tizianocavigliablog
Tattica del delirio.

La Carlucci, la pedofilia e la internet 24.04.09

Il video dell'intervento dell'onorevole Carlucci su Facebook e pedofilia.

Come Obama si è finanziato la campagna elettorale 23.04.09

How Obama Reinvented Campaign Finance

Via XPlane.

Il PD che mi piace 20.04.09

I 'giovani' del Partito Democratico riuniti a Piombino

Foto di Luca Sofri.

Elezioni indiane 2009 16.04.09

La mappa delle elezioni indiane - 714 milioni di indiani al voto

Le elezioni indiane sul Guardian.

Il tablet di TechCrunch 10.04.09

Il tablet di TechCrunch

Un tablet da 12" pollici sotto i 300$. E' ciò che promette Michael Arrington, papà di TechCrunch.
E' ciò che vorrei da Apple.

Election day solidale 08.04.09

Civati e la Meo, tra gli altri, si sono fatti promotori dell'iniziativa "Election day per aiutare l'Abruzzo".
L'idea è quella di accorpare elezioni europee, amministrative e referendum per risparmiare 400 milioni di euro, da impiegare in Abruzzo.

In gita scolastica 02.04.09

Berlusconi assieme a Obama, Medvedev e Hu Jintao al G20 di Londra

Niente corna questa volta. Si è trattenuto.
E poi la maestra lo aveva appena ripreso.

Fughe precipitose 02.04.09

Grillo che evita l'ennesimo contraddittorio, non dovrebbe più fare notizia.
Lo diventa appena la fuga, dopo il comizio, avviene in diretta tv.

Lucida follia 29.03.09

Il ministro Carfagna

Il presidente è a vita e rappresenta il partito, ne dirige il funzionamento e la linea politica e programmatica. Sceglie i 34 membri dell'ufficio di presidenza, sottoposti al voto del Cogresso ma con una lista unica senza nomi alternativi. Convoca e presiede lo stesso ufficio di presidenza, la direzione e il consiglio nazionale. Ne stabilisce l'ordine del giorno, procede alle nomine degli organi del partito e assume le definitive decisioni.

Questo è lo Statuto del neonato Pdl: palesemente ispirato a quello del partito comunista nordcoreano, e del resto approvato con 99,99 per cento (cinque no su oltre cinquemila votanti).

La totale assenza di democrazia, il cesarismo carismatico, il culto della personalità: forse sono un illuso, ma fortemente credo che un giorno anche gli italiani si renderanno conto di quello che hanno fatto.

Via Piovono rane.

Cut, copy, paste and more 17.03.09

Schermata dell'iPhone OS 3.0

Via Gizmodo.

Likaholix 04.03.09

Likaholix is a brand new web service that lets you share personal recommendations about virtually anything with the world. The tool lets you build a list of things you like and recommend with the help of a pre-populated database of items (think books, movies, tv shows, products, etc.) readily available and put together from sources from across the web.

Via TechCrunch.

ItAliens 25.02.09

La copertina del primo numero italiano di 'Wired'

Ho dato una sfogliata al primo numero dell'edizione italiana di Wired.
Sembra Focus, fatto solo un po' meglio.

In attesa di essere smentito dai prossimi numeri, continuerò a leggere l'edizione online. Quella originale.

Iniezioni di fiducia 25.02.09

Il discorso completo su The White House.

A pensare male 23.02.09

A lui questa storia di essere il segretario scelto dal vertice contro la base proprio non gli va giù: "Ma scusate - domanda ad alta voce, facendo girare anche i passeggeri della fila davanti - la base qual è? Quella dei blog o quella che abbiamo visto sabato, le 2000 persone elette con le primarie? Quella è gente vera, non virtuale. Convocata solo 48 ore prima, arrivata a Roma perchè glielo chiedeva il partito. Ebbene, l'81% ha detto eleggiamo il segretario subito, qui. Se non è democrazia questa. Quale altro segretario di partito è stato eletto dalla sua base? Berlusconi è stato eletto così? Di Pietro è stato eletto così? Gli italiani non sono il popolo della rete.

Così Franceschini su Repubblica.
Dichiarazioni che dimostrano, se ancora ce ne fosse il bisogno, tutta l'inadeguatezza di questa classe dirigente.

E alla fine vincono tutti 23.02.09

Che poi lo vogliamo dire? Probabilmente a Current importa poco della "censura" messa in atto da ATAC.
Importa di più la pubblicità che ne è scaturita e che probabilmente era già stata messa in conto.

Amazon Kindle 2 07.02.09

Kindle 2 di Amazon

I rumor sul nuovo Kindle sono stati confermati da MobilRead.
L'e-book reader di Amazon verrà presentato lunedì e verrà venduto a partire dal 24 febbraio a 359 dollari.

Targhe alterne 29.01.09

Ieri una mano ignota ha riposizionato una nuova targa della Margherita, mentre non si sa ancora chi è in possesso della targa della Margherita e di quella del Pd originariamente poste sul portone di via di S. Andrea delle Fratte. Ci sarebbe da ridere, o da piangere: fate voi.

Sulla storia delle targhe della sede del PD.

Seriously wine 29.01.09

L'aggregatore per gli amanti del vino.

Offline Gmail 28.01.09

Gmail va offline.

Web-based email is great because you can check it from any computer, but there's one little catch: it's inherently limited by your internet connection. From public WiFi to smartphones equipped with 3G, from mobile broadband cards to fledgling in-flight wireless on airplanes, Internet access is becoming more and more ubiquitous - but there are still times when you can't access your webmail because of an unreliable or unavailable connection.

Today we're starting to roll out an experimental feature in Gmail Labs that should help fill in those gaps: offline Gmail. So even if you're offline, you can open your web browser, go to gmail.com, and get to your mail just like you're used to. Once you turn on this feature, Gmail uses Gears to download a local cache of your mail.

Wall-E va agli Oscar 22.01.09

La vera rivoluzione agli Oscar, sarebbe premiare un film d'animazione come migliore sceneggiatura originale.

Babbi a strisce 20.01.09

Quegli esagitati che per ore hanno esultatato sotto le finestre di Kakà, mi ricordano quei babbi (perché di babbi si tratta) che festeggiano nella tabaccheria che ha staccato il biglietto vincente, portando a proprie spese lo spumante. E senza aver vinto una fava.

Ogni blogger ha un prezzo 19.01.09

Oh, è vero. Ho sempre criticato i mercenari della blogosfera senza giusta causa.

La scientificità e il metodo statistico sono importanti.

Quindi è partito l'esperimento, molto grezzo e certamente rifinibile: ho pescato 10 nomi di blogger tendenzialmente puri&crudi - estratti a caso tra quelli che hanno i numeri di cellulare pubblicati in Facebook.

Veramente a caso: 8 uomini, 2 donne. 4 mi stavano già simpatici, gli altri, uhm, no.

Poi ho preso una SIM dal numero sacrificabile alla causa (a volte l'ho persino celato), un bel respiro e via.

Ho chiamato dicendo di essere inguaiato per l'eventuale sponsorizzazione di un succo di frutta austriaco - dovendo distribuire in complessivo in tutta l'italica blogosfera una somma pari a 70mila Euro, somma spedibile in tot post scritti su commissione. [...]

Solo uno mi ha stupito per la sua integrità morale [...] senza se e senza ma, irremovibile e senza zone d'ombra.

Gli altri - diciamo - non son stati proprio così senza macchia e senza paura.

Si discute se scrivere post per soldi sia giusto o sbaliato, moralmente corretto o disclaimer-accettabile. Paul the wine guy ha messo il dito nella piaga.

Mi è sembrato di vedere un Minimimmo 15.01.09

Minimimmo

Dopo aver letto questo post ho preso la macchina fotografica e sono andato a caccia di Minimimmi.

TLUC Playlist [Happylist 12c-03] 31.12.08

Consigli multimediali sparsi.

Cinema e TV:

  1. Il curioso caso di Benjamin Button (film)

Musica:

  1. Electric Feel (Oracular Spectacular - MGMT)

Libri:

  1. Le fiabe di Beda il Bardo (J. K. Rowling)

Scorci liguri (-2) 23.12.08

Via Pia a Savona

Via Pia. Savona.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Via alby83.

Scorci liguri (-6) 19.12.08

Bergeggi

Bergeggi.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18

Via Mickso.

Scorci liguri (-7) 18.12.08

Lerici

Lerici.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Via paolo-55.

Scorci liguri (-9) 16.12.08

Sori

Sori.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15

Via klausthebest.

Scorci liguri (-18) 07.12.08

Celle Ligure

Celle Ligure.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Via askino.

Quando il web era tutta campagna 15.10.08

12 anni fa nasceva Clarence.
Altri tempi. Altre bolle.

Svendono mele 10.10.08

Locandina dell'evento Apple del 14 ottobre

Un laptop Apple sotto i mille dollari potrebbe essere un segno. Di che cosa ancora non lo so.
Sarà la congiuntura, sarà la concorrenza, sarà un'accresciuta percezione delle cose o forse il segno che la fine del mondo è prossima.

Nell'attesa di conoscere la verità mi sfrego le mani. Con parsimonia.

Gli uomini giusti nei posti giusti 10.10.08

Intervistato da La Repubblica il senatore Guido Paravia, co-autore del criticato emendamento salva-manager, ha dichiarato:

Ero del tutto inconsapevole dell'estensione di questi benefici. Io faccio l'industriale, non il giurista. E il collega Cicolani è ingegnere.

Non c'è niente di meglio di una bella conferenza 09.10.08

Portare internet alla gente è un progetto ambizioso.

Il come viene dibattuto da tempo.
Codice Internet ci sta provando; gliene va dato atto.

Il problema, se c'è un problema, è che la direzione intrapresa assomiglia più alla "Milano da bere" che non a un'iniziativa rivolta ad un pubblico di neofiti.

Quando le peggiori fantasie passano da Wasilla 28.09.08

An Alaskan hockey mom becomes Vice President in the wackiest family comedy of the year! Sound familiar?

Wishful thinking 22.09.08

Ah, ecco. L'ennesimo supporto fisico musicale.
Che nel 2008 se ne sentiva il bisogno.

E' proprio vero che di idee creative della madonna è pieno il mondo.

Rumors disattesi 09.09.08

Steve Jobs durante un keynote

L'obituary su Gawker.

La credibilità della carta stampata 30.08.08

Oggi La Stampa apre con la copertina ritoccata di Vogue con il volto di Sarah Palin incollato sul corpo di una modella.
In via Marenco, 32 avranno di che vergognarsi.


