tizianocavigliablog
Guardia di porta.

Google per l'Abruzzo 08.04.09

Google ha messo su una pagina dedicata al terremoto in Abruzzo. Mappe, informazioni e notizie.

Le immagini satellitari, aggiornate a dopo il terremoto, sono impressionanti.

Star Wars a cappella 04.11.08

Al Carrefour di Assago 14.09.08

Si discriminano bambini autistici.

Lo si fa serenamente, con quella leggerezza che è sintomo di un'estrema ignoranza mista a quel velo di quotidiano e odioso razzismo diretto eroicamente contro il più debole. Contro il diverso.

"Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente."

Non partiamo favoriti 06.06.08

Secondo le quote dei bookmakers la Germania parte favorita per la vittoria finale dell'Europeo 2008. E non è una novità.
Per l'Italia si prevede un terzo posto. Per cui parlando di campionato continentale una sconfitta di misura in semifinale.

La mamma era lui con la parrucca 24.04.08

Il blog che rivela il finale dei film.
Spoileroso!

Prodotti tipici liguri (-21) 04.12.07

Il fagiolo Gianetto di Nasino

La Val Pennavaira, caratterizzata da un clima ventilato e dalla giusta umidità, permette le condizioni favorevoli per la coltivazione del fagiolo Gianetto.
Questo fagiolo presenta un bacello di colore giallo con screziature verdi e rosse appena accennate. I semi sono quasi sferici, di colore bianco grigiastro e di medie dimensioni.

Una volta essicati i semi riducono il loro volume e assumono una colorazione gialla (da cui il nome)o leggermente verde.

Il fagiolo Gianetto viene seminato nel mese di luglio.
La raccolta si effettua quando il baccello ingiallito inizia a seccare e i semi hanno raggiunto il loro completo sviluppo, nella seconda metà di ottobre. I bacelli interi vengono fatti asciugare prima di essere "sgranati" e i semi ottenuti si fanno ulteriormente seccare all'aria aperta.
I tempi di essiccazione variano molto a seconda del contenuto d'acqua iniziale, ed oscillano da 20 a 30 giorni.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3

Second bluff 13.08.07

Ci sono voluti parecchi mesi, ma alla fine anche Repubblica si è accorta dell'inconsistenza della bolla Second Life.

A titolo di cronaca in questo momento su Skype sono connessi oltre 7.285.000 utenti.
Fate voi le debite proporzioni.

Crosspost su PiùBlog, VOIT.

Louis Vuitton Cup: Luna Rossa in finale 20.05.07

Luna Rossa in finale della Louis Vuitton Cup.
Risultato schiacciante 5 a 1.
Probabilmente contro ogni pronostico dell'inizio l'Italia torna in finale sfidante.
Anche oggi una regata senza storia. Schiacciante il vantaggio in ogni lato del percorso. BMW ORACLE è stata annichilita.
Per dovere di cronaca, e come avevamo previsto ieri, Larry Ellison ha deciso di licenziare Dickson e scegliere Mohr al timone.
Questa vittoria in semifinale ha un nome e un cognome, James Spithill.

Desafio non molla.
Vince la sua seconda regata con un vantaggio di 15 secondi e ritarda il passaggio in finale per i neozelandesi.
Una bella vittoria per Karol Jablonski, che ha condotto la sua ibarcazione davanti a Team New Zeland in tutte le boe del percorso.

Race 6

  • Luna Rossa Challange batte BMW ORACLE Racing
  • Desafio Espanol batte Emirates Team New Zeland

Semifinale A

4 Emirates Team New Zeland
2 Desafio Espanol

Semifinale B

1 BMW ORACLE Racing
5 Luna Rossa Challange

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange

Women do it better 08.03.07

Nella doccia come nella vita.
Buon 8 Marzo!

E siamo tantissimiiiiiiii! 01.02.07

I miei complimenti all'ufficio elettorale di Forza Italia per il mega spot mediatico a costo zero.
Deprimente e patetico come sempre. Anzi di più.

iPhone a 899 Euro, come non detto... 15.01.07

Le perplessità su iPhone diventano più concrete dopo la scoperta della prevendita dell'iPhone (da 4 GB) su Amazon.de taglia la testa al toro.
900 € per un telefonino? Un prezzo non certo popolare.

Ricette liguri (-2) 23.12.06

Focaccia al formaggio di Recco

Ingredienti

  • 1/2 kg di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1/2 kg di formaggio

Preparazione

Preparare la pasta con la farina, 4 cucchiai d'olio, il sale, l'acqua. Dividerla in 4 masse rotonde e lasciala riposare 40 min. Oliare 2 teglie basse, del diametro di 20 cm circa.
Stendere la pasta con il mattarello e tirare la sfoglia per portarla allo spessore più sottile possibile.
Mettere il primo disco sulla teglia e ricoprire con pezzetti di formaggio, ponendoli a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.
Ricoprire con il secondo disco e tagliare la pasta in eccesso. Aggiungere un pizzico di sale e cuocere in forno caldissimo a 250° per non più di 1 o 2 minuti.
A cottura ultimata, cospargere con un filo d'olio.
Togliere dal forno.
Eseguire con le altre teglie.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-20) 05.12.06

Trenette al pesto

Ingredienti

  • 450 gr di trenette secche o linguine
  • 5 cucchiai di pesto
  • 100 gr di fagiolini verdi freschi (o congelati)
  • 2 patate medie
  • formaggio grana (o pecorino)
  • sale

Utensili

Pentola, colapasta, zuppiera.

Preparazione

In acqua fredda, mettere le patate tagliate a fette spesse 1 cm e i fagiolini interi.
Far bollire con un po' di sale. A bollore, buttare le trenette e salare quanto basta.
Una volta cotte le trenette, conservare due cucchiai dell'acqua di bollitura. Mettere nella zuppiera le trenette, le patate e i fagiolini, aggiungere il pesto diluito con l'acqua tiepida messa da parte. Mescolare, spolverare con il grana e servire.
Se piace, invece del grana, usare il pecorino locale o miscelarli. Per la preparazione del Pesto o per gustare il vero Pesto Genovese con basilico di Pra.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4

Crosspost su GBC.

