tizianocavigliablog
Cappello di Maglia.

In gita scolastica 02.04.09

Berlusconi assieme a Obama, Medvedev e Hu Jintao al G20 di Londra

Niente corna questa volta. Si è trattenuto.
E poi la maestra lo aveva appena ripreso.

Riempire i buchi nella trama di Star Wars: Il risveglio della Forza 13.01.16

Non è passato inosservato l'eccessivo ricorso alla mistery box nel settimo capitolo di Guerre Stellari, diretto da J. J. Abrams. Per tirare le fila e cercare di approfondire i (troppi) punti lasciati all'immaginazione dello spettatore ci viene in aiuto la novelizzazione del film, che per comodità Hitfix ha raccolto in una lista di 45 (quarantacinque) spiegazioni efficaci e piccole differenze qua e là.

È tutto spoiler, attenzione.

#4: Starkiller Base did not originally drain the sun, it was powered by dark matter.
One of the few head scratchers in "The Force Awakens" was how the Starkiller base actually worked. Was it draining one sun after another and then moving on? How did it shoot a beam across the galaxy in real time? Why did it turn INTO a sun at the end (other than the visual metaphor of the light triumphing over the dark?) Turns out, it was never supposed to be powered by the sun. Situated in one place, messing with science they didn't understand, the First Order was harvesting dark matter to power their weapon. As the matter congealed to be sucked into the core, the light was supposed to dim. Then, using more science they barely understood, they beamed the concentrated dark matter THROUGH the galaxy instead of across it. Basically they were ripping holes in time/space. Oh! And the target didn't explode originally. It turned into a tiny sun.

#5: Snoke might have wanted to kill Rey, not train her.
When Ren admits his failure to probe Rey's mind, Snoke senses his apprentice has compassion for this girl. Hoping to teach Ren a lesson and remind him of the power of the Dark Side, Snoke demands Kylo Ren bring the girl to him. It definitely .sounds like he planned to make an example of her, not train her.

#8: There was a whole scene on Jakku that explained how Poe got off-planet.
And it's a shame it was cut as it focuses on showing off Poe's skills as a pilot, even when flying a piece of junk land skiff. Poe is rescued by a Jakku denizen named Naka Iit — of an alien species called the Blarina. The species customs include helping the mad to accrue good karma, so Naka assists the clearly insane human spouting off about fighting against the First Order.

#19: The Resistance had no idea Starkiller Base existed.
This is extrapolated on quite a bit. Snoke's decision to destroy the New Republic is about flushing out the Resistance. Utter annihilation of the enemy is a mere side effect. Snoke knew using the weapon would give away the base's location. The Resistance would then send a reconnaissance team to scout the place and the First Order could follow the scouts back to the Resistance HQ and destroy them once and for all. While this is what happens in the movie, the motivations are a bit murkier.

#22: He also cracked open something in Rey's mind.
One of the advantages of a book is internal narration. When Ren attempts to retrieve the map from Rey's brain he senses something weird within her mind. Not resistance, but a barrier. Probing at it is what causes Rey to suddenly find herself — with no provocation – inside Ren's mind. Now this is just speculation, but it certainly sounds like someone had walled off Rey’s Force sensitivity and Kylo Ren accidentally broke down the wall.

#23: Han hadn't seen Kylo Ren/Ben since he became an adult.
When Ben removes the helmet of Kylo Ren, Han Solo is shocked by how grown-up his son looks as he hasn't seen him since he became an adult. This lends credence to the theory that Snoke seduced a teenaged Ben to the Dark Side. Speaking of which, Leia knew Snoke was trying to get his claws in her son since he was a child and never told Han until right before the Starkiller mission.

#25: Leia and Rey have more interaction.
Sometime between Rey's arrival at the Resistance base and her mission to return the lightsaber to Luke Skywalker, Leia and Rey had a heart-to-heart about Kylo Ren. Leia fears sending Rey off to Luke because the last time she did that, it all went sideways. Leia is much more motherly and tender towards Rey in their interactions in the book.

#36: She struggles with the Dark Side almost immediately.
Rey might look serene as she finds the Force and battles a badly injured Kylo Ren, but she is fighting with rage. After beating down her opponent, a voice inside her encourages her to kill him. She rejects the notion, but is still struggling with herself when the rift opens up and separates the two of them.

