobile e viaggio da solo".
Giornalista: "A 150 l'ora?" (limite massimo su alcuni tratti della rete autostradale, n.d.r.)
Lunardi: "Anche di più".

Siamo sicuri che personaggi di questo calibro siano adatti a ricoprire le massime cariche istituzionali in Italia?

DivX 6.0 16.06.05

DivX giunge alla versione 6 e presenta le sue nuove caratteristiche.
La nuova versione promette molto, la sfida è lanciata.
L'obiettivo è quello di passare, da semplice strumento per la compattazione dei file, ad una vera alternativa al formato standard DVD.

Tra le novità più eclatanti l'introduzione dell'interattività, grazie alla possibilità di scegliere le scene da visualizzare, la lingua con cui ascoltare i filmati, sottotitoli ed altro ancora.
Ovvero tutte quelle utilità che già sono uno standard per i normali DVD.

Per questa versione il formato DivX, assume la nuova denominazione di DivX Media Format.

DivX Networks assicura che non dovrebbero esserci troppi problemi di compatibilità con i suoi formati.
Pur tuttavia per sfruttare al meglio le opportunità offerte da DivX 6.0 sarà però necessario un upgrade e la progressiva sostituzione sul mercato dei lettori non compatibili.

Crosspost su VOICE over IT.

Oracle capovolta 14.06.11

Oracle si capovolge nelle acqua della Baia di San Francisco

Ecco quello che succede a voler cambiare tipo di imbarcazioni per la sfida dell'America's Cup.

1984 11.05.05

Copertina di '1984' di George OrwellE' il 1984 e il mondo è diviso in tre sfere di influenza: l'Eurasia, l'Estasia e l'Oceania dove vige il Socing (Socialismo Inglese) e dove Winston Smith trascorre la sua esistenza nella capitale, Londra.

L'Oceania è la patria del Grande Fratello, del Partito, della psicopolizia.
Uno stato dove tutto in apparenza è permesso tranne pensare e comportarsi al di fuori degli schemi e dai dettami del Socing.

Un romanzo tristemente attuale che vede un uomo comune combattere contro un potere ed un totalitarismo che sembrano regnare sovrani, che combatte per amore e per preservare l'ultimo granello di umanità che gli è rimasto.

Il mondo tratteggiato da Orwell è dominato da una guerra continua combattuta attraverso alleanze che variano al variare delle stagioni, ma che il popolo non percepisce come tali.
Gli unici svaghi sono quelli presentati dalla propaganda del Grande Fratello, gli unici legami sono quelli costituiti al solo scopo di riprodursi.
L'unico pensiero ammesso è quello imposto dal Partito.

Un'umanità assoggettata alle menzogne che accetta supinamente, che combatte guerre contro nemici invisibili per scopi a lei oscuri, un'umanità squassata e prona dall'appiattimento culturale ed emotivo.
Un'umanità vessata anche nel modo di esprimersi. La "neolingua" infatti non è altro che un idioma concepito e strutturato per irregimentare anche la parola.

Una nazione che maschera una dittatura feroce sotto le insegne di una democrazia universale.

"L'ignoranza è forza", "la libertà è schiavitù", "la pace è guerra".

Apple, ma che brutta figura 27.04.05

Una caduta di stile della Apple.
L'azienda di Cupertino minaccia ritorsioni contro la casa editrice John Wiley Sons che darà alle stampe la biografia non autorizzata su Steve Jobs, avvertendo che intende rimuovere dagli scaffali di tutti gli Apple Stores sparsi per il mondo ogni altra pubblicazione tecnologica della stessa casa editrice.

La Apple ha già iniziato a rimuovere i libri da 104 dei propri negozi, dopo il fallimento del tentativo di dissuadere la John Wiley Sons dalla pubblicazione.

Il libro incriminato "iCon Steve Jobs: The Greatest Second Act in the History of Business" è stato scritto da Jeffrey Young e dovrebbe uscire entro le prossime sei settimane.

La Apple non è nuova a casi di intimidazione, ma mai era arrivata ad una censura del genere.
Peccato un'altro scivolone che intacca profondamente la fiducia che provavo nei confronti della "mela".

Critichiamo sempre la Microsoft-fonte-di-ogni-male (molte volte a ragione), ma forse dovremmo allargare un po' più il nostro orizzonte per scoprire che le aziende "buone" non esistono.
E la mela smangiucchiata non fa eccezzione.

Il ritiro di Mascalzone Latino 12.05.11

Il Club Nautico di Roma, challenger of record ovvero il sindacato che per primo ha lanciato la sfida al defende, ha annunciato oggi il ritiro dalla 34esima edizione della America's Cup che si svolgerà a San Francisco nel 2013.

La sfida di Vincenzo Onorato si è ritrovata priva di un'adeguata copertura finanziaria, lasciando al momento come unica barca in gara Venezia Challenge del Club Canottieri Roggero di Lauria.

Cari Amici e Tifosi,

è con profonda tristezza che devo annunciare il ritiro di Mascalzone Latino dalla Coppa America.

Sin dal principio della nostra investitura a Challenger of Record ho lavorato al progetto di ospitare la Coppa nel nostro Paese.

Larry ama profondamente l'Italia ed era entusiasta dell'idea. La Coppa in Italia sarebbe stata la più grande promozione mondiale per le nostre bellissime coste. Ci sono stati degli incontri ad altissimo livello che sembravano far credere al sogno, poi le cose sono andate diversamente.

Come Challenger of Record abbiamo lavorato con umiltà a fianco ad Oracle Racing e sono soddisfatto del risultato raggiunto: una Coppa nuova, spettacolare, con barche, i catamarani, che lanceranno sulla scena internazionale una nuova generazione di velisti.

Con Russell abbiamo discusso a lungo sulla più difficile delle sfide che la prossima Coppa dovrà affrontare: uno scenario internazionale dall'economia depressa e quindi grandi difficoltà a trovare sponsor. Questo è il vero, unico, autentico nemico della prossima Coppa. E' nata così l'idea della classe AC45, un modo concreto per far avvicinare molti team all'evento a costi contenuti almeno nella delicata fase dello start-up.

Per quanto riguarda noi, devo ringraziare i due sponsor italiani che ci hanno accordato la loro fiducia. Non riusciamo comunque a raggiungere un budget che ci consenta di essere competitivi.

Nel nostro sport gli uomini in blazer hanno ormai superato quelli in cerata, io resto un uomo in cerata e quando scendo in mare voglio vincere. Una sfida persa in partenza non mi interessa, mentirei agli sponsor, ai nostri tifosi ed anche a me stesso.

Ringrazio gli amici del Club Nautico di Roma. Sono certo che avremo insieme nuove entusiasmanti avventure.

La vela di Mascalzone Latino non finisce comunque con la Coppa, ma prosegue con la scuola per i bambini dei quartieri disagiati di Napoli, una sfida quotidiana, chissà che un giorno non esca da loro un nuovo campione di Coppa.

Buon vento a tutti.

Vincenzo Onorato

La sveglia intelligente 14.04.05

A proposito di sveglie, alcuni ricercatori hanno verificato che venire svegliate nel bel mezzo della fase di sonno più profonda può rendere le persone irritabili e stressate per il resto della mattinata.

Per questo motivo alcuni scienziati hanno sperimentato una sveglia in grado di percepire le onde cerebrali ed identificare il momento in cui il sonno è più leggero ed il risveglio quindi meno traumatico.

Gli scienziati della Brown University di Rhode Island che hanno inventato la sveglia spiegano infatti che se si viene svegliati durante la fase di sonno pesante o durante quella REM, il semplice suono dell'allarme può bastare a provocare sensazioni di irritabilità e stanchezza per il resto della giornata.

Tramite una serie di elettrodi ed un microchip, la sveglia, che viene indossata intorno al capo come una fascia, registra le onde cerebrali e assicura che l'allarme suoni soltanti in una fase di sonno leggero.

Basta regolare la sveglia ad un'ora limite in cui ci si deve svegliare.
L'apparecchio farà il resto. Analizzando i dati registrati dagli elettrodi ed identificando l'ultima fase di sonno leggero prima dell'ora indicata, la sveglia suonerà solo al momento giusto.

Meglio tardi che mai 11.01.05

Con 58 anni di ritardo è finalmente giunta a destinazione una cartolina di Natale spedita da un soldato tedesco prigioniero in Russia.

E' stata recapitata ad una contadina, parente della destinataria, che da anni vive in un podere della Baviera del Sud.

Un altro inferno 26.12.04

Gli effetti del maremoto sulla città di Madras (Tamil Nadu - India)

Phuket allagata (Thailandia)

Penang allagata (Malesia)

Quando Google sbaglia 21.12.04

Il logo di GoogleE' una delle novità del momento, stiamo parlando di Google Desktop; come sempre quando si nomina un prodotto di Google (o almeno il 90% delle sue creazioni) ci si riferisce ad una versione beta.

Ciò nonostante la falla riscontrata dai ricercatori della Rice University di Huston è seria e fa riflettere.

Secondo gli esperti sarebbe infatti possibile, ad un malintenzionato, accedere a file e documenti sul client dello sfortunato utente, anche se gli stessi esperti assicurano che servirebbero abilità non comuni per usufruire di questa falla.

Ciò che stupisce è che tale crepa era già conosciuta da Google da quasi due mesi e nonostante questo la software house americana ha comunque deciso di immettere sul mercato questo prodotto potenzialmente dannoso per i suoi utenti.

Un aggiornamento è già stato rilasciato, ma per troppo tempo è stato permesso di scaricare un software con una falla già conosciuta probabilmente al solo scopo di battere la concorrenza (Microsoft e Yahoo!) sul tempo.

Una brutta caduta di stile per Google.

L'America's Cup va a San Francisco 01.01.11

Secondo previsioni.
Una location straordinaria per un evento stravolto dall'introduzione dei multiscafo.

Tutta da gustare. Appuntamento nel 2013.

Da Sydney a Hobart 27.12.10

Nuvole di tempesta sulla Sydney to Hobart Yacht Race

E' salpata ieri dalla baia di Sydney alla volta di Hobart, in Tasmania, la tradizionale regata australiana del Boxing Day di 630 miglia nautiche, conosciuta anche come Blue Water Classic.

Sono già molti i ritiri a causa delle pessime condizioni del tempo, con forti venti e mare in burrasca.

Cinque bombe squassano Madrid 04.12.04

Il terrorismo colpisce ancora a Madrid. Cinque bombe sono esplose davanti ad altrettanti distributori di benzina, dopo una telefonata di allerta a nome dell'Eta.

Fortunatamente non c'è stata nessuna vittima. La polizia dopo l'allarme aveva fatto evacuare le zone minacciate.

Il bilancio finale è di quattro feriti lievi. Due dei quali erano agenti impegnati a sgomberare.

Gli attentati erano stati segnalti un'ora prima da un portavoce dell'Eta con una telefonata al quotidiano basco Gara, tradizionalmente utilizzato dall'organizzazione terroristica separatista per le proprie rivendicazioni.

Le bombe sono state piazzate in cestini della spazzatura in stazioni di servizio di periferia.

Persian Gulf o Arabian Gulf? 02.12.04

In italiano ci si riferisce sempre e solo a "Golfo Persico", ma in inglese la faccenda si complica o meglio esistono due definizioni per lo stesso specchio. d'acqua: Arabia Gulf e Persian Gulf.

Tutto questo ha scatenato una piccola guerra fredda su internet.

Un gruppo di iraniani effettuando un google bombing è riuscito a far posizionare una sua pagina in testa ai risultati, sul noto motore di ricerca.

La pagina afferma che:
"Il golfo che state cercando è non disponibile. Nessuno specchio d'acqua con quel nome è mai esistito. Il nome corretto è golfo persico, che è stato sempre e sempre rimarrà, persiano.
Se scrivete Arabian Gulf, leggetevi un libro di storia."

Sulla polemica toponomastica ci sono state anche le proteste ufficiali del governo di Teheran.
L'Iran ha infatti vietato la vendita del National Geographic, dopo che la prestigiosa rivista ha "sbagliato" a definire su una mappa lo specchio d'acqua.

La definizione "Persian Gulf" era infatti stata messa solo tra parentesi, come seconda opzione.
Tra le misure ritorsive anche il divieto di ingresso nel paese dei giornalisti di quella testata.

Lo spam per cavalli 02.12.04

Questa sera aprendo la posta elettronica mi sono ritrovato la solita marea di spam, ma uno mi ha attirato l'attenzione.

Non era il solito Viagra o Cialis, ma... prestigio per il tuo cavallo! :-D

Volevano vendermi una coperta per cavallo!!!

Merita di essere riportata nello splendore del suo hispano/italiano.

"Le presentiamo la coperta: XXXXX [Il nome è stato volontariamente eliminato].
Questa coperta è esclusiva e unica nel suo genere. Fabbricata a mano è capace de superare le più dure prove di qualità . comodità, pulizia e higiene.
E' dotata di un certificato veterinario XXXXX è usata dai migliori fantini internazionali di salto, galoppo e trotto.
Questa coperta non riscalda il cuoio e non si secca con il sudore del cavallo que è espulsato attraverso le fibre que la compongono di modo che il cavallo non soffra nessun danno.
Inoltre protege il seterioro della sella evitando contaminazioni de germi patogeni.
Siamo a disposizione per eventuali preventivi per personalizzazioni.
Facile da lavare in lavatrice è higienica, comoda e pratica."

La famiglia italiana e la mela 29.11.04

Adamo ed Eva si sarebbero trovati bene in Italia.
Erano nudi, avevano una mela in due, e gli volevano far credere che vivevano in paradiso.
Precisamente come adesso.

