tizianocavigliablog
Fa il quarto uomo a mahjong.

Seimiladuecento e rotti giorni dopo 23.12.17

Dal 2000 su questo blog stati pubblicati oltre 11.400 post, migliaia di contenuti multimediali, circa 25 MB di testi, più di 28.000 link a siti esterni.
Non male.

L'anno bisesto 23.12.16

In un giorno lontano rileggerò i post di questo 2016 e rivivrò con la nostalgia dei tempi passati l'anno che a modo suo ha segnato il vero inizio del XXI secolo domandandomi come sarebbe andata se.

Come Obama si è finanziato la campagna elettorale 23.04.09

How Obama Reinvented Campaign Finance

Via XPlane.

Elezioni indiane 2009 16.04.09

La mappa delle elezioni indiane - 714 milioni di indiani al voto

Le elezioni indiane sul Guardian.

Election day solidale 08.04.09

Civati e la Meo, tra gli altri, si sono fatti promotori dell'iniziativa "Election day per aiutare l'Abruzzo".
L'idea è quella di accorpare elezioni europee, amministrative e referendum per risparmiare 400 milioni di euro, da impiegare in Abruzzo.

Della satira e della morte 07.04.09

Vedo che qua dentro ci si sta accapigliando, e lo capisco. Provo a esprimere la mia posizione, sapendo già che sarà difficile.

Prima cosa: tengo a sottolineare che soltanto io - Stefano - decido cosa viene pubblicato e cosa no. Ringrazio chi si schiera in mia difesa, ma è una questione alla quale preferisco rispondere in prima persona, almeno per quanto riguarda la gestione del sito. Seconda cosa: qui non si censura nessuno, ma non tollererò offese nei commenti. Comunque la pensiate, siate educati. Se qualcuno sostiene di non voler più leggere questo sito, è ovvio che a me dispiace, ma è padronissimo di farlo: non occorre prenderlo in giro. Del resto è ovvio che fare vanto del proprio uscire sbattendo la porta non è il miglior modo per dare vita a un dibattito civile.

Torno a chiedere scusa a chiunque si sia sentito offeso dalla scelta di non ignorare questo argomento. Non era certo mia intenzione sminuire la tragedia o le vittime che la stessa ha causato (e non voglio dilungarmi su quanto alcune persone a me molto vicine siano in qualche modo coinvolte). Chi conosce Spinoza sa che l'ironia cerca sempre di essere strumento di un messaggio, e quando si parla di faccende così delicate sto doppiamente attento a mantenere questa linea.

Può darsi ci siano battute poco riuscite, qua in mezzo. Ci sta. Probabilmente qualcuno è stato infastidito da quella sulla Casa dello studente, che è la sola che mi pare accennare minimamente alle vittime. Probabilmente, dovessi riscrivere il post oggi, non la inserirei. Ma il punto, a quanto vedo, non sono le singole battute ma il fatto in sé di avere trattato questo argomento. E a questo voglio rispondere, a Maurizio, Ciro e agli altri.

Quel che tengo a dire è che questo fermarsi davanti alle tragedie è un costume che non mi appartiene. Non parlo di riflessioni personali; non dico che non si debba far posto alla sofferenza, o sentirsi coinvolti. Parlo semplicemente dell'abitudine a reagire alla morte come il massimo dei tabù, quasi come potessimo allontanarla da noi, non parlandone. Non ho questa barriera mentale, e ne sono felice. Per questo rifiuto fortemente di sentirmi dire "Questa cosa è talmente grossa che non ci si può scherzare" oppure "Dovete rispettare questi morti, potevano essere vostri parenti". Ecco, la chiave di tutto mi sembra questa frase, che per me è una stortura. I morti che potevano essere nostri parenti. Se ragioniamo per ipotesi, qualsiasi persona del mondo avrebbe potuto essere mio parente: io stesso avrei potuto nascere in Congo e morire di fame o di guerra a tre anni, allo stesso modo in cui avrei potuto essere sotto quelle macerie.

