tizianocavigliablog
Guardia di porta.

Lo chiamavano nerd 28.06.08

Bill Gates

C'era un uomo che, negli anni settanta, a guardarlo l'avresti preso per il più sfigato della compagnia.
Quest'uomo aveva in testa un'idea altrettanto sfigata e, a detta dei guru di allora, irrealizzabile.
Quella visione poteva essere riassunta così:

"Nel futuro vedo un computer su ogni scrivania e uno in ogni casa."

Facendo errori e imparando dagli stessi, copiando e venendo copiato lo sfigato è poi diventato l'uomo più ricco del mondo.
Il suo sogno? C'è da chiederlo?
E' diventato realtà oltre le più rosee aspettative.

Anche altri in verità ci avevano provato, ma non con lo stesso successo.

"Microsoft ha avuto vari concorrenti in passato. È un bene che ci siano musei per documentarlo."

Com'era da aspettarsi poi, molti dei guru di cui sopra, oggi affermano di aver sempre sostenuto che quell'idea un po' balzana si concretizzasse negli anni a venire.

A vederlo oggi, l'aria da nerd anni 70 un po' gli è rimasta.
Il suo nome, neanche a dirlo, è William Henry III. Anche se gli amici lo hanno sempre chiamano Bill e dicono che abbia un cuore grande così.

Tutti insieme appassionatamente 28.09.08

A tutti quelli che "sì, ma vuoi mettere ai tempi dell'Anschluss", farebbe bene una cura a base di Julie Andrews e sonori, paterni calcioni.