Ucraina - Tunisia 1 - 0 23.06.06

Arbitro: AMARILLA Carlos
Gruppo H
Stadio: Olympiastadion

Gol:

  1. 70' SHEVCHENKO Andriy (UKR) rigore

Statistiche:

  • Tiri in porta 6 - 3
  • Tiri 9 - 9
  • Falli 18 - 24
  • Calci d'angolo 3 - 3
  • Calci di punizione 1 - 2
  • Fuorigioco 2 - 5
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 4 - 4
  • Espulsioni 0 - 1
  • Possesso di palla 47% - 53%

Cartellini gialli:

  1. 09' JAZIRI Zied (TUN)
  2. 18' SVIDERSKYI Vyacheslav (UKR)
  3. 43' BOUAZIZI Riadh (TUN)
  4. 46+' JAZIRI Zied (TUN)
  5. 47' SHELAYEV Oleg (UKR)
  6. 61' TYMOSCHUK Anatoliy (UKR)
  7. 65' RUSOL Andriy (UKR)
  8. 90' JAIDI Radhi (TUN)

Cartellini rossi:

  1. 46+' JAZIRI Zied (TUN)

Formazione dell'Ucraina:
01 SHOVKOVSKYI Oleksandr
02 NESMACHNYI Andriy
04 TYMOSCHUK Anatoliy
06 RUSOL Andriy
08 SHELAYEV Oleg
09 GUSEV Oleg
10 VORONIN Andriy
14 GUSIN Andriy - al posto di - 19 KALINICHENKO Maksym (75')
15 MILEVSKIY Artem - al posto di - 07 SHEVCHENKO Andriy (88')
16 VOROBEY Andriy - al posto di - 11 REBROV Serhiy (55')
22 SVIDERSKYI Vyacheslav

Formazione della Tunisia:
01 BOUMNIJEL Ali
03 HAGGUI Karim
05 JAZIRI Zied
06 TRABELSI Hatem
10 GHODHBANE Kaies - al posto di - 08 NAFTI Mehdi (91+')
11 SANTOS - al posto di - 14 CHEDLI Adel (79')
12 MNARI Jaouhar
15 JAIDI Radhi
17 BEN SAADA Chaouki - al posto di - 13 BOUAZIZI Riadh (79')
19 AYARI Anis
20 NAMOUCHI Hamed

Migliore in Campo Budweiser: TYMOSCHUK Anatoliy (UKR)

Technorati Tags: , , , .

Skypecast: Italia - Ghana 12.06.06

Sia che voi tifiate Italia sia che voi tifiate Ghana, o non tifiate affatto...
... Datasport e Skype vi mettono a disposizione il primo Skypecast interamente dedicato all'avventura azzurra in terra tedesca.
Parla di Italia-Ghana con Datasport: per commenti tecnici, ma anche no.
Gratuitamente s'intende!

Technorati Tags: , , .

Ballarò 06.04.05

Dopo l'incredibile sorpresa di vedere Berlusconi a Ballarò, questi i concetti espressi dal premier:

  • ho governato al meglio delle possibilità
  • i risultati elettorali erano già previsti
  • la sinistra ha l'intenzione di consumare vendette
  • in cas di vittoria nel 2006 ci sarà un regime vendicativo e giustizialista, mascherato di legalità e ostile a tutto ciò che è privato
  • ennesimo taglio delle tasse di mille mila miliardi di Euro
  • sempreverde congiuntura internazionale sfavorevole
  • le scuole, le università, i giornalisti, le tv, i sindacati, la magistratura, il Csm, i Tar, la Consulta sono tutti in mano alla sinistra

O ha voglia di perdere anche nel 2006 o reputa gli italiani una massa di imbecilli.
O, forse l'idiota...

Un sms da 8 milioni di Euro 07.04.05

La Protezione Civile in questi giorni ha inviato la bellezza di quattro sms per ogni utente di telefonia mobile per dare informazioni assolutamente ovvie e scontate.

Forse la Prot.Civile ignora che le tv, le radio, i giornali altro non fanno da quattro giorni se non avvisarci del caos che regna a Roma.

Ma per Bertolaso & Co. non basta, tanto da inviare sms tradotti anche agli stranieri attualmente in Italia.
Il costo di questa operazione? Si stima tra i 6 e gli 8 milioni di Euro, che forse potevano essere impiegati in modo più proficuo.

I promeria inviati, di una banalità inaudita, ci informano che: a Roma fa caldo di giorno e fresco di notte, la tenda va piazzata a Tor Vergata, ci saranno ingorghi autostradali, utilizzate i mezzi pubblici.

E io che già pensavo di parcheggiare sotto il colonnato del Bernini e fare camping all'ombra dell'obelisco di Piazza San Pietro.

Iraq: gioia e dolore 22.12.04

La giornata in Iraq si divide tra gioia e dolere.

Finalmente i due giornalisti francesi, Christian Chesnot e Georges Malbrunot, sono stati liberati dopo quattro interminabili mesi. La televisione del Qatar al Jazira lo ha annunciato con una scritta in sovraimpressione.

La notizia è stata data anche con un comunicato dell'"Esercito di Ansar al Sunna" diffuso su un sito web dello stesso gruppo integralista.
"Sono stati liberati perché è stato dimostrato che non erano spie degli Stati Uniti e in risposta agli appelli di istituzioni e organismi islamici, e in apprezzamento delle posizioni della Francia sull'Iraq e della posizione dei due giornalisti sulla causa palestinese".

Attualmente i due giornalisti si trovano attualmente ad Amman e torneranno domani a Parigi.

Ma non si può parlare di iraq senza la quotidiana strage. Oggi almeno 24 persone sono rimaste uccise in una base militare americana (Task Force Olympia) nella città di Mossul.
Oltre 60 i feriti.

Secondo fonti della Cnn, l'esplosione si è verificata nella mensa della base, all'ora del pranzo.

Lo stesso gruppo che aveva dato l'annuncio della liberazione degli ostaggi francesi (Ansar al Sunna) ha rivendicato l'attacco sempre utilizzando un sito web.

[DOC] Header: come leggerli. Versione 2.0 16.12.04

A tempo record sono risucito a ultimare la revisione del documento sugli header dei post inviati su usenet.

Il documento è disponibile oltre che sul web, anche in formato .doc, .pdf, .txt e .rtf.