Certo, una morte è sempre una tragedia, e credo che tutti quelli che scrivono e leggono qua sappiano cosa vuol dire veder sparire una persona. Tutti noi abbiamo i nostri morti e saremo a nostra volta, un giorno, i morti di qualcuno. Ma dal punto di vista personale, e ancor più quello mediatico, ogni catastrofe è un'equazione piena di variabili: non possiamo negare - e lo sanno giornali e televisioni - che ci sono morti vicini e morti lontani, che ci sono guerre che ci interessano e altre di cui ce ne sbattiamo. Abbiamo inventato nazioni e confini, ed è normale sentirsi toccati da chi ci è prossimo, chi parla la nostra lingua. Questa è un'altra barriera mentale che ho scelto - ed è uno sforzo - di non avere. Il fatto è che se restassimo in silenzio davanti a ogni morte, non potremmo più parlare di niente (a partire da adesso, tra una settimana saranno morte più persone sulle nostre strade che sotto le macerie del terremoto, ma in giro è pieno di gente che ironizza sul guidare ubriachi e sui limiti dei test alcolemici, tanto per fare un controesempio). Per questo ne parliamo, come ci piace parlare di tutte le cose che succedono, cercando di metabolizzarle anche attraverso l'ironia. Non pretendo di convincere che questo sia l'approccio migliore: è uno dei tanti possibili. Ma credo meriti rispetto, più che un invito a vergognarsi.

I media sanno bene come far leva su queste cose, quando raccontano storie di morte. Si condiscono i resoconti degli aggettivi più abusati, si cercano i volti di chi ha perso tutto, si cerca di strappare parole a chi sceglie il silenzio, disonorandolo nel peggiore dei modi. E' lì che ci si dovrebbe fermare. Ma queste cose ormai le digeriamo ogni giorno, anziché tirare una ciabatta al televisore o fare coriandoli del giornale che abbiamo tra le mani. E' ovvio che poi ci troviamo di fronte a un post così e ci sembra spiazzante e irrispettoso. Detto questo, invito a una lettura un po' meno superficiale delle battute. Qualcuno lo ha già detto, e molto meglio di me, che non abbiamo scherzato sui morti. Il post non riguarda minimamente le persone che soffrono (alle quali mi sento vicino, né più ne meno di chi si è indignato per il medesimo) quanto un certo tipo di politica televisiva, e il bel modo di certi suoi esponenti di farsi belli davanti alle catastrofi. Su questo possiamo, e vogliamo, puntare il dito.

PS. Non accetto discorsi del tipo "A scherzare su queste cose si fa vincere Berlusconi", bla bla bla, e sto paio di palle. Ricordo che il nostro capo di governo usa raccontare - anche in sedi istituzionali - barzellette sui tumori, sull'aids, sui lager, sulla pena di morte. E qualcuno lo vota nonostante questo, e anzi forse anche per questo. Accetto di buon grado che si discuta sull'ironia inopportuna: c'è sempre da imparare, e la sensibilità altrui è un buon metro di valutazione. Ma non rompetemi i coglioni tirando fuori Berlusconi, per favore. Altrimenti mi tocca chiedervi perché cazzo lo votate, invece di scrivere sulla scheda: Col cazzo che raccontavi una barzelletta sull'aids se ci era morto un tuo parente, coglione.

Via Spinoza.

Fughe precipitose 02.04.09

Grillo che evita l'ennesimo contraddittorio, non dovrebbe più fare notizia.
Lo diventa appena la fuga, dopo il comizio, avviene in diretta tv.

iSketches 17.03.09

Un'opera di Jorge Colombo

Jorge Colombo artista e designer portoghese, ma emigrato negli Stati Uniti, ha realizzato alcune sue opere usando Brushes, una applicazione disponibile su App Store che permette di disegnare a mano libera sullo schermo di un iPhone.

Le sue vedute di New York stanno riscuotendo un inatteso successo, anche tra i critici d'arte.

Festivus blog 23.12.15

Come festeggiare un blog il cui anniversario cade il 23 dicembre? Ma con la festa per il resto di noi naturalmente!
Celebrando il Festivus.

Iniezioni di fiducia 25.02.09

Il discorso completo su The White House.