Appunti di arte 27.11.04

Un'opera di Picasso- Il Museo Cantonale d'Arte di Lugano presenta una mostra dedicata al mondo dell'infanzia nell'arte. I più grandi maestri della storia dell'arte esplorano il disegno infantile;
- Presso la Kunst Haus di Vienna, una grande retrospettiva dedicata ad uno dei più importanti maestri dell'immagine: Cecil Beaton;
- A Roma, alla Fondazione Memmo Palazzo Ruspoli, una mostra raccoglie le opere di Picasso appartenenti alle più importanti collezioni americane;
- Palais de Tokyo a Parigi ospita la prima grande esposizione monografica dedicata e Barthélémy Toguo, scene teatrali, installazioni e disegni riuniti in un lavoro dal titolo generico "The Sick Opera";
- Mappe e cartine a delineare una geografia del mondo personalissima: Piero Pizzi Cannella espone le sue opere negli spazi Teatro India di Roma;
- La mostra Gli impressionisti e la neve, la Francia e l'Europa raccoglierà alla Promotrice delle Belle Arti, al Parco del Valentino, oltre 150 opere di artisti dell'impressionismo, da Monet a Manet, da Cézanne a Courbet, con quadri prestati dai più importanti musei europei.

L'America's Cup dei multiscafi 13.09.10

Le nuove classi di catamarani AC45 e AC72 per la America's Cup

Larry Ellison avrà la sua America's Cup disputata interamente da catamarani.
Una visione che potrebbe essere destinata a durare, dopo 159 anni di monoscafi con due breve parentesi nel 1988 e nel 2010.

Catamarani si diceva. 22 metri per 14 per 300 metri quadrati di superficie velica e 7 tonnellate di stazza. Undici uomini di equipaggio e come nella precedente edizione sì ai motorini idraulici.
Basteranno 5 nodi per dare il via allo spettacolo.

La nuova classe AC72 è stata studiata per la velocità, ora resta da capire se sarà vero match race o solo regate a inseguimento, come quelle viste quest'anno a Valencia.

A partire dal prossimo anno e per tutto il 2012 - la data prevista per la nuova sfida è fissata per il 2013 - potremo avere un assaggio di tutto questo grazie ai multiscafi più piccoli (classe AC45) impiegati nelle AC World Series.

Chi ospiterà la prossima America's Cup 20.08.10

San Francisco, sede del Golden Gate Yacht Club detentore della "coppa delle cento ghinee", ha soltanto sei settimane di tempo per presentare la proposta formale per ospitare (nel 2013 o nel 2014) la trentaquattresima America's Cup.
Un tempo assai ristretto per permettere all'amministrazione cittadina di acquisire una deroga alla legge statale sull'ambiente, che al momento impedisce di realizzare le strutture necessarie all'evento. E i gruppi ambientalisti locali sarebbero già sul piede di guerra.

Se San Francisco non dovesse farcela difficilmente le regate si svolgeranno negli Stati Uniti.
Più probabile una sede in Europa, Valencia sarebbe già pronta, o magari tra gli emirati del Golfo.

E c'è anche chi parla dell'Italia. La Maddalena per essere precisi.
Tuttavia giocare in casa del Challenger of Record (il Club Nautico di Roma con Mascalzone Latino) potrebbe essere una cattiva idea.

Ma questa è pura speculazione.
Aspettatevi di vedere le vele delle barche più veloci del mondo sullo sfondo del Golden Gate.

America's Cup day 4 - It's Oracle 14.02.10

Il catamarano Alinghi e il trimarano BMW Oracle Racing

L'America's Cup vola a San Francisco. Dopo dieci anni si compie il sogno di Larry Ellison.

BMW Oracle Racing vince una coppa senza storia.
Unico brivido della giornata, il vantaggio di Alinghi nel primo lato cancellato alla prima boa.
Ancora una penalità in partenza per il team svizzero.

Un bravo timoniere per gli elvetici non avrebbe fatto male.

La coppa che abbandona per la seconda volta l'Europa in 159 anni di storia. Resta l'amaro in bocca per come sono stati gestiti l'evento e le regate da parte di Ernesto Bertarelli.

America's Cup day 3 - BMW Oracle domina 12.02.10

15 minuti e 28 secondi di ritardo. Un abisso.
E' il distacco che il trimarano Oracle, partito disastrosamente con 1 minuto e 45 secondi di ritardo, ha inflitto ad Alinghi. La penalità inflitta al catamarano di Bertarelli - sì non è stata una buona partenza per nessuno - non influirà dunque sul risultato del match.
Nessun errore in regata per la barca svizzera. Solo nodi in meno. Uno. Due. Tre. Costantemente. Per tutto il bastone.

Una nota. Oracle si è permessa di raggiungere Alinghi nel lato di bolina e poi ammainare il genoa e navigare solo con la randa. Dimostrando tutta la superiorità della vela dal profilo alare della barca americana.
Un schiaffo in pieno volto agli svizzeri.

Ripensandoci, la scelta del catamarano non è stata vincente.
Le drammatiche analogie con la sfida del 1988 diventano ogni minuto più reali.

America's Cup day 2 - regata annullata 10.02.10

Ora potete iniziare a maledire Larry Ellison per aver innescato questa pazza edizione dell'America's Cup.
O potete maledire Ernesto Bertarelli per l'ingenuità nell'organizzare il dopo Valencia 2007.

Un altro rinvio. Venerdì sarà il prossimo giorno utile.

America's Cup day 1 - regata annullata 08.02.10

Scegliere Valencia come venue per l'America's Cup significa spaere che si incorrerà in problemi di vento debole e ballerino.
L'annullamento di oggi non è certo un biglietto da visita incoraggiante per gli organizzatori, che volevano lasciarsi alle spalle al più presto i drammi giudiziari degli ultimi anni e spostare l'attenzione sul campo di regata, ma in fondo la vela è anche questo.

33rd America's Cup 06.02.10

33rd America's Cup

Catamarani contro trimarani. Qualcosa di simile al 1988. San Diego. La sfida dei kiwis di Michael Fay su "Big Boat", disegnato da Bruce Farr, contro il catamarano "Stars & Stripes" di Dennis Conner.
Si respira aria di America's Cup. Lunedì si parte.

Dirette e commenti un po' ovunque.

Le regate dell'America's Cup gratis in streaming 26.01.10

Dall'8 febbraio si torna in acqua per la 33esima America's Cup, dopo una battaglia legale che sembrava destinata a durare in eterno e che ha minato lo spirito della competizione e la pazienza degli appassionati di vela.

Per la prima volta le regate (8 e 10 febbraio, più l'eventuale match race di spareggio il 12) verranno trasmesse in streaming gratuitamente sul sito del consorzio e con aggiornamenti costanti via Twitter.

Volvo Ocean Race 2009 08.05.09

America's Cup: così è come lo fanno gli svizzeri 03.07.07

Si riprende dopo la sosta forzata di Domenica a causa del poco vento.

Le barche partono entrambe mure a dritta.
Match race serrato i kiwi e gli svizzeri si alternano al comando.
Alinghi costringe Team New Zeland al dial up alla prima boa di bolina e passa con soli 7 secondi di vantaggio.

Nel finale della prima poppa Alinghi non riesce a dare stabilità allo spinnaker e Team New Zeland riesce a sopravanzare rollando il Defender.
I kiwi scelgono la sinistra ala cancello, Alinghi va a destra.
Il vantaggio per i neozelandesi si attesta sui 14 secondi.

La bolina è molto combattuta, il Defender recupera metri su metri costringendo i kiwi sulla lay line di sinistra.
Team New Zeland cerca di rispondere. Virata spericolata per passare dietro ad Alinghi, ma la barca svizzera costringe i neozelandesi all'errore. Penalità per i kiwi.
Il Defender passa la boa con 12 secondi di vantaggio. Sembra finita.

L'ultimo lato di poppa è al cardiopalma.
Alinghi allunga, ma il vento gira radicalmente. Il Defendere rompe lo spi e quasi si ferma. L'arrivo si farà di bolina.
I kiwi fanno il doppio della velocità rispetto agli svizzeri, ma hanno una penalità da scontare.
Alinghi pasticcia. Il recupero dello spi è difficoltoso.

Team New Zeland si prepara a scontare la penalità. Gli svizzeri tornano ad accelerare e tagliano il traguardo un secondo prima dei neozelandesi.

La Coppa America resta in Europa dopo il finale più incredibile in 156 anni di storia del trofeo.

Race 7

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

5 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: Alinghi a un passo della difesa 30.06.07

Le barche partono affiancate mure a dritta, con Alinghi sulla destra di NZL 92.
Il Defender riesce a sopravvivere nella posizione di sopravvento a lungo, ma poi è costretto a virare verso la destra del campo, perché disturbato dalla turbolenza delle vele di NZL 92.
Alla prima boa ETNZ è avanti per 14 secondi.

La poppa è estremamente combattuta con una serie di attacchi e di separazioni. Il Defender è capace di un ottimo recupero, ma Barker riusce a mantenere il vantaggio fino al cancello, passato 11 secondi avanti.

I kiwi scelgono la sinistra, Alinghi va a destra.
La regata si riapre grazie ad una separazione di oltre 400 metri.
Baird alla seconda boa di bolina passa con un vantaggio di 16 secondi.

Poppa ricca di colpi di scena, ma la regata è ormai segnata.
Il Defender taglia il traguardo per primo. La difesa della Coppa America è a un passo.

Race 6

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

4 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: Alinghi vince ancora 29.06.07

Ieri la Giuria ha rigettato a maggioranza la protesta presentata da Emirates Team New Zealand contro Alinghi dopo la quarta regata.
La Giuria ha sentenziato che Alinghi non ha infranto la Regola 31.6 dell’America’s Cup Class Rule che recita: “Le rande devono poter essere ammainate in coperta senza bisogno di mandare un membro dell’equipaggio a riva”.
I neozelandesi avevano presentato la protesta dopo aver visto le immagini televisive che mostravano Pete Van Niewenhuyzen, prodiere di Alinghi, entrare in contatto con la randa.

Il prestart è finalmente molto combattuto con ETNZ in controllo di Alinghi, attorno alle barche spettatori.
I kiwi entrano centrali mure a dritta, mentre Alinghi compie una virata in più e taglia in barca comitato mure a sinistra, con un ritardo di 5 secondi.
Alla prima boa le due barche sono viinissime, ma i kiwi sono all'interno e riescono a girare avanti con 12" di vantaggio.
Nella poppa equipaggi ancora molto vicini, Team New Zeland rompe lo spi e Alinghi effettua il sorpasso.
I guai per il team kiwi non sono finiti: l’issata della seconda vela non riesce e la terza s’incaramella, in una sequenza di errori mai visti prima sulla barca dell’ex Defender.
Alinghi allunga nonostamte i ripetuti tentativi dei kiwi. E' 3 a 2.

Race 5

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

3 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: Alinghi e Team New Zealand ancora in parità 27.06.07

Dopo un prestart poco aggressivo le barche tagliano pari e mure a dritta; NZL 92 ottiene la sinistra per la quale aveva lottato, mentre Alinghi si posiziona sopravvento.
Alla prima virata Alinghi ha un discreto vantaggio su NZL 92 che si tradurrà in 20 secondi alla boa al vento.

Alla boa i kiwi effettuano un gybe-set immediatamente coperto da Alinghi.
Gli svizzeri riescono a mantenere il vantaggio sino al cancello di poppa grazie all'attenta copertura. Qualche sbavatura per Emirates Team New Zeland.
Al cancello il Defender sceglie la boa di destra mentre Barker gira quella di sinistra per affrontare la seconda bolina.

La regata finisce qui, con Alinghi sempre in controllo e nonostante i ripetuti attacchi dei kiwi nell'ultima poppa gli svizzeri taglieranno il traguardo con 30 secondi di vantaggio.

Race 4

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

2 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2, Race 3
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: i kiwi passano in vantaggio 26.06.07

Alinghi e Team New Zeland scelgono due lati diversi. I kiwi però escono nettamente in ritardo.
Il vento è sulla destra e i neozelandesi guadagnano oltre trecento metri nella prima bolina.
Alla fine del primo lato di poppa, il distacco si riduce molto, ETNZ resta in vantaggio con oltre un minuto nonostante la pessima ammainata di spinnaker.
Nella seconda bolina Alinghi guadagna grazie allo spi dei kiwi aggrovigliato al genoa; all'ultima boa gli svizzeri passano in vantaggio.
Ultima poppa combattutissima, ma saranno i kiwi a trionfare per 25 secondi.

Race 3

  • Emirates Team New Zeland batte Alinghi

America's Cup

1 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: Barker pareggia il conto 24.06.07

Mare calmo e brezza da Est 10 nodi.
I kiwi riescono ad annullare prima il vantaggio delle mure a destra di Alinghi, incrociando avanti all’ingresso nel box, e poi ad agganciare la barca svizzera a 45 secondi dallo start, riuscendo a partire davanti agli svizzeri.
Alinghi recupera sulla sinistra, confermando l'ottima velocità di SUI 100.
Al primo incrocio, Ed Baird ha già due lunghezze di vantaggio, che gli permettono di cambiare lato.
Dopo un acceso tacking duel Baird è avanti per 19 secondi.

La situazione si stravolge nel corso della seconda bolina: Alinghi sceglie la sinistra mentre ETNZ gira la boa di destra.
Alinghi scambia le posizioni, ma un salto di vento favorisce Team New Zeland che balza in vantaggio.
Ultima poppa combattuta metro su metro, ma non c'è nulla da fare, Barker è bravissimo e pareggia il conto con un vantaggio di 28 secondi.

Race 2

  • Emirates Team New Zeland batte Alinghi

America's Cup

1 Alinghi
1 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup: Alinghi mostra le sue carte 23.06.07

Onda corta e mare incrociato, con una bella brezza di circa 13 nodi. Alinghi parte conservativa entrando sulla sinistra del campo di regata da sinistra.
Alinghi sempre in controllo nonostante i ripetuti attacchi dei neozelandesi.
Bravo Ed Baird a sfruttare il salto di vento sulla sinistra che ha deciso la prima ragata dell'America's Cup.

Race 1

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

1 Alinghi
0 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup - il defender: Alinghi 22.06.07

AlinghiIl sindacato nato nel 2000, arriva alla vittoria dell'America's Cup nel marzo del 2003, battendo Team New Zealand per 5-0.
Grazie a questo storico successo, Alinghi riporterà la coppa in Europa per la prima volta dopo 156 anni.
Team comprendente 130 persone, ha sede in Svizzera e corre con i colori dello Yacht Club che rappresenta, la Société Nautique de Genève.

