tizianocavigliablog
Spazio, ultima frontiera.

Cosa guardare a Cannes 2017 19.05.17

12 pellicole e una produzione Netflix da guardare con attenzione alla 70ª edizione del Festival di Cannes secondo Vulture.

Il neoliberismo ha i giorni contati 23.05.16

Ken Loach vincitore della Palma d'Oro 2016

La Palma d'Oro al film più politico, del regista più marxista del panorama di Cannes, nel laconico tweet dei Cahiers du Cinéma.

#PalmeD'or pour #KenLoach : l'apothéose d'un palmarès mémorable tant le jury aura été à côté de la plaque. #Cannes2016

Ingrid Bergman sulla facciata del Palais di Cannes 24.03.15

Poster del Festival de Cannes 2015

Il poster della 68esima edizione del Festival di Cannes dedicato alla musa Ingrid Bergman nel 100esimo anniversario della sua nascita.

La premiazione del Festival di Cannes 2011 in diretta 22.05.11

Il liveblogging del Guardian e i desiderata per la giornata conclusiva del Festival di Cannes.

Palma d'Oro: The Tree of Life.
Gran Premio della Giuria: Le Havre.
Premio della Giuria: The Artist.
Miglior regista: Nicolas Winding Refn, Drive.
Miglior sceneggiatura: Footnote.
Miglior attore: Jean Dujardin, The Artist.
Miglior attrice: Kirsten Dunst, Melancholia.

[20:16] Previsioni in massima parte azzeccate.

Palma d'Oro: The Tree of Life.
Gran Premio della Giuria: Le Gamin aux Velo, Once Upon a Time in Anatolia. Ad ex aequo.
Premio della Giuria: Polisse.
Miglior regista: Nicolas Winding Refn, Drive.
Miglior sceneggiatura: Joseph Cedar per Footnote.
Miglior attore: Jean Dujardin, The Artist.
Miglior attrice: Kirsten Dust, Melancholia.

Il Festival di Cannes 2011 per immagini 21.05.11

Cannes prepara il festival

La giuria del Festival di Cannes

Woody Allen

Dustin Hoffman

Nanni Moretti

Penelope Cruz e Johnny Depp

Markus Schleinzer

Jude Law

Un uomo si butta giù dal red carpet a Cannes

Lars von Trier

Tahar Rahim

Malcolm McDowell

Dieci giorni di cinema e glamour a Cannes.

I 19 film candidati alla Palma d'oro 15.04.11

La mini guida di Le Monde alle pellicole in concorso al 64esimo Festival del cinema di Cannes.

Uncle Boonmee 23.05.10

Il regista vincitore della Palm d'Or Apichatpong Weerasethakul

Peccato.
Mai una sorpresa. Vince il film d'autore, as usual. Asiatico. A Cannes.

Menzione per Elio Germano che farà parlare di sé più per la dichiarazione anti casta che per "La Nostra Vita" di Luchetti.

E la Palma d'Oro va a 18.05.10

Il desiderata per la Palma d'Oro di quest'anno è Route Irish di Ken Loach, tra l'altro entrato all'ultimo minuto come diciannovesimo film in concorso.

Sulla via tracciata dagli Oscar lo sfondo della guerra al terrorismo, con i dubbi e le paure che solleva, dovrebbe portare bene anche al regista inglese.

Perdere 24.05.09

'Vincere' di Marco Bellocchio, in concorso al Festival di Cannes 2009

Cose che succedono. A Cannes.

Cannes in mezzo al festival 18.05.09

Cannes

Arrivare a Cannes a metà Maggio è come entrare in un parco dei divertimenti.
La tranquilla cittadina della Côte d'Azure muta, si trasfroma in una ville lumière internazionale e multiculturale.
Il normale turismo estivo lascia il posto a frenesia e flash.

Per capire il circo della pellicola basta sedersi in un bistro e mettersi ad osservare questa strana umanità che non vede l'ora di mettersi in mostra.

E' un grande gioco delle parti.
Molto lontano da quell'idea di "castità" tanto cara a von Trier.

Una fiumana che non smette mai di fare la spola tra il Carlton e il Palazzo dei Congressi, concedendosi giusto il tempo per una passerella sulla Croisette.