Raggiungibile anche su usenet in quanto postato sui newsgroup it.faq e it.news.aiuto

Attacco al consolato USA in Arabia Saudita 07.12.04

Al Qaeda ha rivendicato, con un comunicato pubblicato sul web dalla sua rete saudita, l'attacco di ieri al consolato statunitense a Gedda.

Al momento l'autenticita' del comunicato non e' ancora stata verificata.

Codice sotto chiave. L'odiato tasto destro 27.10.04

Sapete qual è una delle richieste più frequenti sul maggior newsgroup italiano di linguaggi e tecnologie web?

"Come posso disabilitare il tasto destro per impedire la visualizzazione del mio codice web?" Incredibile vero?

Analizziamo un attimo i perché dell'assurdità di questa domanda.

Visualizzare il codice di una pagina web è la cosa più facile di questo mondo.

Come? Tramite la barra degli strumenti del browser, validando una pagina web, scaricando la pagina ed editandola in locale. Inoltre è sempre possibile disabilitare gli script ed in questo modo annullare gli effetti sul tasto destro.

Ma perché c'è così paura che un terzo legga il nostro codice? Solitamente chi fa queste domande scrive un codice pessimo, non standard. Perché mai qualcuno dovrebbe copiare un codice simile?

Posso capire voler proteggere i contenuti, non c'è nulla di male anzi, ma voler proteggere il codice sul web è davvero follia anche per newbie.

Premi Nobel per la chimica e la medicina 07.10.04

Cerimonia per la consegna dei premi NobelIl premio Nobel per la chimica 2004 è stato assegnato agli israeliani Aaron Ciechanover e Avram Hershko e all'americano Irwin Rose per gli studi sulle scomposizione delle proteine.

E' ora possibile comprendere a livello molecolare come le cellule controllano certi processi centrali scomponendo determinate proteine e non altre. I tre biochimici hanno scoperto il cosiddetto "bacio della morte", un marcatore per le proteine, che contribuisce a spiegare il sistema immunitario.

Ciechanover ed Hershko sono dell'Istituto di Tecnologia di Haifa e Rose dell'Università della California.

Il "decadimento regolato proteico" da loro scoperto verso la fine degli anni Settanta, inizi anni Ottanta, regola processi come la separazione delle cellule, la riparazione del Dna, la qualità della produzione di nuove proteine e parti importanti del sistema immunitario.

Il premio Nobel per la Medicina è stato invece assegnato a Richard Axel della Howard Hughes Medical Institute (Columbia University New York) e Linda B. Buck della Fred Hutchinson Cancer Research Center (Seattle) per gli studi sui ricettori dell'odore e l'organizzazione del sistema olfattivo.

Il premi Nobel per la Pace verrà assegnato l'8 Ottobre, quello per la Letteratura oggi e per l'Economia l'11 Ottobre.

Sono il nuovo moderatore referente per it.comp.www.html 08.10.04

Prendo in mano la moderazione di it.comp.www.html continuando nella politica che finora ho attuato. Velocità, trasparenza ed equità nel moderare i post.

Il manifesto del gruppo è stato ampliato e modificato e sarà mio primario compito far sì che questi cambiamenti siano indolore per chi ha voglia di confrontarsi su questo newsgroup.

L'e-mail della moderazione è rhadamanth_nemes (at) hotmail.com.

[DOC] Dizionario di usenet v. 1.1 07.10.04

Screenshot di 40tude DialogUltimata la versione del documento Dizionario di usenet. decine di acronimi, definizioni, abbreviazioni e lemmi per capire e farsi capire sui newsgroup. Il dizionario è disponibile sui seguenti newsgroup: it.faq e it.news.aiuto.

Nonché sul sito dei Rhadamanth Labs (http://www.rhadamanth.net) alla pagina doc_usenet.php (sezione Comunicare); dove fra l'altro è possibile visionare le versioni in formato .pdf, .txt, .doc e .rtf. Segnalo a margine anche il cambio di denominazione di un altro documento sempre legato a usenet, ovvero [DOC] Header: come leggerli disponibile sempre sul sito dei Rhadamanth Labs nella stessa sezione alla pagina doc_header.php e alla scadenza del documento anche sui newsgroup it.faq e it.news.aiuto.

Perché bisogna abbandonare i frame? 30.09.04

Home page del sito: Rhadamanth.netIniziamo con un po' di storia. I frame sono nati per permettere all'HTML di evolversi da semplice linguaggio marcatore di testi statico ad aspetti di dinamicità.

L'introduzione dei frame permetteva per la prima volta di includere altri documenti HTML senza dover ricorrere a linguaggi lato server.

Occorre ricordare inoltre che tematiche quali l'accessibilità ancora non erano prese in considerazione. Non stupisce dunque che presero così piede nell'ambito della comunità di sviluppo web.

Tuttavia il web ed il codice negli anni si è evoluto, mentre i frame no. Questo ha trasformato i frame in uno strumento obsoleto e dannoso.

Altro aspetto importante è dovuto al W3C ed allo sviluppo di XHTML. XHTML è la rielaborazione di HTML secondo le specifiche XML. Questo dunque rende XHTML molto più inflessibile rispetto ad HTML 4.01. Il W3C ha inoltre deciso, per motivi che spiegherò più avanti, di incorporare i frame, e quindi il doctype di tipo Frameset, soltanto nella versione XHTML 1.0 per retrocompatibilità ed eliminarli totalmente dalla versione successiva, la 1.1. Questo già sarebbe un buon motivo per non utilizzare più tag non standard.

Analizziamo le cause che hanno spinto il W3C a deprecare i frame. I frame non rispettano l'accessibilità. Il motivo risiede nel fatto che gli screen reader non riescono ad interpretare correttamente una struttura di tipo frameset.

Ulteriore motivo è l'impossibilità di separare i contenuti dalla grafica. Utilizzando i frame è inoltre impossibile creare layout complessi e la modifica alla struttura risulta lunga e laboriosa, in quanto le modifiche andranno apportate ad ogni pagina del sito.

Anche sotto il profilo dell'indicizzazione i frame causano problemi. Gli spider infatti si comportano come screen reader. Indicizzano ogni pagina separata senza risalire al frameset, per cui potrà capitare di vedersi indicizzato solo il menu, solo il titolo, o solo i contenuti ma senza il menu. Non è piacevole vero?

