tizianocavigliablog
Sensei.

Google per l'Abruzzo 08.04.09

Google ha messo su una pagina dedicata al terremoto in Abruzzo. Mappe, informazioni e notizie.

Le immagini satellitari, aggiornate a dopo il terremoto, sono impressionanti.

Star Wars a cappella 04.11.08

Al Carrefour di Assago 14.09.08

Si discriminano bambini autistici.

Lo si fa serenamente, con quella leggerezza che è sintomo di un'estrema ignoranza mista a quel velo di quotidiano e odioso razzismo diretto eroicamente contro il più debole. Contro il diverso.

"Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente."

Non partiamo favoriti 06.06.08

Secondo le quote dei bookmakers la Germania parte favorita per la vittoria finale dell'Europeo 2008. E non è una novità.
Per l'Italia si prevede un terzo posto. Per cui parlando di campionato continentale una sconfitta di misura in semifinale.

La mamma era lui con la parrucca 24.04.08

Il blog che rivela il finale dei film.
Spoileroso!

Prodotti tipici liguri (-21) 04.12.07

Il fagiolo Gianetto di Nasino

La Val Pennavaira, caratterizzata da un clima ventilato e dalla giusta umidità, permette le condizioni favorevoli per la coltivazione del fagiolo Gianetto.
Questo fagiolo presenta un bacello di colore giallo con screziature verdi e rosse appena accennate. I semi sono quasi sferici, di colore bianco grigiastro e di medie dimensioni.

Una volta essicati i semi riducono il loro volume e assumono una colorazione gialla (da cui il nome)o leggermente verde.

Il fagiolo Gianetto viene seminato nel mese di luglio.
La raccolta si effettua quando il baccello ingiallito inizia a seccare e i semi hanno raggiunto il loro completo sviluppo, nella seconda metà di ottobre. I bacelli interi vengono fatti asciugare prima di essere "sgranati" e i semi ottenuti si fanno ulteriormente seccare all'aria aperta.
I tempi di essiccazione variano molto a seconda del contenuto d'acqua iniziale, ed oscillano da 20 a 30 giorni.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3

Second bluff 13.08.07

Ci sono voluti parecchi mesi, ma alla fine anche Repubblica si è accorta dell'inconsistenza della bolla Second Life.

A titolo di cronaca in questo momento su Skype sono connessi oltre 7.285.000 utenti.
Fate voi le debite proporzioni.

Crosspost su PiùBlog, VOIT.

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa in finale 20.05.07

Luna Rossa in finale della Louis Vuitton Cup.
Risultato schiacciante 5 a 1.
Probabilmente contro ogni pronostico dell'inizio l'Italia torna in finale sfidante.
Anche oggi una regata senza storia. Schiacciante il vantaggio in ogni lato del percorso. BMW ORACLE è stata annichilita.
Per dovere di cronaca, e come avevamo previsto ieri, Larry Ellison ha deciso di licenziare Dickson e scegliere Mohr al timone.
Questa vittoria in semifinale ha un nome e un cognome, James Spithill.

Desafio non molla.
Vince la sua seconda regata con un vantaggio di 15 secondi e ritarda il passaggio in finale per i neozelandesi.
Una bella vittoria per Karol Jablonski, che ha condotto la sua ibarcazione davanti a Team New Zeland in tutte le boe del percorso.

Race 6

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Desafio Espanol batte Emirates Team New Zeland

Semifinale A

4 Emirates Team New Zeland
2 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
5 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Women do it better 08.03.07

Nella doccia come nella vita.
Buon 8 Marzo!

E siamo tantissimiiiiiiii! 01.02.07

I miei complimenti all'ufficio elettorale di Forza Italia per il mega spot mediatico a costo zero.
Deprimente e patetico come sempre. Anzi di più.

iPhone a 899 Euro, come non detto... 15.01.07

Le perplessità su iPhone diventano più concrete dopo la scoperta della prevendita dell'iPhone (da 4 GB) su Amazon.de taglia la testa al toro.
900 € per un telefonino? Un prezzo non certo popolare.

Ricette liguri (-2) 23.12.06

Focaccia al formaggio di Recco

Ingredienti

  • 1/2 kg di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1/2 kg di formaggio

Preparazione

Preparare la pasta con la farina, 4 cucchiai d'olio, il sale, l'acqua. Dividerla in 4 masse rotonde e lasciala riposare 40 min. Oliare 2 teglie basse, del diametro di 20 cm circa.
Stendere la pasta con il mattarello e tirare la sfoglia per portarla allo spessore più sottile possibile.
Mettere il primo disco sulla teglia e ricoprire con pezzetti di formaggio, ponendoli a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.
Ricoprire con il secondo disco e tagliare la pasta in eccesso. Aggiungere un pizzico di sale e cuocere in forno caldissimo a 250° per non più di 1 o 2 minuti.
A cottura ultimata, cospargere con un filo d'olio.
Togliere dal forno.
Eseguire con le altre teglie.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-20) 05.12.06

Trenette al pesto

Ingredienti

  • 450 gr di trenette secche o linguine
  • 5 cucchiai di pesto
  • 100 gr di fagiolini verdi freschi (o congelati)
  • 2 patate medie
  • formaggio grana (o pecorino)
  • sale

Utensili

Pentola, colapasta, zuppiera.