La prima pagina de La Stampa

La copertina falsa viene da qui.
La Palin ha avuto sì una breve carriera da miss (Miss Wasilla nel 1983 e seconda a Miss Alaska nel 1984), ma i giornalisti de La Stampa dovrebbero imparare a non fidarsi troppo del primo risultato che incontrano su Google Images.

Sindrome da accerchiamento 25.08.08

Travaglio non capisce la scelta del cambio di linea editoriale dell'Unità.
E' critico contro le nuove decisioni, ha una visione romantica e idealizzata di un giornale che in realtà è molto distante dalla vecchia autorevolezza.

Travaglio fa finta di ignorare che da anni, tra le pagine del quotidiano, si respira l'aria viziata di un bastione da cui si tenta di respingere ipotetici attacchi, dall'alto di una presupposta superiorità morale e dialettica.

L'Unità è stata trasformata in un coacervo di indignazione, alimentata incessantemente, anche quando toni più misurati sarebbero stati più indicati e apprezzati dai suoi stessi lettori.

Forse nulla cambierà, ma la nuova direzione affidata a Concita De Gregorio, una donna e non è poco, potrebbe portare una ventata di modernità.
Una decisa sterzata, verso un giornale nuovamente rivolto alla società civile e non soltanto alla pancia dei più rancorosi e incolleriti.

O almeno me lo auguro.

Veltroni nella nuvola 20.06.08

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del Partito Democratico.

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del PD

Io sono stato sempre al mio posto 07.01.08

E si sono visti i risultati, aggiungeranno in molti.

Bassolino almeno una volta in dieci anni dai il buon esempio. Rassegna le dimissioni e chiudiamola lì. Da buoni amici. Dai.

Prodotti tipici liguri (-7) 18.12.07

Zerarìa

In dialetto viene chiamata Zrarìa, prodotta nell'entroterra del Ponente si prepara per il periodo natalizio.
Le zampette di suino e la testa, comprese anche cotenne o guanciale, lingua, muscoli e a volte anche manzo, vengono fatte bollire con sale, pepe, alloro, limone e altri aromi che variano da zona a zona, fino ad ottenere un brodo. Terminata la cottura, si tagliano le varie parti con il coltello e si dispongono in un piatto profondo ricoprendole con il brodo caldo che raffreddandosi formerà una densa gelatina.
Si adorna con foglie di alloro o di limone fresche. Tradizionalmente l'impasto veniva messo in appositi stampi in legno, a forma di bauletto.
Si lascia così per alcuni giorni, si consuma tagliata a fette.

Con qualche variante si produce, oltre che in Val Bormida, nel savonese, anche in Valle Stura, nell'entroterra di Voltri.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Che tempo che fa? 02.06.07

Gradirei tanto che Mercalli e Lombroso ogni tanto (mica sempre, eh?) azzeccassero una previsione sulla Liguria.
Non che abbia niente contro prediche e battute, ma per quelle ci sarebbe già il Grillo nazionale.

Restyling 24.05.07

Ma dico, più brutto di così proprio non si poteva fare.

La crisi della carta stampata spiegata da Superman 24.10.12

Una vignetta di Superman

Clark Kent lascerà la redazione del Daily Planet per intraprendere la carriera di blogger all'interno di progetto editoriale online in stile Huffington Post.
L'abbandono del giornale riflette la crisi d'identità della carta stampata di fronte alle sfide dei nuovi media, la confusione dei rapporti tra giornalismo e intrattenimento e la nascita del giornalismo partecipativo.

"Rather than Clark be this clownish suit that Superman puts on, we're going to really see Clark come into his own in the next few years as far as being a guy who takes to the Internet and to the airwaves and starts speaking an unvarnished truth."

Entertainment reporter Cat Grant also quits the Planet with him, and Lobdell says she'll be bringing "a whole other set of skills" to their next venture. It probably won't be at another media outlet in Metropolis, though.

"I don't think he's going to be filling out an application anywhere," the writer says. "He is more likely to start the next Huffington Post or the next Drudge Report than he is to go find someone else to get assignments or draw a paycheck from.

WiMAX 07.01.07

In questo periodo si fa un gran parlare di WiMAX e, come sempre in questi casi, la confusione regna sovrana.
Vediamo di fare un po' di chiarezza sull'argomento.

WiMAX è l'acronimo di Worldwide Interoperability for Microwave Access.
Si tratta di un marchio di certificazione (come il Wi-Fi ad esempio) per tutti quei prodotti che superano i requisiti richiesti in materia di conformità e interoperabilità per gli standard della famiglia IEEE 802.16.

Sì, ma a cosa serve questo benedetto WiMAX?
E' presto detto.
Se il Wi-Fi permette la condivisione della banda larga su reti LAN il WiMAX fa la stessa cosa per quanto riguarda reti MAN.
Ciò significa passare da una condivisione della banda pensata su metri quadri (Wi-Fi) a distanze pari a chilometri quadrati (WiMAX).

WiMAX, come tutte le reti IEEE 802.16, utilizza il protocollo Logical Link Control (LLC) per cui si può affermare che è il completamento logico del Wi-Fi.
Per cui si può prevedere uno scenario nel quale poche antenne WiMAX, disposte ad esempio in una grande città, facciano da ponte tra innumerevoli hotspot Wi-Fi, in modo tale da permettere all'utenza di navigare senza fili (anche in mobilità) potendo scegliere la tecnologia a loro più congeniale.

Questa tecnologia supporta velocità di trasmissione dati fino a 70 Mbit/s, ciò permette quindi anche la completa copertura di quelle aree attualmente non fornite di accesso a connessioni a banda larga.

Lo standard WiMAX si basa principalmente sullo spettro compreso nell'intervallo delle frequanze fra 2 GHz e 11 GHz.
WiMAX inoltre innalza molti dei limiti dello standard Wi-Fi fornendo una maggiore larghezza di banda ed una cifratura più robusta.

In Italia la situazione è in via di regolamentazione dopo che, nel Dicembre scorso, il Ministero della Difesa ha raggiunto un accordo con il Ministero delle Comunicazioni per lo sfruttamento delle frequenze 3,4 e 3,6 GHz, adatte al WiMAX.
Entro il Giugno di quest'anno dovrebbero essere rese disponibili le prime licenze.
Per cui per la fine dell'anno e inizio 2008 potrebbero già nascere alcune interessanti offerte pilota al pubblico.

Crosspost su Rhadamanth Labs Weblog, VOIT.

Ricette liguri (-10) 15.12.06

Sugo di funghi (tocco de funsi)

Ingredienti

  • 25 gr di funghi secchi
  • 5 pomodori
  • cipolla
  • aglio
  • rosmarino
  • 4 cucchiai d'olio extravergine
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • pepe
  • sale

Utensili

Tegame in coccio, cucchiaio di legno.

Preparazione

Mettere al fuoco il tegame con olio, cipolla tritata e sale.
Imbiondire e aggiungere i funghi fatti preventivamente rinvenire in una tazza di acqua tiepida.
Aggiungere aglio e rosmarino tritato; cuocere a fuoco lento con coperchio, rimestando ogni tanto.
Dopo cinque minuti, quando il tutto sia rosolato, aggiungere i pomodori finemente tritati.
Fare cuocere ancora a fuoco lento e aggiungere, se occorre, un po' di brodo vegetale o mezzo bicchiere di vino bianco; farlo evaporare e finire di cuocere.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14

Crosspost su GBC.

PiùBlog, il blog dei blog 04.10.06

Il logo dell'evento PiùBlogDopo InEdita a Genova, si ripresenta l'occasione per parlare di blog e blogosfera in Italia.
PiùBlog, ospitato al palacongressi dell'EUR a Roma dal 7 al 12 Dicembre, sarà il palcoscenico per discutere e interrogarsi sul mezzo blog, sui rapporti con i media tradizionali, su aspetti tecnici e più in generale sulla comunicazione multimediale.

Un evento da non perdere al quale è stato invitato anche SocialDust.
Ci incontriamo?

Tanti auguri Skype 29.08.06

Nel giorno del suo terzo compleanno, Skype regala gli ultimi minuti gratis di Agosto.

Fiondatevi sul sito e prendetevi ciò che vi spetta.

Italia - Australia 1 - 0 26.06.06

Arbitro: MEDINA CANTALEJO Luis
Partita 53 - Ottavi di finale
Stadio: Fritz-Walter Stadion

Gol:

  1. 95+' TOTTI Francesco (ITA) rigore

Statistiche:

  • Tiri in porta 6 - 4
  • Tiri 11 - 8
  • Falli 17 - 26
  • Calci d'angolo 2 - 2
  • Calci di punizione 1 - 2
  • Fuorigioco 2 - 2
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 3 - 3
  • Espulsioni 1 - 0
  • Possesso di palla 41% - 59%

Cartellini gialli:

  1. 23' GRELLA Vince (AUS)
  2. 29' GROSSO Fabio (ITA)
  3. 49' CAHILL Tim (AUS)
  4. 61' WILKSHIRE Luke (AUS)
  5. 89' GATTUSO Gennaro (ITA)
  6. 91+' ZAMBROTTA Gianluca (ITA)

Cartellini rossi:

  1. 50' MATERAZZI Marco (ITA)

Formazione dell'Italia:
01 BUFFON Gianluigi
03 GROSSO Fabio
05 CANNAVARO Fabio
06 BARZAGLI Andrea - al posto di - 09 TONI Luca (56')
08 GATTUSO Gennaro
10 TOTTI Francesco - al posto di - 07 DEL PIERO Alessandro (75')
15 IAQUINTA Vincenzo - al posto di - 11 GILARDINO Alberto (46')
19 ZAMBROTTA Gianluca
20 PERROTTA Simone
21 PIRLO Andrea
23 MATERAZZI Marco

Formazione dell'Australia:
01 SCHWARZER Mark
02 NEILL Lucas
03 MOORE Craig
04 CAHILL Tim
05 CULINA Jason
09 VIDUKA Mark
13 GRELLA Vince
14 CHIPPERFIELD Scott
15 ALOISI John - al posto di - 21 STERJOVSKI Mile (81')
20 WILKSHIRE Luke
23 BRESCIANO Marco

Migliore in Campo Budweiser: BUFFON Gianluigi (ITA)

Technorati Tags: , , , .