Negli atti che hanno preceduto questa Louis Vuitton Cup, la barca svizzera ne ha dominato cinque su sei.
Nel 2006 si è piazzata al secondo posto del Louis Vuitton ACC Championship 2006 e alla fine dell'anno è andata a Dubai dove ha iniziato le selezioni per scegliere il miglior equipaggio per la difesa del titolo.
Rientrati a Valencia, gli svizzeri hanno messo a punto la nuova SUI 100.
Possibile punto di forza la nuovissima chiglia mobile, capace di compensare la flessione dello scafo generata dal peso del bulbo e un nuovo sistema per modificare in regata la posizione del paterazzo.

Yacht Club Société Nautique de Genève
Numeri Velici SUI 64, SUI 75, SUI 91, SUI 100
Anno di fondazione del Team 2000
Designer Rolf Vrolijk, team progettuale di Alinghi
Skipper / Timoniere Brad Butterworth / Jochen Schuemann, Peter Holmberg, Ed Baird
Capo del sindacato Ernesto Bertarelli
Pozzetto Brad Butterworth, Peter Evans, Murray Jones, Jordi Calafat , Juan Vila, Mike Drummond
Sito web www.alinghi.com

Sailing team
Ernesto Bertarelli (Team manager, Runner)
Brad Butterworth (Skipper, Tactician)
Peter Evans (Tactician)
Murray Jones (Strategist)
Jordi Calafat (Strategist)
Mike Drummond (Navigator)
Juan Vila (Navigator)
Rodney Ardern (Runner)
Ed Baird (Helmsman)
Josh Belsky (Pitman)
Curtis Blewett (Midbowman)
Claudio Celon (Trimmer)
Simon Daubney (Trimmer)
Enrico De Maria (Grinder)
Jan Dekker (Bowman)
Yves Detrey (Pitman)
Warwick Fleury (Trimmer)
Nils Frei (Trimmer)
Yann Gouniot (Trimmer)
Peter Holmberg (Helmsman)
Christian Karcher (Grinder)
Bernard Labro (Bowman)
Lorenzo Mazza (Trimmer)
Will McCarthy (Grinder)
Mark McTeigue (Grinder)
Matt Mitchell (Midbowman)
Mark Newbrook (Mastman)
Dean Phipps (Runner)
Francesco Rapetti (Mastman)
Craig Satterthwaite (Runner)
Jochen Schuemann (Helmsman)
Brian Sharp (Grinder)
Nicolas Texier (Grinder)
Peter Van Nieuwenhuyzen (Bowman)
Matthew Welling (Grinder)
Rene de Vries (Afterguard)
Otmar Keller (Afterguard)
Cecile Duboeuf (Afterguard)
Pierre-Yves Jorand (Afterguard)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Team New Zealand vince la coppa 06.06.07

Cappotto. Emirates Team New Zeland si aggiudica la Louis Vuitton Cup, edizione 2007, battendo per 5 a 0 Luna Rossa Challange.
Ora per i kiwi arriva lo scoglio più importante. Alinghi e la conquista della Coppa America.
New Zeland ritorna nella competizione che la vede protagonista ininterrottamente dal 1995.
I complimenti per Luna Rossa per averci fatto sognare, ma nelle acque di Valencia non c'è un secondo.

Race 5

  • Emirates Team New Zeland batte Luna Rossa Challange

Finale Louis Vuitton Cup

5 Emirates Team New Zeland
0 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: I kiwi inarrestabili 05.06.07

Che sia la randa o lo scafo sta di fatto che la barca kiwi vira e stramba meglio rispetto a Luna Rossa.
Oggi nemmeno una buona partenza è bastata al team italiano per imporsi sui neozlandesi.
Come sempre fortissimi, determinati e primi in ogni boa.
Certo che almeno un punto della bandiera renderebbe forse meno amara la sconfitta nella finale della Louis Vuitton Cup.

Race 4

  • Emirates Team New Zeland batte Luna Rossa Challange

Finale Louis Vuitton Cup

4 Emirates Team New Zeland
0 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Team New Zealand ipoteca la vittoria 03.06.07

Possiamo anche dire che è finita.
Lo so mancano ancora due punti ai kiwi ed in linea teorica tutto potrebbe ancora cambiare, ma alcuni aspetti non lasciano ben sperare.
Oggi il team meteo di Luna Rossa ha nuovamente e per la terza volta consecutiva sbagliato la previsione.
Per il secondo giorno di fila Luna Rossa ha perso la regata nei primi cinque minuti.
Team New Zealand è stata davanti ancora in tutti i giri di boa. Dimostrando una superiorità di passo notevole.
Con questi presupposti pensare di ribaltare il risultato diventa davvero utopia.

Race 3

  • Emirates Team New Zealand batte Luna Rossa Challange

Finale Louis Vuitton Cup

3 Emirates Team New Zealand
0 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Superiorità kiwi 02.06.07

La testardaggine di Spithill in prepartenza non ha pagato. I kiwi escono bene e marcano stretto Luna Rossa.
Una regata dominata da Barker, troppi gli errori del team italiano a partire dal meteo team che per il secondo giorno di fila non ha indovinato l'andamento del tempo.
Ora il risultato è di 2 a 0. Non è ancora il caso di allarmarsi, ma sarebbe il momento di dare la sveglia all'equipaggio della barca italiana.
Sempre che ne abbiano le forze...

Race 2

  • Emirates Team New Zealand batte Luna Rossa Challange

Finale Louis Vuitton Cup

2 Emirates Team New Zealand
0 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Barker 1, Spithill 0 01.06.07

8 secondi decratono la prima sconfitta di Luna Rossa nella finale della Louis Vuitton Cup.
Spithill non brilla in partenza e Barker conquista la destra e allunga nella prima bolina.
Team News Zealand conduce alla prima boa in vantaggio di 12 secondi.
Le barche si equivalgono. Barker decide di marcare stretto Luna Rossa e il team italiano non può che aspettare, ma il vento non girerà mai a loro favore.
I neozelandesi tagliano per primo il traguardo, ma la partita non è ancora chiusa.

Race 1

  • Emirates Team New Zealand batte Luna Rossa Challange

Finale Louis Vuitton Cup

1 Emirates Team New Zealand
0 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Team New Zealand seconda finalista 23.05.07

Dopo la sosta forzata di ieri, causata da vento forte e onda riprende oggi la semifinale tra Desafio e Team New Zeland, che vede i kiwi vittoriosi e dunque prossimi sfidanti di Luna Rossa.
Prepartenza decisa dall'errore di Jablonski che regala una lunghezza ai neozelandesi.
La barca kiwi sceglie la destra e allunga nella prima bolina.
Sarà una cavalcata senza sosta, sempre in vantaggio al passaggio di tutte le boe.
Spagnoli che escono dalla competizione a testa alta con due vittorie all'attivo nella semifinale.
Adesso non resta che aspettare il primo di Giugno per continuare a sognare.

Race 7

  • Emirates Team New Zeland batte Desafio Espanol

Semifinale A

5 Emirates Team New Zeland
2 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
5 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa in finale 20.05.07

Luna Rossa in finale della Louis Vuitton Cup.
Risultato schiacciante 5 a 1.
Probabilmente contro ogni pronostico dell'inizio l'Italia torna in finale sfidante.
Anche oggi una regata senza storia. Schiacciante il vantaggio in ogni lato del percorso. BMW ORACLE è stata annichilita.
Per dovere di cronaca, e come avevamo previsto ieri, Larry Ellison ha deciso di licenziare Dickson e scegliere Mohr al timone.
Questa vittoria in semifinale ha un nome e un cognome, James Spithill.

Desafio non molla.
Vince la sua seconda regata con un vantaggio di 15 secondi e ritarda il passaggio in finale per i neozelandesi.
Una bella vittoria per Karol Jablonski, che ha condotto la sua ibarcazione davanti a Team New Zeland in tutte le boe del percorso.

Race 6

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Desafio Espanol batte Emirates Team New Zeland

Semifinale A

4 Emirates Team New Zeland
2 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
5 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Dickson nella polvere 19.05.07

Spithill umilia Dickson in partenza, in uno dei prepartenza più incredibili e spettacolari della storia.
Luna Rossa rifila due penalità a BMW ORACLE e ha la possibilità di allungare.
Ancora una volta la barca italiana gira tutte le boe in vantaggio e accrescendo sempre il vantaggio. Delta finale 1:57.
Oggi Luna Rossa è sembrata davvero essere imprendibile.
Per Chris Dickson questa potrebbe essere la sua ultima regata al timone di BMW ORACLE Racing.

Ennesima vittoria per Emirates Team New Zealand che batte con facilità gli spagnoli.
Desafio che può comunque consolarsi con l'obiettivo raggiunto di accedere alle semifinali e con la vittoria di Mercoledì.

Race 5

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Emirates Team New Zealand batte Desafio Espanol

Semifinale A

4 Emirates Team New Zealand
1 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
4 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa 3, BMW ORACLE 1 18.05.07

Plachiamo subito l'ottimismo, ma il 3 a 1 da ora una certa sicurezza a Luna Rossa. Soprattutto conferma il buon momento di forma dell'equipaggio.
Il team italiano ancora una volta ha girato tutte le boe davanti a BMW ORACLE.
La barca si conferma molto veloce in bolina e migliora costantemente anche l'andatura in poppa.
Da segnalare la separazione laterale record di oltre 2 chilometri nel corso della seconda bolina.

3 a 1 anche per l'altra sfida.
Oggi infatti è tornata a trionfare Emirates Team New Zeland in una regata che non ha lasciato scampo agli spagnoli di Desafio.

Race 4

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Emirates Team New Zeland batte Desafio Espanol

Semifinale A

3 Emirates Team New Zeland
1 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
3 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa allunga, primo punto per Desafio 16.05.07

L'avevamo detto e oggi non siamo stati smentiti.
Luna Rossa si dimostra essere una barca estremamente veloce.
Ancora una volta Spithill vince la partenza e fa correre la barca italiana.
Sempre davanti Luna Rossa ha saputo controllare ottimamente l'avversario americano e porta a casa il preziosissimo secondo punto.

Parte molto male la barca neozelandese. Dean Barker prende una penalità e se ne assume la responsabilità.
Desafio allunga subito e poi mantiene il controllo sui kiwi per tutta la regata.
Primo punto anche per gli spagnoli, a dimostrazioni di quanto sono vicine le prestazioni di tutte quattro le barche.

Race 3

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Desafio Espanol batte Emirates Team New Zeland

Semifinale A

2 Emirates Team New Zeland
1 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
2 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: BMW ORACLE pareggia il conto 15.05.07

BMW ORACLE riesce a pareggiare il conto con Luna Rossa.
La barca italiana parte bene, è sempre in testa nella prima bolina.
La prima poppa è un mezzo disastro, gli americani recuparno metri e metri e al cancello di poppa il distacco e ridotto a pochi secondi.
Nella seconda bolina Luna Rossa allunga di nuovo e sembra aver messo le mani sul secondo punto.
Ma proprio sul finale della seconda poppa un salto di vento premia gli americani, che giungono primi sul traguardo.
Luna Rossa si dimostra comunque una barca molto veloce.

Ancora una regata senza storia quella tra Desafio e New Zeland, con la barca kiwi sempre davanti e mai impensierita seriamente dagli avversari.

Race 2

  • BMW ORACLE Racing batte Luna Rossa Challange
  • Emirates Team New Zeland batte Desafio Espanol

Semifinale A

2 Emirates Team New Zeland
0 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
1 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa umilia BMW ORACLE 14.05.07

Prima straordinaria vittoria di Luna Rossa alle semifinali della Louis Vuitton Cup.
In una giornata caratterizzata da continui salti di vento, Torben Grael ha saputo sfruttare ogni raffica.
Dopo una partenza vinta dalla barca italiana, Luna Rossa incrementa minuto dopo minuto il suo vantaggio. Alla prima boa di bolina il delta sarà di 52 secondi di vantaggio. La sinistra del campo ha pagato.
Nella poppa però BMW ORACLE compie un grande recupero; la separazione al cancello di poppa vedrà ridursi il vantaggio di Luna Rossa a soli 7 secondi.
La seconda bolina sarà di nuovo favorevole alla barca dello Yacht Club Italiano. Il rilevamento alla boa si arresterà a un minuto e 21 secondi.
Nell'ultima poppa Luna Rossa controlla e amministra, riuscendo a guadagnare ulteriori lunghezze. Il delta finale non lascia spazio a dubbi, 2 minuti e 19 secondi.

Nella seconda semifinale Desafio non è mai riuscita ad imporre il suo ritmo.
La copertura eccellente dei neozelandesi e la velocità della barca non hanno lasciato scampo agli spagnoli, che non sono mai stati in grado di impensierire Team New Zeland.
Anche in questo caso il delta finale è eloquente, 43 secondi.

Race 1

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Emirates Team New Zeland batte Desafio Espanol

Semifinale A

1 Emirates Team New Zeland
0 Desafio Espanol

Semifinale B

0 BMW ORACLE Racing
1 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup: Team New Zealand chiude in testa 09.05.07

Si è concluso il secondo Round Robin, con la vittoria di tutte e tre le barche italiane.
Emirates Team New Zeland chiude in testa il girone potendo così scegliere lo sfidante nelle semifinali.
Semifinali a cui accederanno BMW ORACLE Racing, Luna Rossa Challange e Desafio Espanol.

Da segnalare il delta superiore al minute e mezzo col quale Team New Zeland ha oggi battuto gli americani.