E naturalmente grazie allo script originale.

Luke Skywalker Immediately Knows Who Rey Is and Why She Is Here. The script describes Luke Skywalker as being older now, with white hair and a beard. It says that he looks at Rey with a "kindness in his eyes, but there's something tortured, too." Most interestingly, it says that Luke "doesn't need to ask her who she is, or what she is doing here." Does this mean that he knows Rey is his child? Or does this mean that he knows because of the Force? The script only adds that "his look says it all."

Kylo Ren Is Horrified By His Actions. The script gives us some internal insight into Kylo Ren after he just killed his father Han Solo. The screenplay notes that "Kylo Ren is somehow WEAKENED by this wicked act," noting that he is "horrified" and his "SHOCK is broken only when" Chewbacca cries out in agony.

Leo Ortolani ha visto Star Wars: Il risveglio della Forza 26.12.15

La recensione (contiene spoiler) su Star Wars: Il risveglio della Forza disegnata da chi non ha bisogno di presentazioni.

Leo Ortolani ha visto Star Wars: Il risveglio della Forza

Leo Ortolani ha visto Star Wars: Il risveglio della Forza

Ora come allora. Star Wars: Il risveglio della Forza 17.12.15

Harrison Ford Mark Hamill e Carry Fisher nel 1979 e nel 2015

Leggete questo post a vostro rischio e pericolo. Contiene spoiler.

In quella galassia lontana, lontana dove ciclicamente ogni 30 anni i mondi periferici perdono memoria degli jedi relegandoli a mito, una nuova, seppur familiare, minaccia incombe.

Il risveglio della Forza vi terrà incollati alla poltrona. Intrattenimento puro, un futuro vecchio e polveroso, droidi restii a condividere informazioni, la Forza, apocalittiche armi di distruzione di massa, vecchi eroi e nuovi amici.
L'essenza di Guerre Stellari confezionata elegantemente per essere rivenduta a quelle generazioni ansiose di assaporare l'esperienza diretta di un evento di cui hanno sempre sentito parlare. Per i millennial un nuovo sfavillante inizio in un universo sconfinato di avventure. Per la vecchia guardia un dejavù che si farà amare come una madeleine proustiana dal sapore di dolci ricordi.
Disney e J. J. Abrams non hanno voluto rischiare passi falsi. Nessun salto nell'iperspazio dell'incertezza, nessuna svolta improvvisa tra le nebbie di Dagobah. Ogni singola scena è un archetipo di Star Wars, tutto è cliché del mito, tanto da rasentare il remake di Una nuova speranza o i più lealisti direbbero da rendere omaggio alla ciclicità narrativa che risale ai poemi epici.

Il moderno villain in divenire è un nano di fronte all'ingombrante iconico e titanico ricordo di Darth Vader, ma come per il giovane Anakin il suo cammino verso il Lato Oscuro e il rapporto con il suo mentore e padrone è appena incominciato e non c'è dubbio che la narrazione del suo conflitto interiore potrà riservare nel futuro della trilogia solo nuovi colpi di scena. Così sarà anche per l'eroina dal passato ignoto con l'intrigante capacità di entrare in connessione con la Forza tipica di uno jedi (o di un padawan).

In Star Wars il climax è frutto del destino. Tutto è predestinato come in una profezia che si autoadempie. In questo Il risveglio della Forza non fa eccezione. Il triste fato già scritto, per convenienza, era stato solo rimandato. Di tre decadi circa.

La morte, la vita, la speranza, l'angoscia, un passaggio di consegne tra generazioni. È un risveglio dell'avventura più genuina che lascerà il segno nel bene e nel male.
Con questo capitolo la transizione ora è alle spalle che esca un nuovo (qui mi prendo un attimo per porre l'accento su nuovo) e più avvincente affresco.

Guerre Stellari è tornato a casa. Dopo il reboot.

Nuove scene di Star Wars: Il risveglio della Forza rivelate dal trailer cinese 11.12.15

Il trailer cinese di Episodio VII svela nuove scene del film più atteso dell'anno.

Che l'Attesa sia con noi.