Preparazione

In acqua fredda, mettere le patate tagliate a fette spesse 1 cm e i fagiolini interi.
Far bollire con un po' di sale. A bollore, buttare le trenette e salare quanto basta.
Una volta cotte le trenette, conservare due cucchiai dell'acqua di bollitura. Mettere nella zuppiera le trenette, le patate e i fagiolini, aggiungere il pesto diluito con l'acqua tiepida messa da parte. Mescolare, spolverare con il grana e servire.
Se piace, invece del grana, usare il pecorino locale o miscelarli. Per la preparazione del Pesto o per gustare il vero Pesto Genovese con basilico di Pra.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4

Crosspost su GBC.

Ucraina - Tunisia 1 - 0 23.06.06

Arbitro: AMARILLA Carlos
Gruppo H
Stadio: Olympiastadion

Gol:

  1. 70' SHEVCHENKO Andriy (UKR) rigore

Statistiche:

  • Tiri in porta 6 - 3
  • Tiri 9 - 9
  • Falli 18 - 24
  • Calci d'angolo 3 - 3
  • Calci di punizione 1 - 2
  • Fuorigioco 2 - 5
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 4 - 4
  • Espulsioni 0 - 1
  • Possesso di palla 47% - 53%

Cartellini gialli:

  1. 09' JAZIRI Zied (TUN)
  2. 18' SVIDERSKYI Vyacheslav (UKR)
  3. 43' BOUAZIZI Riadh (TUN)
  4. 46+' JAZIRI Zied (TUN)
  5. 47' SHELAYEV Oleg (UKR)
  6. 61' TYMOSCHUK Anatoliy (UKR)
  7. 65' RUSOL Andriy (UKR)
  8. 90' JAIDI Radhi (TUN)

Cartellini rossi:

  1. 46+' JAZIRI Zied (TUN)

Formazione dell'Ucraina:
01 SHOVKOVSKYI Oleksandr
02 NESMACHNYI Andriy
04 TYMOSCHUK Anatoliy
06 RUSOL Andriy
08 SHELAYEV Oleg
09 GUSEV Oleg
10 VORONIN Andriy
14 GUSIN Andriy - al posto di - 19 KALINICHENKO Maksym (75')
15 MILEVSKIY Artem - al posto di - 07 SHEVCHENKO Andriy (88')
16 VOROBEY Andriy - al posto di - 11 REBROV Serhiy (55')
22 SVIDERSKYI Vyacheslav

Formazione della Tunisia:
01 BOUMNIJEL Ali
03 HAGGUI Karim
05 JAZIRI Zied
06 TRABELSI Hatem
10 GHODHBANE Kaies - al posto di - 08 NAFTI Mehdi (91+')
11 SANTOS - al posto di - 14 CHEDLI Adel (79')
12 MNARI Jaouhar
15 JAIDI Radhi
17 BEN SAADA Chaouki - al posto di - 13 BOUAZIZI Riadh (79')
19 AYARI Anis
20 NAMOUCHI Hamed

Migliore in Campo Budweiser: TYMOSCHUK Anatoliy (UKR)

Technorati Tags: , , , .

Skypecast: Italia - Ghana 12.06.06

Sia che voi tifiate Italia sia che voi tifiate Ghana, o non tifiate affatto...
... Datasport e Skype vi mettono a disposizione il primo Skypecast interamente dedicato all'avventura azzurra in terra tedesca.
Parla di Italia-Ghana con Datasport: per commenti tecnici, ma anche no.
Gratuitamente s'intende!

Technorati Tags: , , .

Ballarò 06.04.05

Dopo l'incredibile sorpresa di vedere Berlusconi a Ballarò, questi i concetti espressi dal premier:

  • ho governato al meglio delle possibilità
  • i risultati elettorali erano già previsti
  • la sinistra ha l'intenzione di consumare vendette
  • in cas di vittoria nel 2006 ci sarà un regime vendicativo e giustizialista, mascherato di legalità e ostile a tutto ciò che è privato
  • ennesimo taglio delle tasse di mille mila miliardi di Euro
  • sempreverde congiuntura internazionale sfavorevole
  • le scuole, le università, i giornalisti, le tv, i sindacati, la magistratura, il Csm, i Tar, la Consulta sono tutti in mano alla sinistra

O ha voglia di perdere anche nel 2006 o reputa gli italiani una massa di imbecilli.
O, forse l'idiota...

Un sms da 8 milioni di Euro 07.04.05

La Protezione Civile in questi giorni ha inviato la bellezza di quattro sms per ogni utente di telefonia mobile per dare informazioni assolutamente ovvie e scontate.

Forse la Prot.Civile ignora che le tv, le radio, i giornali altro non fanno da quattro giorni se non avvisarci del caos che regna a Roma.

Ma per Bertolaso & Co. non basta, tanto da inviare sms tradotti anche agli stranieri attualmente in Italia.
Il costo di questa operazione? Si stima tra i 6 e gli 8 milioni di Euro, che forse potevano essere impiegati in modo più proficuo.

