tizianocavigliablog
Trova Waldo.

Potrebbe esistere un nono pianeta nel sistema Solare 20.01.16

Un pianeta della dimensione di Nettuno, con una massa 10 volte superiore a quella della Terra e con un periodo di rivoluzione di 15.000 anni è la scoperta che potrebbe rivoluzionare le dimensioni e la conoscenza del sistema Solare.
La tesi che suffragherebbe l'esistenza di questo ipotetico pianeta prende in esame le perturbazioni gravitazionali che hanno spinto i più esterni pianeti nani del nostro sistema stellare e altri oggetti nella Fascia di Kuiper sulle orbite attuali.

La rappresentazione dell'eliocentrismo e del geocentrismo 12.01.16

Rotazione dei pianeti nel Sistema eliocentrico e geocentrico

I modelli dei sistemi eliocentrico e geocentrico, che per secoli hanno infiammato accanite dispute teologiche e scientifiche, rappresentati con una GIF.

Oggi sappiamo che il Sole non solo non è il centro dell'universo o della Via Lattea, ma non è neppure il centro geometrico del sistema Solare. Allo stesso modo la Via Lattea non è al "centro" di niente e neppure l'intero universo (nonostante sulla sua forma coesistano differenti teorie) ha un centro geometrico identificabile attorno al quale avviene una rotazione; inoltre nessuno dei corpi celesti è immobile.

Il modello in scala del sistema Solare nel deserto del Nevada 17.09.15

Il modello in scala del sistema Solare realizzato con luci, biglie e time lapse nel deserto del Nevada dai registi Wylie Overstreet e Alex Gorosh.

Cartoline dal sistema Solare 16.07.15

Helene, Europa, Urano e Tritone

L'utente Imgur Ashikaru ha raccolto uno scatto per ogni corpo celeste fotografato nel sistema Solare. Una carrellata di pianeti, satelliti e pianeti nani (Sole escluso) nel nostro giardino di casa.

La lentezza della luce 04.02.15

Comprendere la vastità dell'universo mostrando il tempo che impiega un fotone emesso dal Sole per raggiungere l'orbita di Giove.
Viaggiando alla velocità della luce ci vogliono circa 43 minuti e non siamo neppure a metà strada dai confini del sistema Solare.

Il Sistema Solare colonizzato 02.12.14

Wanderers è un magnifico cortometraggio del regista Erik Wernquist che documenta la colonizzazione del Sistema Solare.
Un viaggio di quattro minuti attraverso meravigliose inquadrature di pianeti, lune, basi spaziali, città-cupole e scene di vita quotidiana oltre i confini del nostro pianeta madre, in una serie di ambientazioni talmente realistiche da apparire reali e attuali.

Il concept si basa su un immenso archivio della NASA dedicato all'esplorazione spaziale e alle possibilità di adattamento del genere umano al di fuori della Terra.

Il commento a Wanderers è lasciato al leggendario astronomo e divulgatore scientifico Carl Sagan, riprendendo una sua vecchia registrazione mentre leggeva alcuni paragrafi del suo libro Pale Blue Dot: A Vision of the Human Future in Space, pubblicato nel 1994.

Costruire il sistema solare definitivo 29.05.14

Un sistema solare con 36 pianeti abitabili

Questo è uno dei modi per costruire un sistema solare stabile che contenga il maggior numero di mondi abitabili, pari a 36 pianeti. Ricorda, in piccolo, il Vers della serie tv di fantascienza Firefly.

We can fit the orbits of four gas giants in the habitable zone (in 3:2 resonances). Each of those can have up to five potentially habitable moons. Plus, the orbit of each gas giant can also fit an Earth-sized planet both 60 degrees in front and 60 degrees behind the giant planet's orbit (on Trojan orbits). Or each could be a binary Earth! What is nice about this setup is that the worlds can have any size in our chosen range. It doesn't matter for the stability.

Let's add it up. One gas giant per orbit. Five large moons per gas giant. Plus, two binary Earths per orbit. That makes 9 habitable worlds per orbit. We have four orbits in the habitable zone. That makes 36 habitable worlds in this system!

Un nuovo potenziale pianeta nano nel sistema Solare 27.03.14

È stato identificato con la sigla 2012 VP113 il nuovo, potenziale, pianeta nano del sistema Solare scoperto dagli astronomi Scott Sheppard e Chad Trujillo.
Il planetoide, un oggetto rosa sbiadito di circa 450 km diametro, ha un orbita molto eccentrica e inclinata rispetto all'eclittica che lo porta a lambire la nube di Oort, la regione di spazio più esterna del sistema Solare e luogo di formazione delle comete.