Germania - Svezia 2 - 0 24.06.06

Arbitro: SIMON Carlos
Partita 49 - Ottavi di finale
Stadio: Allianz Arena Stadion

Gol:

  1. 04' PODOLSKI Lukas (GER)
  2. 12' PODOLSKI Lukas (GER)

Statistiche:

  • Tiri in porta 11 - 2
  • Tiri 26 - 5
  • Falli 16 - 20
  • Calci d'angolo 4 - 4
  • Calci di punizione 0 - 0
  • Fuorigioco 3 - 2
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 1 - 4
  • Espulsioni 0 - 1
  • Possesso di palla 63% - 37%

Cartellini gialli:

  1. 27' FRINGS Torsten (GER)
  2. 28' LUCIC Teddy (SWE)
  3. 35' LUCIC Teddy (SWE)
  4. 48' JONSON Mattias (SWE)
  5. 78' ALLBACK Marcus (SWE)

Formazione della Germania:
01 LEHMANN Jens
03 FRIEDRICH Arne
05 KEHL Sebastian - al posto di - 08 FRINGS Torsten (85')
10 NEUVILLE Oliver - al posto di - 20 PODOLSKI Lukas (74')
11 KLOSE Miroslav
13 BALLACK Michael
16 LAHM Philipp
17 MERTESACKER Per
18 BOROWSKI Tim - al posto di - 07 SCHWEINSTEIGER Bastian (72')
19 SCHNEIDER Bernd
21 METZELDER Christoph

Formazione della Svezia:
01 ISAKSSON Andreas
03 MELLBERG Olof
04 LUCIC Teddy
05 EDMAN Erik
06 LINDEROTH Tobias
07 ALEXANDERSSON Niclas
09 LJUNGBERG Fredrik
11 LARSSON Henrik
13 HANSSON Petter - al posto di - 16 KALLSTROM Kim (39')
20 ALLBACK Marcus - al posto di - 10 IBRAHIMOVIC Zlatan (72')
21 WILHELMSSON Christian - al posto di - 18 JONSON Mattias (52')

Migliore in Campo Budweiser: KLOSE Miroslav (GER)

Technorati Tags: , , , .

Blogger reindirizza gli URL blogspot.com a domini locali 18.03.12

Blogger, la piattaforma di blogging di Google, ha iniziato a reindirizzare gli URL di tipo esempio.blogspot.com verso domini specifici relativi al paese del visitatore che accede al blog.

Dall'Italia quindi l'URL di un ipotetico blog esempio.blogspot.com apparirà come esempio.blogspot.it, dalla Francia esempio.blogspot.fra, dalla Germania esempio.blogspot.de e così via.

Per visitatori e blogger cambia pochissimo, il redirect è automatico e non comporta interventi particolari.
Secondo Google tale modifica si inserisce nell'ottica di una più efficace gestione dei contenuti in caso di richieste di rimozione di parte di autorità locali.

Perché il mio blog reindirizza a un URL specifico di un Paese?

[...] D: Per quale motivo?
R: Stiamo cercando di fornire un maggiore supporto alla gestione locale dei contenuti. Se riceviamo una richiesta di rimozione di contenuti che violano le leggi in vigore in un determinato Paese, quei contenuti potrebbero non essere più disponibili per i lettori nei domini locali in cui si applicano quelle leggi. Questa aggiornamento è in linea con il nostro approccio alla libertà di espressione e alla divulgazione di contenuti discutibili, che non ha subito modifiche.

[...] D: Come posso fare in modo che questo si applichi all'URL di un singolo post anziché a tutto il blog?
R: Aggiungi /ncr/ subito dopo il dominio specifico del Paese per accedere al singolo post. Ad esempio, [nomeblog].blogspot.com/examplepage dovrebbe essere digitato come segue: [nomeblog].blogspot.com/ncr/examplepage.

D: Che effetto avrà sul mio blog questa modifica?
R: I proprietari non noteranno differenze visibili nei loro blog, ma i lettori potrebbero notare la presenza del dominio specifico del Paese, a seconda del loro Paese di origine. Gli autori e/o i proprietari dei blog continueranno a gestire e a modificare i propri contenuti da Blogger.com. Quando rimuoviamo i contenuti che violano le leggi locali, lo facciamo solo per i domini specifici dei Paesi.

D: Che succede se ho un dominio personalizzato?
R: I domini personalizzati non subiranno conseguenze.

D: Ciò inciderà sull'ottimizzazione dei motori di ricerca del mio blog?
R: Dopo la modifica, i crawler troveranno i contenuti di Blogspot in tanti domini differenti. L'hosting dei contenuti duplicati in domini differenti può incidere sui risultati di ricerca. Ci stiamo impegnando a fondo affinché le conseguenze negative vengano minimizzate.

7 blog per seguire il mondo arabo 02.01.12

OpenDemocracy raccoglie una selezione dei migliori blog per seguire gli accadimenti nel mondo arabo.

Deflorato 16.02.06

Sì, precisamente parliamo di Immanuel e del suo singolo "Bukkake".
Per chi non sapesse cos'è un bukkake, beh...
... fatevi una ricerca su Google.

Come descrivere l'album di Casto Immanuel, Deflorato, diciamo che è qualcosa che non ti aspetti.
Provocatorio, orecchiabile, fresco, controcorrente, ma anche musicalmente ineccepibile.

Il sogno è che diventi il singolo dell'estate.
Che dico dell'estate, dell'anno.

Discografia completa e download di alcuni brani del casto divo, qui.

P.S.: consiglio anche "Io la do", "Il coraggio dell'analità" e "Fist fucking".

Technorati Tags: , casto divo, , .

L'azteco 10.07.05

L'azteco di Gary JenningsL'azteco di Gary Jennings non è soltanto un romanzo di ambientazione storica, ma un viaggio sulle tracce di un popolo spesso sconosciuto e tenuto in secondo piano.

Antropologia, storia, filosofia, religione e avventura si mischiano per dare vite ad un romanzo unico e avvincente.

Quasi mille pagine che terranno il lettore ancorato ad uno singola parole, ad ogni frase, ad ogni sfumatura di uno dei più bei romanzi d'ambientazione storica mai scritti.

Il paese dei cachi e dei servizi deviati 01.07.05

Per la serie chi non muore si rivede ecco tornare la versione aggiornata e rivista di Gladio.
In Italia operarava il Dipartimento Studi Strategici Antiterrorismo (DSSA), una sorta di polizia/servizio segreto parallelo alla quale aderivano agenti della Polizia di Stato, carabinieri, finanzierie e agenti della Polizia Penitenziaria.

Lo scopo era "riceve fondi da organizzazioni nazionali e internazionali per la lotta al terrorismo".

Da questi "eroi" dell'antiterrorismo internazionale spuntano anche nomi noti Gaetano Saya e Roberto Sindoca (entrambi appartenenti al Movimento sociale Italiano - Destra Nazionale) e Fabrizio Quatrocchi.

Il capo d'imputazione?
Associazione per delinquere finalizzata all'usurpazione di funzioni pubbliche in materia di prevenzione e repressione dei reati.

La DSSA era operativa dal 26 Marzo 2004, nata dopo gli attentati in Spagna e collegata alla NATO e alla CIA.
Sul sito (oscurato) si legge:

(La DSSA n.d.r.) è strutturata dal Direttore del Dipartimento (Gaetano Saya n.d.r.) e dal Vice Direttore (Riccardo Sindoca n.d.r.), ed è suddivisa in sei Divisioni, coordinate fra loro, dai relativi Capi Divisioni (ex agenti e collaboratori dei servizi segreti), e ufficiali operativi dell'organizzazione Stay behind (Gladio), che sono stati operativi in Nord Africa e Medio Oriente durante la guerra fredda, e che sono perfettamente a conoscenza della strategia applicata dalle sette del terrorismo islamico, inoltre da Consulenti di Nazionalità estera inseriti nell'organico del Dipartimento.

Saya era amico intimo di Gelli, ex-massone (Maestro Venerabile della Loggia "Divulgazione 1"), è stato per lungo tempo nei vertici della NATO e teste d'accusa al processo Andreotti. Accusato a più riprese di avere legami con i servizi segreti deviati.
Insomma un onesto cittadino.

E di Quatrocchi che dire?
A quanto pare il sedicente bodyguard era piuttosto un "agente contractor impegnato a tempo pieno nella lotta contro il terrorismo".

E poi ti senti dare del comunista mangia-preti se qualche volta dubiti degli "eroi".

E così la Finlandia ci ha dichiarato guerra 24.06.05

La rottura diplomatica con la Finlandia, dopo le parole di Berlusconi, si allarga.
Adesso ci si mettono anche le associazioni di categoria che invitano i finlandesi a boicottare i prodotti italiani.

Ci voleva proprio una diminuzione di esportazioni in questo periodo.
Non c'è che dire Berlusconi è l'uomo giusto al posto giusto...

La vera storia di Amina Arraf 12.06.11

La blogger lesbica siriana attivista contro il regime di al-Assas si conferma una bufala.
Amina Arraf è in realtà un uomo e si chiama Tom MacMaster.

I never expected this level of attention. While the narrative voice may have been fictional, the facts on this blog are true and not misleading as to the situation on the ground. I do not believe that I have harmed anyone -- I feel that I have created an important voice for issues that I feel strongly about.

I only hope that people pay as much attention to the people of the Middle East and their struggles in this year of revolutions. The events there are being shaped by the people living them on a daily basis. I have only tried to illuminate them for a western audience.

This experience has sadly only confirmed my feelings regarding the often superficial coverage of the Middle East and the pervasiveness of new forms of liberal Orientalism.

However, I have been deeply touched by the reactions of readers.

Best,
Tom MacMaster,
Istanbul, Turkey
July 12, 2011

The sole author of all posts on this blog

I facili entusiasmi sui risultati del Huffington 10.06.11

La notizia del giorno è che Huffington Post ha superato il New York Times per numero di visitatori unici mensili, secondo i dati di ComScore.
A maggio Huffington Post ha attratto 36,6 milioni di visitatori rispetto ai 35,5 del New York Times.

Ora prima di facili esaltazioni va specificato che AOLNews.com reindirizza il proprio traffico verso huffingtonpost.com proprio dall'inizio di maggio.
Non resta che aspettare per vedere se e per quanto tempo durerà la spinta e come il New York Times saprà reagire.

La vera identità di Amina Arraf 09.06.11

C'è più di un dubbio sulla reale identità di Amina Arraf, blogger lesbica, attivista siriano-americana contro il regime di al-Assad, mancina e celiaca, e sul suo rapimento che negli ultimi giorni ha convogliato lo sdegno della rete.

Amina per mesi è stata al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica grazie alle numerose interviste rilasciate via email a media di mezzo mondo.

Fango sulla vicenda Calipari nell'Iraq allo sbando 02.05.05

E così, come immaginabile, non è successo nulla.
L'omicidio di Calipari è stato un incidente.
Forse causato dell'amore degli italiani per le alte velocità.

Un altro Cermis.