Lo spoiler che tutti aspettavano su Star Wars: Il risveglio della Forza 25.11.15

Intervistato da Jimmy Kimmel, J. J. Abrams ha rivelato la prima parola pronunciata nel VII episodio della saga di Guerre Stellari.
This, che poi è anche l'anagramma di Sith.

J. J. Abrams, i sith, gli jedi e la Forza 10.11.15

L'intervista fiume di Wired al regista del VII episodio di Guerre Stellari, J. J. Abrams.

We wanted to tell a story that had its own self-contained beginning, middle, and end but at the same time, like A New Hope, implied a history that preceded it and also hinted at a future to follow. When Star Wars first came out, it was a film that both allowed the audience to understand a new story but also to infer all sorts of exciting things that might be. In that first movie, Luke wasn't necessarily the son of Vader, he wasn't necessarily the brother of Leia, but it was all possible. The Force Awakens has this incredible advantage, not just of a passionate fan base but also of a backstory that is familiar to a lot of people. We've been able to use what came before in a very organic way, because we didn't have to reboot anything. We didn't have to come up with a backstory that would make sense; it's all there. But these new characters, which Force is very much about, find themselves in new situations—so even if you don't know anything about Star Wars,you're right there with them. If you are a fan of Star Wars, what they experience will have added meaning.

Le nuove inquadrature di Star Wars 21.04.15

Il teaser di Star Wars: The Force Awakens rivela le cinque tecniche di ripresa che rinnoveranno il linguaggio cinematografico di Guerre Stellari.

One of the great pleasures of the new Star Wars: The Force Awakens trailer is seeing a new director inject his own flourishes into an already visually distinctive series. The Star Wars visual catalog has a few staples that have stayed consistent throughout the series: think transitional wipes and pilot POV shots. Unfortunately, the prequels saw George Lucas expand the toolset with a lot of uninspired tricks: slow zooms on wide shots, Barbara Walters glow, and a stubborn use of a locked-down camera.

From the looks of the new Star Wars trailer, J.J. Abrams and his cinematographer, Dave Mindel, seem to be trading out the bad visual trademarks and replacing them with some of their own. Here are some examples of what we might be able to expect from Abrams' visual take on the galaxy.

Attaccati al 3 07.10.08

Per tutti quelli che, "ah, ma guarda io aspetto le offerte di 3 per iPhone mica mi faccio infinocchiare da TIM e Vodafone, poi basta resistere sino a settembre".

Voi, appunto.
Attaccarsi. Grazie.

Hancock 16.09.08

Locandina di 'Hancock'

Hancock è un film tutto storto. Di quel tipo con i supereroi, però con quelli un po' sfigati e pieni di problemi.

John Hancock è immortale, invulnerabile, sa volare ed è super forte.
Impazza per Los Angeles facendo quello che ci si aspetta da un supereroe. Arresta criminali, sventa attentati, salva persone. Il fatto che sia un alcolizzato rende il tutto un po' più difficile e costa alla cittadinanza migliaia di dollari di danni collaterali.

Hancock troverà amici, incontrerà il suo destino e scoprirà il suo passato.
In un film dove si ride, ma che poi ti colpisce con alcuni risvolti drammatici.

Novantadue minuti che ti possono aggiustare una serata.

Il primo sguardo su Star Wars Episode VII: The Force Awakens 28.11.14

Nell'ottantina di secondi del teaser del VII episodio di Guerre Stellari, Il Risveglio della Forza, c'è tutta la cifra stilistica di J. J. Abrams, il montaggio, i riflessi, la ricerca, il design della nuova spada laser Sith e significativi accenni alla Trilogia originale, il mistero, l'adrenalina, i mondi di confine, la Forza, la tecnologia polverosa.

Sensazioni, più che indizi, che il nuovo capitolo possa almeno in parte rispettare le quattro regole per renderlo epico e coerente con l'universo di Star Wars.

L'ambientazione è la frontiera.
Il futuro è vecchio.
La Forza è misteriosa.
Guerre Stellari non è puccioso.

Medici miei 04.09.08

Imbarazzante, inguardabile. Operina insulsa.

Che schiavo del Lambro iddio lo creò 21.07.08

Caro Umberto, il tuo problema è di semplice risoluzione. Credimi.

Roma ti sta stretta?
Hai nostalgia della nebbia mattutina?
Tuo figlio viene bocciato a ripetizione?
A sud di Sorigherio non ti viene duro?

