tizianocavigliablog
One nerd to rule them all.

Una gran bella giornata 20.01.09

Barack e Michelle Obama al Lincoln Memorial

This is the moment that will define a Generation

Nòva24 Ora! e la blogosfera 15.12.06

Dice: d'accordo ci sono le classifiche, ma una rappresentazione grafica della blogosfera manca.
Nòva24 Ora! ha risolto la situazione pubblicando questa magnifica mappa.
Su Qix.it trovate i link anche alle altre mappe dettagliate.

Hint: per trovare questo blog, aprite la mappa, dirigetevi verso il centro.
TLUC ... Blog si trova in mezzo tra Macchianera, E io che mi pensavo, Ciccsoft, Placida Signora, Autoblog e PiùBlog.

Ricette liguri (-14) 11.12.06

Pomodori secchi sott'olio

Storia

Da antiche tradizioni dei paesi liguri il pomodoro, essiccato con sapienza, viene conservato in purissimo olio d'oliva.
Da questa unione, con l'aggiunta di aromi scelti di piante della macchia mediterranea, il pomodoro, pur mantenendo intatta la sua fragranza, ne acquista in morbidezza e sapore.
L'impiego del pomodoro secco sott'olio per antipasti, servito in coppetta, umido del suo olio, conferisce agli stessi un tocco di particolare raffinatezza e colore. Si abbina con successo a carni lesse e si preparano gustosi panini e tramezzini.
Fantasia e buon gusto ne suggeriscono l'utilizzo in gustose insalate miste in compagnia di tonno, olive, ecc... Il frutto del pomodoro essiccato al punto giusto, può essere messo in conserva, sott' olio, con una preparazione personale e con aromi ed olio di proprio gradimento (ovviamente è meglio utilizzare olio extravergine d'oliva).
Può essere usato per insaporire minestroni e può essere impiegato, tritato, in abbinamento ad altri elementi per la preparazione di gustose e fantasiose salsine.
Se conservato in frigorifero si mantiene a lungo (in contenitore ben aerato).

Preparazione

Tagliare i pomodori (meglio i perini) in due nel senso verticale. Metterli su un'asse di legno pulito avendo cura di ricoprirli con garze per proteggerli dagli insetti.
Esporre al sole finche non siano completamente disidratati, di solito per qualche settimana. Metterli quindi in vasi di vetro sterilizzati con foglie di alloro e basilico e riempire di olio d'oliva extravergine.
Si possono unire anche altri aromi quali timo, aglio, prezzemolo, finocchio o peperoncino.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10

Crosspost su GBC.

Nuove priorita' 31.05.06

Capisci che qualcosa dentro di te sta cambiando quando vedi i bambini attraversare la strada, correndo fuori dalle strisce pedonali, e ti si accappona la pelle...

Technorati Tags: .

Firefox 1.0 10.11.04

Ieri era il grande giorno, atteso da molti con impazienza.

La prima versione di Firefox stabile, la 1.0, ha confermato le aspettative: 10 milioni di download

Scarica Mozilla Firefox.

E' davvero un peccato che Internet Explorer sia rimasto al palo in questi anni. Un ritardo che penalizza tutta internet.

FriendFeed mashup 06.09.08

Le dieci migliori applicazioni web per FriendFeed secondo Mashable.

AJAX 06.04.06

AJAX è l'acronimo di Asynchronous JavaScript and XML.
Si tratta di una tecnica, AJAX non è un linguaggio, per sviluppare applicazioni web dinamiche usando una combinazione di:

  • XHTML e CSS: per lo sviluppo del layout e della grafica;
  • DOM: è lo standard ufficiale del W3C per la rappresentazione di documenti strutturati come modello orientato agli oggetti;
  • XMLHttpRequest: è un set di API, ovvero un insieme di procedure disponibili al programmatore, di solito raggruppate a formare un insieme di strumenti specifici per un determinato compito, che possono essere usate da linguaggi di scripting (come JavaScript, VBScript, ecc.) per trasferire dati da e verso un web server tramite il protocollo HTTP.
    XMLHTTP possiede dunque il vantaggio di permettere l'aggiornamento dinamico di una pagina web senza la necessità di ricaricare l'intera pagina.

Al contrario delle applicazioni web tradizionali, AJAX fa sì che si possano inviare richieste al web server per ottenere solo i dati che sono necessari, generalmente usando SOAP e JavaScript per mostrare la risposta del server nel browser.

Questo fa sì che, al contrario delle applicazioni web tradizionali, si ottengano risultati più velocemente dato che la quantità di dati interscambiati fra il browser ed il server si riduce.

Purtroppo ci sono anche dei lati negativi.
Non tutti i browser, e le relative versioni, interpretano allo stesso modo i linguaggi di scripting, o implementano correttamente il DOM.
Per cui vale sempre la regola di progettare applicazioni testandole sulla più ampia gamma di browser ed eventualmnte provvedendo a fornire valide alternative in caso di scarsa compatibilità.

Vale la pena tenere a mente che l'uso massiccio di AJAX può generare gravi problemi di accessibilità, tali da compromettere la corretta navigazione e fruizione del sito e dei suoi dati.
Come sempre la regola aurea del "progettare con criterio" permette di arginare questi inconvenienti.

Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, Voice over IT.