tizianocavigliablog
Sensei.

Hancock 16.09.08

Locandina di 'Hancock'

Hancock è un film tutto storto. Di quel tipo con i supereroi, però con quelli un po' sfigati e pieni di problemi.

John Hancock è immortale, invulnerabile, sa volare ed è super forte.
Impazza per Los Angeles facendo quello che ci si aspetta da un supereroe. Arresta criminali, sventa attentati, salva persone. Il fatto che sia un alcolizzato rende il tutto un po' più difficile e costa alla cittadinanza migliaia di dollari di danni collaterali.

Hancock troverà amici, incontrerà il suo destino e scoprirà il suo passato.
In un film dove si ride, ma che poi ti colpisce con alcuni risvolti drammatici.

Novantadue minuti che ti possono aggiustare una serata.

I am legend 10.01.08

Sono sempre restio e prevenuto verso i film del filone catastrofico e non amo particolarmente il genere horror, ma I am legend mi ha piacevolmente stupito.
Tratto dal romanzo di Richard Matheson il film diretto da Francis Lawrence ti lascia addosso una certa angoscia, senza darti un attimo di tregua.
Le suggestive ambientazioni in una New York deserta e un Will Smith in grande spolvero, aggiungono a questo film quell'autenticità in più capace di trasportare lo spettatore in un futuro urbano postcatastrofe fin troppo credibile.

Cercando una cura per il cancro l'umanità viene spazzata via da un virus. I sopravvissuti regrediscono ad uno stato subumano e vivono nell'oscurità, proteggendosi dai raggi UV.
Robert Neville, l'ultimo uomo sulla Terra lotta contro la follia, il tempo e la natura per cercare un antidoto e salvare la razza umana.