Fligth 11

  • Victory Challange 0 2 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Desafio Espanol 0 2 Luna Rossa Challange
  • BMW ORACLE Racing 0 2 Emirates Team New Zeland
  • United Internet Team Germany 0 2 +39 Challenge
  • Areva Challenge 0 2 Team Shosholoza

Classifica

01. 38 Emirates Team New Zeland
02. 37 BMW ORACLE Racing
03. 35 Luna Rossa Challange
04. 29 Desafio Espanol

05. 26 Victory Challange
06. 22 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 20 Team Shosholoza
08. 17 Areva Challenge
09. 12 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup - le barche: Areva Challange 08.05.07

Areva ChallangePrecedentemente conosciuta come K-Challenge, Areva è stata fondata dagli uomini d'affari Ortwin Kandler e Stephan Kandler, insieme alla velista Dawn Riley. Nel team Areva Challenge lavorano persone appartenenti a nove nazionalità diverse.
Nella primavera 2005 è stato riconosciuto dalla Federazione Francese Vela quale team portacolori alla 32/a America's Cup.

I francesi hanno acquistato le due barche vincenti dell'edizione 2000 appartenenti a New Zealand, entrando in possesso di know-how, tecnologia e propretà intellettuale.
Il team leader è Dawn Riley, vincitrice dell'America's Cup 1992 a bordo di America3.

Yacht Club Cercle de la Voile de Paris
Numeri Velici FRA 57, FRA 60, FRA 93
Anno di fondazione del Team 2001
Designer Bernard Nivelt, Dimitri Nicolopoulos, Areva Challenge Design Team
Skipper / Timoniere Sebastien Col
Capo del sindacato Stephane Kandler
Direttore managing Grant Dalton
Pozzetto Thierry Peponnet, Tanguy Cariou, Jean-François Cuzon, Frédéric Guilmin
Sito web www.areva-challenge.org

Sailing team
Sébastien Col (Skipper, Helmsman)
Jean-François Cuzon (Afterguard)
Tanguy Cariou (Afterguard, Strategist, Tactician)
Thierry Peponnet (Tactician)
Frédéric Guilmin (Traveller)
Matt Cornwell (Bowman - Mid bow)
Sean Couvreux (Bowman - Mid Bow)
Hervé Cunningham (Trimmer)
Olivier Douillard (Trimmer)
Thierry Douillard (Trimmer)
Jean Galfione (Grinder)
Christophe Andre (Grinder)
Mo Gray (Grinder/Mastman)
Albert Jacobsoone (Pitman)
Frédéric Lemaistre (Grinder)
Fabrice Levet (Sailing Team Coach)
Tom Mc Laughlin (Sailing Team Coordinator)
Peter Merrington (Afterguard)
Wade Morgan (Mast man / grinder)
Katie Pettibone (Trimmer)
Guy Salter (Mid Bow)
Jim Turner (Mainsheet Grinder & Hydraulics)
Benoît Briand (Afterguard)
Gilles Favennec (Afterguard)
Yann Maillet (Afterguard)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing

Louis Vuitton Cup - le barche: +39 Challange 08.05.07

+39 Challange+39 Challenge è un team italiano che ha lanciato, attraverso il Circolo Vela Gargnano, la sua sfida alla 32/a America's Cup.
Lorenzo Rizzardi è Presidente dello Yacht Club sfidante e ideatore del progetto +39 Challenge.
Al debutto in questo tipo di competizione, la barca azzurra può comunque contare sull'esperienza di velisti di fama internazionale, come lo skipper Luca Devoti, medaglia d'argento nella Classe Finn ai giochi olimpici del 2000, e il timoniere Ian Percy, oro a Sydney.

Yacht Club Circolo Vela Gargnano
Numeri Velici ITA 59, ITA 85
Anno di fondazione del Team 2004
Designer Giovanni Ceccarelli
Skipper / Timoniere Luca Devoti, Timoniere Iain Percy
Capo del sindacato Lorenzo Rizzardi
Team leader Cesare Pasotti
Pozzetto Ian Walker, Gabriele Bruni, Andrew Simpson, Karlo Kuret
Sito web www.piu39challenge.it

Sailing team
Cesare Pasotti (Team Manager)
Luca Devoti (Sport and Technical Coordinator)
Roberto Ferrarese (General Coach)
Stig Westergaard (On board Coach)
Andrew Simpson (Stratega)
Danilo Arvigo (Grinder)
Pawel Bielecki (Grinder)
Chris Brittle (Grinder)
Alejandro Colla (Grinder)
Michele Gnutti (Grinder)
Micael Maier (Grinder)
Anthony Nossiter (Grinder)
Piero Romeo (Grinder)
Francesco Scalici (Grinder)
Gabriele Bruni (Sailmaker)
Grzegorz Baranowsky (Tailer)
Stefano Rizzi (Tailer)
Massimo Galli (Pit man)
Karlo Kuret (Runner)
Giuseppe Leopardi (Trimmer)
Iain Percy (Helmsman)
Corrado Rossignoli (Bowman)
Alessandro Santangelo (Bowman)
Christian Scherrer (Trimmer)
Rafael Trujillo (Tailer)
Bruno Birilli (Navigator)
Ian Walker (Afterguard)
Jacek Wysocki (Prodiere)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange

Louis Vuitton Cup: Desafio in semifinale 08.05.07

Non ce la fa Victory. La sconfitta contro il team neozelandese segna la sua eliminazione definitiva dalle semifinali.
Festeggia Desafio Espanol, nonostante la sconfitta contro gli americani. Il quarto posto è assicurato.

Il derby italiano ancora una volta è vinto da Luna Rossa, ormai saldamente al terzo posto.

Vittoria senza difficoltà per +39 che raggiunge quota 10 punti.
In fondo alla classifica Areva allunga con vincendo contro i tedeschi di United Internet Team Germany.

Fligth 10

  • China Team 0 2 +39 Challenge
  • United Internet Team Germany 0 2 Areva Challenge
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 2 Luna Rossa Challange
  • Victory Challange 0 2 Emirates Team New Zeland
  • Desafio Espanol 0 2 BMW ORACLE Racing

Classifica

01. 37 BMW ORACLE Racing
02. 36 Emirates Team New Zeland
03. 33 Luna Rossa Challange
04. 29 Desafio Espanol
05. 26 Victory Challange
06. 20 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 18 Team Shosholoza
08. 17 Areva Challenge
09. 10 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Louis Vuitton Cup - le barche: China Team 07.05.07

China TeamChina Team è il primo team cinese a prendere parte all'America's Cup.
Wang ha stretto una partnership con Le Défi, challenger francese nelle due precedenti edizioni della Coppa. Le Défi ha portato in dote l'esperienza accumulata in America's Cup e negli Acts 2004, informazioni progettuali, competenza manageriale ed un'ottima preparazione velica.

China Team è un progetto a lungo termine e per realizzarlo servirà ancora tempo. La nuova CHN 95 è arrivata a Valencia la settimana prima di Natale ed è stata messa in mare a metà Febbraio.

Yacht Club Qingdao International Yacht Club
Numeri Velici CHN 69, CHN 79, CHN 95
Anno di fondazione del Team 2005
Designer Daniel Andrieu, Hervé Devaux, Philippe Pallu de la Barrière
Skipper / Timoniere Pierre Mas
Capo del sindacato Chaoyang Wang
Manager operativo Luc Gellusseau
Executive manager Xavier de Lesquen
Pozzetto Sebastien Destremau, Wearn Haw Tan
Sito web www.china-team.org

Sailing team
Pierre Mas (Sailing manager, Skipper, Helmsman)
Sebastien Destremau (Tactician)
Wearn Haw Tan (Sail trimmer)
Andreas Landgren (Grinder)
Armand Coursodon (Pitman)
Aziz Essadek (Grinder)
Brice Jaffuel (Grinder, Physical trainer)
Charles Lim Yi Wong (Sail trimmer, Sewer)
Chenggi Liu (Sewer)
Damien Iehl (Trimmer)
Florent Chastel (Mid-bow)
Francois Carpente (Runner)
Francois Verdier (Mid-bow, Sewer)
Gilles Andre (Bowman)
Guillaume Florent (Trimmer, Electronics)
John Fries (Trimmer, Sail designer)
Jue Wang (Grinder)
Mikael Mergui (Trimmer)
Ming Feng Tang (Sail trimmer)
Olivier Herledant (Mast)
Olivier Maurelli (Grinder, Physical trainer)
Olivier Vigoureux (Pitman, Captain. Shore team: rigging)
Piotr Przybyslki (Sail trimmer)
Sylvain Barrielle (Sail trimmer, Sail program)
Thierry Barot (Grinder, runner)
Wenpei Zhang (Sail trimmer)
Xavier Husson (Pitman)
Zhao Fei (Sail trimmer)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol

Louis Vuitton Cup: Victory e Desafio, un posto per due 07.05.07

Una grande vittoria di Victory sugli spagnoli li fa ancora sperare per un posto nelle semifinali.
Bellissimo successo per +39 che batte Team Shosholoza.

Non riesce la doppietta a Luna Rossa sconfitta dai neozelandesi che ora lottano per conquistare il primo posto.

Nessuna difficoltà nelle regate di Areva e BMW ORACLE che hanno sconfitto rispettivamente China Team e i mascalzoni.

Fligth 9

  • +39 Challenge 2 0 Team Shosholoza
  • China Team 0 2 Areva Challenge
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 2 BMW ORACLE Racing
  • Victory Challange 2 0 Desafio Espanol
  • Luna Rossa Challange 0 2 Emirates Team New Zeland

Classifica

01. 35 BMW ORACLE Racing
02. 34 Emirates Team New Zeland
03. 31 Luna Rossa Challange
04. 29 Desafio Espanol
05. 26 Victory Challange
06. 20 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 18 Team Shosholoza
08. 15 Areva Challenge
09. 08 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing

Louis Vuitton Cup: lotta a due per accedere alle semifinali 06.05.07

Desafio battendo i tedeschi di United Internet Team Germany riesce a mantenere la quarta poszione, difendendola dagli attacchi di Victory; che a sua volta vince controAreva.

L'avventura di Mascalzone Latino termina, infrangendosi sulle mure di Shosholoza.
un'altra penalità per il team italiana spegne ogni sogno di gloria.

Regate senza storia quelle di Team New Zealand contro China Team e BMW ORACLE contro +39.

Fligth 8

  • United Internet Team Germany 0 2 Desafio Espanol
  • Team Shosholoza 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Emirates Team New Zealand 2 0 China Team
  • Areva Challenge 0 2 Victory Challange
  • +39 Challenge 0 2 BMW ORACLE Racing

Classifica

01. 33 BMW ORACLE Racing
02. 32 Emirates Team New Zealand
03. 31 Luna Rossa Challange
04. 29 Desafio Espanol
05. 24 Victory Challange
06. 20 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 18 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol

Louis Vuitton Cup: Desafio Espanol con un piede nella semifinale 05.05.07

Tutto come da programma nel flight 7, i neozelandesi battono i tedeschi, i cinesi perdono contro Mascalzone Latino, BMW ORACLE batte Areva, Luna Rossa sconfigge +39 (che aveva preso anche una penalità) e gli spagnoli tagliano il traguardo prima dei sudafricani.
Shosholoza è quindi aritmeticamente fuori dalle semifinali, mentre Luna Rossa e BMW ORACLE Racing sono già qualificate.

Niente da fare per i mascalzoni. Battuti da Desafio Espanol.
Ora gli spagnoli sono quasi sicuri di partecipare alle semifinali.
Per Mascalzone Latino ormai è un'utopia.

Fligth 4

  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 2 Desafio Espanol

Fligth 7

  • Emirates Team New Zealand 2 0 United Internet Team Germany
  • China Team 0 2 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Team Shosholoza 0 2 Desafio Espanol
  • Areva Challenge 0 2 BMW ORACLE Racing
  • +39 Challenge 0 2 Luna Rossa Challange

Classifica

01. 31 BMW ORACLE Racing
01. 31 Luna Rossa Challange
03. 30 Emirates Team New Zealand
04. 27 Desafio Espanol
05. 22 Victory Challange
06. 20 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 16 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol

Louis Vuitton Cup - le barche: Emirates Team New Zealand 04.05.07

Emirates Team New ZealandL'avventura neozelandese inizia nel 1986/87, ma l'attuale Emirates Team New Zealand fonda le sue radici nella vittoriosa avventura del 1995, quando la barca kiwi di Sir Peter Blake e Russell Coutts conquistò l'America's Cup.

Nel 2000 il Team New Zealand difese con successo la Coppa ad Auckland, battendo Luna Rossa.
Dopo che Russell Coutts e gran parte dell'equipaggio migrò in Svizzera verso Alinghi, venne realizzato uno scafo radicalmente nuovo per la nuova America's Cup e il risultato fu deludente: Alinghi vinse facilmente 5-0 la finale.

Oggi l storia sembra cambiata, Emirates ha vinto il campionato nel 2004 e nel 2006 con NZL 84.

Yacht Club Royal New Zealand Yacht Squadron
Numeri Velici NZL 81, NZL 82, NZL 84, NZL 92
Anno di fondazione del Team 1993
Designer ETNZ design team
Skipper / Timoniere Dean Barker
Direttore managing Grant Dalton
Pozzetto Terry Hutchinson, Kevin Hall, Adam Beashall and Ray Davies
Sito web www.emiratesteamnz.com

Sailing team
Kevin Shoebridge (Director of sailing & operations)
Den Barker (Afterguard, Skipper)
Ben Ainslie (Afterguard)
Adam Beashel (Afterguard)
Ray Davies (Afterguard)
Kevin Hall (Afterguard)
Kelvin Harrap (Afterguard)
Terry Hutchinson (Afterguard)
Mark Mendelblatt (Afterguard)
Ian Moore (Afterguard)
Stuart Bettany (Bow, mast & pit)
Nick Heron (Bow, mast & pit)
Jeremy Lomas (Bow, mast & pit)
Matthew Mason (Bow, mast & pit)
Barry McKay (Bow, mast & pit)
Richard Meacham (Bow, mast & pit)
Andrew McLean (Bow, mast & pit)
Tony Rae (Bow, mast & pit)
Chris McAsey (Grinder)
Jonathan Macbeth (Grinder)
Winston Macfarlane (Grinder)
Rob Waddell (Grinder)
Chris Ward (Grinder)
Don Cowie (Trimmer)
James Dagg (Trimmer)
Andy Hemmings (Trimmer)
Grant Loretz (Trimmer)
Chris Salthouse (Trimmer)
Rob Salthouse (Trimmer)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange

Louis Vuitton Cup - le barche: Desafio Espanol 04.05.07

Desafio EspanolQuarta sfida per gli spagnoli dopo le Louis Vuitton Cup del 1992, 1995 e 1999.
Desafio Espanol ha acquistato dal team americano OneWorld le due barche della precedente edizione della Coppa e le hanno utilizzate come piattaforma per eseguire test e allenamenti, insieme con la ex America True, USA-51.

