tizianocavigliablog
Guardia di porta.

Ehi, c'è tutto un mondo là fuori 19.09.08

La blogosfera è oramai diventata un fenomeno poco interessante e per nulla significativo.

Che fosse un giardinetto chiuso autoreferenziale si era intuito.
Sarebbe gradito quindi che si lasciasse da parte almeno l'aspetto ludico del cazzeggio in formato BarCamp e BlogFest da considerazioni più pregnanti e pipponi vari sul futuro dei blog.

Che per inciso poi, basta fare un salto oltre la prima pagina di Blogbabel perché si spalanchi un mondo.

La sinistra - La critica 05.03.08

Turigliatto (Sinistra Critica):

"Serve un'altra sinistra, una sinistra che faccia la sinistra, che rispetti quando è al governo quello che ha detto in campagna elettorale".

E io che pensavo che due sinistre fossero già più che sufficienti.

Serie TV for Dummies - Grey's Anatomy 01.12.07

Prodotta a partire dal 2005 da Shonda Rhimes e trasmessa dalla ABC, Grey's Anatomy è la classica serie tv medica con lato sentimentale.
Il titolo della serie gioca sull'omofonia tra il più famoso testo di anatomia dei paesi anglosassoni, il Gray's Anatomy e il cognome della protagonista Meredith Grey.

Meredith (Ellen Pompeo) è una tirocinante di chirurgia al Grace Hospital, un immaginario ospedale di Seattle.
Drammi, complicati casi clinici, ironia e tresche amorose sono gli ingredienti della serie.
Gli altri personaggi principali della serie sono la dottoressa Cristina Yang (Sandra Oh) strutturata al 3° anno di chirurgia, la dottoressa Isobel "Izzie" Stevens (Katherine Heigl) strutturata al 3° anno di chirurgia, il dotter Alex Karev (Justin Chambers) strutturato al 3° anno di chirurgia, il dottor George O'Malley (T. R. Knight) specializzando di chirurgia, la dottoressa Miranda Bailey (Chandra Wilson) strutturata al 6° anno di chirurgia generale, il dottor Callie Torres (Sara Ramirez) capo degli strutturati al 6° anno di chirurgia ortopedica, il dottor Richard Webber (James Pickens, Jr) primario di chirurgia, la dottoressa ssa Addison Forbes Montgomery (Kate Walsh) chirurgo neonatale specialista in medicina fetale, il dottor Preston Burke (Isaiah Washington) chirurgo cardiotoracico, il dottor Derek Shepherd (Patrick Dempsey) neurochirurgo, il dottor Mark Sloan (Eric Dane) chirurgo plastico, la dottoressa Lexie Grey (Chyler Leigh) specializzanda in chirurgia.

La serie era considerata un riempitivo per i periodi morti della stagione televisiva ed invece si è rivelato uno dei teleflm più brillanti di sempre. I due Golden Globe e l'Emmy sono lì a confermarlo.

Nella versione originale, i titoli degli episodi coincidono sempre con titoli di famose canzoni.

E pensare che basterebbe così poco 01.12.07

AIDS ribbonQual è quella malattia scoperta il 5 giugno 1981 che si può curare, ma dalla quale ancora non si può guarire e che ha già ucciso 25 milioni di persone?

UNAIDS.

Il Parlamento Europeo a favore della neutralità della rete 27.11.12

I rappresentati di Bruxelles hanno votato e approvato una risoluzione, proposta dall'europarlamentare olandese Marietje Schaake, per rimarcare che l'International Telecommunication Union o altre istituzioni internazionali non rappresentano l'organismo appropriato per sostenere una autorità regolatoria su internet.
Nelle prossime settimane i rappresentanti dell'ONU discuteranno a Dubai la proposta di un passaggio dei poteri di controllo, gestione e regolamentazione da ICANN all'ITU e ad altre organizzazioni non indipendenti, con evidenti rischi di censura per la libertà di espressione e la libera circolazione delle informazioni in rete.

Babbo Natale ha l'ADSL 21.12.06

Mi sono stufato della finta cortesia dei commessi durante le festività natalizie.
Mi irrita terribilmente l'atteggiamento con cui ti guardano mentre fasciano il tuo pacchetto, neanche lo facessero gratis.
Mi indispettisce elemosinare lo scontrino, odio la calca alla cassa e la ricerca spasmodica di un parcheggio.

Per cui quest'anno 11 ragali di Natale (equivalenti al 68,75% del totale) sono derivati da acquisti fatti su internet.
Il 20 Novembre tutti i regali erano già consegnati o in spedizione.
Niente code, niente affanni, nessun "l'ho visto prima io", nessuna lamentela dei negozianti da sopportare, nessun mal di pancia da ricerca del parcheggio.

Solo un click, qualche tasto premuto e l'attesa del pacco che scivola giù dal camino.