I gesti incolsulti non servono.

Prendi armi e bagagli e ti trasferisci a Ponte di Legno, dove l'aria è salubre e i celti ti fanno ciao.

Possibilmente dando le dimissioni da ministro della Repubblica italiana e senza sporcare durante il trasloco.

Star Wars VII prime riprese a maggio 21.01.14

Il regista J. J. Abrams ha annunciato che la sceneggiatura del primo capitolo della terza trilogia di Guerre Stellari è stata ultimata. Le riprese inizieranno a maggio nel Regno Unito.
Secondo le previsioni il film dovrebbe uscire nelle sale nel dicembre del 2015.

Inizio a lucidarmi gli occhi.

4 semplici regole per rendere indimenticabile la nuova trilogia di Star Wars 01.10.13

Un gruppo di appassionati ha realizzato questo delizioso video per chiedere a J. J. Abrams, unendosi al coro, di non dimenticare il vero spirito di Guerre Stellari e di non incasinare tutto durante la realizzazione della nuova trilogia.

Serie TV for Dummies - Six Feet Under 01.12.07

Six Feet Under è andata in onda sul network via cavo HBO dal giugno del 2001 ed è stata creata da Alan Ball che si è ispirato alla morte della sorella.

Il giorno di Natale, l'impresario di pompe funebri Nathaniel Fisher (Richard Jenkins) muore in un incidente stradale.
Il testamento prevede che l'agenzia di pompe funebri Fisher di Pasadena venga lasciata in eredità ai due figli maschi: David (Michael C. Hall), omosessuale con grandi difficoltà di adattamento ma al contempo molto dedito al lavoro e legatissimo al padre e Nate (Peter Krause) un vero spirito libero.
Nathaniel lascia anche la moglie Ruth (Frances Conroy), sempre in preda a crisi nevrotiche e la figlia Claire (Lauren Ambrose) studentessa alle scuole superiori.

La serie, davvero innovativa e intelligente, ha a che fare sempre e solo con la morte.
Ogni episodio inizia con la storia di un defunto e le cause che lo hanno portato alla morte, proseguendo poi con le vicende e l'organizzazione del funerale da parte della famiglia Fisher.

E ora una class action contro i pulsanti 16.11.07

E finalmente anche l'Italia ha la Class Action.
Sarebbe tutto rose e fiori, il fatto è che dobbiamo la sua introduzione all'errore del senatore Antonione (Forza Italia, neanche a dirlo) che ha sbagliato al momento della votazione.
Il poveretto, capito l'errore, si è anche messo a piangere. Due pulsanti per votare sono troppi. Vergogna!

Stardust 10.11.07

Locandina di 'Stardust'Il confine tra il mondo che conosciamo e il regno di Stormhold è segnato da un muro invalicabile...

In Stardust non manca nulla.
La ricerca del potere e della vita eterna, stelle cadenti, fanciulle da salvare, pirati dei mari e dei cieli, streghe malvage, magie, ironia, amori, drammi, combattimenti, principesse rapite.

Il giovane Tristan Thorne per conquistare il cuore dell'amata Victoria decide di scavalcare il muro per recuperare una stella cadente.
Nel suo viaggio scoprirà di non essere il primo ad aver attraverso il muro, conoscerà il suo passato e incontrerà la stella trasformata nella bella Yvaine.
Il ritorno a casa sarà costellato di prove; un un viaggio che cambierà profondamente il giovane Tristan e non solo...

Un film con un cast di eccezione. Una Michelle Pfeiffer accattivante nel ruolo della decrepita strega cattiva e un Robert De Niro irrivrente nella parte di capitan Shakespeare.

Un film che non potrà non ricordare agli amanti del genere i capolavori fantasy anni '80.

Dalle Alpi al mare 29.06.07

Tappa Canazei - Savona (via Sirmione a/r)
523 km

La Vallelunga versa Selva di Val Gardena
La Vallelunga verso Selva di Val Gardena

La Vallelunga verso il Puez
La Vallelunga verso il Puez

Sirmione
Sirmione

Particolare del castello (Sirmione)
Particolare del castello (Sirmione)

Il lago di Garda
Il lago di Garda

74 cose che dovranno avere i prossimi film di Star Wars 13.02.13

Wired svela le 74 caratteristiche necessarie a rendere la prossima trilogia di Guerre Stellari un nuovo capolavoro.