I CSS ormai sono abbastanza maturi da poter permettere l'impiego di tecniche di inclusione lato server estremamente efficaci.

E' venuto il momento di abbandonare i frame, hanno fatto il loro tempo.

Ricette liguri 25.12.06

Basilico, pestello, olio, pinoli e saleUn felice Natale a tutti!
Buone Feste!!!

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24

 

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-1) 24.12.06

Farinata

Ingredienti

  • 300 grammi di farina di ceci
  • 1 litro d'acqua
  • 3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva

Preparazione

Diluire lentamente la farina di ceci con l'acqua e salare (per evitare grumi eventualmente passarla prima al setaccio).
Fate riposare il composto per almeno 4 ore.
Versare quindi l'olio extravergine d' oliva in una teglia ed aggiungete il composto rimestando lentamente fino a quando non sia ben amalgamato.
Fate scaldare bene il forno ed infornate a calore massimo.
Cuocere fino alla comparsa di una crosta dorata.
Va servita molto calda.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-2) 23.12.06

Focaccia al formaggio di Recco

Ingredienti

  • 1/2 kg di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1/2 kg di formaggio

Preparazione

Preparare la pasta con la farina, 4 cucchiai d'olio, il sale, l'acqua. Dividerla in 4 masse rotonde e lasciala riposare 40 min. Oliare 2 teglie basse, del diametro di 20 cm circa.
Stendere la pasta con il mattarello e tirare la sfoglia per portarla allo spessore più sottile possibile.
Mettere il primo disco sulla teglia e ricoprire con pezzetti di formaggio, ponendoli a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.
Ricoprire con il secondo disco e tagliare la pasta in eccesso. Aggiungere un pizzico di sale e cuocere in forno caldissimo a 250° per non più di 1 o 2 minuti.
A cottura ultimata, cospargere con un filo d'olio.
Togliere dal forno.
Eseguire con le altre teglie.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-3) 22.12.06

Frittelle di bianchetti

Ingredienti

  • 200 g di bianchetti
  • 2 uova
  • farina
  • aglio
  • prezzemolo
  • sale
  • scorza grattuggiata di un limone

Preparazione

Lavate il prezzemolo, privatelo dei gambi e tritatelo finemente insieme con lo spicchio d'aglio. In una terrina mettete la farina, 150 grammi circa d'acqua, l'olio, i tuorli d'uovo (tenendo da parte i bianchi), un poco di sale e il trito di aglio e prezzemolo.
Lasciate riposare la pastella per un'ora, poi unitevi i bianchetti ben lavati e sgocciolati e i due bianchi d'uovo montati a neve.
Mettete il composto a cucchiaiate in una padella contenente olio bollente e quando le frittelle saranno dorate e croccanti, sgocciolatele, passatele sopra un foglio di carta assorbente e servitele calde con contorno di zucchine o altre verdure.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-4) 21.12.06

Pandolce genovese

Ingredienti

  • 1 kg di farina
  • 1 lievito di birra
  • 100 g gerigli di noce
  • 1 dl di olio
  • 1 dl di marsala
  • 50 g di pinoli
  • 50 g nocciole sgusciate
  • 80 g di uvetta
  • scorza grattuggiata di un limone

Preparazione

Mettete a bagno l'uvetta in acqua tiepida per 15 m, poi scolatela.
Sbollentate in acqua in ebollizione per un minuto i gherigli di noce, sgocciolateli e tritateli.
Versate in un'ampia terrina la farina, il sale, lo zucchero, la scorza di limone, i semi di finocchio, le nocciole, i pinoli, le noci e metà dell'uvetta.
Unitevi il lievito diluito in poca acqua tiepida, 8 cucchiai di olio e il Marsala.
Lavorate l'impasto con energia, copritelo con un canovaccio e lasciate lievitare per 2 ore in luogo tiepido.
Ungete con l'olio una teglia e disponetevi l'impasto.
Decorate con la rimanente uvetta, spennellate il tutto con dell'olio rimasto, lasciate riposare ancora per 1 ora, quidi fatela cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti.
Lasciate raffreddare completamente prima di servire.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-5) 20.12.06

Salsa verde

Ingredienti

  • 1 grosso ciuffo di prezzemolo ben lavato
  • 100 g di capperi
  • mollica di pane
  • mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva
  • aceto (quanto basta)
  • 3 filetti di acciuga sott'olio

Preparazione

Frullate il prezzemolo con i capperi, l'acciuga e un bel pezzo di mollica di pane che avrete bagnato nell'aceto e poi ben strizzato.
Aggiungete l'olio poco alla volta e per ultimo controllate se c'è bisogno di aggiungere del sale o dell'altro aceto.
E' ottima come accompagnamento per carni bollite.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-6) 19.12.06

Funghi ai pinoli

Ingredienti

  • 6 funghi porcini grandi
  • 25 gr di pinoli
  • 4 spicchi d'aglio
  • 1 bicchiere d'olio extravergine
  • 4 rametti di rosmarino
  • 3 cucchiai di prezzemolo surgelato
  • 1 noce di burro
  • 4 grandi foglie di vite lavate e asciugate
  • sale

Utensili

Coltello raschiafunghi, padella antiaderente, cucchiaio di legno e frullatore.