Certo il numero dell vittime non è nemmeno paragonabile, ma l'impunità delle truppe americane è la stessa.
Quell'impunità che il gendarme del mondo vuole difendere a tutti i costi.
Il fatto che gli USA non abbiano rattificato l'adesione al Tribunale Internazionale rappresenta la summa di questa politica.

Il rapporto senza omissis "svelato" da Gianluca Neri ci mostra anche che una volta di più gli americani mentono.
L'Iraq è allo sbando, altro che pochi facinorosi che ancora contestano il Dominion mediorientale.

Le truppe della coalizione subiscono decine di assalti ogni giorno, la situazione è allo sbando.
Non esiste luogo in Iraq che sia pacificato, la ricostruzione è inesistente.
Acqua, energia, medicinali, generei di prima necessità sono spesso difficili da trovare, molte volte razionati.

L'unica cosa che funziona è la macchina del petrolio e del gas naturale.
Qualcosa vorrà pur dire.

Mi aspetto che il ministro degli Esteri e il premier ritirino le nostre truppe al più presto, dimostrando davvero quell'attaccamento alla patria e all'onore così tante volte sventolato dai manifesti affissi ai muri cittadini.
Non vorrei dover pensare che anche quelle parole siano in realtà solo l'ultima delle bugie.

Moleskine mania 24.04.05

Due taccuini MoleskineStò per terminare il mio Moleskine e devo al più presto comprarne uno nuovo.
A margine ho notato che la mania per questo prodotto stà aumentando a dismisura.

Ormai si trovano dappertutto e ne escono formati sempre nuovi.

La Modo&Modo (quella dei ©icons) ha fatto davvero un buon lavoro.
Ricordo i tempi della rinascita quando ancora era merce rara e trovarne uno era come raggiungere un tesoro.

Che fine ha fatto Blogger 13.05.11

La popolare piattaforma di blogging di Google è down da un giorno per una manutenzione programmata evidentemente sfuggita di mano.
I blog restano visibili, ma è impossibile pubblicare nuovi post o commentare.

Le uniche notizie che trapelano da Blogger segnalano che il team sta lavorando duramente per risolvere il problema. Magra consolazione a un epic fail.

[12:02] La perdita dei post e commenti più recenti sui blog della piattaforma sarebbe da imputare a un ripristino pre-manutenzione. Blogger fa sapere di aver effettuato tutti i backup del caso. Nessun dato sarebbe andato perduto.

[18:49] La piattaforma è tornata online. Molti blog tuttavia segnalano che non tutti i post sono stati ripristinati.

Sui blog scrivono quelli più ossessionati 31.03.11

Allora. Mi ascolti bene: la notizia è che io sono stata truffata. Punto e basta. Invece, per assurdo, qui sta passando il concetto che io debba giustificarmi di aver fatto qualche investimento... Pazzesco, non trova?

Senta: non sarà che a lei sembrano pazzesche e anche seccanti, molto seccanti, le critiche che le vengono mosse sul suo blog? Da giorni lei viene accusata, e rimproverata, di aver cercato guadagno facile con i trucchi della finanza...

Ma lo sa bene anche lei, lo sa bene che sui blog scrivono quelli più ossessionati...

Non offenda quelli che scrivono sui blog.

Io non li offendo, ma è esattamente così. Si sono gasati, poverini, hanno letto certi articoli e si sono messi a pontificare, a dirmi quello che avrei dovuto fare e non fare, con i miei soldi.

Dall'intervista del Corriere della Sera a Sabina Guzzanti sulla truffa dei Parioli.

Libero Blog: fase 3 23.02.05

Dopo che metà blogsfera a mandato a quel paese il signor Luperi e la sua redazione Libero Blog ha deciso di modificare qualcosa.

Innanzi tutto è scomparsa l'indicazione di copyright da parte di IOL, con conseguente modifica del disclaimer.

Tuttavia ancora molto c'è da fare: rimane insoluto il problema di alcuni post modificati senza il consenso degli autori e al momento non si sa se chi ha chiesto la rimozione dei post sarà esaudito o meno.

A quanto pare Libero Blog non aggiorna più le sue pagine dalle tre del 23 pomeriggio. Probabilmente qualcosa bolle in pentola.

Mi auguro che le cose cambino e lo facciano in fretta per il bene di Libero e della blogsfera italiana.

A margine: la mia lettera scritta ieri notte non ha ancora ricevuto una risposta, neppure un autoresponder.

Sull'argomento: MANTEBLOG, Caymag, dot-coma *:o), L'indignato, DelyMyth, Giuseppe Meyer's Blog, Andrea Beggi, Dave Blog, Wittgenstein e altri.

Esportare internet 26.03.11

Un decennio a discutere su come e se fosse giusto o meno esportare la democrazia per poi scoprire che bastava un blog, 140 caratteri e Facebook per sovvertire la stabilità di decenni di regimi impermeabili ad ogni riforma.

Intanto nel mondo là fuori i ribelli libici, grazie all'intervento delle Nazioni Unite e della NATO, avanzano riconquistando città e posizioni alle truppe lealiste del colonnello Gheddafi.
In Siria la protesta divampa, minacciando ora direttamente il regime baatista e portando con se la folle e feroce repressione di un terrorizzato Bashar al-Assad.

L'Unità d'Italia non vista da sporadici blogger 13.03.11

L'Unità ha organizzato un diretta per discutere di Unità d'Italia con alcuni blogger. Come siamo cambiati, cosa c'è ancora da cambiare nel paese e su internet.

Le premesse erano interessanti, ma le conclusioni fanno cadere le braccia.
Ne esce un'autoreferenzialità trita.
Un giornalismo che ancora oggi non ha capito nulla di comunicazione in rete. Nativi digitali che cianciano di digital divide. Quel non contare una ceppa portato con orgoglio sul bavero. La lobby degli sfigati. Quel menare il torrone fatto di follower e amici. L'identità dei nickname. Nel 2011.
Emerge una visione di ragazzetti brufolosi e incazzati nascosti dietro uno schermo contrapposta a un'internet rivoluzionaria meritevole del Nobel per la pace.

Un discorso sui massimi sistemi che non approda mai a nulla, se non a sporadici prolungamenti virtuali del pene. Se questa diretta fosse davvero rappresentativa della realtà, la rete italiana sarebbe già condannata.
Per fortuna fuori da quelle quattro mura c'è un'Italia silenziosa che usa internet per quello che è. Un semplice strumento.
Un elettrodomestico dai mille usi.
Un ambiente cognitivo fruito da un'eterogenea massa di individui.

Suggerimento per la prossima volta. Mettete su uno streaming serio. Non si può fare la rivoluzione digitale quando non funzionano neppure i microfoni.

L'errore di credere morti i blog 22.02.11

Ritorna sulle pagine del New York Times il tormentone sulla presunta morte dei blog sostituiti dai più veloci e immediati servizi di microblogging e dal pervasivo Facebook.

L'errore è confondere lo strumento con la piattaforma.

Quando scrivete una nota su Facebook non fate altro che bloggare. Allo stesso modo un tweet non è diverso da un post, tanto che lo stesso Twitter viene associato ai servizi di microblogging.

Sono le piattaforme a definire gli stili.
Dove su Facebook e Twitter si premia la facilità d'uso e l'immediatezza, su piattaforme di blogging più tradizionali come Wordpress o Blogger si vanta una maggiore personalizzazione di layout e servizi, seppur con una curva di apprendimento più alta per il neofita.

Alcuni blog si sono evoluti - la spinta dei social network è occasione di dibattito - in qualcosa che molto assomiglia, se non addirittura supera, i media tradizionali, ma la blogosfera è vasta ed eterogenea e sarebbe miope non considerarla tale.

Oggi continuiamo a bloggare quanto e più di ieri, solo abbiamo nuovi strumenti per faro e altri nomi per definirlo.

Fraintendimento 19.01.05

Il premier, a quanto afferma, è stato nuovamente frainteso per quanto riguarda le sue affermazioni sulla sinistra.

Storia dei blog 02.01.11

Some 1,600 word blog posts are better off paired down to epigrammatic tweets.

Via Tomorrow Museum.

One night blog 04.12.04

Ucraina: nuovo voto il 12 Dicembre 27.11.04

Manifestanti in piazzaIl Parlamento ucraino, la Rada, ha fissato il nuovo ballottaggio per le presidenziali per il 12 Dicembre.

La Rada ha infatti definitivamente approvato una risoluzione con la quale si constata l'esistenza di frodi nello scrutinio del ballottaggio per le presidenziali e si è pronunciato perché il turno elettorale dello scorso 21 Novembre sia dichiarato non valido. Ha chiesto inoltre lo scioglimento della attuale commissione elettorale.

E' stato inoltre approvato un documento che invita i due contendenti per la poltrona di capo di stato, Viktor Yushenko e Viktor Yanukovich, a firmare un "patto politico", che li impegni a "non bloccare il lavoro delle istituzioni statali". Un impegno simile riguarda soprattutto Yushenko, che ha chiesto ai suoi sostenitori di mettere sotto assedio tutti i palazzi del potere a Kiev.

Elezioni Ucraina: dall'OSCE accuse durissime 23.11.04

L'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa ha espresso durissime accuse sullo svolgimento delle elezioni presidenziali in Ucraina definendole "non democratiche".

I risultati, resi noti dalla commissione elettorale, hanno visto prevalere il candidato filo-russo Viktor Yanukovic con il 49,42% dei suffragi sullo sfidante filo-occidentale Viktor Yushenko (46,69%).

Lo stato della blogosfera italiana 11.11.10

I grafico che rappresenta lo stato della rete in Italia

I gestori di blog sono 1,7 milioni (nel 2009 erano 1,2 milioni)

Lo stato della rete e della blogosfera italiana nello studio di Human Highway e Liquida.

Indymedia: ecco cosa ne pensa il ministro Stanca 11.10.04

Il ministro dell'Innovazione e delle tecnologie Luciano Stanca ha commentato così l'oscuramento di Indymedia (il sito di informazione alternativa i cui server americani e britannici sono stati posti sotto sequestro dall'Fbi):

"Internet non è una zona franca per i reati". [...] "La rete è un grande spazio di libertà e come tale va salvaguardato, e proprio per questo non può essere una zona franca per reati che vanno perseguiti come quelli che si perpetrano negli spazi e con le modalitá tradizionali.

Se c'è stato un intervento dell'autoritá competente, ossia la magistratura, è evidente che ci sono motivi validi che giustificano questa iniziativa, che come tale va rispettata".

[...] "L'oscuramento riguarda un sito che offende la memoria di eroi caduti per mano di terroristi".