J. J. Abrams prendi nota.

It is a time of hope in the galaxy. In late December, Disney completed its purchase of Lucasfilm and announced that it would be making new Star Wars movies. Soon a director was found -- JJ Abrams! The next episode is due in theaters in just two years. Suddenly the Saga is again full of possibilities. New Jedi! New Darths! And a new chance to return the faded franchise to its former glory. But listen up, JJ: As you try to restore order to everyone's favorite universe, you must beware--the forces of mediocrity, silliness, and CGI overkill never rest. To help ensure your success, our band of rebels searched from Alderaan to Tatooine to find the 74 Things Ever Star Wars Movie Needs.

Ferramaggio 24.05.07

Qui si esagera.

Capisco che il tripudio di piedini nudi, canottierine che poco lasciano all'immaginazione e bikini coi laccetti siano un bello spettacolo.
Ma se di contro devo sopportare 32 gradi a Maggio, allora il gioco non vale la candela.

J. J. Abrams regista di Star Wars VII 24.01.13

J. J. Abrams sarà il prossimo regista del primo film della terza trilogia di Guerre Stellari previsto per il 2015. La sceneggiatura sarà affidata a Michael Arndt, Little Miss Sunshine e Toy Story 3.

Non sono più sicuro di riuscire a sbattere le palpebre prima della premiere.

FON e RomaWireless insieme 27.07.06

Logo WiFiRomaWireless il consorzio, spin-off del Distretto dell'Audiovisivo e dell'ICT di Roma, che ha come obiettivo stendere una rete Wi-Fi che copra gran parte della capitale ha stipulato un accordo con FON per permettere alle due reti di integrarsi a vicenda.

Per i Foneros, il login con RomaWireless, è possibile direttamente tramite il captive portal della rete locale.

Attualmente la copertura degli hotspot di RomaWireless copre le seguenti aree, questi invece gli access point FON presenti nella capitale.

Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, Voice over IT.

Tour de France: quattordicesima tappa 17.07.06

Tappa 14
Montélimar - Gap (180,5 km)

Il francese Fedrigo supera in volata Salvatore Commesso dopo una fuga a sei che, dopo una caduta terribile, aveva perso Canada per una clavicola rotta, Verbrugghe per una frattura del femore e Kessler.
Nessuna modifica sostanziale alla classifica generale, grazie anche il forcing della Rabobank che non ha permesso attacchi decisivi.

Ordine d'arrivo:

  1. 04:14:23 Pierrick FEDRIGO FRA (BOUYGUES TELECOM)
  2. 04:14:23 Salvatore COMMESSO ITA (LAMPRE-FONDITAL)
  3. 04:14:26 Christian VANDEVELDE USA (TEAM CSC)

Classifica maglia gialla:

  1. 64:05:04 Oscar PEREIRO SIO ESP (CAISSE D'EPARGNE-ILLES BALEARS)
  2. 64:06:33 Floyd LANDIS USA (PHONAK HEARING SYSTEMS)
  3. 64:06:33 Cyril DESSEL FRA (AG2R PREVOYANCE)

Classifica maglia bianca:

  1. 64:10:50 Marcus FOTHEN GER (GEROLSTEINER)
  2. 64:23:05 Damiano CUNEGO ITA (LAMPRE-FONDITAL)
  3. 64:39:57 Matthieu SPRICK FRA (BOUYGUES TELECOM)

Classifica maglia verde:

  • 252 Robbie MC EWEN AUS (DAVITAMON - LOTTO)
  • 222 Tom BOONEN BEL (QUICK STEP - INNERGETIC)
  • 207 Oscar FREIRE ESP (RABOBANK)

Classifica maglia a pois:

  • 80 David DE LA FUENTE ESP (SAUNIER DUVAL - PRODIR)
  • 73 Mickael RASMUSSEN DEN (RABOBANK)
  • 62 Cyril DESSEL FRA (AG2R PREVOYANCE)

Classifica a squadre:

  • +00:00 TEAM CSC
  • +15:57 CAISSE D'EPARGNE-ILLES BALEARS
  • +22:09 T-MOBILE TEAM

Prime community di aiuto per i Foneros italiani 07.07.06

Logo del movimento FonAnche i Foneros italiani possono usufruire di un forum e di un wiki, per districarsi nell'universo FON.
In attesa del forum ufficiale...