A Valencia, nel 2005, Desafio Espanol ha esordito concludendo il campionato in quinta posizione. Sesto posto nel 2006.

L'obiettivo della sfida spagnola è chiaro, la semifinale.

Yacht Club Real Federación Espanola de Vela
Numeri Velici ESP 65, ESP 67, ESP 88, ESP 97
Anno di fondazione del Team 2004
Designer John Reichel, Jim Pugh & Scott Graham
Skipper / Timoniere Karol Jablonski, Jesper Radich
Capo del sindacato Agustín Zulueta
Team leader Luis Doreste
Pozzetto John Cutler, Matt Wachowicz, Toni Rey, Santiago López-Vázquez, Juan Luis Páez
Sito web www.desafioespanol2007.com

Sailing team
Luis Doreste (Sports Director / Strategist)
Karol Jablonski (Skipper / Helmsman)
Jesper Radich (Helmsman)
John Cutler (Tactician / Technical Director)
Tony Rey (Tactician)
Santiago Lopez Vazquez (Strategist)
Matt Wachowicz (Navigator)
Juan Luis Paez (Navigator)
Aureliano Negrin (Main Trimmer)
David Vera (Mastman)
Diego Guigou (Pitman)
Victor Marino (Runner)
Enrique Cameselle (Mastman)
Mikkel Rossberg (Genoa Trimmer)
Domingo Manrique (Trimmer)
Federico Giovannelli (Grinder)
Fernando Sales (Trimmer)
Gabriel De Llano (Trimmer)
Hartwell Jordan (Main Trimmer)
Inaki Martinez (Afterguard)
Inigo Etxaniz (Trimmer)
Inigo Losada (Grinder)
Jaime Arbones (Grinder)
Jorge Ondo (Trimmer)
Juan Pablo Cadario (Grinder)
Laureano Wizner (Traveller)
Marcos Iglesias (Trimmer)
Mauro Maiola (Grinder)
Miguel Jauregui (Afterguard)
Nuno Barreto (Genoa trimmer)
Pablo Diaz-Munio (Afterguard)
Pablo Rosano (Afterguard)
Pedro Mas (Afterguard)
Virgilio Torrecilla (Grinder)
Carlo Castellano (Grinder)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand

Louis Vuitton Cup: BMW ORACLE la più forte 04.05.07

Dopo l'ennesima sospensione delle regate di ieri, è arrivata un'altra doccia fredda per Mascalzone Latino.
Il comitato di regata ha deciso la ripetizione del match contro Desafio Espanol e una multa di 10.00 euro per l'uso irregolare del paterazzo.

Nel flight 5 nuovo successo di BMW ORACLE ai danni di Luna Rossa che aveva condotto per metà regata.
Il derby italiano viene vinto da Mascalzone Latino, +39 ha rimediato anche una penalità.
I mascalzoni battono anche i tedeschi e continuano a sperare di ragiungere le semifinali.
Nel sesto flight arriva il secondo ko della giornata di +39 contro Victory Challange.

Shosholoza a fasi alterne, vince contro i cinesi e perde contro Team New Zealand.
Neozelandesi che nel flight 5 avevano battuto i diretti rivali di Desafio Espanol.

Fligth 5

  • United Internet Team Germany 0 2 Victory Challange
  • BMW ORACLE Racing 2 0 Luna Rossa Challange
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 +39 Challenge
  • Team Shosholoza 2 0 China Team
  • Desafio Espanol 0 2 Emirates Team New Zealand

Fligth 6

  • Luna Rossa Challange 2 0 Areva Challenge
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 United Internet Team Germany
  • Victory Challange 2 0 +39 Challenge
  • Desafio Espanol 2 0 China Team
  • Emirates Team New Zealand 2 0 Team Shosholoza

Classifica

01. 29 BMW ORACLE Racing
01. 29 Luna Rossa Challange
03. 28 Emirates Team New Zealand
04. 23 Desafio Espanol
05. 22 Victory Challange
06. 18 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 16 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol.

Louis Vuitton Cup - le barche: Luna Rossa Challange 04.05.07

Luna Rossa ChallangeLuna Rossa è stata la seconda barca italiana a vincere la Louis Vuitton Cup nel Febbraio 2000.

Non andò altrettano bene ell'edizione 2002/2003, dove fu eliminata nelle semifinali.
A Valencia, Francesco de Angelis può contare sul campione australiano James Spithill.

Risultati altalenanti nel atti 2004, 2005 e 2006.
C'è da dire che Prada è stato il primo team ad allestire la base in Spagna e a cominciare gli allenamenti in mare.

Secondo gli esperti, la nuova ITA 94 sarebbe una barca molto diversa dalla precedente ed abbastanza aggressiva nel concetto.

Yacht Club Yacht Club Italiano
Numeri Velici ITA 74, ITA 80, ITA 86, ITA 94
Anno di fondazione del Team 1997
Designer Luna Rossa Design Team
Skipper / Timoniere Francesco de Angelis, James Spithill
Capo del sindacato Patrizio Bertelli
Pozzetto Francesco Bruni, Torben Grael, Andrew Horton, Michele Ivaldi, Charlie McKee
Sito web www.lunarossachallenge.com

Sailing team
Francesco de Angelis (Skipper)
James Spithill (Helmasman)
Torben Grael (Tactician)
Francesco Bruni (Afterguard)
Andy Horton (Afterguard)
Michele Ivaldi (Navigator)
Charlie McKee (Tactician)
Magnus Augustson (Grinder, Runner)
Paolo Bassani (Bowman)
Nacho Braquehais Sarrion (Main Trimmer)
Daniele Bresciano (Grinder)
Thomas Burnham (Pitman)
Michele Cannoni (Grinder, Runner)
Simone De Mari (Pitman)
Ben John Durham (Runner, Meteo)
Steve Erickson (Sailing Operational Manager)
Shannon Falcone (Pitman)
Andersen Fethers (Bowman)
Daniel Fong (Trimmer)
Massimo Gherarducci (Grinder, Pitman)
Christian Kamp (Trimmer)
Emanuele Marino (Grinder)
Jonathan McKee (Main Trimmer)
Manuel Modena (Runner, Meteo)
Joe Newton (Trimmer)
Gilberto Nobili (Grinder Mainsail)
Claudio Novi (Midbow / Bowman)
Matteo Plazzi (Navigator)
Philippe Presti (Afterguard)
Romolo Ranieri (Grinder)
Tom Schnackenberg (Navigator)
Massimiliano Sirena (Midbowman)
Alan Smith (Bowman)
Grant Spanhake (Sail Coordinator)
Andrew Taylor (Grinder)
Phil Trinter (Grinder)
Tatsuya Wakinaga (Trimmer)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team

Louis Vuitton Cup: Mascalzone ci prova, Luna Rossa al comando 02.05.07

Dopo l'ennesima giornata di stop, ma questa volta per troppo vento, riprende il Round Robin 2 a Valencia.

Cinesi che iniziano male. Senza randa, entrano in ritardo nel campo di regata e ottengono una penalità. Regata finita e due punti per Victory.

La vittoria di Desafio Espanolo sui francesi, nel flight 3, elimina aritmeticamente +39 Challange, United Internet Team Germany e China Team dalle semifinali.

Shosholoza replica la regata del primo Round Robin contro BMW ORACLE. Prima nei primi due lati e poi sorpasso degli americani.
Americani che bisseranno il successo anche contro gli svedesi, ma quanta sofferenza. Stupende le manovre nelle due boe di bolina.

Emirates Team New Zealand e Luna Rossa conquistano quattro punti ciascuna. La barca italiana continua a guidare la classifica insieme al team di Larry Ellison.

I tedeschi smuovono il fondo della classifica vincendo la regata contro China Team.

Fligth 3

  • Desafio Espanol 2 0 Areva Challenge
  • +39 Challenge 0 2 Emirates Team New Zealand
  • United Internet Team Germany 0 2 Luna Rossa Challange
  • China Team 0 2 Victory Challange
  • Team Shosholoza 0 2 BMW ORACLE Racing

Fligth 4

  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 Desafio Espanol
  • Emirates Team New Zealand 2 0 Areva Challenge
  • China Team 0 2 United Internet Team Germany
  • Luna Rossa Challange 2 0 Team Shosholoza
  • BMW ORACLE Racing 2 0 Victory Challange

Classifica

01. 27 BMW ORACLE Racing
01. 27 Luna Rossa Challange
03. 24 Emirates Team New Zealand
04. 21 Desafio Espanol
05. 18 Victory Challange
06. 16 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 14 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team

Louis Vuitton Cup: semifinali più lontane per i mascalzoni 30.04.07

Problema allo strallo per BMW ORACLE, che deve navigare in bolina senza genoa.
Prima vittoria, insperata per il team cinese.

Giornata nera per le seconde linee italiane.
Mascalzone Latino che si complica la vita prendendo una penalità al cancello di poppa, in quello cher è stato un bel match race contro Areva.
Due punti persi e semifinali che diventano sempre più un miraggio.
Niente da fare anche nella sfinda contro Team New Zealand.

Parte ottimamente +39, sempre davanti a Desafio Espanol. La rottura alla scotta permette però il recupero degli spagnoli che giungono sul traguardo con un vantaggio di un solo secondo.
Nel recupero del primo flight +39 perde ancora questa volta contro i francesi, in una regata caratterizzata da errori e penalizzazioni.

Vittoria senza sofferenze per Luna Rossa che ora è al comando della classifica insieme agli americani.

Da segnalare che Mascalzone Latino è stato multato di 10.000 euro dalla giuria per una violazione tecnica del regolamento di stazza dell’America’s Cup Class.
Il team italiano avrebbe utilizzato una vernice differente da quelle ammesse dall’America’s Cup Class Rule.

Fligth 1

  • Emirates Team New Zealand 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Areva Challenge 2 0 +39 Challenge

Fligth 2

  • Team Shosholoza 2 0 United Internet Team Germany
  • BMW ORACLE Racing 0 2 China Team
  • Luna Rossa Challange 2 0 Victory Challange
  • +39 Challenge 0 2 Desafio Espanol
  • Areva Challenge 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team

Classifica

01. 23 BMW ORACLE Racing
01. 23 Luna Rossa Challange
03. 20 Emirates Team New Zealand
04. 19 Desafio Espanol
05. 16 Victory Challange
06. 14 Mascalzone Latino - Capitalia Team
06. 14 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 03 United Internet Team Germany
10. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team

Louis Vuitton Cup - le barche: Team Shosholoza 29.04.07

Team ShosholozaEsordio assoluto per una barca sudafricana alla Louis Vuitton Cup.
Il nome Shosholoza deriva da un'antica canzone da lavoro sudafricana e letteralmente significa "spingiamo come se fossimo una persona sola".

la scelta dello skipper era caduta su Geoff Meek, ma a causa di un incidente è stato sostituitom, dopo il 2005, da Mark Sadler supportato da due campioni della vela italiani, Paolo Cian al timone e Tommaso Chieffi come tattico.

Nel Campionato ACC 2006 i sudafricani sono finiti settimi.

Yacht Club Royal Cape Yacht Club
Numeri Velici RSA 83
Anno di fondazione del Team 2003
Progettista Jason Ker
Skipper / Timoniere Mark Sadler, Paolo Cian
Capo del sindacato Comandante Salvatore Sarno
Pozzetto Ian Ainslie, Tommaso Chieffi, Marc Lagesse
Sito web www.teamshosholoza.com

Sailing team
Mark Sadler (Skipper)
Paolo Cian (Sports director / Helmsman / Match Racing Coach)
Tommaso Chieffi (Sports director / Tactician)
Ian Ainslie (Strategist)
Tim Kroger (Boat Captain)
Marc Lagesse (Navigator)
Paul Standbridge (Sailing manager)
Marcello Burricks (Allrounder)
Solomon Dipeere (Pitman)
Magnus Doole (Mastman)
Moctar Fall (Grinder)
Pierluigi Fornelli (Trimmer)
Nicholas Fuller (Grinder)
Michael Giles (Downwind trimmer)
Joe Heywood (Mid bowman)
Brett Jones (Trimmer)
Richard Kohler (Grinder)
Golden Mgedeza (Bowman)
Charles Nankin (Mast Man)
Shaun Pammenter (Grinder)
Salvatore Pavoni (Trimmer)
David Rae (Mainsail trimmer)
Reinhardt Rauscher (Grinder)
Alex Runciman (Upwind trimmer)
Ashton Sampson (Mid bow)
Johann Spilhaus (Grinder)
Ken Venn (Bowman)
Gui Verhovert (Pitman)
Camron Wills (Grinder)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany

Louis Vuitton Cup - le barche: Mascalzone Latino - Capitalia Team 29.04.07

Mascalzone Latino - Capitalia TeamMascalzone Latino è alla seconda sfida consecutiva, guidato da Vincenzo Onorato, armatore e presidente di "Moby".
Harry Dunning, ex senior designer presso Reichel & Pugh, ha coordinato il programma progettuale.

Mascalzone Latino conquista la migliore posizione nel campionato ACC 2006, quinto posto nel 2006.
L'obiettivo dei "mascalzoni" è uno solo, raggiungere le semifinali della Louis Vuitton Cup.