Current e il concetto di censura 22.02.09

I manifesti pubblicitari di Current

Queste le immagini che l'ATAC ha deciso di non far affiggere, reputandole troppo forti.
Resto dell'idea che la scelta, operata dell'azienda di trasporto pubblico di Roma, sia stato un grave errore di comunicazione e un potenziale danno d'immagine.
Sono altresì convinto però che un distributore (quale diventa l'ATAC nel momento in cui vende spazi pubblicitari) possa decidere cosa pubblicare e cosa no, senza che questo debba necessariamente passare come un proposito censorio.

Targhe alterne 29.01.09

Ieri una mano ignota ha riposizionato una nuova targa della Margherita, mentre non si sa ancora chi è in possesso della targa della Margherita e di quella del Pd originariamente poste sul portone di via di S. Andrea delle Fratte. Ci sarebbe da ridere, o da piangere: fate voi.

Sulla storia delle targhe della sede del PD.

Babbi a strisce 20.01.09

Quegli esagitati che per ore hanno esultatato sotto le finestre di Kakà, mi ricordano quei babbi (perché di babbi si tratta) che festeggiano nella tabaccheria che ha staccato il biglietto vincente, portando a proprie spese lo spumante. E senza aver vinto una fava.

TLUC Playlist [Happylist 12c-03] 31.12.08

Consigli multimediali sparsi.

Cinema e TV:

  1. Il curioso caso di Benjamin Button (film)

Musica:

  1. Electric Feel (Oracular Spectacular - MGMT)

Libri:

  1. Le fiabe di Beda il Bardo (J. K. Rowling)

Scorci liguri (-18) 07.12.08

Celle Ligure

Celle Ligure.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Via askino.

Player design 04.12.08

Il player di YouTube

Il campo di ricerca inserito nel player di YouTube è terribilmente antiestetico.
La prossima volta sarebbe il caso di prendere spunto da come fa le cose Vimeo.

Sei sempre fuori tempo, così mi uccidi l'Africa 03.12.08

Abbiamo ricevuto il vostro invito alla cerimonia per la consegna dell'attestato di Benemerenza civica in data 7 dicembre 2008. Desideriamo in primo luogo ringraziare chi ha proposto il nostro nome. Vi comunichiamo altresì che non intendiamo accettare la Benemerenza, poiché siamo in disaccordo con la vostra decisione di non assegnare l'Ambrogino d'Oro a Enzo Biagi e la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano, come riportato dai principali organi di stampa.
Come abbiamo fatto in questi vent'anni, continueremo a rappresentare al meglio Milano, la città in cui siamo nati, viviamo e lavoriamo; che amiamo profondamente e che, proprio per questo, vorremmo vedere meglio trattata e rappresentata dalla sua amministrazione comunale.

Sono convinto che Elio e le storie tese meriterebbero un monumento di qualche tipo. Magari un mezzo busto al parco di via Palestro. Un piccolo tributo, un omaggio doveroso e dal cuore.

Ologramma non ologramma 07.11.08

Quello che abbiamo visto, e non visto, durante lo speciale sull'election night della CNN.

Si farà l'alba 31.10.08

Mercoledì notte, a partire da mezzanotte, blog-diretta per seguire le elezioni americane.
Commenti, approfondimenti, idee e cazzeggio per tutta la notte. Sino ai risultati definitivi. O sino allo sfinimento.

No feature, good feature 29.10.08

Logo di Windows 7

Una breve occhiata al nuovo sistema operativo di Microsoft, Windows 7.

Gli uomini giusti nei posti giusti 10.10.08

Intervistato da La Repubblica il senatore Guido Paravia, co-autore del criticato emendamento salva-manager, ha dichiarato:

Ero del tutto inconsapevole dell'estensione di questi benefici. Io faccio l'industriale, non il giurista. E il collega Cicolani è ingegnere.

Attaccati al 3 07.10.08

Per tutti quelli che, "ah, ma guarda io aspetto le offerte di 3 per iPhone mica mi faccio infinocchiare da TIM e Vodafone, poi basta resistere sino a settembre".

Voi, appunto.
Attaccarsi. Grazie.

Buona come bersaglio 28.09.08

Povera stella, relegata a fare la fine del caribù tra intellettuali neocon esasperati ed un incazzatissimo Jack Cafferty.

I'm 65 and have been covering politics as have you for a long time. That is one of the most pathetic pieces of tape I of ever seen for someone aspiring to one of the highest offices in this country.