Preparazione

Pulire bene i funghi staccando la testa dai gambi; tagliarli infine a tocchetti. Nella padella scaldare l'olio con un trito di pinoli e aglio; unirvi il rosmarino.
Quando l'olio è tiepido, versarvi i funghi; alzare la fiamma per fargli dare l'acqua e, dopo circa dieci minuti, avendo sempre rimestato dolcemente aggiungervi prezzemolo e sale.
Riabbassare la fiamma.
Dopo ulteriori dieci minuti di cottura a fuoco lento, scuotere la padella per impedire che il tutto si attacchi (usare il cucchiaio vorrebbe dire rompere i funghi); aggiungere il burro e quindi spegnere. Nei piatti, nel frattempo intiepiditi, mettere una foglia di vite in ciascuno e subito versarvi sopra funghi e intingolo ancora caldi.
Servire.
I funghi liguri, quelli veri e non quelli importati dai paesi dell'est o dal Nord Africa, sono da sempre famosi.
Giacomo Casanova nell'autunno del 1760, in viaggio da Marsiglia a Roma fece scalo a Genova per gustare quelli dell'entroterra che a suo dire erano diversi da tutti e certo i migliori; neppure Rosalie, la sua esuberante marsigliese che lo accompagnava, riuscì a dissuaderlo.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-7) 18.12.06

Salsa alla genovese

Ingredienti

  • 5 olive snocciolate
  • mollica di un panino
  • 1/2 limone
  • uno spicchio di aglio
  • 30 gr di pinoli
  • 1 acciuga salata
  • abbondante prezzemolo
  • poco aceto
  • un tuorlo d'uovo
  • 1/2 bicchiere di olio extravergine d'oliva
  • 30 gr di capperi sotto aceto
  • pepe
  • sale

Utensili

Tazza, frullatore, ciotola, cucchiaio di legno.

Preparazione

Nel frullatore mettere i capperi ben scolati, le olive, l'aglio, l'acciuga lavata e diliscata, i pinoli, il prezzemolo, la mollica, il tuono d'uovo, sale e pepe. Frullare bene.
Alla fine versare tutto nella ciotola e, mescolando, diluire la salsa con l'olio e il limone.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-8) 17.12.06

Risotto al patè di olive

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 3 etti di riso
  • 60 gr. di burro
  • dado
  • sale fino
  • paté di olive liguri

Preparazione

Far rosolare il riso in un fondo di burro ed un cucchiaino di paté di olive, aggiungere l'acqua calda sufficiente a ricoprire abbondantemente il riso, mescolare frequentemente ed eventualmente aggiungere altra acqua calda e salare.
A cottura quasi ultimata aggiungere il restante burro e la crema di olive, quanto basta a rendere moderatamente scuro il riso (a piacere).
Togliere dal fuoco, aggiungere due cucchiai di parmigiano, mescolare, lasciar riposare un istante e servire fumante.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-9) 16.12.06

Salsa di noci (sarsa de noxe)

Storia

Antica ricetta genovese che, come tradizione, unisce la semplicità al buon gusto.
I soli ingredienti sono infatti puro olio di oliva, noci di Sorrento e formaggio parmigiano. Il suo impiego è estremamente semplice: si prende la quantità voluta dal vasetto e si unisce ad un po' di' panna (o latte) e si scalda leggermente a bagno-maria mescolando, quindi si versa sulla pasta fumante e si serve.
Può anche essere impiegata su tartine con aperitivo.
Anche con il pesce al forno crea una nuova idea-sapore, molto apprezzata e di semplice esecuzione.

Ingredienti

  • 1 kg di noci di Sorrento
  • 2 spicchi d'aglio
  • 25 gr di latte cagliato
  • 50 gr di pinoli
  • 3 cucchiai d'olio
  • mollica di 2 panini
  • maggiorana (a chi piace)
  • sale

Utensili

Frullatore e terrina.

Preparazione

Comprare le noci già pulite, purché fresche (in questo caso ne bastano soltanto duecentocinquanta grammi) oppure sgusciare quelle normali pelando i gherigli dopo averli scottati in acqua bollente.
Introdurre i gherigli nel frullatore con la mollica di pane inzuppata nell'acqua e ben strizzata, aglio, sale e pinoli (volendo, qualche fogliolina di maggiorana).
Frullare e versare il tutto nella terrina diluendo l'impasto con il latte cagliato (o panna da cucina) e l'olio.
Mescolare a mano sino ad ottenere una crema omogenea.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-10) 15.12.06

Sugo di funghi (tocco de funsi)

Ingredienti

  • 25 gr di funghi secchi
  • 5 pomodori
  • cipolla
  • aglio
  • rosmarino
  • 4 cucchiai d'olio extravergine
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • pepe
  • sale

Utensili

Tegame in coccio, cucchiaio di legno.

Preparazione

Mettere al fuoco il tegame con olio, cipolla tritata e sale.
Imbiondire e aggiungere i funghi fatti preventivamente rinvenire in una tazza di acqua tiepida.
Aggiungere aglio e rosmarino tritato; cuocere a fuoco lento con coperchio, rimestando ogni tanto.
Dopo cinque minuti, quando il tutto sia rosolato, aggiungere i pomodori finemente tritati.
Fare cuocere ancora a fuoco lento e aggiungere, se occorre, un po' di brodo vegetale o mezzo bicchiere di vino bianco; farlo evaporare e finire di cuocere.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-11) 14.12.06

Focaccia alla genovese (fugassa)

Storia

Anche un visitatore distratto non potrà fare a meno di accorgersi dell'importanza che la focaccia riveste nelle abitudini di chi vive a Genova ed in Liguria: camminando per le strade della città incontrerà sul suo cammino persone di tutte le età che mangiano con gusto una striscia di focaccia, seduti o camminando, nei mercati, in macchina o sull'autobus.
Consigliamo vivamente al visitatore di conformarsi a questa abitudine, di riempire una pausa della sua visita gustando uno dei sapori più rappresentativi della genovesità.
Oltre il tipo classico, gli innumerevoli fornai cittadini offrono le varianti tipiche, ovvero focaccia con patate, cipolla, salvia e olive.
Mangiatela subito, appena sfornata, proprio come fanno i Liguri.