Crosspost su Voice over IT.

Tour de France: terza tappa 04.07.06

Tappa 3
Esch-sur-Alzette - Valkenburg (216,5 km)

Un altro abbandono e il Tour perde l'ennesimo favorito.
Dopo le esclusioni di Ulrich e Basso, una caduta preclude la Grande Boucle anche a Alejandro Valverde.
Nuova maglia gialla al belga Tom Boonen.

Ordine d'arrivo:

  1. 04:57:54 Matthias KESSLER GER (T-MOBILE TEAM)
  2. 04:57:59 Michael ROGERS AUS (T-MOBILE TEAM)
  3. 04:57:59 Daniele BENNATI ITA (LAMPRE-FONDITAL)

Classifica maglia gialla:

  1. 14:52:23 Tom BOONEN BEL (QUICK STEP - INNERGETIC)
  2. 14:52:24 Michael ROGERS AUS (T-MOBILE TEAM)
  3. 14:52:28 George HINCAPIE USA (DISCOVERY CHANNEL TEAM)

Classifica maglia bianca:

  1. 14:52:48 Marcus FOTHEN GER (GEROLSTEINER)
  2. 14:52:51 Benoit VAUGRENARD FRA (FRANCAISE DES JEUX)
  3. 14:52:59 Philippe GILBERT BEL (FRANCAISE DES JEUX)

Classifica maglia verde:

  • 67 Tom BOONEN BEL (QUICK STEP - INNERGETIC)
  • 66 Daniele BENNATI ITA (LAMPRE-FONDITAL)
  • 65 Robbie MC EWEN AUS (DAVITAMON - LOTTO)

Classifica maglia a pois:

  • 17 Jerome PINEAU FRA (BOUYGUES TELECOM)
  • 14 David DE LA FUENTE ESP (SAUNIER DUVAL - PRODIR)
  • 12 Fabian WEGMANN GER (GEROLSTEINER)

Classifica a squadre:

  1. 44:37:55 DISCOVERY CHANNEL TEAM
  2. 44:37:56 TEAM CSC
  3. 44:37:58 T-MOBILE TEAM

I gironi FIFA World Cup 2006: Gruppo B (qual.) 20.06.06

Squadra P V P S GF GS Pti
Inghilterra 3 2 1 0 5 2 7
Svezia 3 1 2 0 3 2 5
Paraguay 3 1 0 2 2 2 3
Trinidad & Tobago 3 0 1 2 0 4 1

Partite disputate:

  • Inghilterra - Paraguay 0 - 1
  • Trinidad & Tobago - Svezia 0 - 0
  • Trinidad & Tobago - Inghilterra 0 - 2
  • Svezia - Paraguay 1 - 0
  • Paraguay - Trinidad & Tobago 2 - 0
  • Svezia - Inghilterra 2 - 2

Technorati Tags: , , .

Deflorato 16.02.06

Sì, precisamente parliamo di Immanuel e del suo singolo "Bukkake".
Per chi non sapesse cos'è un bukkake, beh...
... fatevi una ricerca su Google.

Come descrivere l'album di Casto Immanuel, Deflorato, diciamo che è qualcosa che non ti aspetti.
Provocatorio, orecchiabile, fresco, controcorrente, ma anche musicalmente ineccepibile.

Il sogno è che diventi il singolo dell'estate.
Che dico dell'estate, dell'anno.

Discografia completa e download di alcuni brani del casto divo, qui.

P.S.: consiglio anche "Io la do", "Il coraggio dell'analità" e "Fist fucking".

Technorati Tags: , casto divo, , .

Probemi risolti(?) 06.02.06

Eccomi di ritorno dopo quattro giorni di litigi col server.
La situazione dovrebbe essere tornata alla normalità.

Technorati Tags: , .

La sedia stregata 10.11.05

Fin dal 1300 Chiavari era famosa per gli intagliatori del legno e la Repubblica di Genova vi ha sempre ordinato i remi per le sue galere e le famiglie nobiliari si facevano intagliare letti, armadi, cassoni, tavole e scranni.
In ogni palazzo c'era un "massacan" di Chiavari.