E il 2 ottobre ci sarà il dibattito con Biden. Scontro fra titani.
L'ignoranza contrapposta all'uomo in grado di pronunciare ogni volta l'affermazione più stupida. Su qualunque tema.

Quando le peggiori fantasie passano da Wasilla 28.09.08

An Alaskan hockey mom becomes Vice President in the wackiest family comedy of the year! Sound familiar?

Wishful thinking 22.09.08

Ah, ecco. L'ennesimo supporto fisico musicale.
Che nel 2008 se ne sentiva il bisogno.

E' proprio vero che di idee creative della madonna è pieno il mondo.

Lorem ipsum dolor sit amet 23.12.14

Cose che ti segnano dopo anni di web e blog.

Gutta cavat lapidem.

Hancock 16.09.08

Locandina di 'Hancock'

Hancock è un film tutto storto. Di quel tipo con i supereroi, però con quelli un po' sfigati e pieni di problemi.

John Hancock è immortale, invulnerabile, sa volare ed è super forte.
Impazza per Los Angeles facendo quello che ci si aspetta da un supereroe. Arresta criminali, sventa attentati, salva persone. Il fatto che sia un alcolizzato rende il tutto un po' più difficile e costa alla cittadinanza migliaia di dollari di danni collaterali.

Hancock troverà amici, incontrerà il suo destino e scoprirà il suo passato.
In un film dove si ride, ma che poi ti colpisce con alcuni risvolti drammatici.

Novantadue minuti che ti possono aggiustare una serata.

Adinolfi all-in 09.09.08

Adinolfi ha avuto il merito di riuscire a fare carriera al contrario.

Partito dalla politica è finito a La Talpa, passando per il torneo europeo di poker.

FriendFeed mashup 06.09.08

Le dieci migliori applicazioni web per FriendFeed secondo Mashable.

Medici miei 04.09.08

Imbarazzante, inguardabile. Operina insulsa.

Blog Day 2008 31.08.08

Il badge del Blog Day 2008

Ecco un'altra cosa che mi ricorda che l'estate è finita. E sono tra quelli che dicono "era anche ora".

Il mercato del lavoro 05.08.08

Presto, per trovare un posto come commessa in un supermercato di provincia, sarà necessario avere la partita IVA e almeno due anni di esperienza nel settore vendite.

Che schiavo del Lambro iddio lo creò 21.07.08

Caro Umberto, il tuo problema è di semplice risoluzione. Credimi.

Roma ti sta stretta?
Hai nostalgia della nebbia mattutina?
Tuo figlio viene bocciato a ripetizione?
A sud di Sorigherio non ti viene duro?

I gesti incolsulti non servono.

Prendi armi e bagagli e ti trasferisci a Ponte di Legno, dove l'aria è salubre e i celti ti fanno ciao.

Possibilmente dando le dimissioni da ministro della Repubblica italiana e senza sporcare durante il trasloco.

Veltroni nella nuvola 20.06.08

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del Partito Democratico.

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del PD

Castro 19.02.08

Fidel lascia.

Il tempo vola quando sei un blogger 23.12.13

Il blog che resiste al tempo seduto sulla riva del fiume.

Io sono stato sempre al mio posto 07.01.08

E si sono visti i risultati, aggiungeranno in molti.

Bassolino almeno una volta in dieci anni dai il buon esempio. Rassegna le dimissioni e chiudiamola lì. Da buoni amici. Dai.

Dalle Alpi al mare 29.06.07

Tappa Canazei - Savona (via Sirmione a/r)
523 km

La Vallelunga versa Selva di Val Gardena
La Vallelunga verso Selva di Val Gardena

La Vallelunga verso il Puez
La Vallelunga verso il Puez

Sirmione
Sirmione

Particolare del castello (Sirmione)
Particolare del castello (Sirmione)

Il lago di Garda
Il lago di Garda

Un blog per ogni stagione 23.12.12

Un blog, questo, sopravvissuto al Y2K, a Nostradamus, alla SARS, all'influenza suina, a quella aviaria, alle profezie di Harold Camping, ai satelliti cadenti, alla crisi finanziaria, ai leghisti e al calendario Maya.