Ingredienti

  • 20 gr. di lievito di birra
  • un bicchiere abbondante d'olio di oliva extravergine ligure
  • 400 g di farina
  • sale
  • (una variante può essere l'aggiunta all'impasto di 2 patate medie, bollite e passate in purea per rendere la focaccia 1 po' più soffice e pastosa)

Preparazione

Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, incorporate il lievito di birra sciolto in poco latte tiepido, 2 cucchiaini di sale fino, (la purea di patate se volete), un terzo dell'olio.
Lavorate bene l'impasto, se necessario aggiungendo un po' d'acqua tiepida, fino a ottenere un impasto soffice e liscio; lasciatelo riposare in luogo tiepido per tre quarti d'ora.
Quindi stendetelo in una teglia da forno piuttosto grande, ben unta d'olio e fate lievitare per altri tre quarti d'ora.
Pre-riscaldate il forno a 200 °C, con le dita formate delle profonde fossette nella focaccia, quindi ungete e salate la superficie e fate cuocere fino a che non sarà ben dorata.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-12) 13.12.06

Mandilli de saea (fazzoletti di seta)

Ingredienti

  • 500 gr. di farina
  • 2 cucchiai di semola
  • 4 uova
  • un cucchiaio di olio d'oliva
  • sale
  • pesto

Preparazione

Al centro del tagliere mettete la farina a fontana, ponetevi dentro la semola, le uova spaccate condite con un pizzico di sale e lavorate per formare un impasto, prima aiutandovi con una forchetta e poi con le mani.
L'impasto dovrà risultare abbastanza morbido e liscio.
Spianatelo con il mattarello a formare delle sfoglie sottilissime, da tagliare a riquadri di 25 cm. di lato.
Tuffatele nell'acqua bollente - con un cucchiaio di olio e sale - a massimo due alla volta, sgrondatele con il mestolo forato e servite in tavola ancora calde e fumanti condite con il classico pesto.
Aggiungere poco formaggio grana se volete.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-13) 12.12.06

Frittata di carciofi

Ingredienti

  • 5 Uova
  • 10 carciofi
  • un limone
  • 25 gr. di funghi secchi
  • uno spicchio di aglio tritato
  • un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
  • gr. 30 di mollica di pane bagnata nel latte
  • 4 cucchiaio di formaggio parmigiano
  • 4 cucchiai di olio oliva extravergine
  • un pizzico di origano
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pulite i carciofi tagliando le punte delle foglie tanto da ottenere dei cuori teneri; togliere il fondo con un coltello e tagliare a pezzetti i gambi privandoli della scorza. I cuori dei carciofi vanno tagliate a fettine sottili e messi a bagno in acqua a cui avrete aggiunto il succo di un limone. Fate rinvenire i funghi secchi in acqua tiepida.
Scaldare l'olio in una padella e soffriggete le fettine di carciofi con i funghi insieme all'aglio ed al prezzemolo tritato. Regolate di sale e pepe.
Mescolare e lasciare cuocere. In una ciotola a parte sgusciare le uova e mescolare insieme la mollica di pane bagnata nel latte, il parmigiano grattugiato ed il pizzico di origano.
Questa amalgama va versata nella padella sopra i carciofi ed i funghi. Mescolate più volte e lasciate cuocere ulteriormente prima da una parte e poi quando l'amalgama è rassodata dall'altra, aiutandovi con un piatto o un coperchio poco più grandi della padella.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-14) 11.12.06

Pomodori secchi sott'olio

Storia

Da antiche tradizioni dei paesi liguri il pomodoro, essiccato con sapienza, viene conservato in purissimo olio d'oliva.
Da questa unione, con l'aggiunta di aromi scelti di piante della macchia mediterranea, il pomodoro, pur mantenendo intatta la sua fragranza, ne acquista in morbidezza e sapore.
L'impiego del pomodoro secco sott'olio per antipasti, servito in coppetta, umido del suo olio, conferisce agli stessi un tocco di particolare raffinatezza e colore. Si abbina con successo a carni lesse e si preparano gustosi panini e tramezzini.
Fantasia e buon gusto ne suggeriscono l'utilizzo in gustose insalate miste in compagnia di tonno, olive, ecc... Il frutto del pomodoro essiccato al punto giusto, può essere messo in conserva, sott' olio, con una preparazione personale e con aromi ed olio di proprio gradimento (ovviamente è meglio utilizzare olio extravergine d'oliva).
Può essere usato per insaporire minestroni e può essere impiegato, tritato, in abbinamento ad altri elementi per la preparazione di gustose e fantasiose salsine.
Se conservato in frigorifero si mantiene a lungo (in contenitore ben aerato).

Preparazione

Tagliare i pomodori (meglio i perini) in due nel senso verticale. Metterli su un'asse di legno pulito avendo cura di ricoprirli con garze per proteggerli dagli insetti.
Esporre al sole finche non siano completamente disidratati, di solito per qualche settimana. Metterli quindi in vasi di vetro sterilizzati con foglie di alloro e basilico e riempire di olio d'oliva extravergine.
Si possono unire anche altri aromi quali timo, aglio, prezzemolo, finocchio o peperoncino.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-15) 10.12.06

Crepes al pesto

Ingredienti

  • 150 gr di farina
  • 2 uova
  • 500 gr di pesto
  • latte
  • 1 pizzico di zucchero
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 scatole di besciamella in commercio
  • grana
  • acqua minerale gassata
  • aglio
  • sale

Utensili

Padella per crepes o quella apposita elettrica, pirex, pellicola e forno microonde.

Preparazione

Due ore prima, preparare la pastella delle crepes con farina bagnata con acqua minerale, sale e zucchero.
Trascorse le due ore, confezionare e cuocere le crepes e, mano a mano, appoggiarle una accanto all'altra su carta assorbente.
Terminata questa operazione, aggiungere al pesto la besciamella, un cucchiaio d'olio, un po' di grana, due dita di latte, aglio, un po' di pepe macinato e sale. Mescolare.
Sul fondo del pirex versare uno strato del mescolato. Realizzare quindi un primo strato di crepes, una leggermente accavallata all'altra, spolverare di grana, spalmare con il mescolato.
Ricominciare e continuare finché ci siano crepes, e in modo che l'ultimo strato sia di mescolato. Spolverare con molto grana. Infornare a forno caldo (170°) per trenta minuti o, se nel microonde, per dieci.
Questo piatto raffinato non è completamente di provenienza ligure. E' una variante alle classiche lasagne al pesto. È un felice incontro della nostra gastronomia con quella provenzale.
La cottura nel microonde è consigliabile perché la protezione della pellicola non fa gratinare la superficie.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-16) 09.12.06

Funghi alla foglia

Ingredienti

  • 12 funghi ovuli (o equivalente in porcini piccoli)
  • latte
  • 2 uova
  • prezzemolo
  • olio extravergine
  • foglie di vite (facoltativo)
  • 100 gr. di formaggio grana o parmigiano
  • 50 gr. di mollica di pane
  • origano
  • aglio
  • pepe
  • sale

Utensili

Coltello raschiafunghi, bacinella per mescolare, tagliere, tegame da forno.