Nel 1800 un artista locale del legno, Gaetano Descalzo, realizzò una sedia così elegante e resistente da essere conosciuta ed apprezzata in Europa con il soprannome del Descalzo "Il Campanino".

Nei primi tempi l'artista era così geloso del suo lavoro da affermare che non avrebbe dato via la sedia se per primo non vi si fosse seduto un angelo.

Una notte si svegliò e vide che sulla sedia sedeva un angelo con i riccioli neri, da allora si mise a vendere e a produrre le sue sedie diventando molto ricco.

Ma a Chiavari si disse che la gatta nera della moglie avesse preso le sembianze angeliche per un segreto accordo della donna con una strega.

Technorati Tags: , , , .
Crosspost su GBC.

Super 8 di J. J. Abrams 14.06.11

L'attesa per Super 8, filmone estivo della coppia Abrams Spielberg, era davvero molto alta e come per Cloverfield è andata ancora una volta delusa.

Siamo nel 1979, ragazzini con la passione della cinematografia indipendente mentre riprendono una scena del loro film autoprodotto assistono ad un incidente ferroviario provocato da un misterioso attentatore suicida.
Il treno militare deragliato conteneva qualcosa di super segreto che avrà a che fare con le misteriose sparizioni ed eventi che si verificheranno nella cittadina dell'Ohio.

Se mischiate i Goonies con IT, prendete il mostro di Cloverfield e lo rimpicciolite alle dimensioni di quello di The Host, aggiungete la classica trita cospirazione Roswell/Area 51 e spruzzate con una buona dose di paraculismo e situazioni improbabili otterrete l'E.T. del XXI secolo.

Un film molto adatto a godersi una serata in un cinema all'aperto d'estate, ma ben lontano dal capolavoro per il quale vorrebbe passare.

Si salvano due cose.
L'interpretazione magistrale di Elle Fanning, classe '98. E una chicca post titoli di coda, ovvero il film sugli zombie girato dai ragazzini in Super 8 dal titolo The Case e ricco di un'infinità di elementi che rimandano al cinema horror anni '60 e '70 di Romero. Questo sì, un vero capolavoro.

Lost Lost Lost 24.05.10

Screenshot di Lost

Alle 6:00 su CuboVision di Telecom Italia, in contemporanea con la costa ovest degli Stati Uniti, sapremo di che Lost morire.

Lo spoiler di Lost 24.05.10

Tre parole, Deus ex machina.
Va detto che in ogni modo l'avessero fatto finire qualcuno sarebbe rimasto deluso.

Sono stati gli anni di Lost, la tv ancora una volta non sarà più come prima.

Super 8 10.05.10

Si chiama Super 8, come il noto formato cinematografico, e per certo si sa solo che non sarà un Cloverfield 2.
La collaborazione tra Steven Spielberg e J. J. Abrams fa già aumentare la salivazione a molti. Soprattutto dopo il recente capolavoro che il creatore di Lost ha saputo mettere in scena con Star Trek.

Nel trailer si parla di Area 51, si vede qualcosa trasportato in un convoglio ferroviario militare e si assiste al deragliamento del treno a seguito di uno scontro con un pick-up.
Il perché resta un mistero e innalza l'hype a livelli preoccupanti.

Lost in 8 minutes 03.02.10

In attesa della conclusione della sesta e ultima stagione di Lost, il riassunto delle puntate precedenti in 8 minuti e 15 secondi.

Il miglior reboot di Star Trek di sempre 09.05.09

Con la migliore colonna sonora di sempre.

Cloverfield 26.01.08

Lo si attendeva con impazienza e di sicuro qualcuno griderà al capolavoro.

Tante le sensazioni dopo aver visto "la" pellicola di inizio anno. Adrenalina. Nausea da inquadratura sobbalzante. Un senso di deja vù. Tante domande senza risposta, per le quali J. J. Abrams è maestro e da tempo ci ha abituato. Poca sostanza, ma tanto fumo. Mal di testa da urli. Effetti speciali all'altezza e poco altro.

Diventerà un cult come The Blair Witch Project, per quanto mi riguarda aspetterò il sequel prima di darne un giudizio più preciso.