Louis Vuitton Cup: Act 2 - Day 6 11.10.04

Luna Rossa durante un match raceIl vento ad oltre ventiquattro nodi sul campo di regata e raffiche superiori a trenta ha impedito lo svolgersi dei match 2 e 3 in programma del 10 Ottobre.

La classifica della Louis Vuitton Cup Act 2 (Act 1 è stato vinto da BMW Oracle Racing) è la seguente:

  1. Luna Rossa Challange (7)
  2. Emirates Team New Zealand (7)
  3. Team Alinghi (6)
  4. BMW Oracle Racing (5)
  5. Le Defì (3)
  6. K-Challange (3)
  7. +39 Challange (1)
  8. Team Shosholoza (0)

Il sito della coppa America 2007:

http://www.americascup.com

Windows Live Spaces 28.09.10

Lo screenshot dell'avviso di chiusura della piattaforma

Windows Live Spaces, la piattaforma di blogging di Redmond, è pronta a chiudere entro la fine dell'anno.
I trenta milioni di utenti potranno però migrare gratuitamente e automaticamente su WordPress.com, grazie a un accordo tra Microsoft e Automattic.

I blog della piattaforma saranno visibili sino a marzo 2011, ma dal gennaio del prossimo anno sarà bloccata la possibilità di inserire contenuti.

Blog Day 2010 31.08.10

I blog sono morti.

(Anonimo)

I calcoli politici di Nate Silver 25.08.10

FiveThirtyEight trascloca tra le pagine del New York Times.

Excite chiude i blog 07.08.10

La mia prima reazione alla notizia della chiusura dei blog su Excite è stata di sorpresa per il fatto che esistessero ancora blog su Excite.

Una prece.

Il bavaglio sui blog 23.07.10

L'accesso alla Rete, in centinaia di Paesi al mondo, si avvia a divenire un diritto fondamentale dell’uomo, non possiamo lasciare che, proprio nel nostro Paese, i cittadini siano costretti a rinunciarvi.

La lettera aperta per salvare i blog dall'obbligo di rettifica.

Il solito ammazzablog 22.07.10

Dopo aver rilasciato mille dichiarazioni su internet che merita il Nobel, ed è un diritto dell'uomo, e la rete è il futuro, e il web è la libertà, beh dopo tutto questo meraviglioso bla bla di mesi, Fini e i suoi voteranno l'ammazzablog senza alzare nemmeno un ditino.

Via Piovono rane.

La blogosfera che conta 29.06.10

I blog da seguire secondo Time.

Rettifica quel post 16.06.10

Ogni anno capita di parlare di bavagli e pericoli legati al futuro dei blog.
Da destra e sinistra spesso si cerca di regolamentare ciò che avviene su internet e quasi sempre lo si fa in modo disastroso.
Una tradizione di cui si farebbe a meno.

A questo giro tocca a Paolo Gentiloni, Matteo Orfini e Giuseppe Civati cercare di porre rimedio, con l'iniziativa "Nessuno tocchi i blog", al ddl intercettazioni che prevede la pubblicazione di rettifiche sui blog entro 48 o il rischio di sanzioni fino a 12.500 euro.

Da pochi giorni in Senato la maggioranza con la trentesima fiducia ha approvato il ddl intercettazioni: un testo che tutela meglio i criminali dei cittadini e uccide il diritto ad essere informati. Tra i commi del testo ci sono attacchi e censure anche alla Rete. Una pagina davvero brutta per la democrazia italiana, il ddl intercettazioni dopo 2 anni di gestazione si dimostra un grande esproprio della democrazia e dell'informazione, dove le notizie cattive si sommano, e ora toccano anche il controllo e la censura della Rete. Come hanno indicato i senatori del Pd Vincenzo Vita e Felice Casson tra i tanti passaggi liberticidi e censori del maxiemendamento sulle intercettazioni ce n’è anche uno devastante per la rete. Infatti, per ciò che attiene alla 'rettifica', si equiparano i siti informatici ai giornali, dando ai blogger l'obbligo di rettifica in 48 ore.
Il comma 29 dell’art. 1 prevede che la disciplina in materia di obbligo di rettifica prevista nella vecchia legge sulla stampa del 1948 si applichi anche ai "i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica"! I blogger all'entrata in vigore della nuova legge anti-intercettazioni, dovranno provvedere a dar corso ad ogni richiesta di rettifica ricevuta, entro 48 ore, a pena, in caso contrario, di vedersi irrogare una sanzione fino a 12.500 euro.

La battaglia sulle intercettazioni 24.05.10

Si accendono gli animi attorno al tema delle intercettazioni e la blogosfera fa la sua parte. 
Inizia Gilioli con un accusatorio post contro il blog Left Wing e D'Alema.

Il sito ultrà dalemiano ci dice anche che l'opinione pubblica italiana non aveva il diritto di conoscere la telefonata in cui due imprenditori ridevano per il terremoto perché «non sono ancora ancora previsti nel nostro codice i reati di cattiveria, cinismo e avidità».

Ai dalemiani l'idea che conoscere quella telefonata abbia aperto squarci di verità impressionante su un rapporto malato tra politica e business proprio non interessa: per loro era prioritaria – rispetto al nostro diritto di essere informati su quel che accadeva dietro le quinte degli appalti – la privacy dei due imprenditori mascalzoni.

Ecco, a volte c'è una sinistra che è come la peggiore delle destre.

E in verità questo grumo di pornopoliticismo esasperato, a chiamarlo sinistra, beh, ci vuole un bel coraggio.

Cundari risponde a stretto giro.

3. Se ragionassi come fai tu, dovrei fare un post con una tua foto vicino a Carlo De Benedetti e sostenere che questa è la tua reazione alle critiche che mi sono permesso di fare al tuo editore in quello stesso sito, e via discettando di quel "grumo" del giornalismo di sinistra, che pure "a chiamarlo sinistra ci vuole un bel coraggio", eccetera. Ma io non ragiono come te, per fortuna, e non ho nessuna difficoltà a riconoscerti la piena titolarità delle fregnacce che scrivi, senza bisogno di dipingerci attorno chissà quali oscure manovre.

Resta il discusso provvedimento fortemente voluto dal Governo, scritto male e interpretato peggio.
Trasformato in bandiera da brandire per entrambi gli schieramenti, è diventato un puro terreno di scontro frontale e per questo impossibile da commentare razionalmente senza scatenare conseguenti polemiche.

La responsabilità su internet 24.04.10

Il ruolo di blogger non va equiparato a quello di direttore di giornale.
Con questa motivazione la corte di appello di Torino ribalta una sentenza che aveva condannato un blogger valdostano per il reato di omesso controllo.

La questione verteva su chi è responsabile di ciò che viene scritto nei commenti di un blog.
La legislazione italiana è ancora carente in materia di internet e responsabilità, questo ha portato a due sentenze opposte nel giro di poche settimane. Vi ricordate del caso Google?

Ora l'appello di Torino ha stabilito che tutti i commenti non riconducibili all'autore del blog sono da considerarsi anonimi, in quanto impossibile verificare con certezza l'identità del commentatore.
E' un passo avanti importante verso la normalizzazione e l'accettazione di internet come un luogo non dissimile dalla realtà quotidiana.

La nazione dei blog 19.04.10

BlogNation, Il blog aggregator di Gianluca Neri in versione beta da qualche mese, debutta ufficialmente.

This Just In 26.03.10

CNN.com lancia un nuovo blog di news e informazione: This Just In.

Commentare Wittgenstein 25.03.10

Luca Sofri apre ai commenti.

Pezzi di blogosfera 08.03.10

Akille si prende una pausa.

BlogNation online 22.02.10

La beta, dell'aggregatore di Gianluca Neri, è online.

Il giro del mondo in blog 14.02.10

Il giro del mondo di Lorenzo Cairoli.

Da maggio a giugno 2010 il blog emigra prima in Colombia (1 mese, 1 mese e mezzo, base Cartagena) poi in Giamaica (1 mese, base Kingston) con brevi incursioni ad Haiti, Cuba, Messico, Panama, Repubblica Dominicana, Costarica. Ad agosto, Perù, Ecuador, Bolivia, Brasile, Argentina, Cile, Patagonia. Ottobre e novembre appendo il cappello in Cina e Indonesia con incursioni in Cambogia, Thailandia e Vietnam. Dicembre: Iran, Israele, Libano. Gennaio: Nuova Guinea, base a Port Moresby e Australia. Febbraio fino a fine aprile Africa: Ghana, Senegal, Camerun, Benin, Ruanda, Kenya, Etiopia, Eritrea. Quindi, ritorno a casa. L'India magari sostituirà la Cina. Forse al posto del Benin ci sarà il Burkina Faso. Magari uno tsunami mi obbligherà a cambiare percorso, o la repentina follia di un satrapo dell'Africa più disperata o un'epatite.

BlogNation 08.01.10

Gianluca Neri fa le cose sul serio. Sta nascendo un progetto interessante sui blog e per i blogger.

Yahoo! spegne MyBlogLog 23.12.09

MyBlogLog chiuderà a gennaio.

Vintage dalla nascita 14.12.09

Mi piace perché è una piccola tradizione; quando è nato un blog lo avevamo in cento, adesso siamo ancora in cento perché tutti gli altri sono passati ai socialcosi. Siamo quelli che scrivono più di 140 caratteri, e sembriamo una setta di massoni ottocenteschi: insomma, siamo diventati vintage in sei anni.

Via Squonk.

Il giardinetto molle della blogosfera 24.11.09

Di tanto in tanto rispunta fuori il tema della scarsa qualità nella produzione di contenuti e la mancanza di discussioni rilevanti nella blogosfera italiana. L'assenza di una nuova opinione pubblica nata dalla rete, in particolare per quanto riguarda le analisi politiche. Se ne parla dal 2003 e immancabilmente diventa oggetto di incistamento e discussione.
Granieri la chiama "blogosfera molle".

La blogosfera italiana resta essenzialmente un giardinetto chiuso autoreferenziale perché banalmente è fatta da italiani.
In una nazione dove il digital divide (e intendo quello culturale) resta elevatissimo, dove la maggioranza delle persone preferisce informarsi attraverso la tv, in cui internet è visto come qualcosa da cui difendendersi nella migliore delle ipotesi o come qualcosa a cui porre un freno nella peggiore, la blogosfera non ha semplicemente le basi culturali per poter emergere e diventare centrale nelle scelte dell'opinione pubblica. Siano presenti o meno contenuti di qualità e strumenti adeguati e accessibili.
Non basta pubblicare un blog di qualità e discussioni appassionate per diventare mainstream. Non basta nell'Italia di oggi e non basterà nel prossimo futuro.
Infine la polverizzazione delle discussioni non è certo imputabile a Facebook, al microblogging, a FriendFeed o ad altre piattaforme. L'avvento dei social network ha reso complicato lo scenario ed eteree e impalpabili le discussioni solo a chi non ha saputo adeguarsi al cambiamento. Molti dei quali non avrebbero difficoltà a definirsi avanguardie della rete.