Preparazione

Staccare i gambi e pulire le cappelle levando le pellicine senza lavare. Ammorbidire la mollica di pane in poco latte, pulire le foglie di vite soffregandole con un po' d'olio.
Tritare grossolanamente i gambi dei funghi, aglio e sale. Versarli nella bacinella con il grana, la mollica ben strizzata dal latte, un pizzico di origano e prezzemolo ben tritati, un uovo intero più un tuorlo, pepe.
Con un po' d'olio, amalgamare bene tutti gli ingredienti e riempire le singole cappelle dalla parte delle lamelle.
Porre le cappelle una vicina all'altra nel tegame avendo disposto sul fondo le foglie di vite. Mettere nel forno già caldo (180 gradi) e lasciar cuocere per circa 20 minuti.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-17) 08.12.06

Stoccafisso accomodato (Stocchefiche accomodòu)

Ingredienti

  • 700 gr. di stoccafisso bagnato
  • 3 grossi pomodori o 2 scatole di pelati
  • una carota
  • una cipolla
  • uno spicchi d'aglio
  • 2 acciughe salate
  • una manciata di pinoli
  • 100 gr. di olive nere
  • 4 patate
  • olio mosto extravergine d'oliva
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale
  • pepe nero

Utensili

Cucchiaio in legno, casseruola di coccio.

Preparazione

Diliscare il pesce. Lasciargli la pelle per evitare che non si spappoli in cottura.
Tagliarlo a pezzi lunghi circa 5 cm. e alti 1,5 cm.
Tritare le acciughe assieme ai sapori e soffriggere in una casseruola con un po' d'olio, i pinoli e le olive. Quando il tutto comincia a prendere colore bagnare con il mezzo bicchiere di vino e lasciare evaporare. Unire lo stoccafisso e dopo alcuni minuti i pomodori pelati e tritati molto finemente, oltre alle patate tagliate a pezzettini.
Salare, pepare e continuare la cottura aggiungendo di tanto in tanto un po' di acqua calda. Cuocere per circa un'ora finche comunque le patate non saranno morbide.
Alla fine dovrà risultare un intingolo piuttosto ristretto.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-18) 07.12.06

Salsa di pinoli

Ingredienti

  • pinoli
  • aglio
  • maggiorana fresca
  • olio extravergine di oliva
  • pane secco
  • latte
  • parmigiano
  • sale grosso

Preparazione

Ammorbidire il pane nel latte. Pestare l'aglio ed il sale in un mortaio o in una ciotola, aggiungere i pinoli ed il pane passato al setaccio, poi l'olio, il parmigiano ed infine la maggiorana tagliata a coltello finemente.
Rimestare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Nel frullatore mettere i capperi ben scolati, le olive, l'aglio, l'acciuga lavata e diliscata, i pinoli, il prezzemolo, la mollica, il tuorlo d'uovo, sale e pepe.
Frullare bene. Alla fine versare tutto nella ciotola e, mescolando, diluire la salsa con l'olio e il limone.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-19) 06.12.06

Torta pasqualina

Ingredienti

  • 600 gr. di farina
  • 500 gr. di bietole
  • 8 uova
  • alcuni funghi secchi
  • mezza cipolla
  • 300 gr. di quagliata (la famosa "prescinseua genovese") o in alternativa ricotta
  • parmigiano grattugiato
  • la mollica di un panino
  • latte
  • olio ligure extravergine
  • sale
  • spezie miste

Preparazione

Impastare la farina con mezzo bicchiere d'olio ed acqua sufficiente in modo da ottenere una pasta morbida. Dividerla in tante pallottoline non più grandi di un uovo.
Mettere le pallottole su un tagliere infarinato e lasciarle riposare per 2 ore con un canovaccio sopra. Nel frattempo pulite, lavate e lessate per 10 minuti le bietole. Quindi scolatele e strizzatele.
In una casseruola fate rosolare in poco olio i funghi e la cipolla tritata. I funghi vanno precedentemente ammollati per pochi minuti in acqua tiepida.
Dopo pochi minuti ritirate dal fuoco e fate intiepidire.
In un terrina sbattete le quattro uova, unite un pugno pieno di formaggio grana grattugiato, la mollica bagnata nel latte e strizzata ed infine la quagliata. Mescolare bene e versare il tutto sulle bietole, amalgamando bene e salando con tre pizzichi si sale o più secondo piacere. Ungere una teglia di circa 25 cm. di diametro.
Prendere una pallottola di pasta e lavorarla ed allargarla sino a ricavarne un disco il più possibile sottile e grande sufficientemente per ricoprire abbondantemente la teglia.
Poggiare la sfoggia sulla teglia in modo che ricopra i bordi.
Ungere la superficie e ripetere l'operazione con un'altra sfoglia.
Versare quindi sulle due sfoglie il ripieno.
Unire al ripieno le rimanenti quattro uova sode che avrete in precedenza bollito, avendo cura di tagliarle in due. Prendere infine le pallottole rimaste e ricavarne sfoglie che dopo averle unte andranno stese sulla teglia sopra il ripieno.
Esaurite le sfoglie stesse premere bene sul bordo, tagliare la pasta in eccedenza e rivoltare verso l'interno i margini in modo da formare l'orlo.
Ungere leggermente l'ultima sfoglia e mettere in forno caldo a 190° fino a quando la pasta non avrà assunto un bel colore dorato. (circa 30 minuti).

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-20) 05.12.06

Trenette al pesto

Ingredienti

  • 450 gr di trenette secche o linguine
  • 5 cucchiai di pesto
  • 100 gr di fagiolini verdi freschi (o congelati)
  • 2 patate medie
  • formaggio grana (o pecorino)
  • sale

Utensili

Pentola, colapasta, zuppiera.