Vanità e glamour. E nonostante (a parole) si pianga la crisi, la sobrietà in questa piccola parte di mondo è ridotta all'osso.

Ci i sono i controlli, l'accredito stampa e gli occhialini 3D, che fanno tanto vintage e ti lasciano strane sensazioni alla bocca dello stomaco.

Musica, caos, celebrità, proiezioni e cartelloni si alternano senza discontinuità.

I primi giorni sono travolgenti. C'è giusto il tempo per imbucarsi nel primo party improvvisato, sulla spiaggia.

Poi scopri che dietro questa facciata c'è un'altra Cannes. La vera Cannes. Placida, provenzale, mediterranea. Calda.
E la scopri dall'alto del Suquet, al chiaro di luna. In una sera che non vuole concludersi mai.

La stanza del figlio 20.05.01

Nanni Moretti con La stanza del figlio ha vinto la Palma d'Oro come miglior film alla 54esima edizione del Festival del cinema di Cannes.
E' il primo film italiano a vincere dopo 23 anni. L'ultimo fu L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi nel 1978.

La Palma d'Oro a Audiard 24.05.15

Emmanuelle Bercot, Jacques Audiard, Palme d'Or e Vincent Lindon a Cannes

È Jacques Audiard con Dheepan ad aggiudicarsi la Palma d'Oro a Cannes. La giuria presieduta dai fratelli Coen ha premiato il film che evoca il dramma dei migranti in fuga dalle guerre civili e il difficile inserimento in una società che li considera estranei. Gli altri premi sono andati a Hou Hsiao-Hsien per la migliore regia, Vincent Lindon per la migliore interpretazione maschile, Rooney Mara ed Emanuelle Bercot a ex aequo per la migliore interpretazione femminile. Grand prix a Saul fia di László Nemes. Miglior sceneggiatura a Chronic di Michel Franco. Miglior cortometraggio a Wave 98 di Ely Dagher. Infine il Premio della giuria è andato a The lobster di Yorgos Lanthimos.

Fonte: RTS

Cannes prepara la 68sima edizione del festival 11.05.15

Poster del Festival de Cannes 2015

Ultimi ritocchi e installazione del poster per la 68esima edizione del festival del cinema di Cannes che verrà aperto ufficialmente il 13 maggio. 19 i film in concorso per aggiudicarsi la Palma d'Oro consegnata dalla giuria presieduta da fratelli Coen. Tre le pellicole in gara per l'Italia: Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, Youth di Paolo Sorrentino e Mia madre di Nanni Moretti.

La Palma d'Oro a Winter Sleep 24.05.14

Nuri Bilge Ceylan a Cannes 2014

Winter Sleep del regista Nuri Bilge Ceylan si aggiudica la Palma d'Oro del Festival di Cannes 2014. Il senso della vita, della religione e dell'arte tra paesaggi di una natura invernale trionfa il giorno precedente al Towel Day, ricorrenza della morte di Douglas Adams autore della Guida Galattica per gli Autostoppisti, quasi a chiudere (o aprire) un cerchio. Gli altri premi principali vanno a Le Meraviglie di Alice Rohrwacher, Grand Prix speciale della giuria, Julianne Moore come migliore attrice, Timothy Spall per migliore attore, Bennett Miller miglior regista e miglior sceneggiatura ad Andrey Zvyagintsev e Oleg Negin per Leviathan.

Fonte: Le Monde

La Palma d'Oro di Kechiche 26.05.13

La Palma d'Oro a Kechiche

La vie d'Adele, del regista Abdellatif Kechiche, che racconta la storia d'amore e di passione fra due ragazze si è aggiudicata la Palma d'oro del 66esimo Festival di Cannes. Il Grand Prix è andato a Inside Llewyn Davis dei fratelli Coen, mentre il premio della Giuria se lo è aggiudicato Tale padre tale figlio del regista giapponese Kore-Eda Hirokazu. All'autore e regista Jia Zhangke il premio per la migliore sceneggiatura per A touch of sin. Il riconoscimento per la miglior regia è andato a Amat Escalante per Heli.