Non bastano dunque neppure guru e avanguardie per far emergere una bolla di coscienza che dalla blogosfera si espanda sino a toccare gli strati culturali più eterogenei. Forse perché le avanguardie in Italia sono state e continuano ad essere più che altro primedonne che scalciano nel tentativo di ritagliarsi quel piccolo spazio di notorietà nel giardinetto recintato. Avanguardie che restano ininfluenti quanto lo può essere un'analisi, sulla perdita di consensi legata alla nascita del Partito Democratico, di un circolo del Prc.
Ne è la riprova questo ennesimo sfogo che nasce dalla blogosfera colta e riprende temi già ampiamente dibattuti. Sfogo che da anni si interroga sul perché non siamo arrivati dove il Granieri di turno aveva fissato l'asticella e mai si sofferma sul come si dovrebbe fare per raggiungere quell'obiettivo che non siano affermazioni scontate o la riproposizione di strumenti già visti e già dimenticati.

Arrivati a questo punto sarebbe più interessante chiedersi dove eravamo e dove siamo oggi. Cosa, nel nostro piccolo, abbiamo cambiato e messo in moto. Invece di cercare il confronto perenne con la blogosfera anglosassone. Un altro campionato di un altro sport.

Del tornare improvvisamente di moda 12.11.09

Enrico Sola (il blogger un tempo conosciuto con il nome di Suzukimaruti) torna a bloggare dopo aver concluso che sì, i social network saranno pure una figata in termini di conversazione, condivisione e diffusione dei meme, ma resta ancora centrale uno spazio di riflessione, dove tornare a organizzzare le proprie idee e a confrontarsi con esse.
E quello spazio, banalmente, si chiama sempre blog.

L'utilizzatore finale di Chrome 02.11.09

non è così stupefacente che ci sia molta gente in giro che non afferra appieno la differenza tra un blogger che scrive di quanto gli aggrada e come gli aggrada dentro un contesto "cooperativo", diffuso, distribuito ma non omogeneo di altre persone come lui che si scambiano informazioni e opinioni, e un giornalista che scrive in solitario attenendosi (si spera...) a criteri e vincoli professionali che sono il corrispettivo del salario che riceve. la cosa stupefacente è che quelli che non afferrano la differenza ormai siano quasi tutti blogger e per di più se-dicenti tecnologici.

Il fratellino grande 27.09.09

Il logo per festeggiare l'undicesimo compleanno di Google

Quando iniziai a bloggare Google era ancora campagna.

Gobba? Quale gobba? 22.09.09

Sulla miopia della stampa su come affrontare e uscire dalla crisi in cui versa si è già ampiamente dibattuto.

Oggi La Stampa prende a prestito le parole di un'intervista, rilasciata da Obama, per rielaborarle e dimostrare che in realtà "Barack lovva i giornali e schifa i blog".
Tentativo maldestro di legittimare la carta stampata al cospetto di quell'indistinta novità che passa sotto il nome di internet.
Dimostrazione inconsapevole del fallimento di un certo tipo di giornalismo che vede nei blog un nemico da abbattere, salvo poi utilizzarne impropriamente i contenuti quando sorge il bisongo di far cassa col boxino-morboso.

C'è da giurare che il risveglio sarà traumatico.

Aspetto i saldi 30.08.09

Blogbabel è in vendita su ebay.

C'è ancora spazio per i blog 22.08.09

Your blog is your mothership. Don't neglect it for lesser tools. [...]

So, how can you make sure that you don't neglect your blog (or your "mothership")?

1. Spend time there. Visit your site or blog frequently (ideally, several times per day). This helps you stay connected with your vision for your business, and it also helps you stay in tune with the usability of your site, as well as find ways to improve it.
2. Keep it updated. It's very easy to allow a month to go by without posting a single blog entry. Naturally, the frequency of your posts will depend on a number of factors, most important being your own goals for your site, but you should post on a regular and consistent schedule so that your site content remains fresh.
3. Engage your audience. Ask questions, make thought-provoking posts, and most importantly, monitor the comments on your blog. If someone replies to one of your posts, take the time to respond, and if you really want to impress the person, email him or her with a thoughtful "thank you for following" message.
4. Give it some thought. Don't just post "filler content" to make an arbitrary quota. Really think about what your audience wants to hear. What do they want to know more about? How can you help them? Find ways to provide greater value for your readers. You'll know you're providing benefit when you hear clients and customers say things like, "I'm trying that idea you mentioned on your blog."
5. Find ways to improve. Organize your archives a little better, add links to your social networking profiles, or spruce up your "About" page. Find ways to regularly improve your site, making it more visually appealing and more user-friendly.

Via WebWorkerDaily.

Chiamate Perry Mason 10.08.09

Io ho dei buoni avvocati e molte querele, preferirei non averle, ma fa parte del gioco. Quasi sempre le ho vinte. La maggior parte dei blogger non ha soldi, e neppure l'abitudine a essere querelata da un potente che può usare, talvolta anche a carico dello Stato, avvocati di grido. L'intera Rete è a rischio querela, tutta la verità che è presente in Rete è un attacco al Regime. Non si può querelare la Rete, ma la si può limitare, porre restrizioni idiote presenti in Cina e in Birmania, come hanno fatto e stanno facendo. Si può anche colpirne qualcuno per educarne cento. Per questo voglio creare un pool di avvocati della Rete a disposizione dei querelati.
Chiedo a tutti gli avvocati che mi leggono che vogliono difendere gratuitamente i blogger di inviarmi i loro riferimenti. Li inserirò in una lista sul blog. Per i casi più complessi metterò a disposizione i miei avvocati, che ormai vantano una certa esperienza. Nel blog sarà disponibile a settembre un'area di aiuto per i blogger querelati con i fatti da sapere per difendersi, gli studi legali cui rivolgersi e l'elenco delle cause in corso contro le pubblicazioni in rete.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Via Beppe Grillo.

Alzare la voce 14.07.09

Qui si è contro il decreto intercettazioni, perché lo si reputa scritto male e interpretato peggio.
L'ho già scritto e ora mi ripeto, senza bisogno di scioperare.

Lo sciopero dei blogger è una contraddizione in termini.
Fatevene una ragione.

Politica partecipativa 08.07.09

Sara Brown, moglie del premier britannico, twitta e blogga dal G8 dell'Aquila.

Una data è una data è una data 02.07.09

La proposta di Giglioli di programmare uno sciopero del post il 14 Luglio (lo stesso giorno dello sciopero indetto dall'Ordine dei Giornalisti) per protestare contro il decreto sulle intercettazioni non mi convince per nulla. A partire dalla sua dubbia riuscita, su cui non punterei un cent.
La blogosfera italiana ha già dimostrato più e più volte la sua assoluta irrilevanza nel panorama sociale e mediatico italiano. E nonostante la pretesa fiducia di Alessandro che parla di "impatto mediatico straordinario" l'iniziativa sarebbe solo un assist al Governo.

Resta il fatto che questo decreto è odioso e se possibile scritto peggio.

Come se ne esce? Pubblicando di più e non facendo uno sciopero.
Diventando più rilevanti e non rinchiudendoci nel nostro piccolo, dorato giardinetto chiuso.

Voto in Iran, le pressioni della blogosfera 12.06.09

Nell'attesa dei risultati delle presidenziali in Iran, il Berkman Center for Internet & Society presenta la mappa interattiva dei blog iraniani ponendo l'accento sull'enorme crescita della blogosfera in questi anni, sintomo di una vivacità della popolazione e della voglia di un'informazione libera e democratica.

A margine è comunque sempre necessario ricordare quanto in Iran è ancora presente una forte e inflessibile politica di filtraggio di internet.
Spesso le informazioni non sono accessibili e molti siti vengono bloccati in particolari occasioni. Di recente a farne le spese è stato Facebook, oscurato a tratti, durante la campagna elettorale di quest'anno.

Se ti do il pelo tu che mi dai? 27.05.09

Towel day - FriendFeed Italia.
A modo nostro siamo bellissimi.

Corrispondenti esteri 27.05.09

TLUC Blog apre ad altre firme.
Quattro baldi giovani e una donzella mi affiancheranno su queste pagine.
Ognuno di loro si dedicherà ad una rubrica tematica. Si parla di non più di due post al mese.

Questa ballotta di amici scriverà (a titolo gratuito n.d.r.) di cultura, moda, stili di vita, curiosità e figherie dai cinque angoli del globo.

Si presenteranno da soli nelle prossime settimane. Per il momento vi dovrete accontentare delle note.
Si tratta di un esperimento. Vedremo dove porterà.

Restate collegati.

E la qualità dei contenuti? 26.04.09

Il suggerimento di Luca Conti su come migliorare la propria visibilità sul web.

Qual è il segreto per farsi «notare» in rete?
«Innanzitutto bisogna assicurarsi che il blog sia ben indicizzato, in modo che il contenuto venga segnalato dai motori di ricerca. E poi usare con consapevolezza i tag, un altro strumento fondamentale per la ricerca dei contenuti. Quindi un po' di sane pubbliche relazioni: stabilire relazioni con blogger che trattano lo stesso argomento è indispensabile per scambiarsi opinioni e link. Un altro strumento fondamentale sono i social network (Facebook e Twitter in testa). E poi magari conoscere qualche giornalista».

Muoiono i blog iniqui 24.03.09

i blog non sono affatto morti. I social stanno uccidendo i blog di coloro che non hanno voglia di aggiornarli e di curarli. Al contrario i social saranno un veicolo formidabile di visite verso i pochi che fanno del loro meglio per creare contenuti rilevanti.

Via Ikaro.

Sulle ali dell'arroganza 25.02.09

Un programmatore scopre un bug sul sito di Ryanair, lo segnala sul suo blog e la compagnia low cost per eccellenza sbotta.

Ryanair can confirm that a Ryanair staff member did engage in a blog discussion. It is Ryanair policy not to waste time and energy in corresponding with idiot bloggers and Ryanair can confirm that it won’t be happening again.
Lunatic bloggers can have the blog sphere all to themselves as our people are far too busy driving down the cost of air travel.

Alessio Jacona lo spiega meglio.

BlogMagazine 23.02.09

Un magazine su tecnologia, web e blogosfera. Gratuito. Da sfogliare online o da scaricare in formato PDF.

BlogMagazine.