2012 VP113 andrà ora ad aggiungersi alla lista che comprende alcuni potenziali pianeti nani come Orcus, 2002 MS4, Salacia, Quaoar, 2007 OR10 e Sedna in attesa che l'Unione Astronomica Internazionale decida se inserirlo a pieno diritto nel club dei pianeti nani Cerere, Plutone, Haumea, Makemake ed Eris.

Il mosaico di Saturno 13.11.13

Saturno ripreso dalla sonda Cassini

La NASA ha pubblicato l'immagine completa del mosaico di fotografie scattate dalla sonda Cassini che orbita intorno a Saturno, mostrandoci un colpo d'occhio davvero suggestivo con il nostro pianeta che spunta sotto gli anelli nel giorno in cui tutti guardavamo verso il cielo sorridendo.

La nostra casa nello spazio 24.08.13

Il designer Philipp Dettmer ha creato una perfetta animazione che in sette minuti descrive ogni aspetto del nostro sistema solare.

La mappa degli asteroidi più pericolosi del sistema Solare 13.08.13

La mappa degli asteroidi più pericolosi del sistema Solare

La NASA ha pubblicato la mappa più completa delle orbite dei circa 1.400 asteroidi potenzialmente più pericolosi per la Terra del sistema Solare, che prende in esame oggetti di oltre 140 metri di lunghezza.

La Terra fotografata da Saturno 22.07.13

La Terra ripresa da Cassini in orbita attorno a Saturno

Il 19 luglio scorso la sonda della NASA Cassini ha fotografato il sistema Terra-Luna dalla sua orbita intorno a Saturno, da una distanza di circa 1,44 miliardi di chilometri.
Qui sulla Terra, soggetto dell'autoscatto, le persone si sono messe in posa salutando in direzione del pianeta degli anelli.

Il nostro sistema solare è un vortice 03.03.13

Il nostro sistema solare si muove alla velocità di 70.000 km/h attraverso la Via Lattea compiendo una rotazione a forma di elica attorno al centro galattico.
Queste sono la rappresentazioni del sistema Solare in movimento, moto diverse rispetto al classico modello eliocentrico.

Le 10 lune più interessanti del sistema Solare 12.03.12

Le dieci lune, secondo Io9, che tutti dovrebbero conoscere per le loro peculiarità intrinseche. Da Europa a Iperione.

Pretty much everyone can rattle off the names of our solar system's eight (formerly nine) planets, but ask the average person to list some moons and you'll be lucky if they can tell you more than two or three.

Now, you obviously can't expect people to remember the name of every single satellite in the solar system (after all, they outnumber the planets by around 20 to 1), but if you have even the slightest interest in astronomy, it wouldn't kill you to be familiar with at least an even ten. So with that in mind, we've assembled this reference guide to ten of the solar system's most noteworthy moons.

Il ritratto di famiglia del sistema solare 30.03.11

Il Solar System Family Portrait ripreso dalla sonda Voyager 1

Il Solar System Family Portrait ripreso dalla sonda MESSENGER

MESSENGER oltre a regalarci spettacolari foto della superficie di Mercurio ha prodotto anche un ritratto del nostro sistema Solare, fotografando alcuni dei suoi componenti come aveva già fatto la sonda Voyager 1 (seconda immagine) nel 1990.

Il Solar System Family Portrait è composto da 34 immagini scattate durante il suo viaggio che mostrano Venere, la Terra e la Luna, Giove (con Callisto, Ganimede, Europa, e Io), Marte, Mercurio, Saturno, Urano, Nettuno e parte del braccio della Via Lattea.

Quanto è grande il nostro sistema solare? 15.02.11

Fino al 2000 nessuno al mondo aveva dei dubbi sul numero dei pianeti del nostro sistema solare. Nove: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone.
Nell'ultimo decennio, nuove scoperte scientifiche hanno portato l'Unione Astronomica Internazionale a riconsiderare la dimensione del nostro giardinetto di casa, ingrandendolo e ridefinendo i suoi oggetti celesti, portando la conta a otto pianeti - con Nettuno ora come il più esterno - e a quattro pianeti nani: Cerere all'interno della fascia degli asteroidi, Plutone con il suo gemello Caronte e le loro lune Notte e Idra, Haumea con le lune Hi'iaka e Namaka, Makemake e infine Eris con il suo satellite Disnomia.

Ora nel giro di pochi anni potrebbe cambiare nuovamente tutto, riportando il numero di pianeti a nove.
Gli astronomi dell'Università della Louisiana sono infatti sicuri di aver scoperto un nono pianeta oltre Nettuno, gassoso e quattro volte più grande di Giove con tanto di anelli e il suo carico di lune, nei pressi della Nube di Oort.
Il nono pianeta, probabilmente catturato dal nostro sistema solare è stato ribatezzato Tyche, come la dea greca della fortuna.

These are the voyages 12.10.09

Mappa delle missioni stellari umane

Cinquantanni di esplorazione spaziale.