I gironi FIFA World Cup 2006: Gruppo B (qual.) 20.06.06

Squadra P V P S GF GS Pti
Inghilterra 3 2 1 0 5 2 7
Svezia 3 1 2 0 3 2 5
Paraguay 3 1 0 2 2 2 3
Trinidad & Tobago 3 0 1 2 0 4 1

Partite disputate:

  • Inghilterra - Paraguay 0 - 1
  • Trinidad & Tobago - Svezia 0 - 0
  • Trinidad & Tobago - Inghilterra 0 - 2
  • Svezia - Paraguay 1 - 0
  • Paraguay - Trinidad & Tobago 2 - 0
  • Svezia - Inghilterra 2 - 2

Technorati Tags: , , .

Un blog nato nel ventesimo secolo 23.12.11

Undici anni fa oggi nasceva l'embrione del TLUC Blog.
Era una stagione di pionieri.

La foto del giorno 26.11.11

TLUC Blog presenta la rubrica dedicata alle foto più rappresentative del giorno appena trascorso in una sezione ad hoc, precedentemente ospitata su Socialdust.

E sono dieci 23.12.10

Migliaia di post dopo siamo ancora qui.
Questo spazio si è trasformato da una piccola pagina personale a una raccolta enciclopedica di commenti, link, figheria, approfondimenti e discussioni che ha attraversato un decennio di profonda trasformazione della società e di questo metamedium.

L'entusiasmo non è mai mancato, mentre i blog venivano dati per morti almeno un paio di volte. E domani saremo di nuovo qui.

Eccoci qui. Credo sia venuto il momento di lasciare una traccia in rete. Un sito personale evoluto, che nelle intenzioni si aggiornerà con pensieri, link e articoli senza date stabilite, ma possibilmente con una certa regolarità.

Sarà anche una palestra di sviluppo web e una finestra che mi aiuti a capire cosa c'è la fuori sulla rete e al di là nel mondo fisico.

Inizia un'avventura, o meglio inizierà dopo le vacanze natalizie. Per ora poso la prima pietra.

Ah giusto, il nome. Serve sempre; un nome dico. Per ora potrebbe rimanere Nemesis come questo sito, o magari Rhadamanth, o TLUC perché no. Vedremo.

Auguri dal TLUC Blog.

Siamo pronti per HTML5 23.04.10

TLUC Blog sta migrando verso HTML5.

Lo spirito dell'early adopter ha preso il sopravvento.
Il desiderio di anticipare il futuro del web mi ha spinto verso questo esperimento.

Qui si è già pronti, ora tocca a voi.

L'incoscienza dei primi passi 23.12.09

Ricordo che era freddo. C'era aria da neve.
Davanti a me avevo una pagina bianca che fluttuava su uno schermo plasticoso e grigino.
Sembrava una piccola finestra. Al di là il mondo. La chiamavano internet.

Fino ad allora ne ero stato un lurker. Da lì a pochi minuti avrei iniziato a partecipare alla sua crescita. A produrre contenuti.
Pagine personali le chiamavano, blog diremmo oggi.

Non avrei più smesso.

Il fratellino grande 27.09.09

Il logo per festeggiare l'undicesimo compleanno di Google

Quando iniziai a bloggare Google era ancora campagna.

Corrispondenti esteri 27.05.09

TLUC Blog apre ad altre firme.
Quattro baldi giovani e una donzella mi affiancheranno su queste pagine.
Ognuno di loro si dedicherà ad una rubrica tematica. Si parla di non più di due post al mese.

Questa ballotta di amici scriverà (a titolo gratuito n.d.r.) di cultura, moda, stili di vita, curiosità e figherie dai cinque angoli del globo.

Si presenteranno da soli nelle prossime settimane. Per il momento vi dovrete accontentare delle note.
Si tratta di un esperimento. Vedremo dove porterà.

Restate collegati.

Avere i commenti di FriendFeed sul blog 18.05.09

Screenshot della nuova funzionalità FriendFeed su TLUC Blog

TLUC Blog introduce questa piccola novità.
Un link per seguire commenti e discussioni che si sviluppano su FriendFeed a partire dai post di questo blog.

Conversiamo?

Un nome. Una data. Magari un'epigrafe. 23.12.08

TLUC Blog. 23 dicembre 2000. Otto anni e non sentirli.

