tizianocavigliablog
Europeista d'antan.

Il veto sul genocidio 08.07.15

Vittime di Srebrenica

La Russia ha esercitato il diritto di veto sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che condannava, definendolo genocidio, il massacro di 8372 civili a Srebrenica, compiuto dalle truppe serbe guidate dal generale Ratko Mladic nel 1995 durante la guerra in Bosnia ed Erzegovina.

Tenetelo a mente alla vostra prossima discussione di geopolitica sullo statista di pace Putin.

Reginette dei Balcani 02.09.11

Anja Saranovic e Aferdita Dreshaj

La foto scattata ad Anja Saranovic - Miss Serbia - in compagnia di Aferdita Dreshaj - Miss Kosovo -, durante le finali di Miss Universo, sta scaldando gli animi dei nazionalisti delle due repubbliche balcaniche.

L'ultimo boia dei Balcani 26.05.11

Il generale Ratko Mladic è nelle mani della polizia serba.
Un passaggio fondamentale per chiudere il capitolo delle guerre dell'ex Yugoslavia e per riaprire il capitolo di integrazione nell'Unione Europea.

Interesting first reports coming out. The Bosnian paper, Dnevni Avaz, is saying he hid out with relatives in Lazareva, where a lot of Bosnian Serb refugees live. He lived as a poor peasant. The paper actually says 'he hid out like some kind of auntie with his close relatives'. Not sure how literal that is supposed to be. The house had already been searched several times.

Lo spettro della mafia serba dietro i disordini di Genova 17.10.10

I teppisti serbi sarebbero stati pagati da boss mafiosi balcanici; i quali avrebbero tutto l'interesse a mantenere il paese più lontano possibile dall'Unione Europea in modo da agire indisturbati.
E' la tesi del quotidiano serbo Politika.

La Serbia tra tifo e politica 13.10.10

I retroscena della violenza, scatenata ieri a Genova dai tifosi serbi, spiegati da Limes.

Se il calcio è in qualche modo lo specchio della società, nei Balcani c'è sicuramente qualche problema. Due episodi si sono verificati tra settembre e ottobre in Serbia e in Bosnia Erzegovina, due tifosi sono morti uccisi dai fans, due giovanissimi, il francese Brice Taton (28) e il sarajevese Vedran Pulic (24), cessano di vivere e diventano due icone, due foto in primo piano esposte nei rispettivi stadi, nei blog e forum in internet, sulle magliette, con sotto la scritta R.I.P.

Come è potuto succedere? Cosa significa? Si dice sempre che il primo atto della guerra tra Serbia e Croazia avvenne durante una partita mai giocata tra Dinamo Zagabria e Stella Rossa di Belgrado, ormai simboli di un'identità nazionale più che calcistica. Il calcio del capitano della Dinamo Zvonimir Boban, ad un poliziotto (che rappresentava il potere, quindi i serbi) in difesa dei tifosi croati, fu il primo atto eroico della guerra che seguirà. Secondo Simon Kuper nel calcio "Lo spazio resta allo stesso tempo spazio pubblico e luogo di dissenso. I simboli e le bandiere del calcio sono la maschera sotto la quale si celano talvolta identità segrete e incontrollabili". Nei Balcani questo vale ancora di più.

Battaglia a Genova 12.10.10

Gli scontri a Marassi

Scontri a Genova tra polizia e tifosi serbi arrivati a Genova per la partita di qualificazione agli Europei.

Gli scontri in via XX Settembre

In precedenza i tifosi servi avevano scatenato la loro violenza nel centro città, tra piazza De Ferrari e via XX Settembre.

[21:21] La UEFA si assume la responsabilità di far giocare ugualmente la partita. Il calcio di inizio verrà dato con mezz'ora di ritardo.
Tifosi serbi incendiano bandiere albanesi.

[21:34] La partita è di nuovo sospesa per lanci di petardi dal settore serbo.

[21:38] La UEFA sospende la partita assegnando la partita a tavolino all'Italia. Le sanzioni contro la nazionale Serbia dovranno essere pesantissime.

Meeting di imbecilli 12.10.10

Genova si pregia di accogliere quantità imbarazzanti di idioti ogni dieci anni.

[13/10 11:51] Gli scontri prima e dopo la partita e l'arresto di Ivan Bogdanov, il capo degli ultrà nazionalisti.

Il Kosovo indipendente è legale 23.07.10

La proclamazione unilaterale dell'indipendenza del Kosovo non viola il diritto internazionale e dunque risulta legale.
In attesa di leggere le motivazioni, questa è la sintesi della sentenza a cui è giunta Corte Internazionale di Giustizia delle Nazioni Unite. Di fatto un nulla osta alla secessione dato dal collegio dei 15 giudici riuniti all'Aja.