I promeria inviati, di una banalità inaudita, ci informano che: a Roma fa caldo di giorno e fresco di notte, la tenda va piazzata a Tor Vergata, ci saranno ingorghi autostradali, utilizzate i mezzi pubblici.

E io che già pensavo di parcheggiare sotto il colonnato del Bernini e fare camping all'ombra dell'obelisco di Piazza San Pietro.

Iraq: gioia e dolore 22.12.04

La giornata in Iraq si divide tra gioia e dolere.

Finalmente i due giornalisti francesi, Christian Chesnot e Georges Malbrunot, sono stati liberati dopo quattro interminabili mesi. La televisione del Qatar al Jazira lo ha annunciato con una scritta in sovraimpressione.

La notizia è stata data anche con un comunicato dell'"Esercito di Ansar al Sunna" diffuso su un sito web dello stesso gruppo integralista.
"Sono stati liberati perché è stato dimostrato che non erano spie degli Stati Uniti e in risposta agli appelli di istituzioni e organismi islamici, e in apprezzamento delle posizioni della Francia sull'Iraq e della posizione dei due giornalisti sulla causa palestinese".

Attualmente i due giornalisti si trovano attualmente ad Amman e torneranno domani a Parigi.

Ma non si può parlare di iraq senza la quotidiana strage. Oggi almeno 24 persone sono rimaste uccise in una base militare americana (Task Force Olympia) nella città di Mossul.
Oltre 60 i feriti.

Secondo fonti della Cnn, l'esplosione si è verificata nella mensa della base, all'ora del pranzo.

Lo stesso gruppo che aveva dato l'annuncio della liberazione degli ostaggi francesi (Ansar al Sunna) ha rivendicato l'attacco sempre utilizzando un sito web.

[DOC] Header: come leggerli. Versione 2.0 16.12.04

A tempo record sono risucito a ultimare la revisione del documento sugli header dei post inviati su usenet.

Il documento è disponibile oltre che sul web, anche in formato .doc, .pdf, .txt e .rtf.

Raggiungibile anche su usenet in quanto postato sui newsgroup it.faq e it.news.aiuto

Attacco al consolato USA in Arabia Saudita 07.12.04

Al Qaeda ha rivendicato, con un comunicato pubblicato sul web dalla sua rete saudita, l'attacco di ieri al consolato statunitense a Gedda.

Al momento l'autenticita' del comunicato non e' ancora stata verificata.

Codice sotto chiave. L'odiato tasto destro 27.10.04

Sapete qual è una delle richieste più frequenti sul maggior newsgroup italiano di linguaggi e tecnologie web?

"Come posso disabilitare il tasto destro per impedire la visualizzazione del mio codice web?" Incredibile vero?

Analizziamo un attimo i perché dell'assurdità di questa domanda.

Visualizzare il codice di una pagina web è la cosa più facile di questo mondo.

Come? Tramite la barra degli strumenti del browser, validando una pagina web, scaricando la pagina ed editandola in locale. Inoltre è sempre possibile disabilitare gli script ed in questo modo annullare gli effetti sul tasto destro.

Ma perché c'è così paura che un terzo legga il nostro codice? Solitamente chi fa queste domande scrive un codice pessimo, non standard. Perché mai qualcuno dovrebbe copiare un codice simile?

Posso capire voler proteggere i contenuti, non c'è nulla di male anzi, ma voler proteggere il codice sul web è davvero follia anche per newbie.

Premi Nobel per la chimica e la medicina 07.10.04

Cerimonia per la consegna dei premi NobelIl premio Nobel per la chimica 2004 è stato assegnato agli israeliani Aaron Ciechanover e Avram Hershko e all'americano Irwin Rose per gli studi sulle scomposizione delle proteine.

E' ora possibile comprendere a livello molecolare come le cellule controllano certi processi centrali scomponendo determinate proteine e non altre. I tre biochimici hanno scoperto il cosiddetto "bacio della morte", un marcatore per le proteine, che contribuisce a spiegare il sistema immunitario.

Ciechanover ed Hershko sono dell'Istituto di Tecnologia di Haifa e Rose dell'Università della California.

Il "decadimento regolato proteico" da loro scoperto verso la fine degli anni Settanta, inizi anni Ottanta, regola processi come la separazione delle cellule, la riparazione del Dna, la qualità della produzione di nuove proteine e parti importanti del sistema immunitario.

Il premio Nobel per la Medicina è stato invece assegnato a Richard Axel della Howard Hughes Medical Institute (Columbia University New York) e Linda B. Buck della Fred Hutchinson Cancer Research Center (Seattle) per gli studi sui ricettori dell'odore e l'organizzazione del sistema olfattivo.

Il premi Nobel per la Pace verrà assegnato l'8 Ottobre, quello per la Letteratura oggi e per l'Economia l'11 Ottobre.

Sono il nuovo moderatore referente per it.comp.www.html 08.10.04

Prendo in mano la moderazione di it.comp.www.html continuando nella politica che finora ho attuato. Velocità, trasparenza ed equità nel moderare i post.

Il manifesto del gruppo è stato ampliato e modificato e sarà mio primario compito far sì che questi cambiamenti siano indolore per chi ha voglia di confrontarsi su questo newsgroup.

L'e-mail della moderazione è rhadamanth_nemes (at) hotmail.com.