A casa tutto bene 17.11.08

Capita di avere impegni che ti costringono a stare lontano dal blog per qualche giorno. Non più di un fine settimana.
Eppure ricevere e-mail preoccupate sulla salute del qui tenutario è un attimo.

Da domani ritmo regolare. Promesso.

Si farà l'alba 31.10.08

Mercoledì notte, a partire da mezzanotte, blog-diretta per seguire le elezioni americane.
Commenti, approfondimenti, idee e cazzeggio per tutta la notte. Sino ai risultati definitivi. O sino allo sfinimento.

Le ragazze passano il blog resta 30.09.08

In accordo con quanto annunciato si sposta il compliblog al 23 dicembre.
E sono otto.

Rimandare l'inevitabile 25.09.08

Prima o poi dovrò decidermi a cambiare host.
L'incompetenza dell'attuale ha raggiunto vette inimmaginabili.

Memorie di un blogger 28.07.08

Parlando con un'amica a proposito di queste pagine sono spuntate due domande al quale è probabilmente venuto il momento di dare una qualche spiegazione.

Con che diavolo di nome commenti i tuoi post?

L'autore del TLUC Blog commenta i suoi post con lo pseudonimo Rhadamanth; è tradizione non chiederti perché.
Forse un giorno si firmerà con il suo nome (che poi già compare un po' dappertutto nel blog) o forse no. Per il momento va così.
Sappi solo che ha a che fare con il suo primo sito personale, un libro e usenet.

Da quanto tempo scrivi un blog?

La storia risale al dicembre del 2000. A tutti gli effetti in un altro tempo e un altro luogo.

Per capirci e spiegare a me stesso, nel 2000 Wikipedia non era ancora stata fondata e Google era nato da poco.
Non si sapeva cosa fosse la "mucca pazza", l'Italia non vinceva un mondiale di calcio dal 1982, l'Unione Europea era formata da dodici stati e si pagava in lire.
Esisteva una sola Guerra del Golfo e lo skyline di Lower Manhattan aveva un aspetto diverso.
Guerre Stellari era una saga in tre film. Di fatto non esistevano altre trilogie esclusa questa. Se volevi conoscere le sorti di un anello magico ti toccava leggere un libro. Il resto era fuffa.
I terroristi non terrorizzavano nessuno, se non in qualche remoto angolo del globo.
ADSL, IPTV, Sky, erano parole prive di significato. Semplicemente non esistevano.
Se eri dalla parte delle "finestre" smanettavi su Windows 2000 o più probabilmente su Windows 98, se avevi scelto la "mela" ti dovevi accontentare del vecchio Mac OS Classic.
I weblog, o meglio i blog, li chiamavano ancora siti personali e il web era fermo alla versione 1.
I cellulari di fatto non facevano altro che telefonare e mandare sms. Capitava ancora di chiamare da cabine pubbliche.
Si aspettavano anni prima di poter vedere i nuovi episodi delle serie di culto americane. La musica la si ascoltava prevalentemente sui CD. Napster era paragonabile alla manna dal cielo di biblica memoria.

L'autore del TLUC Blog aspettava di innamorarsi seriamente, aveva meno preoccupazioni e la vita gli sembrava più facile.
In definitiva si divertiva e sembrava riuscirci bene.

I più attenti di voi a quest'ora avranno già arricciato il naso. Le date di nascita di questo blog non collimano.
Avete ragione, il mistero è presto spiegato.
L'incomprensione deriva dal fatto che al rinnovamento del sito iniziai a ricontare gli anni e relativi compiblog. In aggiunta l'archivio precedente non era più disponibile. Si poteva dunque parlare di una ripartenza e senza ombra di smentita.

Per cui compratela per come ve la vendo. Il blog storicamente ha (ad oggi) all'incirca sette anni e mezzo, ma quest'anno festeggerà il quarto anniversario.

A tempo debito vedrò di istituire un'ulteriore ricorrenza che rammenti la vera origine di tutta la baracca.
Sarà qualcosa di sobrio, come quei mezzi busti lasciati all'ombra di vecchi alberi in qualche angolo di un comune parco.

Un nome. Una data. Magari un'epigrafe.

La regola è ottimizzare 20.07.08

Lo screenshot del TLUC Blog su iPhone

Ora il TLUC Blog è ottimizzato anche per iPhone e iPod Touch.