Il parere della corte era stato richiesto dalla Serbia che sperava in una bocciatura per poter riprendere in mano la situazione di tensione con il Kosovo.
Bocciatura che non è arrivata e anzi ora potrebbe spianare la strada a nuovi riconoscimenti dopo i 69 Stati che già intrattengono relazioni diplomatiche con Pristina.

Ora la palla passerà in settembre all'Assemblea generale dell'ONU per una, si spera, decisione definitiva e politica sullo status della neonata repubblica balcanica.

La paura di passare agli ottavi - FIFA World Cup South Africa 2010 [day 13] 23.06.10

Slovenia [0 - 1] Inghilterra

Quanta paura. L'Inghilterra costretta a vincere, la Slovenia potrebbe accontentarsi del pari.
Tutti con un occhio all'altro campo. L'Inghilterra aggredisce, ma non sembra ancora in condizione. La Slovenia si chiude. Troppo rinunciataria, troppo sprecona.
Defoe al 23' accende le speranze dei "tre leoni". La Slovenia sembra accontentarsi, sicura del pareggio 0-0 tra USA e Algeria. Roney scheggia il palo, un paio di brividi da Novakovic e Birsa e poco altro.
Fischio finale. Sembra fatta, ma Donovan rovina la festa ad entrambe. Stati Uniti primi del gruppo C, Inghilterra seconda. Slovenia eliminata.

USA [1 - 0] Algeria

Gli USA raccolgono una roccambolesca vittoria al 92'. Segna Donovan e gli Stati Uniti conquistano in un colpo solo qualificazione e testa del girone.
Partita divertente. Algeria pericolosa con una traversa di Djebbour. Stati Uniti che inseguono il gol per tutti i 94' minuti della partita e lo avrebbe trovato già nel primo tempo se l'arbitro non avesse deciso di annullarlo. E' il secondo gol regolare che gli USA vedono negarsi.
Il finale è al cardiopalmo. Quattro minuti di recupero e il gol di Donovan in piena ripresa. Stati Uniti che allontanano lo spettro della Germania agli ottavi.
Algeria che esce dignitosamente dal mondiale.

Gruppo C

5 USA (4-3)
5 Inghilterra (2-1)
4 Slovenia (3-3)
1 Algeria (0-2)

Ghana [0 - 1] Germania

Si gioca col freno a mano per la paura di un risultato che potrebbe fare male. Germania in convalescenza. Ghana sprecona.
Decide Ozil e sarà Germania Inghilterra agli ottavi di finale.
Il Ghana certo della qualificazione e appagato dal non incontrare gli uomini di Capello si accontenta della sconfitta.
E la prima e sarà anche l'ultima squadra africana a passare il turno. Prima squadra africana a qualificarsi per gli ottavi in due mondiali consecutivi.

Australia [2 - 1] Serbia

Alla Serbia basta vincere e sulla carta ha le possibilità per superare agevolmente i socceroos. Il campo la pensa diversamente.
Un'Australia tenace tiene testa ai serbi e sembra capace di far male.
E lo farà nel secondo tempo. Ci pensano a Cahill e Holman a chiudere la partita.
Per i serbi spreconi e confusionari resta solo il gol della bandiera di Pantelic.
Esce anche una bella Australia. Unico rimpianto il passivo eccessivo contro la Germania.

Gruppo D

6 Germania (5-1)
4 Ghana (2-2)
4 Australia (3-6)
3 Serbia (2-3)

FIFA World Cup South Africa 2010: day 1, day 2, day 3, day 4, day 5, day 6, day 7, day 8, day 9, day 10, day 11, day 12.

La giornata dei passi falsi - FIFA World Cup South Africa 2010 [day 8] 18.06.10

Germania [0 - 1] Serbia

La Germania si complica inutilmente la vita dopo la bella prestazione contro l'Australia.
Klose si fa espellere per somma di ammonizioni. Due falli stupidi. Evitabili.
Si apre un'autostrada per la concreta Serbia che va in gol con Jovanovic.
La Germania in affanno non riuscirà più a colmare il divario vuoi la traversa e il rigore sbagliato da Podolski, oggi non in giornata.
Serbia abbonata ai legni sfiora il raddoppio.
Ora è tutto difficile per la compagine tedesca che si ritrova a dover vincere a tutti i costi dopo aver buttato via il biglietto per gli ottavi.
Da segnalare la valanga di ammoniti.