[DOC] Dizionario di usenet v. 1.1 07.10.04

Screenshot di 40tude DialogUltimata la versione del documento Dizionario di usenet. decine di acronimi, definizioni, abbreviazioni e lemmi per capire e farsi capire sui newsgroup. Il dizionario è disponibile sui seguenti newsgroup: it.faq e it.news.aiuto.

Nonché sul sito dei Rhadamanth Labs (http://www.rhadamanth.net) alla pagina doc_usenet.php (sezione Comunicare); dove fra l'altro è possibile visionare le versioni in formato .pdf, .txt, .doc e .rtf. Segnalo a margine anche il cambio di denominazione di un altro documento sempre legato a usenet, ovvero [DOC] Header: come leggerli disponibile sempre sul sito dei Rhadamanth Labs nella stessa sezione alla pagina doc_header.php e alla scadenza del documento anche sui newsgroup it.faq e it.news.aiuto.

Perché bisogna abbandonare i frame? 30.09.04

Home page del sito: Rhadamanth.netIniziamo con un po' di storia. I frame sono nati per permettere all'HTML di evolversi da semplice linguaggio marcatore di testi statico ad aspetti di dinamicità.

L'introduzione dei frame permetteva per la prima volta di includere altri documenti HTML senza dover ricorrere a linguaggi lato server.

Occorre ricordare inoltre che tematiche quali l'accessibilità ancora non erano prese in considerazione. Non stupisce dunque che presero così piede nell'ambito della comunità di sviluppo web.

Tuttavia il web ed il codice negli anni si è evoluto, mentre i frame no. Questo ha trasformato i frame in uno strumento obsoleto e dannoso.

Altro aspetto importante è dovuto al W3C ed allo sviluppo di XHTML. XHTML è la rielaborazione di HTML secondo le specifiche XML. Questo dunque rende XHTML molto più inflessibile rispetto ad HTML 4.01. Il W3C ha inoltre deciso, per motivi che spiegherò più avanti, di incorporare i frame, e quindi il doctype di tipo Frameset, soltanto nella versione XHTML 1.0 per retrocompatibilità ed eliminarli totalmente dalla versione successiva, la 1.1. Questo già sarebbe un buon motivo per non utilizzare più tag non standard.

Analizziamo le cause che hanno spinto il W3C a deprecare i frame. I frame non rispettano l'accessibilità. Il motivo risiede nel fatto che gli screen reader non riescono ad interpretare correttamente una struttura di tipo frameset.

Ulteriore motivo è l'impossibilità di separare i contenuti dalla grafica. Utilizzando i frame è inoltre impossibile creare layout complessi e la modifica alla struttura risulta lunga e laboriosa, in quanto le modifiche andranno apportate ad ogni pagina del sito.

Anche sotto il profilo dell'indicizzazione i frame causano problemi. Gli spider infatti si comportano come screen reader. Indicizzano ogni pagina separata senza risalire al frameset, per cui potrà capitare di vedersi indicizzato solo il menu, solo il titolo, o solo i contenuti ma senza il menu. Non è piacevole vero?

I CSS ormai sono abbastanza maturi da poter permettere l'impiego di tecniche di inclusione lato server estremamente efficaci.

E' venuto il momento di abbandonare i frame, hanno fatto il loro tempo.

Prodotti tipici liguri 25.12.07

Foglie di basilicoUn felice Natale a tutti!

Buone Feste!!!

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24

Prodotti tipici liguri (-1) 24.12.07

Pecorino ligure di malga

Prodotto nell'Alta Valle Arroscia, nell'Alta Val Roja e nell'Alta Valle Impero, il pecorino ligure di malga è un formaggio dolce da tavola e stagionato di forma cilindrica a facce piane, con scalzo dritto alto di 10-13 centimetri o 6-10 centimetri nella versione dolce. Il suo diametro varia tra i 15 e i 20 centimetri.

Il pecorino ligure dolce presenta una crosta liscia sottile di colore bianco o paglierino tenue, una pasta bianca morbida compatta o con rada occhiatura. Ha un sapore dolce o leggermente acidulo.

La produzione stagionata presenta una crosta più consistente, di colore paglierino tendente al bruno con l'aumentare della stagionatura con una pasta bianca o paglierina, compatta o con rada occhiatura, tenera ed elastica nelle forme più giovani e poi sempre più dura, a volte con qualche granulosità. Il suo sapore è tendenzialmente piccante.

E' un formaggio prodotto con latte ovino intero, al quale viene addizionato caglio di vitello; la rottura del coagulo si protrae fino a che i grumi hanno raggiunto le dimensioni di una nocciola per la tipologia "dolce", o di un chicco di mais per la tipologia "stagionato".
Il procedimento di salatura, a secco o mediante immersione in salamoia, è uguale per le due tipologie, mentre varia il periodo di maturazione, che passa dai 20 ai 60 giorni per il pecorino dolce a diversi mesi (dai 2 ai 12) per quello stagionato.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23

Prodotti tipici liguri (-2) 23.12.07

Violetta di Villanova d'Albenga

La violetta di Villavona d'Albenga appartien alla famiglia delle violacee; è spontanea in Europa, Asia ed Africa Boreale.
Si tratta di una pianta erbacea, con grosso rizoma da cui partono numerosi stoloni aerei radicanti similmente alla fragola, che l'anno successivo al loro sviluppo originano nuovamente foglie e fiori.
I fiori sono doppi, odorosi, grandi e di caratteristico colore violetto.

