tizianocavigliablog
Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola.

La doppia identità di Di Pietro 06.02.10

Di Pietro continua la sua politica dei due pesi e delle due misure.
Dopo il passo falso sul viaggio in America prima smentito e poi sbugiardato. Dopo aver dichiarato che "dalle carte bollate all’olio di ricino il passo è breve" ora ha trovato necessario querelare il Corriere della Sera.

E' una strategia che a destra funziona discretamente bene da poco più di quindici anni, quella di gridare al complotto sempre e comunque e spingersi a negare l'evidenza dei fatti.
Staremo a vedere quali frutti porterà nel campo opposto.

Proteggere gli interessi di Grillo 29.11.09

E' interessante notare come Grillo cambi radicalmente idea su un argomento appena quell'argomento gli sfiora il portafoglio.

E' successo con i computer, con i partiti e con il copyright.
Oggi è la volta delle querele.

La querela serve al potere. La querela è un'arma da ricchi. Usata per intimidire. Per tappare la bocca. Per togliere i mezzi economici all'avversario.

Beppe Grillo, 9 agosto 2009.

L'avvocato del comico, Enrico Grillo, ha depositato ieri in procura a Genova una denuncia querela a carico di ignoti, chiedendo l'immediato oscuramento del sito e ipotizzando i reati di plagio e diffamazione.

Beppe Grillo, 28 novembre 2009.

Chiamate Perry Mason 10.08.09

Io ho dei buoni avvocati e molte querele, preferirei non averle, ma fa parte del gioco. Quasi sempre le ho vinte. La maggior parte dei blogger non ha soldi, e neppure l'abitudine a essere querelata da un potente che può usare, talvolta anche a carico dello Stato, avvocati di grido. L'intera Rete è a rischio querela, tutta la verità che è presente in Rete è un attacco al Regime. Non si può querelare la Rete, ma la si può limitare, porre restrizioni idiote presenti in Cina e in Birmania, come hanno fatto e stanno facendo. Si può anche colpirne qualcuno per educarne cento. Per questo voglio creare un pool di avvocati della Rete a disposizione dei querelati.
Chiedo a tutti gli avvocati che mi leggono che vogliono difendere gratuitamente i blogger di inviarmi i loro riferimenti. Li inserirò in una lista sul blog. Per i casi più complessi metterò a disposizione i miei avvocati, che ormai vantano una certa esperienza. Nel blog sarà disponibile a settembre un'area di aiuto per i blogger querelati con i fatti da sapere per difendersi, gli studi legali cui rivolgersi e l'elenco delle cause in corso contro le pubblicazioni in rete.
Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Via Beppe Grillo.

Marketing e segatura 10.06.08

La querela di Mosaico Arredamenti ai danni di Sergio Sarnari, reo di aver raccontato sul suo blog l'esperienza negativa con questa azienda, è la peggior pubblicità che potessero farsi.

Scrivo la presente in qualità di amministratore della Mosaico – Sistemi di Arredamento s.r.l.
Mi preme preavvertire che ritenendo il presente blog di carattere indiscutibilmente diffamatorio, ho presentato in data 14.05.2008 - per conto della società che rappresento - sia una querela alla Procura della Repubblica di Ancona nei confronti del sig. Sarnari, creatore dello stesso blog, sia un ricorso d’urgenza finalizzato alla richiesta di risarcimento danni nei confronti dello stesso Sig. Sarnari per un importo non inferiore a 400.000,00 euro [...]

Segnalo la lettera di Marco Camisani Calzolari e firmata da numerosi blogger per chiedere il ritiro della querela.