Volendo basta cliccare su "mobile", lassù nel menu.

TLUC Blog mobile 26.04.08

Una versione leggera, mobile, per portarsi sempre appresso il TLUC Blog.

E non è nemmeno primavera 11.02.08

Quel redirect in home page non lo sopportavo più.
Così ho deciso di dare a TLUC Blog il suo piccolo hub.
Un contenitore dove fare ordine tra i post, la playlist e altre robe.

Un po' come quando da piccoli si riempiva lo scatolone dei giocattoli per riordinare la cameretta.

Minimal 03.11.07

Sono passato dall'Ikea.
Si nota?

Di feed in feed 25.10.07

Piccola comunicazione di servizio.
Ho cambiato gli armadi del blog in vista della brutta stagione.

La blogroll ha subito qualche piccola modifica.
Sono state eliminate alcune fonti e altre sono state aggiunte. Il tutto è stato reso più razionale e funzionale.

Ora è presente l'icona per i feed OPML, ovvero la lista di tutti i feed che seguo, oltre a quelli già presenti nella blogroll.

Il feed RSS del blog è disponibile qui o tramite le classiche icone.

E tre... 30.09.07

Terzo compliblog e sembra ancora come la prima volta.

TLUC ... Store 21.05.07

La maglietta 'Palms Riviera Savona' su TLUC ... StoreAvete comprato i pantaloni di lino bianco.
Sfoggiate i vostri occhialoni D&G.
Ma se non avete ancora acquistato una di queste magliette non siete nessuno.

Campagna: "Un soldino per Tizi. Aiutaci ad aiutarlo".

Libertè, égalitè, trenettè 29.04.07

Spilla dello ZenaCampBreve considerazione finale sullo ZenaCamp.
Coinvolgente, interessante, ben organizzato, ricco di premi e cotillons, la possibilità di incontrare vecchi e nuovi amici, clima giusto (in tutti i sensi), collegamento wi-fi senza sbavature, copertura mediatica perfetta.

E c'era persino tanta mussa di tutto rispetto.
;-)

Dubbi da blogstar 19.04.07

Dice, "sei il blogger più famoso della città".
Il fatto è che vivo in una città di 65.000 anime, capoluogo di una provincia che supera di poco i 126.000 abitanti.

Ho abbozzato un sorriso di circostanza; probabilmente era vera ammirazione o forse no.
Lì per lì mi sembrava serio.

Un altro anno è passato, un altro compliblog arriva 30.09.06

E sono due.
Sta diventando una cosa seria...

Sho()ot my blogs! 27.07.06

Potevo io forse mancare?

Buon compliblog! 30.09.05

TLUC Blog spegne la sua prima candelina!

Tanti auguri!!!

TLUC Blog ottiene il codice ISSN 08.12.04

Alle 15:08 del 07/12/2004 ho ricevuto l'e-mail di conferma dell'avvenuta assegnazione a TLUC Blog del codice ISSN rilasciato dal Centro Nazionale ISSN.

Il numero assegnato a TLUC Blog è ISSN 1824-9671.

Il codice ISSN (International Standard Serial Number) rappresenta un numero internazionale normalizzato delle pubblicazioni in serie.

ISSN permette l'applicazione di procedure automatizzate destinate a aggiornare e relazionare gli archivi, e al recupero e alla trasmissione dei dati.

Consente a studenti, ricercatori, specialisti dell'informazione e bibliotecari di attribuire dei riferimenti precisi a una pubblicazione in serie.

Nelle biblioteche l'ISSN è usato per identificare un titolo di periodico, per farne l'ordinazione, verificarne la fornitura e chiedere i fascicoli mancanti, per il prestito interbibliotecario, per i cataloghi collettivi, ecc. L'ISSN è uno strumento fondamentale per gestire in modo efficiente la fornitura dei documenti.

L'ISSN di questo blog, che trovate anche in fondo alla pagina sulla destra, può essere anche identificato come codice a barre grazie all'EAN-13.

Un nuovo blog 30.09.04

Iniziamo a fare sul serio.
Un nuovo weblog, una nuova piattaforma, un nuovo dominio.

E senza data di scadenza.