E' un prodotto duraturo, con colore e profumo molto intensi.
Il terreno investito è di circa 2 ettari e la produzione si aggira intorno ai 150.000 - 200.000 mazzetti annui.
Al giorno d'oggi le violette sono ormai coltivate per la quasi totalità in serra. Nei tempi passati si soleva utilizzare canne palustri che venivano distese sui tralicci di legno per proteggere i cespi dal freddo. Il terreno veniva suddiviso in aiuole rettangolari della larghezza di due metri e di lunghezza variabile a seconda delle dimensioni del terreno. I cespi venivano posti ad una distanza di 25-30 centimetri.

I fiori vengono confezionati in mazzetti di 20 ognuno (in passato si arrivava a 24) e sono attorniati dalle foglie delle viole stesse lasciando gli steli abbastanza lunghi e legandoli tra loro con filo di cotone.
La raccolta inizia intorno al 20 ottobre e si conclude a fine marzo.

La massima estensione della produzione si ebbe intorno agli anni '20 e rimase tale fino agli anni '70. La commercializzazione del prodotto interessava l'Italia e le principali capitali europee, tra cui spiccavano Vienna e Parigi.
Attualmente la violetta viene esportate in Francia, Svizzera, Austria e Germania.

Dalle foglie delle violette vengono estratte le essenze utilizzate nella produzione di profumi.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Prodotti tipici liguri (-3) 22.12.07

Vino di mele

Prodotto nell'Alta Valle Scrivia è un vino a bassa gradazione alcolica ottenuta dalla fermentazione di varietà locali di mele.

La prima fase di lavorazione consiste nella frantumazione delle mele che, introdotte in un contenitore in legno di forma cilindrica, vengono battute ripetutamente con un pestello di legno fino a ridurle in poltiglia.
Si passa quindi alla torchiatura da cui si ottiene il primo succo, il quale, dopo essere stato filtrato, viene riposto in un recipiente in vetro e lì subisce una prima fermentazione che varia dai tre ai quattro giorni.
Il liquido ottenuto viene travasato e lasciato a fermentare, procedendo successivamente all'ultimo travaso.
L'imbottigliamento si esegue in bottiglie da spumante, con tappo a gabbia in quanto il prodotto risulta leggermente frizzante.

Il "Sidro da pomi" della Valle Scrivia deriva dalla lavorazione di varietà locali quali la Selvatica di Casella, la Gianchetta e la Garbuçinna tipica della Valbrevenna.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21

Prodotti tipici liguri (-4) 21.12.07

Amaro e Amaretto di Sassello

Prodotto sin dal 1850 nell'antico borgo di Sassello è un liquore da dessert.
L'Amaro che si differenzia dall'Amaretto esclusivamente per la maggiore gradazione alcolica (30°) e per il suo utilizzo come digestivo, mentre il liquore più dolce non supera i 25°.

Sia per l'Amaro che per l'Amaretto gli ingredienti sono analoghi: alcool idrato, zucchero, aromi, caramello.
Gli ingredienti vengono miscelati a freddo utilizzando appositi miscelatori e filtri idonei.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20

Prodotti tipici liguri (-5) 20.12.07

Aglio di Vassalico

Prodotto nell'Alta Valle Arroscia, in provincia di Imperia principalmente nei comuni di Vessalico, Borghetto d'Arroscia, Aquila d'Arroscia, Pieve di Teco e Ranzo.
Ha un'aroma particolarmente delicato e un sapore intenso, lievemente piccante al palato.

A Vessalico ogni anno il 2 luglio si svolge la tradizionale fiera dell'aglio.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19

Prodotti tipici liguri (-6) 19.12.07

Basilico

Scientificamente conosciuto come Ocinum basilicum, il nome del basilico deriva dal termine greco Basilikòs (degno di un re).
La pianta di basilico è stata importata in Europa dall’Asia Minore in tempi antichissimi, trovando però fin da subito le sue condizioni idealidi crescita soprattutto in Provenza e in Liguria.

Il basilico genovese si presenta con fiori bianchi e foglioline compatte dalla forma a “cucchiaio” di color verde non troppo intenso, capaci di sprigionare un profumo particolarmente delicato e gradevole.
Le migliori qualità vengono dalle produzioni di Prà e Recco, di Albenga, di Diano Marina e della piana di Sarzana.
Il basilico appartiene alla famiglia delle Labiate.

La qualità della varietà cosiddetta Genovese ha ricevuto la certificazione DOP (Denominazione di Origine Protetta) dall'Unione Europea.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18

Prodotti tipici liguri (-7) 18.12.07

Zerarìa

In dialetto viene chiamata Zrarìa, prodotta nell'entroterra del Ponente si prepara per il periodo natalizio.
Le zampette di suino e la testa, comprese anche cotenne o guanciale, lingua, muscoli e a volte anche manzo, vengono fatte bollire con sale, pepe, alloro, limone e altri aromi che variano da zona a zona, fino ad ottenere un brodo. Terminata la cottura, si tagliano le varie parti con il coltello e si dispongono in un piatto profondo ricoprendole con il brodo caldo che raffreddandosi formerà una densa gelatina.
Si adorna con foglie di alloro o di limone fresche. Tradizionalmente l'impasto veniva messo in appositi stampi in legno, a forma di bauletto.
Si lascia così per alcuni giorni, si consuma tagliata a fette.