Yacht Club Reale Yacht Club Canottieri Savoia
Numeri Velici ITA 66, ITA 77, ITA 90, ITA 99
Anno di fondazione del Team 2002
Designer Harry Dunning, Mascalzone Latino-Capitalia Team design team
Skipper / Timoniere Vasco Vascotto / Flavio Favini, Jes Gram-Hansen
Capo del sindacato Vincenzo Onorato
Pozzetto Cameron Dunn, Michele Paoletti, Nacho Postigo, Flavio Grassi, Adrian Stead, Rasmus Kostner
Sito web www.mascalzonelatino.com

Sailing team
Vincenzo Onorato (Team "Boss")
Vasco Vascotto (Skipper / Tactician / Helmsman)
Mauro Pelaschier (Coach)
Flavio Favini (Helmsman)
Luca Albarelli (Mast Man)
Matteo Auguadro (Bowman)
Lars Borgström (Trimmer)
Paolo Bottari (Bowman)
Cesare Bozzetti (Mainsheet traveler)
Santino Giuseppe Brizzi (Runner - Pit Assist)
Maciel Cicchetti (Trimmer)
Marco Constant (Project Coordinator - Main Sail Trimmer)
Pierluigi De Felice (Trimmer)
Daniele De Luca (Trimmer)
Chris Dougall (Runner / Pit Assist)
Cameron Dunn (Helmsman)
Giulio Giovanella (Mid bow / Sail Vision)
Jes Gram-Hansen (Starting Helmsman)
Flavio Grassi (Navigator)
Cristian Griggio (Pitman)
Rasmus Kostner (Tactician)
Pietro Mantovani (Mid Bowman)
Andrea Mocchetto (Main Grinder / Mast Man)
Marco Montis (Grinder)
Edoardo Natucci (Grinder)
Michele Paoletti (Traveller - Main Sail Trimmer)
Massimo Paradiso (Grinder)
Andrea Pavan (Grinder)
Nicola Pilastro (Main Grinder)
Nacho Postigo (Navigator)
Nicolò Robello (Grinder)
Angelo Romanengo (Pitman)
Miguel Sanchez-Cuenca (Weather man)
George Skuodas (Mast man)
Adrian Stead (Tactician)
Davide Tizzano (Grinder)
Guido Antar Vigna (Mast man - mid bow)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza

Louis Vuitton Cup: solo metà flight, Victory Challange allunga 29.04.07

Ancora e sempre vento scarso e incerto.
Oggi si è corso soltanto metà del primo flight del secondo Round Robin.

Senza storia la regata di Luna Rossa che stravince sui cinesi. Parte male il team italiano, ma la superiorità è netta fin da subito.
Lo dimostra anche il fatto che China Team perde lo spinnaker in acqua dopo una pessima virata al cancello di poppa.

Un'altra facile vittoria anche per BMW ORACLE Racing contro i tedeschi.

Sfortunato il team sudafricano. Shosholoza rompe il tangone a metà regata e perde nell'ultimo lato di poppa.
Due punti importantissimi per Victory Challange.

Vi ricordo che nel secondo Round Robin si correrà soltanto un flight, a meno di modifiche dell'ultima ora.

Fligth 1

  • BMW ORACLE Racing 2 0 United Internet Team Germany
  • Victory Challange 2 0 Team Shosholoza
  • Luna Rossa Challange 2 0 China Team
  • Emirates Team New Zealand postponed Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Areva Challenge postponed +39 Challenge

Classifica

01. 23 BMW ORACLE Racing
02. 21 Luna Rossa Challange
03. 18 Emirates Team New Zealand
04. 17 Desafio Espanol
05. 16 Victory Challange
06. 14 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 12 Team Shosholoza
08. 09 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 03 United Internet Team Germany
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team

Louis Vuitton Cup: poco vento, solo due regate 28.04.07

Solo quattro regate del primo flight, ieri.
Indovinate il perché? esatto ancora assenza di vento.

China Team non si presenta. Primi punti, a tavolino, per +39, che poi bissa contro i tedeschi.
Nella sfida Tra Areva e Team Germany, vinconi questi ultimi.
Francesi di nuovo sconfitti anche contro i sudafricani.


Piccoli movimenti nel fondo della classifica.

Fligth 10

  • Areva Challenge 2 0 United Internet Team Germany
  • +39 Challenge 2 0 China Team
  • Luna Rossa Challange postponed Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Emirates Team New Zealand postponed Victory Challange
  • BMW ORACLE Racing postponed Desafio Espanol

Fligth 11

  • +39 Challenge 2 0 United Internet Team Germany
  • Team Shosholoza 2 0 Areva Challenge
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team postponed Victory Challange
  • Luna Rossa Challange postponed Desafio Espanol
  • Emirates Team New Zealand postponed BMW ORACLE Racing

Classifica

01. 19 BMW ORACLE Racing
02. 16 Emirates Team New Zealand
03. 15 Luna Rossa Challange
03. 15 Desafio Espanol
05. 14 Mascalzone Latino - Capitalia Team
06. 12 Victory Challange
07. 12 Team Shosholoza
08. 09 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 03 United Internet Team Germany
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7 , Flight 8 e 9
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa chiude il RR1 al secondo posto 28.04.07

Giornata caratterizzata dai salti di vento.
Nel derby italiano, Luna Rossa trionfa su Mascalzone Latino e sugli spagnoli. Da segnalare lo spinnaker dei mascalzoni finito in acqua.

Straordinaria vittoria di Desafio Espanol ai danni degli americani. Gli spagnoli si confermano un team temibile. La sfida per le semifinali si accende.
Vittoria anche per Emirates Team New Zealand su Victory.

Nel big match tra neozelandesi e americani, il team di Ellison va a vincere e mantiene il primo posto in classifica grazie ad un'ottima rimonta.

Luna Rossa chiude il primo Round Robin al secondo posto, Mascalzone Latino al quinto (a tre punti dalle semifinali) e +39 al nono posto (2 vittorie all'attivo).

Fligth 10

  • Luna Rossa Challange 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Emirates Team New Zealand 2 0 Victory Challange
  • BMW ORACLE Racing 0 2 Desafio Espanol

Fligth 11

  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 2 Victory Challange
  • Luna Rossa Challange 2 0 Desafio Espanol
  • Emirates Team New Zealand 0 2 BMW ORACLE Racing

Classifica

01. 21 BMW ORACLE Racing
02. 19 Luna Rossa Challange
03. 18 Emirates Team New Zealand
04. 17 Desafio Espanol
05. 14 Victory Challange
05. 14 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 12 Team Shosholoza
08. 09 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 03 United Internet Team Germany
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany

Louis Vuitton Cup - le barche: United Internet Team Germany 26.04.07

United Internet Team GermanyPrima volta di un challanger tedesco alla conquista dell'America's Cup.
I tedeschi, che si affidano all'esperienza di Jesper Bank, hanno acquistato la barca di Mascalzone Latino 2002, ribattezzandola GER 72. Con questo scafo, modificato per la versione 5 della ACC (America's Cup Class), ha gareggiato nella stagione 2005 e 2006.

Un team che certo non punto alla vittoria finale, ma piuttosto a farsi le ossa, imparare e perché no fare anche bella impressione.

A Valencia United Internet arriva con la nuova GER 89.

Yacht Club Deutscher Challenger Yacht Club
Numeri Velici GER 72, GER 89
Anno di fondazione del Team 2005
Designer Axel Mohnhaupt, Fietje Judel, UITG Design Group
Skipper / Timoniere Jesper Bank, Michael Hestbaek
Capo del sindacato Michael Scheeren
Direttore tecnico Eberhard Magg
Pozzetto David Dellenbaugh, Conan Hunt, Philippe Mourniac
Sito web www.united-internet-team-germany.de

Sailing team
Jesper Bank (Skipper / Helmsman)
David Dellenbaugh (Tactician)
Lutz Patrunky (Coach and sports manager)
Henrik Blakskjær (Pitman)
Michael Hestbæk (Trimmer, backup helmsman)
Thomas Jacobsen (Traveller)
Philippe Mourniac (Navigator)
Jan Schoepe (Floater)
Gerrit Bottemöller (Mast)
Wolf Dietz (Midbow)
Markus Koy (Mast)
Guillermo Altadill (Trimmer, weather team)
Alexander Krause (Traveller)
Matti Paschen (Trimmer)
Mike Mottl (Trimmer)
Conan Hunt (Strategist)
Carsten Schon (Trimmer)
Fredrik Green (Runner Grind)
Stefan Großmann (Grinder)
Michael Müller (Midbow)
Henning Sohn (Grinder)
Jochen Wolfram (Grinder)
Henrik Norberg (Grinder)
Dominik Neidhart (Grinder)
Oliver-Sven Buder (Grinder)
Christian Buck (Runner grind)
Tim Daase (Foredeck)
Nicolai Jeschonnek (Midbow, boat captain)
Jean Marie Dauris (Foredeck)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7
LVC le barche: Victory Challange

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa annichilisce Team New Zealand 26.04.07

Vittoria di carattere di Victory contro Areva. Con una manovra perfetta effettua la penalità sulla linea di arrivo, risucendo a tenere la prua davanti alla barca francese.
Continua la cavalcata di Desafio Espanol anche nel flight 8 e 9. Battendo rispettivamente i tedeschi e gli svedesi.
China Team non si presenta alla partenza regalando due punti a Emirates Team New Zealand, ancora problemi all'albero.

BMW ORACLE Racing ancora a punti contro +39.

Shosholoza sfortunata. Rompe due spinnaker nella regata vinta da Mascalzone Latino.

Parte alla grande Luna Rossa nel big match contro Team New Zealand. Neozelandesi che prendono anche una penalità nel pre-partenza. Luna Rossa che risponde con una pessima ammainata del genoa alla prima boa, ma sempre con una marcia in più.
Finisce con la vittoria del team italiano dopo una spettacolare manovra sulla linea d'arrivo,.
Con Barker che fino all'ultimo ha cercato di annullare la penalità dei neozelandesi.

Iniziano dopo le 18 le ultime tre regate, Shosholoza contro +39 e BMW ORACLE contro i mascalzoni (più Areva in solitario per abbandono dei cinesi), per colpa di un calo del vento.
I risultati vedono la sconfitta dei due team italiani.

Fligth 8

  • Desafio Espanol 2 0 United Internet Team Germany
  • Victory Challange 2 0 Areva Challenge
  • China Team 0 2 Emirates Team New Zealand
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 Team Shosholoza
  • BMW ORACLE Racing 2 0 +39 Challenge

Fligth 9

  • Desafio Espanol 2 0 Victory Challange
  • Emirates Team New Zealand 0 2 Luna Rossa Challange
  • Areva Challenge 2 0 China Team
  • Team Shosholoza 2 0 +39 Challenge
  • BMW ORACLE Racing 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team

Classifica

01. 19 BMW ORACLE Racing
02. 16 Emirates Team New Zealand
03. 15 Luna Rossa Challange
03. 15 Desafio Espanol
05. 14 Mascalzone Latino - Capitalia Team
06. 12 Victory Challange
07. 10 Team Shosholoza
08. 07 Areva Challenge
09. 03 United Internet Team Germany
10. 02 +39 Challenge
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa rialza la testa e i mascalzoni sono quarti 25.04.07

Ottime regate per il team spagnolo che ha saputo vincere sia contro China Team sia contro Shosholoza.
Desafio Espanol ha dimostrato ancora una volta di essere una barca estremamente veloce.

Senza storia le regate dei tre principali team BMW ORACLE, Luna Rossa e Emirates Team New Zealand che hanno vinto tutti i match a disposizione.

Vincono i mascalzoni contro i tedeschi nel primo flight e contro i cinesi per abbandono di questi ultimi.
Ancora sconfitte per +39 che non riesce a ingranare la marcia giusta.

Fligth 6

  • China Team 0 2 Desafio Espanol
  • Emirates Team New Zealand 2 0 Team Shosholoza
  • Areva Challenge 0 2 Luna Rossa Challange
  • United Internet Team Germany 0 2 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • +39 Challenge 0 2 Victory Challange

Fligth 7

  • BMW ORACLE Racing 2 0 Areva Challenge
  • Luna Rossa Challange 2 0 +39 Challenge
  • United Internet Team Germany 0 2 Emirates Team New Zealand
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 China Team
  • Desafio Espanol 2 0 Team Shosholoza

Classifica

01. 15 BMW ORACLE Racing
02. 14 Emirates Team New Zealand
03. 13 Luna Rossa Challange
04. 12 Mascalzone Latino - Capitalia Team
05. 11 Desafio Espanol
06. 10 Victory Challange
07. 08 Team Shosholoza
08. 05 Areva Challenge
09. 03 United Internet Team Germany
10. 02 +39 Challenge
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5
LVC le barche: Victory Challange

Louis Vuitton Cup - le barche: Victory Challange 25.04.07

Victory ChallangePer Victory Challange questa è la seconda partecipazione consecutiva alla Louis Vuitton Cup e la quinta di sempre per un team svedese.
Il challanger dispone di un solo scafo, SWE 96 varata il 9 Febbraio 2007.
Il progettista è German 'Mani' Frers.

Barca molto forte nelle regate di flotta, ha vinto il Louis Vuitton Act 5, non delude neanche nel match race anche se resta lontana dai big 4.