Protesta estrema 06.02.09

Ogni blogger ha un prezzo 19.01.09

Oh, è vero. Ho sempre criticato i mercenari della blogosfera senza giusta causa.

La scientificità e il metodo statistico sono importanti.

Quindi è partito l'esperimento, molto grezzo e certamente rifinibile: ho pescato 10 nomi di blogger tendenzialmente puri&crudi - estratti a caso tra quelli che hanno i numeri di cellulare pubblicati in Facebook.

Veramente a caso: 8 uomini, 2 donne. 4 mi stavano già simpatici, gli altri, uhm, no.

Poi ho preso una SIM dal numero sacrificabile alla causa (a volte l'ho persino celato), un bel respiro e via.

Ho chiamato dicendo di essere inguaiato per l'eventuale sponsorizzazione di un succo di frutta austriaco - dovendo distribuire in complessivo in tutta l'italica blogosfera una somma pari a 70mila Euro, somma spedibile in tot post scritti su commissione. [...]

Solo uno mi ha stupito per la sua integrità morale [...] senza se e senza ma, irremovibile e senza zone d'ombra.

Gli altri - diciamo - non son stati proprio così senza macchia e senza paura.

Si discute se scrivere post per soldi sia giusto o sbaliato, moralmente corretto o disclaimer-accettabile. Paul the wine guy ha messo il dito nella piaga.

Chipmunks 04.01.09

Chi sotto queste feste se ne sta ben riparato, come me a casa coi miei, tra le colline dove la neve ha attutito ogni cosa, beato di aver salvato dalla gelata i limoni, non è forse adatto a internet.

L'articolo poteva chiudersi qui; c'era già tutto. Alvi, invece, ha deciso di proseguire.

Pulitzer e blogger 09.12.08

Il Pulitzer apre all'informazione online.
Dichiarata chiusa la bega tra giornalisti e blogger.

I blogger e il futuro dell'Iran 29.11.08

Via Pandemia.

Decisioni ombra 18.11.08

Il capitolo del DdL che intendeva estendere la normativa per i reati a mezzo stampa ai blogger è stata cancellato.
A dirlo è il ministro ombra del PD, Ricky Levi.

Si accettano scommesse su quando tenteranno riproporre una norma analoga.

Il pigiama fa tanto super eroe 13.11.08

Indignarsi è un attimo 10.11.08

Ogni tanto ci riprovano.
A questo giro è il PdL a proporre la registrazione obbligatoria presso il ROC dei blog italiani, atto che estenderebbe la normativa per i reati a mezzo stampa ai blogger tenutari.

Vedremo come evolverà il DdL. Nel frattempo, ve lo dico con sincerità, non ci perderò il sonno.

Stato della blogosfera 2008 24.09.08

Blogging is...

A truly global phenomenon: Technorati tracked blogs in 81 languages in June 2008, and bloggers responded to our survey from 66 countries across six continents.

Here to stay: Bloggers have been at it an average of three years and are collectively creating close to one million posts every day. Blogs have representation in top-10 web site lists across all key categories, and have become integral to the media ecosystem.

Bloggers are...

Not a homogenous group: Personal, professional, and corporate bloggers all have differing goals and cover an average of five topics within each blog.

Savvy and sophisticated: On average, bloggers use five different techniques to drive traffic to their blog. They're using an average of seven publishing tools on their blog and four distinct metrics for measuring success.

Intensifying their efforts based on positive feedback: Blogging is having an incredibly positive impact on their lives, with bloggers receiving speaking or publishing opportunities, career advancement, and personal satisfaction.

Via Technorati.

Blogger nel pallone 24.09.08

Dopo aver visto questa foto, ho deciso di lasciar perdere l'iscrizione alla Nazionale Italiana Calcio Bloggers.

Senza fallo.

Bloggare dagli ottomila 22.09.08

Tentare il fatidico "Hello World" dagli 8.201 metri della cima del Cho Oyu, la "Dea Turchese", sesta montagna del pianeta terra, lassù in Tibet.

Ehi, c'è tutto un mondo là fuori 19.09.08

La blogosfera è oramai diventata un fenomeno poco interessante e per nulla significativo.

Che fosse un giardinetto chiuso autoreferenziale si era intuito.
Sarebbe gradito quindi che si lasciasse da parte almeno l'aspetto ludico del cazzeggio in formato BarCamp e BlogFest da considerazioni più pregnanti e pipponi vari sul futuro dei blog.

Che per inciso poi, basta fare un salto oltre la prima pagina di Blogbabel perché si spalanchi un mondo.

Discussioni orizzontali 17.09.08

Smettiamo di definire il web 2.0, blogosfera inclusa, un posto in cui le discussioni sono "orizzontali" e le conversazioni provengono "dal basso": sono cazzate buone da raccontare a qualche povero cristo che non ha ancora avuto modo di viverli il web 2.0 e la blogosfera. Perché qui, come nella vita di tutti i giorni, di "orizzontali" o che provengano "dal basso" ci sono solo cazzi pronti ad infilarvisi proprio dove state, in questo momento, immaginando.

Via The Novecento's Post.

Dr. Pruno 16.09.08

Ridere della blogosfera con classe. Ma anche no.
Un gradito ritorno alla sana arte del flame.

330 linden dollar che si tratta di LPD.

Blog Day 2008 31.08.08

Il badge del Blog Day 2008

Ecco un'altra cosa che mi ricorda che l'estate è finita. E sono tra quelli che dicono "era anche ora".

Le stagioni della blogosfera 29.08.08

In accordo con le statistiche sui feed del mio Google Reader, ho potuto stabilire che quest'anno l'estate è finita il 25 Agosto.

Se mi chiedeste che cosa penso della blogosfera 19.08.08

E' una ben magra consolazione ma, credetemi, ci siamo fatti prendere troppo dal mezzo, dalle statistiche degli accessi, dai chissà cosa succederà se scrivo che. Siamo diventati schiavi della forma, della ricerca della notizia esattamente come un giornale, e quel che eravamo era ben lontano dall’essere un giornale. Eravamo gente che scriveva dei cazzi propri come metafora per parlare del resto del mondo attorno. Eravamo qualcosa di diverso che non siamo più, anche se non è mai troppo tardi: dovreste provare anche voi a ripartire da PageRank zero.

Via Macchianera.

Il blogger inesperto 16.08.08

A casa RAI si sono offesi dopo aver scoperto che aprendo un blog si possono incontrare disturbatori di varia natura e raccogliere centinaia di commenti negativi, alcuni dei quali condivisibili, in poche ore.

E' chiaro che Giampiero De Luise, inviato RAI a Pechino per la cura del sito RAI Sport, non ha saputo riconoscere provocazioni e provocatori, non ha avuto la minima idea su come arginarli e non ha previsto che potessero nascere polemiche e proteste sui contenuti trattati e sul servizio offerto dalla rete olimpica.

Quindi vi saluto e mi astengo definitivamente da qualsiasi ulteriore post. So bene che anche questo sarà per alcuni ulteriore motivo di polemica, ma in tutta franchezza ho impegni più seri e importanti ad assolvere.

E' peraltro probabile che costui non abbia mai visto un forum in vita sua.

Il commento più significativo in un blog di quattro post:

come mai pippo che è un cane dorme in una cuccia e pluto, anch'esso un cane ha una casa tutta sua? non è un principio di desugaglianza che fa pensare i bambini che nn tutti possano arrivare in alto come te?

Rumore di fondo 11.08.08

Voices from the suburban blogosphere

Voices from the suburban blogosphere.

Roller coaster 05.08.08

Il bello delle classifiche è che ce ne sono tante tra cui scegliere.

Via archivi di .mau..

Se i media mainstream aprono gli occhi 29.07.08

Frequentare i blog serve, fra l'altro, a smontare molti dei luoghi comuni sugli effetti nefasti della digitalizzazione della realtà e sull'apocalisse culturale che essa comporterebbe. Fine della lettura, tramonto dell,italiano, declino dello spirito collettivo. In realtà questo sguardo luttuoso sul cambiamento lamenta sempre la scomparsa delle vecchie forme e proprio per questo fa fatica a riconoscere l'intelligenza del presente.

Marino Niola su La Repubblica.

Memorie di un blogger 28.07.08

Parlando con un'amica a proposito di queste pagine sono spuntate due domande al quale è probabilmente venuto il momento di dare una qualche spiegazione.

Con che diavolo di nome commenti i tuoi post?

L'autore del TLUC Blog commenta i suoi post con lo pseudonimo Rhadamanth; è tradizione non chiederti perché.
Forse un giorno si firmerà con il suo nome (che poi già compare un po' dappertutto nel blog) o forse no. Per il momento va così.
Sappi solo che ha a che fare con il suo primo sito personale, un libro e usenet.

Da quanto tempo scrivi un blog?

La storia risale al dicembre del 2000. A tutti gli effetti in un altro tempo e un altro luogo.

Per capirci e spiegare a me stesso, nel 2000 Wikipedia non era ancora stata fondata e Google era nato da poco.
Non si sapeva cosa fosse la "mucca pazza", l'Italia non vinceva un mondiale di calcio dal 1982, l'Unione Europea era formata da dodici stati e si pagava in lire.
Esisteva una sola Guerra del Golfo e lo skyline di Lower Manhattan aveva un aspetto diverso.
Guerre Stellari era una saga in tre film. Di fatto non esistevano altre trilogie esclusa questa. Se volevi conoscere le sorti di un anello magico ti toccava leggere un libro. Il resto era fuffa.
I terroristi non terrorizzavano nessuno, se non in qualche remoto angolo del globo.
ADSL, IPTV, Sky, erano parole prive di significato. Semplicemente non esistevano.
Se eri dalla parte delle "finestre" smanettavi su Windows 2000 o più probabilmente su Windows 98, se avevi scelto la "mela" ti dovevi accontentare del vecchio Mac OS Classic.
I weblog, o meglio i blog, li chiamavano ancora siti personali e il web era fermo alla versione 1.
I cellulari di fatto non facevano altro che telefonare e mandare sms. Capitava ancora di chiamare da cabine pubbliche.
Si aspettavano anni prima di poter vedere i nuovi episodi delle serie di culto americane. La musica la si ascoltava prevalentemente sui CD. Napster era paragonabile alla manna dal cielo di biblica memoria.

L'autore del TLUC Blog aspettava di innamorarsi seriamente, aveva meno preoccupazioni e la vita gli sembrava più facile.
In definitiva si divertiva e sembrava riuscirci bene.

I più attenti di voi a quest'ora avranno già arricciato il naso. Le date di nascita di questo blog non collimano.
Avete ragione, il mistero è presto spiegato.
L'incomprensione deriva dal fatto che al rinnovamento del sito iniziai a ricontare gli anni e relativi compiblog. In aggiunta l'archivio precedente non era più disponibile. Si poteva dunque parlare di una ripartenza e senza ombra di smentita.