Con qualche variante si produce, oltre che in Val Bormida, nel savonese, anche in Valle Stura, nell'entroterra di Voltri.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Prodotti tipici liguri (-8) 17.12.07

Fagiolo borlotto di Mangia

Viene prodotto in località Mangia, nel comune di Sesta Godano in provincia di La Spezia.

E' un fagiolo borlotto rampicante di colore rosso, che cresce in verticale, molto produttivo. Si coltiva lungo il torrente Mangia, nel Comune di Sesta Godano.
I coltivatori fanno arrampicare la pianta lungo rami raccolti nel bosco e raggiunge grandi altezze. Viene annaffiata per allagamento con acqua del torrente Mangia. Una volta raccolti, i fagioli sono fatti seccare con l'esposizione al sole.

Secondo la tradizione culinaria il fagiolo viene servito lessato e condito con poco olio.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16

Prodotti tipici liguri (-9) 16.12.07

Asparago violetto di Albenga

Prodotto nella piana di Albenga, l'asparago violetto presenta turioni grossi e con una caratteristica colorazione viola intenso che gradatamente sfuma scendendo verso la base.
Rispetto alle altre qualità è meno produttivo. Al palato si presenta morbido e burroso, delicato e tendenzialmente più dolce al gusto, meno aggressivo all'olfatto rispetto agli asparagi tradizionali.

Particolarmente adatto per accompagnare pesci e carni bianche o per salse raffinate.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15

Prodotti tipici liguri (-10) 15.12.07

Albicocca di Valleggia

L'Abicocca di Valleggia viene prodotta nell'omonima località vicino a Savona.
L'albicocco Valleggia è una pianta vigorosa, longeva e rustica, con produzione costante, anche per la caratteristica della fioritura tardiva e graduale. Ha una buona adattabilità all'ambiente.
Il frutto ha una polpa soda, dolce e leggermente aromatica.
Ha un epicarpo di colore arancio, sottile e liscio, con puntinature rosso mattone.

Si tratta di un cultivar locale, selezionata nei primi anni del 1900.
L'abicocca di Valleggia veniva commercializzata oltre che sui mercati nazionali anche in Germania e in Svizzera, attualmente viene inviata al mercato ortofrutticolo locale e impiegata nell'industria alimentare.

I portainnesti usati dai produttori per l'albicocca Valleggia sono tre e precisamente: Franco di albicocco, Franco di pesco, Mirabolano di susino.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14

Prodotti tipici liguri (-11) 14.12.07

Lumassina

La lumassina viene prodotta in numerosi comuni del finalese, in provincia di Savona.
E' vino bianco secco di colore da paglierino (tipo bianco) a paglierino tendente al dorato (tipo tradizionale, con breve fermentazione insieme alle bucce).
Ha un odore delicatamente persistente con sentori di erbe e fiori di campo; in quello tradizionale si coglie un leggero sentore di legno bruciato.
Il sapore è secco, ma di piacevole sapidità, discretamente leggero; nel tradizionale è presente una lieve tannicità.

Ha un'alcolicità tra il 10 e 11% e un'acidità totale tra il 6 e 8 per mille.
Il vino viene prodotto utilizzando le uve del vitigno Lumassina (Buzzetto o Mataosso) per almeno l'85%. Possono concorrerere al rimanente 15%, le uve a bacca di colore analogo.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13

Prodotti tipici liguri (-12) 13.12.07

Sarasso

Prodotto principalmente nell'Alta Val d'Aveto il sarasso è una ricotta salata e stagionata.
Ha una forma cilindrica di colore bianco giallognolo e dal sapore intenso.

La ricotta derivante dal siero del formaggio di Santo Stefano d'Aveto viene salata e fatta stagionare.
Il sarasso viene utilizzato come veloce condimento di una pasta in bianco. Nella Val d'Aveto viene anche usato nella preparazione del pesto.
Il sarasso può inoltre essere aggiunto nella baciocca, insieme alla ricotta.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12

Prodotti tipici liguri (-13) 12.12.07

Pigato

Il Pigato è un biotipo del Vermentino, e il suo nome deriva dalla trasposizione dialettale pigau (macchiettato), ma alcuni lo farebbero derivare addirittura dal latino "picatum", il vino aromatizzato con pece del tempo dei Romani.
Prodotto principalmente nella provincia di Savona, l'origine del Pigato risale al quindicesimo secolo. E' stato introdotto grazie ai commerci tra l'antica repubblica marinara di Noli e la Tessaglia dell'antica Grecia.