Preparazione

In acqua fredda, mettere le patate tagliate a fette spesse 1 cm e i fagiolini interi.
Far bollire con un po' di sale. A bollore, buttare le trenette e salare quanto basta.
Una volta cotte le trenette, conservare due cucchiai dell'acqua di bollitura. Mettere nella zuppiera le trenette, le patate e i fagiolini, aggiungere il pesto diluito con l'acqua tiepida messa da parte. Mescolare, spolverare con il grana e servire.
Se piace, invece del grana, usare il pecorino locale o miscelarli. Per la preparazione del Pesto o per gustare il vero Pesto Genovese con basilico di Pra.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-21) 04.12.06

Stracotto

Ingredienti

  • 700 gr. di vitellone magro
  • foglie di salvia
  • alloro
  • pomodori maturi o pelati in scatola
  • 1 cipolla
  • aglio
  • olio d'oliva mosto
  • vino rosso
  • pepe
  • sale

Utensili

Casseruola in coccio con coperchio, tagliere e mezzaluna, cucchiaio di legno.

Preparazione

Fate rosolare la carne nella casseruola con olio, pepe sale, le foglie di salvia e lo spicchio di aglio. Poco dopo aggiungete il vino rosso (mezzo bicchiere circa), e lasciate evaporare.
Unite la cipolla tritata, una foglia di alloro ed i pomodori tagliuzzati. Mette il coperchio e lasciate cuocere. Ogni tanto mescolate con il cucchiaio verificando che non si attacchi sul fondo.
Eventualmente aggiungere un poco di acqua calda.
Dopo circa un'ora dovrebbe essere pronto. Servire affettato con contorno di verdure cotte o crude. Il sugo ottenuto può essere utilizzato per condire la pasta.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-22) 03.12.06

Riso con le acciughe

Ingredienti

  • 400 gr di riso,
  • 4 acciughe sotto sale
  • poco prezzemolo
  • olio extravergine
  • sale

Utensili

Tagliere e mezzaluna, pentola inox, colapasta, tegame e cucchiaio in legno.

Preparazione

Tritare il prezzemolo; lavare e diliscare le acciughe. Lessare al dente e in acqua salata il riso.
Nel tegame stemperare in un po' d'olio le acciughe; aggiungervi il riso ed il prezzemolo tritato. Appena tutto ben amalgamato, servire.
È un piatto tipico del nostro Golfo che valorizza la grande maestria dei liguri nel conservare sotto sale le acciughe; è di rapida esecuzione ed è indicato contro il mal di mare quindi consigliabile per le gite in barca.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-23) 02.12.06

Funghi e patate

Ingredienti

  • 5 o 6 funghi porcini
  • 4 patate grosse
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • 4 spicchi d'aglio
  • origano (se piace)
  • pepe
  • sale

Utensili

Coltello raschiafunghi, frullatore, tegame da forno con coperchio.

Preparazione

Pulire con l'apposito coltello i funghi e poi soffregarli con una salvietta umida. Staccare le cappelle dai gambi e tagliare per il lungo questi ultimi. Sbucciare e tagliare a rondelle spesse mezzo centimetro le patate. Preparare un trito con abbondante prezzemolo ed aglio. Se qualche gambo si è rotto, tagliarlo a pezzetti piccoli, altrimenti utilizzarne uno intero. Unire al trito.
Mettere nella teglia quattro cucchiai d'olio emulsionato con due cucchiai di vino, poi uno strato di patate, pepe, sale e una spolverata del trito.
Formare sopra uno strato di funghi, cappelle e gambi, pepe, sale e ancora il trito. Ancora uno strato di patate insaporito come il primo. Versare un po' d'olio sul tutto.
Infornare a caldo (180 gradi) incoperchiato, lasciar cuocere per trenta minuti. Scoperchiare, irrorare col vino che è rimasto, aggiungere, se piace, l'origano e, senza coperchio, rimettere a cuocere per altri quindici minuti. Servire tiepido.

Calendario dell'Avvento 2006: 1

Crosspost su GBC.

Ricette liguri (-24) 01.12.06

Cima alla genovese (cimma)

Ingredienti
(per 6 persone)

  • 1 kg. di pancia di vitello
  • 100 gr. di polpa di vitello
  • 100 gr. di poppa di vitella
  • 50 gr. di cervella
  • 40 gr. di burro
  • 6 uova
  • 2 cucchiai di pinoli
  • parmigiano gratuggiato
  • alcune fette di funghi secchi
  • maggiorana
  • uno spicchio d'aglio
  • 40 gr. di piselli
  • 2 cipolle
  • 1 carota
  • olio extravergine
  • mollica di pane
  • mezzo bicchiere di latte
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale

Preparazione

Dal macellaio potete farvi preparare il pezzo di pancia di vitello cucito con filo n° 16 in modo da ottenere una sacca rettangolare con aperto uno dei due lati più corti. Controllate che non ci siano perdite riempiendola d'acqua. Poi svuotatela e lasciatela asciugare.
Tritate finemente la polpa, la poppa e la cervella. Mettete un po' d'olio in una grossa terrina e fate rosolare un trito di cipolle e carota. Unitevi quindi le carni tritate, i piselli sgranati, i funghi (che avrete precedentemente ammollato in acqua tiepida), i pinoli, l'aglio tritato, la maggiorana, le uova precedentemente sbattute, la mollica di pane bagnata nel latte ed il parmigiano. Mescolate accuratamente con un cucchiaio di legno senza fare troppa pressione per non schiacciare gli ingredienti. Salate secondo gusto. Unite in vino bianco e fate cuocere fino a che il vino non è evaporato.
Servendosi di un mestolo riempire la sacca di vitella con il composto appena preparato. Cucite il lato rimasto aperto.
Mettete sul fuoco una grossa pentola piena d'acqua salata con una cipolla intera, una costa di sedano e una carota intera. Quando l'acqua è tiepida immergervi la cima (la sacca ripiena di carne). Fare bollire a fuoco medio facendo cuocere per circa due ore, coprendo a 3/4 la pentola con un tegame. E' molto importante ricordarsi di tanto in tanto di forare la sacca con un grosso spillo onde evitare che cocendo si gonfi e si spacchi.
A cottura terminata estrarre la cima e lasciarla raffreddare in un piatto. Coprirla con un'altro piatto. Porre un tagliere sopra il piatto ed eventualmente un altro peso così che la cima con il peso possa far fuoriuscire l'eventuale brodo che ha assorbito durante la cottura. Una volta raffreddata ponete la cima su un tagliere di legno e tagliatela a fette di circa 1 cm. di altezza, pronte a essere degustate da sole o con contorno di verdura caldo.

Crosspost su GBC.