Yacht Club Gamla Stans Yacht Sällskap - Stoccolma
Numeri Velici SWE 63, SWE 73, SWE 96
Anno di fondazione del Team 2000
Designer German 'Mani' Frers Jr. and German Frers and team
Skipper / Timoniere Magnus Holmberg, Mattias Rahm
Ideatore del progetto Hugo Stenbeck
Pozzetto Johan Barne, Neal McDonald, Stefan Rahm, Santiago Lange, Morgan Larson
Sito web www.victorychallenge.com

Sailing team
Magnus Holmberg (Skipper)
Morgan Larson (Strategist and Tactician)
Alicia Ageno (Navigator)
Johan Barne (Navigator)
Simon Fisher (Navigator)
Santiago Lange (Traveller)
Neal McDonald (Traveller)
Mattias Rahm (Second helmsman/stratega)
Stefan Rahm (Tactician)
Martin Strandberg (Weather/strategist)
Oscar Angervall (Backstay trimmer/traveller)
David Carr (Mainsail grinder)
Anders Dahlsjö (Mastman/boat captain)
Jens Dolmer (Mainsail grinder)
David Endean (Pitman/boat captain)
Thierry Fouchier (Spinnaker trimmer)
Morten Halkier (Spinnaker trimmer)
Thomas Hallberg (Mastman)
Nathan Hislop (Port grinder)
Keats Keeley (Midbowman)
Andrew Lewis (Backstay grinder)
Lars Linger (Genoa trimmer)
Oskar Ljung (Spinnaker trimmer)
Richard Mason (Backstay grinder/boat captain)
Andy Meiklejohn (Midbowman)
Anthony Merrington (Mastman)
Luke Molloy (Mainsail trimmer)
Gustav Morin (Starboard grinder)
Ben Morrison-Jack (Midbowman)
Tony Mutter (Backstay/genoa trimmer)
Mal Parker (Genoa/spinnaker trimmer)
Pepe Ribes (Bowman)
Matt Smith (Pitman)
Mark Strube (Starboard grinder)
Richard Sydenham (Backstay trimmer)
Sebastian Tenghage (Port grinder)
Kasper Vang (Backstay grinder)
Jonas Wackenhuth (Bowman)
Henrik Walderyd (Mainsail trimmer)
Ian Weighell (Starboard grinder)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 5 e 6

Louis Vuitton Cup: la disfatta di Luna Rossa 24.04.07

Dopo la nuova sosta forzata di ieri, oggi torna la brezza sugli specchi d'acqua di Valencia.
Brutta sconfitta di Mascalzone Latino contro gli spagnoli nel primo flight.
Dopo uno stupendo match race, serratissimo nella prima bolina, la barca italiana non è mai riuscita a recuperare lo svantaggio da Desafio.
Vincenti nel secondo, nel derby italiano contro +39.

Senza storia la regata tra i tedeschi e i cinesi, con i primi che hanno saputo portare a casa i primi due punti nella Louis Vuitton Cup.

Male anche Luna Rossa, che perde entrambe le regate, la prima regata contro i sudafricani di Shosholoza. Sempre dietro il team italiano, ha pagato probabilmente il primo lato di bolina e il poco vento.
La seconda per pochi secondi contro BMW ORACLE.
BMW ORACLE che continua guidare la classifica imbattuta, anche grazie al successo, nel primo flight, sugli svedesi di Victory Challange.

Victory Challenge che si riprende immediatamente vincendo contro i tedeschi.
Ottima giornata pe Team New Zealand che guadagna quattro punto contro Areva Challange e Desafio Espanol.

Fligth 4

  • United Internet Team Germany 2 0 China Team
  • Team Shosholoza 2 0 Luna Rossa Challange
  • Victory Challange 0 2 BMW ORACLE Racing
  • Areva Challenge 0 2 Emirates Team New Zealand
  • Desafio Espanol 2 0 Mascalzone Latino - Capitalia Team

Fligth 5

  • +39 Challenge 0 2 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Emirates Team New Zealand 2 0 Desafio Espanol
  • Victory Challange 2 0 United Internet Team Germany
  • Luna Rossa Challange 0 2 BMW ORACLE RacingAreva Challenge
  • China Team 0 2 Team Shosholoza

Classifica

01. 13 BMW ORACLE Racing
02. 10 Emirates Team New Zealand
03. 09 Luna Rossa Challange
04. 08 Mascalzone Latino - Capitalia Team
04. 08 Victory Challange
04. 08 Team Shosholoza
07. 07 Desafio Espanol
08. 05 Areva Challenge
09. 03 United Internet Team Germany
10. 02 +39 Challenge
11. 01 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3

Louis Vuitton Cup: terzo flight 22.04.07

Torna il vento a Valencia, ma solo per un flight.
Luna Rossa archivia agilmente la regata contro i tedeschi.
Nessuna difficoltà anche per Team New Zealand che va a vincere la prima regta contro +39.

Vince anche BMW ORACE, ma dopo aver sofferto per metà gara rimanendo dietro ai sudafricani.
Proprio dopo una ammainata disastrosa di Shosholoza, con conseguente perdita del gennaker, è incominciato il recupero della barca americana.

Nello scontro diretto tra Areva e Desafio, vincono i francesi. Spagnoli rallentati dalla rottura del tangone.

Facile vittoria anche di Victory su China Team nell'unico flight della giornata.

Fligth 3

  • Luna Rossa Challange 2 0 United Internet Team Germany
  • Victory Challange 2 0 China Team
  • BMW ORACLE Racing 2 0 Team Shosholoza
  • Areva Challenge 2 0 Desafio Espanol
  • Emirates Team New Zealand 2 0 +39 Challenge

Classifica

01. 9 BMW ORACLE Racing
01. 9 Luna Rossa Challange
03. 6 Emirates Team New Zealand
03. 6 Mascalzone Latino - Capitalia Team
03. 6 Victory Challange
06. 5 Desafio Espanol
06. 5 Areva Challenge
08. 4 Team Shosholoza
09. 2 +39 Challenge
10. 1 United Internet Team Germany
10. 1 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop

Louis Vuitton Cup: bonaccia 21.04.07

Niente vento anche oggi. Regate annullate
Per domani previsti i recuperi dei flights di oggi.
Le previsioni indicano una brezza tra i 10 ed i 12 nodi.

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2

Louis Vuitton Cup: la giornata di Mascalzone Latino 20.04.07

Finalmente il vento è arrivato e non sono mancate le emozioni a Valencia.
Una superba prestazione di Mascalzone Latino permette all'imbarcazione partenopea di battere i favoritissimi neozelandesi.
Mascalzone è riuscito a tenere dietro per tutte le 2,6 miglia l'imbarcazione kiwi, terminando la regata con un arrivo al cardiopalma.
La bella giornata dei mascalzoni si è conclusa con un'altra vittoria su Areva.

Tutto facile per Luna Rossa e BMW ORACLE. Due vittorie a testa, 7 punti e vetta della classifica.
Minimo sindacale per chi la Louis Vuitton Cup la vuole vincere.

Prima vittoria africana alla LVC. A portare a casa questo successo è il team sudafricano Shosholoza che sbaraglia i tedeschi.

Grossi problemi per +39, che esce sconfitta da entrambe i flight; regatava contro Areva e Desafio Espanol.
La barca italiana non è mai entrata in partita. Si attende l'albero nuovo per domani.

Fligth 1

  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 Emirates Team New Zealand
  • +39 Challenge 0 2 Areva Challenge
  • United Internet Team Germany 0 2 BMW ORACLE Racing
  • Team Shosholoza 0 2 Victory Challange
  • China Team 0 2 Luna Rossa Challange

Fligth 2

  • Desafio Espanol 2 0 +39 Challenge
  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 2 0 Areva Challenge
  • United Internet Team Germany 0 2 Team Shosholoza
  • China Team 0 2 BMW ORACLE Racing
  • Victory Challange 0 2 Luna Rossa Challange

Classifica

01. 7 BMW ORACLE Racing
01. 7 Luna Rossa Challange
03. 6 Mascalzone Latino - Capitalia Team
04. 5 Desafio Espanol
05. 4 Emirates Team New Zealand
05. 5 Victory Challange
05. 5 Team Shosholoza
08. 3 Areva Challenge
09. 2 +39 Challenge
10. 1 United Internet Team Germany
10. 1 China Team

LVC RR1: primi giorni

Louis Vuitton Cup: manca il vento 19.04.07

Tre giorni senza commenti.
Tre giorni (quattro?) senza la Louis Vuitton Cup.
Non c'è vento a Valencia e le regole sono chiare, sotto i sette nodi non si parte.

E così non si può fare altro che aspettare.
A poco vale recriminare se la sfida si disputi nelle acque iberiche invece che nei nostrani specchi di Napoli o Trapani.
Al più si può sperare nel miracolo di vedere un giorno la coppa in Liguria grazie a Luna Rossa.

Nel tempo che vi resta tra una preghiera ed una toccatina agli amuleti di famiglia, soffiate.
Non si sa mai...

Inizia la sfida ad Alinghi 15.04.07

Come già per il 93° Tour de France e la Coppa del Mondo FIFA Germania 2006, questo blog tornerà a seguire altri due grandi eventi sportivi la Louis Vuitton Cup e l'America's Cup.
Allora a domani con le prime gare.

Buon vento!

Louis Vuitton Act 12: undicesimo giorno 02.07.06

Emirates Team New Zealand si impone, nella bella, su Alinghi trionfando il Louis Vuitton Act 12 e diventando Campione del Mondo America's Cup 2006, bissando il successo già ottenuto nel 2004.
Luna Rossa chiude al quarto posto, buon atto per Mascalzone Latino - Capitalia Team che finisce 6, dietro agli spagnoli.
Abbastanza deludente la prova dell'altro team italiano, +39 Challange, giunto solo decimo.

Ci si rivede dal 3 al 7 Aprile 2007 a Valencia per l'ultimo Louis Vuitton Act, il tredicesimo.

Petite finals

  • Petite Finale Two-2 Team Shosholoza - Victory Challenge 0 - 1
  • Petite Finale Two-3 Victory Challenge - Team Shosholoza 1 - 0

Finals

  • Final One-2 Alinghi - Emirates Team New Zealand 1 - 0
  • Final One-3 Emirates Team New Zealand - Alinghi 1 - 0
  • Final Two-2 Mascalzone Latino - Capitalia Team - Desafio Espanol 2007 0 - 1

Classifica finale Louis Vuitton Act 12

  1. 11 Emirates Team New Zealand
  2. 11 Alinghi
  3. 10 BMW ORACLE Racing
  4. 09 Luna Rossa Challange
  5. 08 Desafio Espanol 2007
  6. 07 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  7. 06 Victory Challange
  8. 05 Team Shosholoza
  9. 04 Areva Challange
  10. 03 +39 Challange
  11. 02 United Internet Team Germany
  12. 01 China Team

Campioni del Mondo America's Cup Class:

  • 2004 Emirates Team New Zealand
  • 2005 Alinghi
  • 2006 Emirates Team New Zealand

Louis Vuitton Act 12: decimo giorno 01.07.06

Splende il sole con brezza tesa da 17 - 20 nodi di vento da SSE sulla stupenda prova di Emirates Team New Zealand.
Luna Rossa è costretta al ritiro dopo una collisione con BMW ORACLE Racing, mentre il defender, Alinghi, perde la prima prova del giorno contro gli indomabili kiwi.
Disastro per gli altri due team italiani, +39 Challange e Mascalzone Latino - Capitalia Team.

Prima Divisione

  • Semi-final A-3 Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing 1 - 0

Seconda Divisione

  • Semi-final C-3 Team Shosholoza - Desafio Espanol 2007 0 - 1

Petite finals

  • One-1 Luna Rossa Challenge - BMW ORACLE Racing 0 - 1
  • Two-1 Victory Challenge - Team Shosholoza 0 - 1
  • Three-1 China Team - United Internet Team Germany 0 - 1
  • Three-2 United Internet Team Germany - China Team 1 - 0

Finals

  • One-1 Emirates Team New Zealand - Alinghi 1 - 0
  • Two-1 Desafio Espanol 2007 - Mascalzone Latino - Capitalia Team 1 - 0
  • Three-1 Areva Challenge - +39 Challenge 1 - 0
  • Three-2 +39 Challenge - Areva Challenge 0 - 1

Aggiornamento: c'è una protesta pendente sulla Petit final One-1.

Louis Vuitton Act 12: nono giorno 30.06.06

Un brezza a 10-12 nodi e un bel sole fanno da sfondo alle finaliste di queste semifinali del Louis Vuitton Act 12: Alinghi, Mascalzone Latino Capitalia Team, + 39 Challenge e Areva Challenge.

Prima Divisione

  • Semi-final A-1 Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing 0 - 1
  • Semi-final A-2 BMW ORACLE Racing - Emirates Team New Zealand 0 - 1
  • Semi-final B-1 Luna Rossa Challenge - Alinghi 0 - 1
  • Semi-final B-2 Alinghi - Luna Rossa Challenge 1 - 0

Seconda Divisione

  • Semi-final C-1 Team Shosholoza - Desafío Español 2007 1 - 0
  • Semi-final C-2 Desafío Español 2007 - Team Shosholoza 1 - 0
  • Semi-final D-1 Victory Challenge - Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 - 1
  • Semi-final D-2 Mascalzone Latino - Capitalia Team - Victory Challenge 1 - 0

Terza Divisione

  • Semi-final E-1 China Team - Areva Challenge 0 - 1
  • Semi-final E-2 Areva Challenge - China Team 1 - 0
  • Semi-final F-1 +39 Challenge - United Internet Team Germany 1 - 0
  • Semi-final F-2 United Internet Team Germany - +39 Challenge 0 - 1

Louis Vuitton Act 12: ottavo giorno 29.06.06

Ecco il tabellone delle semifinali:

Prima Divisione

  • A Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing
  • B Luna Rossa Challenge - Alinghi

Seconda Divisione

  • A Team Shosholoza - Desafio Espanol 2007
  • B Victory Challenge - Mascalzone Latino - Capitalia Team

Terza Divisione

  • A Areva Challange - China Team
  • B +39 Challange - United Internet Team Germany

Louis Vuitton Act 12: settimo giorno 28.06.06

Si conclude oggi il Round Robin del Louis Vuitton Act 12 con Emirates Team New Zealand a punteggio pieno e Luna Rossa Challange con una sola sconfitta, solo terza Alinghi.
Prima divisione composta quindi dai neozelandesi, dagli italiani, dal defender svizzero e da BMW ORACLE Racing.

La seconda divisione vede Desafio Espanol 2007 seguito da Mascalzone Latino - Capitalia Team, a seguire Victory Challenge e Shosholoza.

La terza divisione è formata da Areva Challenge, + 39 Challenge, United Internet Team Germany e China Team.

Questa sera gli skipper leader di ogni divisione, sceglieranno l'avversario contro cui correre le semifinali. I due rimanenti team formeranno la seconda coppia del gruppo. Le semifinali si corrono al meglio di tre prove. I vincitori accedono alle finali; i perdenti accedono alle "petit final".