Il Pigato ha colore giallo paglierino con riflessi dorati.
Ha un bouquet di pesca matura, erba, fiori campestri, note di muschio marino, con un sapore completo e gradevole.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11

Prodotti tipici liguri (-14) 11.12.07

Sciachetrà

Prodotto nelle Cinque Terre, lo Sciachetrà è un vino passito dolce e liquoroso.
In dialetto viene chiamato refursà (rinforzato) o vin dùse (vino dolce).
Il termine "Sciachetrà" è piuttosto recente, essendo comparso soltanto verso la fine del 1800.
Pare che uno dei primi a utilizzarlo sia stato il pittore macchiaiolo Telemaco Signorini nel suo scritto di memorie "Riomaggiore".
L'etimologia del vocabolo è incerta, potrebbe forse derivare dal verbo dialettale sciacàa (schiacciare), utilizzato per indicare l'operazione di pigiatura dell'uva.

Lo Sciachetrà ha ricevuto la Denominazione di Origine Controllata (DOC) ed anche di presidio Slow Food.
E' prodotto con la qualità d'uva Bosco (60%), Albarola e Vermentino (40%).

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10

Prodotti tipici liguri (-15) 10.12.07

Zucchino alberello di Sarzana

Prodotto nella piana di Sarzana, il zucchino alberello è originario del sud America, giunse in Europa nel XVI secolo.
I suoi fiori erano considerati sacri presso le popolazioni andine.

Lo zucchino alberello di Sarzana ha frutti allungati di colore verde chiaro, simile per forma e dimensioni al "genovese".
Gli zucchini devono essere colti quando sono ancora immaturi con la polpa bianca e compatta; ricchi d'acqua hanno un forte potere diuretico.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Prodotti tipici liguri (-16) 09.12.07

Quagliata ligure

Prodotta nell'entroterra genovese la quagliata è una cagliata fresca di latte vaccino di colore bianco, consistenza da semi liquida a semi solida e sapore acidognolo.

In dialetto prende il nome di "prescinseua", che deriva dal genovese presû che significa caglio.

La quagliata prodotta nella Val Fontanabuona, veniva in parte prodotta dalle vacche provenienti da lontane località di montagna dell'alta Val d'Aveto che svernavano in Val Fontanabuona dove, essendo a quote più basse, il formaggio e la prescinseua potevano essere prodotte quando le basse temperature consentivano una maggiore conservabilità del prodotto.
Questa transumanza del bestiame partiva da metà settembre e durava fino a metà maggio, consentendo l'utilizzo dei prati e dei pascoli della Fontanabuona.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8

Prodotti tipici liguri (-17) 08.12.07

Bottarga di tonno

Nello stesso periodo in cui vengono le uova destinate ad essere trasformate in Bottarga, e più precisamente tra la seconda decade di maggio e la terza decade di giugno, i pescatori, dopo la mattanza, selezionano i tonni più grossi. Il filetto, che in gergo viene chiamato bodano, vienne avviato alla fase di salagione: trascorse ventiquattro ore, i pezzi più grosso, lavati con una particolare salamoia, vengono "impiccati" e posti in luoghi ventilati.
Modellati quotidianamente per 15 giorni fino ad ottenere una forma cilindrica a seguito della necessaria maturazione.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

Prodotti tipici liguri (-18) 07.12.07

Fagiolana di Torza

Viene prodotta nel comune di Maissana, in località di Torza e aree limitrofe, in provincia di La Spezia.

E' un fagiolo dalla forma allungata e tondeggiante, più o meno piena.
Il colore è bianco con qualche filamento marrone quando la fagiolana è fresca. Le dimensioni dei fagioli sono circa di 2-2,5 cm x 1-1,5 cm. Possono essere raccolte sia fresche che secche, ottime servite con lo stoccafisso.

La semina avviene di solito dopo il 26 maggio, data di celebrazione della ricorrenza della Madonna di Caravaggio. Una produzione migliore si ottiene se le coltivazioni sono protette dal sole nelle ore più calde della giornata, godendo però di sufficiente calore. E' consigliabile coltivare la pianta vicino a corsi d'acqua e in ogni caso irrigarla almeno una volta a settimana.
In ogni "postarella" (piccola buca nel terreno) in cui si pongono tre o quattro semi, si sistema anche una pertica (canna) della lunghezza di circa tre metri per consentire che le piante arrampicandovisi, crescano in altezza.

La produzione è presente nella località di Torza da oltre due secoli e che negli anni passati questi legumi venivano barattati, insieme ai "fagioli dall'olio", con i liguri rivieraschi in cambio del prezioso olio d'oliva. Ogni anno a Maissana si svolge una sagra, nella prima settimana di ottobre, dedicata totalmente a questo antico ortaggio.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Prodotti tipici liguri (-19) 06.12.07

Susina dal collo storto

La susina bianca dal collo storto ha una colorazione bianca di pezzatura medio-piccola.
La forma allungata a goccia è simile ad un fiaschetto. Il colore dell'epidermide è di una tonalità giallo-aranciata, di media pruinosità.
È una prugna nota per la sua dolcezza e aromaticità.
A maturazione è spiccagna, il nocciolo cioè si stacca facilmente dalla polpa.

La susina è coltivata in tutto il territorio dell'entroterra ligure.
Questa particolare varietà viene ciata all'interno della "Pomona Italiana" del Gallesio come susino Basaricatta o Collo Storto (Prunus ligustica).