Gruppo D

3 Germania (4-1)
3 Ghana (1-0) una partita in meno
3 Serbia (1-1)
0 Australia (0-4) una partita in meno

Slovenia [2 - 2] USA

Slovenia travolgente nel primo tempo. Sembra poter controllare il gioco e la partita.
Birsa sblocca il risultato al 13'. Gli Stati Uniti ci provano, ma Ljubijankic raddoppia allo scadere.
Il secondo tempo è tutto stelle e strisce. Donovan insacca all'inizio della ripresa e gli USA cambiano volto.
Il pareggio arriva al 82' a firma Bradley.
Pochi minuti dopo l'arbitro Coulibaly annulla il regolarissimo gol degli Stati Uniti. Poteva essere un risultato clamoroso.
Gli Stati Uniti tornano in corsa. La Slovenia può mangiarsi le mani, ma con quattro punti sa di avere buone carte per passare il turno.

Inghilterra [0 - 0] Algeria

Un'ottima Algeria ferma una spenta e lenta Inghilterra.
Per la squadra di Capello la strada si fa in salita. Le undici statue di sale in campo non promettono miracoli contro la decisa Slovenia.
L'Algeria con una partita tatticamente perfetta rientra matematicamente in gioco.

Gruppo C

4 Slovenia (3-2)
2 USA (3-3)
2 Inghilterra (1-1)
1 Algeria (0-1)

FIFA World Cup South Africa 2010: day 1, day 2, day 3, day 4, day 5, day 6, day 7.

Andiamoci crauti - FIFA World Cup South Africa 2010 [day 3] 13.06.10

Algeria [0 - 1] Slovenia

Gruppo C caratterizzato dalle papere dei portieri. La viene decisa dal portiere algerino Chaouchi a 10' dalla fine su un tiro di Koren. L'estremo difensore sbaglia la presa e la palla si insacca.
Partita equilibrata, senza grandi spunti. Slovenia che conquista la testa del girone.
Da segnalare l'espulsione dell'algerino Ghezzal, per somma di ammonizioni. Ghezzal lanciato a rete stoppa la palla con la mano. L'espulsione è avvenuta pochi minuti prima del gol.
Nota di colore, i servizi di sicurezza sono dovuti intervenire per far scendere un tifoso algerino che si era arrampicato su un riflettore.

Gruppo C

3 Slovenia (1-0)
1 USA (1-1)
1 Inghilterra (1-1)
0 Algeria (0-1)

Serbia [0 - 1] Ghana

Non è la Serbia che ci si aspettava. Lo è invece il Ghana che legittima la vittoria con un gioco basato sulla potenza e la velocità. E due pali.
Partita decisa dall'espulsione di Lukovic per somma di ammonizioni e dal rigore, il primo del mondiale, concesso per l'evidente fallo di mano di Kuzmanovic. Gyan mette a segno. Colpirà anche un palo.

Germania [4 - 0] Australia

Un allenamento contro i Socceros. Questa è stata Germania - Australia.
Gli australiani possono recriminare per un possibile rigore non concesso sul due zero, ma niente di più. Mai in partita tranne che per i primi minuti di ogni tempo.
A segno gli eterni Podolski e Klose e nella ripresa i giovani promettenti Cacau e Mueller.

Gruppo D

3 Germania (4-0)
3 Ghana (1-0)
0 Serbia (0-1)
0 Australia (0-4)

FIFA World Cup South Africa 2010: day 1, day 2.

Per la questura mezzo milione 21.02.08

Pare che a Belgrado non abbiano accolto benissimo la secessione del Kossovo.

Alluvioni in Serbia e Bosnia 16.05.14

Alluvioni in Serbia e Bosnia

Un bilancio provvisorio di 30 morti e circa 15.000 sfollati per le alluvioni in Serbia e Bosnia-Erzegovina, dove non si registravano precipitazioni così abbondanti da almeno 120 anni.

Si chiude l'ultimo capitolo delle guerre della ex Jugoslavia 20.07.11

Goran Hadzic

Goran Hadzic, ex presidente della ex Repubblica Serba di Krajina e colpevole dell'assedio della città croata di Vukovar e del successivo massacro, è stato arrestato nella foresta di Fruska Gora, vicino Novi Sad. La Serbia può chiudere oggi una pagina tragica della sua storia e aprirsi finalmente alla comune casa europea.

Ratko Mladic è stato arrestato 26.05.11

Ratko Mladic

Il boia di Srebrenica è stato arrestato dalla polizia serba a 80km da Belgrado. Il Tribunale penale internazionale dell'Aja ne ha già chiesto l'estradizione.

Fonte: Guardian