Flight 10

  • Match 4 Mascalzone Latino - Capitalia Team - BMW ORACLE Racing 0 - 1
  • Match 5 Luna Rossa Challenge - Team Shosholoza 1 - 0
  • Match 6 Emirates Team New Zealand - Alinghi 1 - 0
  • Match 1 Victory Challenge - Areva Challenge 1 - 0
  • Match 2 Desafio Espanol 2007 - China Team 1 - 0
  • Match 3 United Internet Team Germany - +39 Challenge 0 - 1

Flight 11

  • Match 1 Team Shosholoza - Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 - 1
  • Match 2 Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing 1 - 0
  • Match 3 Luna Rossa Challenge - Alinghi 1 - 0
  • Match 4 Victory Challenge - Desafio Espanol 2007 0 - 1
  • Match 5 +39 Challenge - Areva Challenge 0 - 1
  • Match 6 China Team - United Internet Team Germany 0 - 1

La classifica finale:

  1. 11 Emirates Team New Zealand
  2. 10 Luna Rossa Challange
  3. 08 Alinghi
  4. 08 BMW ORACLE Racing
  5. 07 Desafio Espanol 2007
  6. 06 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  7. 06 Victory Challange
  8. 03 Team Shosholoza
  9. 03 Areva Challange
  10. 03 +39 Challange
  11. 01 United Internet Team Germany
  12. 00 China Team

Louis Vuitton Act 12: sesto giorno 27.06.06

Il vento incostante ha causato due ore di ritardo prima di stabilizzarsi sui campi di regata.
Solo il Flight 9 prende il via con una brezza di circa 8 - 10 nodi che è andata aumentando fino a 13 nel corso del pomeriggio.
Match del giorno la sfida tra Luna Rossa e BMW ORACLE, vinto dal challange italiano dopo una prova splendida.

Flight 9

  • Match 1 +39 Challenge - Desafio Espanol 2007 0 - 1
  • Match 2 Areva Challenge - China Team 1 - 0
  • Match 3 United Internet Team Germany - Victory Challenge 0 - 1
  • Match 4 Emirates Team New Zealand - Team Shosholoza 1 - 0
  • Match 5 Luna Rossa Challenge - BMW ORACLE Racing 1 - 0
  • Match 6 Mascalzone Latino - Capitalia Team - Alinghi 0 - 1

Flight 10

  • Non disputato

La classifica dopo nove flight:

  1. 09 Emirates Team New Zealand
  2. 08 Alinghi
  3. 08 Luna Rossa Challange
  4. 07 BMW ORACLE Racing
  5. 05 Victory Challange
  6. 05 Desafio Espanol 2007
  7. 05 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  8. 03 Team Shosholoza
  9. 02 +39 Challange
  10. 02 Areva Challange
  11. 00 United Internet Team Germany
  12. 00 China Team

Emirates campione del mondo ACC 2004 27.10.04

Emirates Team New ZealandEmirates Team New Zealand Campione del Mondo Classe ACC 2004.

L'equipaggio guidato da Grant Dalton dimostra che il tempo delle critiche è finito e che è ora di reagire e di guardare avanti.

Terzo classificato al Marseille Louis Vuitton Act, con 42 punti, Emirates TNZ si ripresenta a Valencia con una barca non testata, fatta arrivare dalla Nuova Zealanda per sostituire quella danneggiata da una tempesta.

Nei match race vince 10 regate su 11 disputate e si aggiudica il Louis Vuitton Act II.

Nelle regate di flotta è stato Team Alinghi ad imporre la sua esperienza, giocando di copertura e di tattica. Il Defender dell'America's Cup ha vinto l'Atto III con due punti di distacco da Emirates TNZ.

Nell'Atto III Team Alinghi è stato l'unico a non scendere mai oltre la quarta posizione. Nel campionato mondiale Team Alinghi è terzo.

BMW Oracle Racing chiude la stagione 2004 al secondo posto e con la vittoria dell'Atto I.

Luna Rossa al quarto (la barca italiana non era presente alle regate di Marsiglia).

Quinta Le Defi, che ancora una volta s'impone su K-Challenge.

Settima Team Shosholoza e ottava, con 22 punti, c'è + 39, l'altra barca italiana.

Louis Vuitton Cup: Emirates vince l'Act 2 14.10.04

Il team Emirates (New Zealand)Si chiude a Valencia il secondo Atto della Louis Vuitton Cup con la vittoria di Emirates Team New Zealand con qualche regata in meno rispetto al previsto.

Cancellata infatti l'ultima giornata per assenza di vento. Il tabellone finale vede un ordine che, per certi versi, è inaspettato. Questa la classifica:

  1. Emirates Team New Zealand (11,5)
  2. Luna Rossa Challange (10,5)
  3. BMW Oracle Racing (9,5)
  4. Team Alinghi (9,5)
  5. Le Defi (5,5)
  6. K-Challange (4,5)
  7. +39 Challange (3,5)
  8. Team Shosholoza (1,5)

Il sito della coppa America 2007:

http://www.americascup.com

Louis Vuitton Cup: Act 2 - Day 6 11.10.04

Luna Rossa durante un match raceIl vento ad oltre ventiquattro nodi sul campo di regata e raffiche superiori a trenta ha impedito lo svolgersi dei match 2 e 3 in programma del 10 Ottobre.

La classifica della Louis Vuitton Cup Act 2 (Act 1 è stato vinto da BMW Oracle Racing) è la seguente:

  1. Luna Rossa Challange (7)
  2. Emirates Team New Zealand (7)
  3. Team Alinghi (6)
  4. BMW Oracle Racing (5)
  5. Le Defì (3)
  6. K-Challange (3)
  7. +39 Challange (1)
  8. Team Shosholoza (0)

Il sito della coppa America 2007:

http://www.americascup.com

Rotta verso Hobart 26.12.15

La Sydney-Hobart 2015

Ha preso il mare una delle regate più difficoltose del mondo, la Sydney-Hobart con il passaggio per lo Stretto di Bass caratterizzato dalle acque agitate e da venti tesi. 628 miglia nautiche tra la costa australiana e l'isola di Tasmania con 109 imbarcazioni al via.

Fonte: Rai News

La sfida velistica polinesiana 26.11.15

La Holopuni Va'a Channel Crossing 2015

Si chiama Holopuni Va'a Channel Crossing ed è la sfida polinesiana su piroghe a vela tra Tahiti e Bora Bora. La gara coniuga lo spirito dell'antica tecnica polinesiana di navigazione e lo spirito delle moderne regate.

Le mille vele di Trieste durante la Barcolana 11.10.15

Barcolana 2015

La partenza 1.681 imbarcazioni che hanno preso parte alla 47esima edizione della Barcolana di Trieste. La regata velica quest'anno è stata vinta da Robertissima di Tomasini Grinover con al timone Vasco Vascotto.

Centinaia di vele ad Amsterdam 19.08.15

La Sail Amsterdam 2015

Centinaia di imbarcazioni navigano attraverso il Noordzeekanaal sino al lago IJ durante la Sail Amsterdam, il più grande evento nautico al mondo che si svolge una volta ogni cinque anni e che comprende anche la celebre Skutsjesilen, una regata con barche tipiche della Frisia.

La 47esima regata Blue Ribbon 02.07.15

La 47esima regata Blue Ribbon

Organizzata dalla federazione ungherese vela, la Blue Ribbon è una regata di flotta che si disputa su una distanza di 155 km sul lago Balaton, davanti alla città di Balatonfured. Quest'anno le barche partecipanti alla 47esima edizione sono stati circa 600.

Fonte: Sail World

La Sydney-Hobart 2014 26.12.14

La partenza della Sydney-Hobart 2014

È considerata una delle regate veliche più dure al mondo. La Sydney to Hobart ogni anno alla fine dell'anno attira i migliori velisti del mondo per una sfida lunga 630 miglia nautica dalla metropoli australiana alla Tasmania.

L'America's Cup alle Bermuda 02.12.14

La conferenza stampa di presentazione dell'America's Cup 2017

Il defender Oracle Team Usa ha deciso, la prossima sfida della competizione velica più antica e prestigiosa al mondo si disputerà a Hamilton, capitale di Bermuda, nel giugno 2017. I pretendenti al momento sono cinque: Luna Rossa Challenge, Artemis Racing, Ben Ainsle Racing, Team France e l'immancabile Emirates Team New Zealand. Anche la 35esima edizione vedrà in acqua catamarani a vela rigida.

La Barcolana 46 12.10.14

La Barcolana 2014

1.878 imbarcazioni hanno partecipato all'edizione numero 46 della Barcolana, una delle più emozionanti regate di flotta al mondo che si tiene annualmente davanti alla costa di Trieste. Quest'anno l'assenza di vento ha reso la regata particolarmente impegnativa per i tattici e ha costretto il Comitato di Regata a ridurre il percorso con un cancello di arrivo alla boa numero 1, dopo poco più di 4 miglia di navigazione. Esimit Europa 2 si è imposta sul traguardo per il quinto anno consecutivo finendo in 2 ore, 38 minuti e 38 secondi.

I Campionati del Mondo di Vela 16.09.14

Campionati del Mondo di Vela a Santander

Sino al 21 settembre oltre 1.250 atleti provenienti da 83 nazioni si sfidano a Santander, in Spagna, nelle gare iridate della quarta edizione dei Campionati del Mondo di Vela.

Le Vele d'Epoca a Imperia 13.09.14

Vele d'Epoca 2014

80 equipaggi da tutto il mondo si ritrovano ogni due anni a Imperia per uno dei raduni velici per imbarcazioni storiche più importanti del Mediterraneo, le Vele d'Epoca. Il raduno, nato nel 1986, a partire dall'ottava edizione hanno assunto cadenza biennale, svolgendosi negli anni pari e alternandosi con le Vele d'Epoca di Porto Rotondo.

La Barcolana 2013 13.10.13

La Barcolana 2013

Oltre 1.500 barche a vela hanno partecipato all'edizione numero 45 della Barcolana. Davanti a Trieste per la quarta volta consecutiva ha vinto Esimit Europa 2, contestata durante la gara dai gommoni di Greenpeace per protestare contro lo sponsor russo Gazprom.

Fonte: Il Piccolo

Oracle Team USA ha difeso l'America's Cup 25.09.13

Oracle Team USA all'America's Cup 2013

Partendo da uno svantaggio di 8 a 1 e con una penalizzazione di due punti il defender Oracle Team USA ha conquistato il nono punto nella 19esima regata della serie infliggendo a Emirates Team New Zealand, nelle acque di San Francisco, una delle più dure lezioni di match race nella storia dell'America's Cup.

La più grande rimonta nella storia dell'America's Cup 24.09.13

Oracle Team USA all'America's Cup 2013

Nel 14esimo giorno di regate si completa l'incredibile rimonta di Oracle Team USA che partiva con uno svantaggio di 8 a 1 e una penalizzazione di 2 punti rispetto ai kiwi di Emirates Team New Zealand. Jimmy Spithill corona la sua impresa nella 18esima regata della più lunga serie di match race nella storia dell'Americas Cup. Domani tutto sarà deciso in un ultimo epico duello tra il defender americano e gli sfidanti neozelandesi per la conquista della Coppa delle cento ghinee, nel giorno che si prefigura come uno dei più drammatici della storia lunga 162 anni della più avvincente competizione velica al mondo.

Fonte: SFGate

I 49er a Marsiglia 23.09.13

I 49er a Marsiglia

Ventotto nazioni si sfidano nel campionato mondiale per monoscafi classe 49er nelle acque di Marsiglia. Il 17esimo per la categoria uomini e la prima edizione per quello femminile.

Fonte: Sail-World

Soldini a San Francisco prima di tutti 16.02.13

Maserati e Soldini a San Francisco

Giovanni Soldini, a bordo di Maserati, ha stabilito il nuovo record della rotta dell'Oro, tra New York e San Francisco, in 47 giorni 42 minuti e 29 secondi.

Fonte: ANSA

Vele ritirate 16.11.12

 Marc Guillemot skipper di Safran

L'edizione 2012-2013 della Vendée Globe sarà ricordata per il record di ritiri. Il giro del mondo a vela in solitaria, senza scalo e senza assistenza ha già fatto registrare quattro ritiri nella prima settimana, il 20% dei concorrenti.

La Volvo Ocean Race doppia Fastnet Rock 03.07.12

La Volvo Ocean Race doppia Fastnet Rock

I francesi di Groupama trionfano al giro del mondo Volvo Ocean Race 2011-2012 grazie al secondo posto ottenuto nell'ultima tappa di Galway in cui le imbarcazioni hanno doppiato il famoso faro di Fastnet Rock.

Le America's Cup World Series a Napoli 12.04.12

Luna Rossa a Napoli

Le acque di Napoli ospitano sino al 15 aprile le regate valide per le AC World Series. I tornei di preparazione alla fase finale che vedrà gli equipaggi impegnati nella Louis Vuitton's Cup e successivamente nella America's Cup che si disputerà a San Francisco nel 2013.

La Barcolana 2011 09.10.11

La Barcolana 2011

La 43esima Barcolana, evento velico nel golfo di Trieste, è stata vinta da Esimit, barca dell'armatore Igor Simcic.

Le Extreme Sailing Series a Trapani 18.09.11

Le Extreme Sailing Series a Trapani

La sesta tappa delle Extreme Sailing Series nello scenario del porto medievale di Trapani.

Un assaggio di America's Cup 07.08.11

Il catamarano svedese Artemis

I catamarani AC 45 si sono sfidati nelle acque di Cascais, in Portogallo, nel primo appuntamento della America's Cup World Series. Prima tappa di avvicinamento all'evento finale in programma nella baia di San Francisco nel 2013.

Fonte: L'Espresso

66esima Sydney to Hobart 26.12.10

L'avvio della regata a Sydney

E' salpata dalla baia di Sydney alla volta di Hobart, in Tasmania, la tradizionale regata australiana del Boxing Day di 630 miglia nautiche, conosciuta anche come Blue Water Classic.