Tradizionalmente in Liguria il consumo è fresco ma qualche produttore si é anche lanciato nella commercializzazione del frutto essiccato al sole.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5

Prodotti tipici liguri (-20) 05.12.07

Testa in casetta o soppressata

Prodotta nell'entroterra Genovese e Savonese, la testa in cassetta, nota anche come "soppressata" in alcune località, è un salame confezionato con la lingua, il grasso, le cotiche e la cartilagine della testa del maiale.

L'impasto composto dalle parti di testa del maiale, è cotto in calderoni e riposto in stampi.
Al taglio, la fetta si presenta costituita da diversi colori che vanno dal bianco rosato al rosso. Il profumo e il gusto riprendono entrambi l'aroma delle spezie utilizzate, soprattutto dell'alloro e del rosmarino.

La testa in cassetta è un salume costituito da varie parti di frattaglie fra le quali anche guanciale, lingua, e cotenne. La testa di suino viene fatta bollire con aromi (sale, pepe, alloro, limone) che variano da zona a zona. Quando la testa è cotta, si disossa, si taglia con il coltello e si mette l'impasto in appositi stampi in legno a forma di bauletto: da qui il nome di testa in cassetta.
Si lascia così per alcuni giorni; si consuma tagliata a fette.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4

Prodotti tipici liguri (-21) 04.12.07

Il fagiolo Gianetto di Nasino

La Val Pennavaira, caratterizzata da un clima ventilato e dalla giusta umidità, permette le condizioni favorevoli per la coltivazione del fagiolo Gianetto.
Questo fagiolo presenta un bacello di colore giallo con screziature verdi e rosse appena accennate. I semi sono quasi sferici, di colore bianco grigiastro e di medie dimensioni.

Una volta essicati i semi riducono il loro volume e assumono una colorazione gialla (da cui il nome)o leggermente verde.

Il fagiolo Gianetto viene seminato nel mese di luglio.
La raccolta si effettua quando il baccello ingiallito inizia a seccare e i semi hanno raggiunto il loro completo sviluppo, nella seconda metà di ottobre. I bacelli interi vengono fatti asciugare prima di essere "sgranati" e i semi ottenuti si fanno ulteriormente seccare all'aria aperta.
I tempi di essiccazione variano molto a seconda del contenuto d'acqua iniziale, ed oscillano da 20 a 30 giorni.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3

Prodotti tipici liguri (-22) 03.12.07

Salame con i lardelli

Prodotto prevalentemente in Val d'Aveto e Val Graveglia, nell'entroterra di Lavagna e Chiavari, il salame con i lardelli è un insaccato di carne suina dalla forma cilindrica allungata, affusolata alle estremità.
Il colore della pasta va dal rosso carne fino al violaceo, in funzione della stagionatura. La percentuale in grasso è 8% circa e la grana dell'impasto è grossa.

Anticamente il salame lavorato veniva portato a stagionare nelle zone alte delle vallate.

La preparazione prevede che con un coltello si tagli la carne a strisce, si macini con il tritacarne, utilizzando il crivello n. 14.
A contempo si taglia la parte grassa (chiamati lardetti o lardelli) a dadini.
Il tutto viene impastato con pepe nero, noce moscata, cannella e chiodi di garofano. Quindi la pasta viene insaccata in budelli (bèli) di maiale.
Viene quindi legato a mano con spago grosso e fatto stagionare appeso a travi di legno.

Normalmente la stagionatura prevede che i salami vengano appesi ad una distanza di circa 4 cm l'uno dall'altro, per un periodo di circa 40 giorni in ambienti asciutti e freschi.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2

Prodotti tipici liguri (-23) 02.12.07

La Mostardella di Sant'Olcese

La Mostardella è un salame tipico simile ad un cacciatorino fresco dal colore rosso scuro.
Si ricava dalle parti meno nobili e più nervose di carne suina e bovina.

Si mangia scaldato sui cerchi della stufa per renderlo più morbido.
Una ricetta tipica prevede anche di cuocervi sopra un paio di uova.

La tradizione vuole che l'aspirante sposo portasse ai genitori della fanciulla una Mostardella e se il padre della futura sposa tagliava il salame, il matrimonio era permesso.

Calendario dell'Avvento 2007: 1

Prodotti tipici liguri (-24) 01.12.07

Coppa della Val d'Aveto e della Val Graveglia

La coppa prende il nome per la sua forma a calotta sferica: nell'Italia settentrionale indica un salame fatto con la carne di maiale.
La coppa della Val d'Aveto e della Val Graveglia si distingue per il profumo dolce e delicato che si affina durante la fase di maturazione.

Al taglio la fetta si presenta di colore rosso e nelle parti marezzate, bianco rosato.

La coppa si ottiene dalla lavorazione dei muscoli della regione cervicale superiore del maiale.
Il processo di lavorazione inizia con la salagione a secco utilizzando miscele di sale, aromi naturali e spezie quali pepe, cannella, noce moscata e chiodi di garofano. Il composto viene messo nel budello (il peritoneo parietale di suino o il colon o il diritto di bovino) e legato. Segue quindi la fase di asciugatura al cui termine si verifica la comparsa della classica "fioritura".
In seguito si passa alla stagionatura che si protrae per un periodo variabile da tre a sei mesi dalla data dell'avvenuta salatura.

Calendario dell'Avvento 2007.