Neanche a dirlo l'obiettivo per il prossimo anno sarà il raggiungimento di quota 90%.
;-)

Clemente santo subito 31.05.06

Probabilmente qui come altrove si faceva male a pensare tutto il peggio possibile su Clemente Mastella.
Risulta evidente che anche Clemente lotta insieme a noi.

Technorati Tags: , , , , .

Internet si apre ai domini generici 20.06.11

Dal 2013 potremo visitare siti .fiat, .apple, .bici o .reuters, ICANN ha deciso di aprire le porte a innumerevoli nuovi nomi a dominio generici (gTLD) che andranno ad affiancassi ai classici . eu, .com, .info, .net, .it, ecc.

A beneficiare della più grande rivoluzione dall'introduzione del dominio .com potranno essere i soggetti desiderosi di brandizzare ancora di più la loro presenza in rete.

Il dominio del sesso 19.03.11

L'ICANN ha approvato il nuovo nome a dominio .xxx, specificamente dedicato ai siti pornografici. Le vendite dei domini dovrebbe iniziare nel secondo trimestre di quest'anno.

Per una poltrona in più 02.12.04

E così, alla fine, ecco l'ennesimo rimpasto. L'UDC aggiunge due nuovi membri alla squadra di governo.

Follini avrà il ruolo di vicepresidente del Consiglio, accanto a Gianfranco Fini.

Baccini occuperà la poltrona di Luigi Mazzella, dimissionato, al dicastero della Funzione pubblica.

In tre anni sono stati cambiti undici ministro. Praticamente un governo nuovo, ma il premier Berlusconinon lo definisce un rimpasto, piuttosto un rafforzamento dell'esecutivo e della coalizione.

A margine una nuova uscia del PdC: "Basta con la parcondicio".
A questo proposito mi ritorna in mente un'ironico spot elettorale della trasmissione condotta dalla Dandini:

"La Casa delle Libertà. Facciamo un po' come cazzo ci pare."

AIDS una minaccia globale 01.12.04

Fiocco dell'AIDSL'ONU lancia ancora una volta, nella giornata mondiale sull'HIV, lo spettro della minaccia AIDS.

Secondo le Nazioni Unite l'AIDS una minaccia paragonabile a quella del terrorismo nucleare.

Il rapporto sul propagarsi delle infezioni virali legate all'AIDS è sconvolgente.
Il virus è in grado di provocare decine di milioni di morti in pochi mesi. Il rapporto se la prende con i paesi sviluppati che sembrano sottovalutare il pericolo.

L'ONU si concentra sulla rapidità degli spostamenti possibili al giorno d'oggi. Nessun paesi può dirsi al sicuro, quando in meno di una giornata si può fare scalo in tutto il mondo. L'Occidente non deve sentirsi tranquillo anche se attualmente la maggior parte delle infezioni colpisce l'Afica Subsahariana.

Il rapporto rileva che i finanziamenti per combattere la malattia sono passati dai 250 milioni di dollari del 1996 ai due miliardi 800 milioni del 2002, ma è ancora largamente insufficiente per arginare la diffusione dell'AIDS.

Allarme proviene anche dalla Cina. Il primo ministro Wen Jiabao ha lanciato un appello a compiere "costanti sforzi" nella lotta all'AIDS, riconoscendo ufficialmente che la situazione cinese è critica. Anche se le cifre ufficiali parlano di poco meno di un milioni di malati, i dati reali sarebbero altamente più allarmanti.

I guardiani di internet 29.07.10

Nel caso che un'apocalisse naturale o terroristica colpisse internet, sette guardiani avranno il compito di recarsi a Culpeper (Virginia) o El Segundo (California) per ristabilire la Root Zone e il corretto funzionamento della rete mondiale.

No, non è una graphic novel di Alan Moore. Il progetto di recovery è stato ufficializzato da ICANN, l'organo di controllo e gestione di internet.
I sette guardiani sono: Bevil Wooding (Trinidad e Tobago), Dan Kaminsky (Stati Uniti), Jiankang Yao (Cina), Moussa Guebre (Burkina Faso), Norm Ritchie (Canada), Ondrej Sury (Repubblica Ceca) e Paul Kane (Regno Unito).

Punto padania 01.10.09

Non sono poi così sicuro che un ICANN a gestione internazionale sia una buona idea.

Se da un lato il monopolio degli USA andava stretto in un mondo multipolare, dall'altro bisogna considerare che ora la gestione di internet potrà essere influenzata da governi che non avremmo mai voluto vedere con le leve della rete tra le mani.
A titolo d'esempio penso a quello italiano.

TizianoCavigliaPuntoBlog 24.06.08

Nomi a dominio in libertà. Presto, grazie all'ICANN.

L'Ipv6 è vicino.