Per cui compratela per come ve la vendo. Il blog storicamente ha (ad oggi) all'incirca sette anni e mezzo, ma quest'anno festeggerà il quarto anniversario.

A tempo debito vedrò di istituire un'ulteriore ricorrenza che rammenti la vera origine di tutta la baracca.
Sarà qualcosa di sobrio, come quei mezzi busti lasciati all'ombra di vecchi alberi in qualche angolo di un comune parco.

Un nome. Una data. Magari un'epigrafe.

Più blogger e meno fuffa 23.07.08

Domani inizia Kinder.

Intercettato 09.07.08

Quelli che credono che la droga si scarichi dal web, le intercettazioni e il caso Bianchi.

La Polizia postale ha confermato a Leonardo Bianchi l'oscuramento del sito. Leonardo è stato persino convocato al commissariato di Roma dove andrà domani.
Invito i pochi giornalisti rimasti a diffondere la notizia, soprattutto all'estero.

Blogbabel 24.06.08

Il viagra dei blogger sta per tornare.

Imprevisti 22.06.08

Giovy ha deciso di chiudere il suo blog.

Mi sento come un bambino a cui è appena caduto il gelato.

Blogtime 18.06.08

Da blogger, sui blogger, per i blogger. Come una rivista, ma sul web.
Blogtime. Ora la blogosfera ha il suo mensile.

BlogTime si occuperà di cultura e di personaggi, di letteratura e cinema, di musica e di pittura. Si occuperà di politica e di solidarietà, di internet e di nuove tecnologie, affidandosi alla competenza di tecnici, scrittrici/ori, giornaliste/i, sociologhe/i e quanti vorranno offrire la loro collaborazione per un progetto che nasce dal lavoro volontario di chi fa per il piacere di fare. In perfetto stile blog sarà pronto a crescere, a modificarsi, a seguire le indicazioni ed i suggerimenti di chi amerà leggerlo e farlo.

Una gustosa novità 28.03.08

I commenti per Witgenstein, ma non di Wittgenstein.

La passione di Blogbabel 23.03.08

Nel giorno di Pasqua si consuma la tragedia di Blogbabel.

Ci siamo stufati dell'arroganza di alcuni blogger italiani, che pensano di poter ricattare un servizio offerto alla comunità e al grande pubblico, e non perdono occasione per trasformare qualsiasi discussione in un litigio da riunione di condominio. [...]

Non so se [la sospensione] sarà temporanea o meno: l'idea di avere qualche testa calda che decide di farmi causa mi sconforta abbastanza, dopo tutto il tempo e le energie spese per fare BB, doverne impiegare altrettante (e soldi ovviamente) per difendermi dalle accuse di qualche megalomane mi sembrerebbe davvero un calcio nei denti...

Definisci la blogosfera 10.12.07

La blogosfera è un giardino chiuso autoreferenziale, composto da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali, composti da giardini chiusi autoreferenziali.

Nun se magna 08.12.07

Pare che al PiùBlogCamp non ci sarà il buffet.

Blogger fatti riconoscere 03.12.07

Spilla Ti sei mai accorto quanto sia difficile riconoscere un blogger nella vita reale? E quanto questo ostacoli la tua vita sociale?

Quanto sarebbe più divertente giocare ai fincipit sapendo che nel tuo vagone sono seduti altri blogger?
Quanto sarebbe bello scambiarsi meme in un centro commerciale potendo riconoscere un blogger a prima vista?
Quanto sarebbe più appagagante poter discutere la posizione del proprio blog in classifica durante una riunione condominiale?
Quanto ti farebbe felice organizzare un barcamp con i blogger del tuo quartiere?

E allora dai un taglio alla mestizia e all'incertezza e...
Fatti riconoscere!

Appuntati una simpatica spilla ai tuo vestiti e scendi in strada.

E' una campagna di TLUC Blog contro la mestizia del blogger moderno.

Inviaci la tua foto con la spilla in vista e il link al tuo blog. Ti pubblicheremo.

Blogger fotografato, blogger sputtanato 09.11.07

DElyMyth segnala un nuovo photoblog: Sputtana il Blogger.
LPD ringrazia.
;-)

Blogosfera depressa 06.11.07

Dopo tanti anni la blogosfera torna a rosicare e di brutto.
Un grazie di cuore a La Persona Depressa.

Tumblelog 05.11.07

Parlando di rete e blogosfera, è saltata fuori una domanda.
L'amico con cui stavo discutendo ad un certo punto mi ha chiesto: - Ma di preciso cos'è un tumblelog? -

Me l'aspettavo e non ho esitato.
- Se immagini che i blog siano gli editoriali di un quotidiano, i tumblelogs sono note a margine su un Moleskine. Sì tratta di blog minimali, microblogging. Dove per lo più si appuntano pensieri e link. -
- Ma se si tratta di pubblicare solo un link e una frase, allora perché non lo si può già fare all'interno dei proprio blog, magari in una categoria a parte? -
- Di solito i tumblelogs hanno un sistema di pubblicazione molto rapido... -
- Perché quello dei blog tradizionali non lo è? -
- No, cioé sì lo è. Ma vedi la multimedialità... -
- Ma sui blog si possono pubblicare già foto, podcast, video... -
- Sì, ma vedi il blogger sperimenta, innova... -

- Si tratta di una moda dunque. -
- ... precisamente. -

Conta la lunghezza o la larghezza? 22.10.07

Gira una discussione sul web.
Classifica , classifica no.

Ora, se è vero che una classifica che tiene conto solo del numero di link ricevuti lascia il tempo che trova in quanto a capacità di valutare l'autorevolezza di un blog, è anche vero che va presa per quello che è.
Ovvero un tentativo di razionalizzare e rappresentare una realtà complessa.
Un punto di vista, come ce ne sono tanti altri.

La classifica di BlogBabel genera fenomeni di celolunghismo?
Molto probabilmente sì, ma si può tranquillamente affermare che il celolunghismo non nasce con essa. E nemmeno il mercato dei link.
I più "giovani" non lo ricorderanno, ma ci si misurava l'alabarda spaziale quando ancora i blog si chiamavano siti personali e nel web circolavano portali alla Clarence.

E' mia opinione che Blogbabel dovrebbe concentrarsi più che altro su un servizio, ancora acerbo, come i meme in home page, piuttosto che perdere tempo a limare una classifica che continuerà a lasciare insoddisfatti molti blogger.
Ad ogni modo, per come è strutturata la blogosfera, continuo a preferire feed reader e aggregatori per seguire il flusso quotidiano di post e notizie.
Non a caso ho sviluppato SocialDust.

Crosspost su PiùBlog.

Pelù aveva capito tutto 27.09.07

Ho letto decine di post scandalizzati, irati, scioccati sul caso del vecchietto che rubava per fame.

Peccato fosse una bufala.

C'era chi cantava, "se non c'è sangue non c'è business"; aveva ragione.
Giornalismo o blgosfera poco cambia quando c'è di mezzo la visibilità.

Come un diario, ma con i link 23.09.07

Christian Rocca sul rapporto tra media e blogosfera.

[...]
Per chiudere: se avessi scritto questo articolo su un blog, anziché sulla carta, avrei fornito i link a conforto della mia tesi. La considero una prova della superiorità mediatica dei blog.

Help 2.0, qualche dubbio 04.09.07

Devo essere sincero, quando ho scritto questo post, pensavo ad un'iniziativa differente.
Colpa mia, chiedo venia.

Oggi si scopre che Help 2.0 è in realtà una raccolta di fondi per un bimbo affetto da tirosinemia.
Tutto sicuramento buono e giusto. Tra l'altro portato avanti anche da persone che stimo, ma...
Sì, perché ci sono dei "ma" del tipo:

  • perché se questo bambino ha bisogno di aiuti immediati si è aspettato una settimana per montare un caso?
  • perché la beneficenza deve essere associata ad uno scambio di link?
  • perché mi si dice anche l'esatta cifra di quanto devo versare?
  • perché tutta l'operazione deve avere il sapore di un contest?

Un'iniziativa sicuramente lodevole, ma gestita molto male, a mio avviso.
Qui le discussioni/polemiche della twittersfera in proposito.

Crosspost su PiùBlog, BlogFriends.

Blog Day 2007 31.08.07

Logo del Blog Day 2007Si rinnova l'appuntamento con il Blog Day.
Per chi fosse appena tornato dall'oltre spazio e si fosse perso l'iniziativa, ecco l'esaustivo post dell'anno scorso.

Passo ad elencare le mie scelte:

Help 2.0 29.08.07

Insieme per qualcosa di giusto.
Facciamo sentire la voce della blogosfera.

Help 2.0
Il video.

Appuntamento Martedì 4 Settembre.

Crosspost su BlogFriends, PiùBlog.

Un post è bello, di persona è meglio 05.07.07

D'accordo il web 2.0, mettiamoci pure Twitter e Pownce, ma vedersi e conoscersi di persona in FirstLife non passa mai di moda.
Ecco perché forse sono nati due progetti di aggregazione per i blogger italiani.

  • BlogBeer, sviluppato da senzastile, è un misto tra un wiki ed un blog dove organizzare e pianificare birrate tra blogger e non.
  • L'altra iniziativa è la newsletter "LaScuolaGenovese", dedicata principalmente a blogger liguri e che si prefigge medesimi obiettivi di incontro e cazzeggio; un'idea di silentman che riprende un accorato post di Samuele.

Il fincipit in un'Eco 28.11.06

Potevo forse io mancare?
Si prende l’incipit di una storia e si fa in modo che il tutto termini subito, in modi che uno non si aspetta.

"In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio." Poi Dio creò i congiuntivi ed essi uccisero Dio.

Umberto Eco - Il nome della rosa.

Il blogger code 15.01.05

Il blogger code è uno speciale codice che permette di esprimere il proprio spirito blogger in una stringa di caratteri.

Il più famoso di questo tipo di codici è indubbiamente il Geek code.

Per quanto riguarda l'Italia ed in particolar modo il mondo di Usenet, il codice festoso è forse il migliore, sicuramente il più simpatico, in circolazione.
Si tratta dello speciale codice dei frequentatori del newsgroup it.fan.scrittori.tolkien.

Questo è il mio blogger code:
B9 d++ t++ k s- u f++ i+ o x- e- l+ c

Un nuovo blog 30.09.04

Iniziamo a fare sul serio.
Un nuovo weblog, una nuova piattaforma, un nuovo dominio.

E senza data di scadenza.