J. J. Abrams 10.07.07

Un trailer.
Una data, il 18 Gennaio 2008.
Un regista, J. J. Abrams. Sì, quello di Lost.

Sono questi gli ingredienti di un film che ancora non è stato completamente girato, ma che sta già facendo impazire mezza rete.
Qualche immagine, pochi secondi, ma bastano per far alzare l'adrelaina e l'acquolina in bocca.

Rimarremo delusi? Forse, ma su una cosa non c'è dubbio.
Ci sanno fare.

La luna di Makemake 27.04.16

La luna di Makemake

Il telescopio spaziale Hubble ha scattato le prime foto di MK 2, la piccola luna di Makemake il terzo pianeta nano per dimensioni del sistema Solare. La luna ha un diametro di appena 160 km e appare completamente scura. L'orbita di Makemake, al contrario di quella di Plutone, è per intero situata esternamente rispetto all'orbita di Nettuno, pertanto è corretto definirlo un oggetto transnettuniano appartenente al gruppo dei cubewani. MK 2 è stata scoperta da Alex Parker del Southwest Research Institute di Boulder in Colorado.

Fonte: NASA

La Nebulosa Bolla fotografata da Hubble 21.04.16

Descrizione della foto

Lontana dalla Terra 8.000 anni luce e con un diametro di circa 10 anni luce, la Nebulosa Bolla fu scoperta nel 1787 dall'astronomo William Herschel nella costellazione Cassiopea. La nebulosa, generata dalla stella SAO 20575, è stata fotografata dal telescopio spaziale Hubble, che questa settimana festeggia i suoi 26 anni di attività.

La Nebulosa Ragno all'infrarosso 15.04.16

La Nebulosa Ragno fotografata dallo Spitzer Space Telescope

La grande nebulosa a emissione IC 417, conosciuta come Nebulosa Ragno e visibile nella costellazione dell'Auriga, fotografata all'infrarosso dal Telescopio Spaziale Spitzer. La nebulosa è sede di importanti processi di formazione stellare.

Fonte: NASA

Il centro della Via Lattea fotografato dal telescopio spaziale Hubble 02.04.16

Il centro della Via Lattea fotografato dal telescopio spaziale Hubble

L'immagine scattata dal telescopio spaziale Hubble mostra l'ammasso stellare che circonda il gargantuesco buco nero al centro della Via Lattea. L'ammasso stellare fotografato contiene oltre mezzo milione di stelle orbitanti, assieme al resto della galassia, attorno al buco nero supermassiccio che ha un massa di circa 4 milioni di volte quella del nostro Sole.

Fonte: NASA

Il ghiaccio di Cerere 26.03.16

Cerere

Il team della missione Dawn della NASA scoperto tracce della presenza di ghiaccio d'acqua nel cratere Oxo di Cerere. Oxo è un cratere di recente formazione con un diametro di circa 9 chilometri e situato nell'emisfero nord del pianeta nano.

Fonte: ASI

Le stelle gargantuesche dell'ammasso R136 18.03.16

Il cluster R136

9 stelle gigantesche, con una massa di olte 100 volte maggiore rispetto al Sole, sono state identificate nell'ammasso R136 dal telescopio spaziale Hubble e costituiscono il più grande gruppo di stelle massicce mai osservate fino a oggi. R136 è un cluster appartenente alla Grande Nube di Magellano, nella costellazione del Dorado, e si trova a circa 170.000 anni luce dalla Terra. Insieme all'ammasso Hodge 301, R136 rende brillante la Nebulosa Tarantola che lo avvolge completamente.

La grandiosa morte di una stella 29.02.16

Descrizione della foto

Blue Bubble è la foto scattata dal telescopio spaziale Hubble alla bolla di idrogeno, elio e altri gas che si espande sospinta dal vento solare prodotta stella super massiccia WR31a che si prepara a esplodere in una supernova. WR31a si trova a 30.000 anni luce dalla Terra nella costellazione della Carena, ha una massa di almeno 20 volte quella del Sole ed è circa 5 volte più calda.

Fonte: NASA

La galassia di casa 24.02.16

La Via Lattea vista dall'osservatorio APEX dell'ESO

L'intero piano galattico della Via Lattea visibile dall'emisfero sud della Terra messo a fuoco dalle osservazioni del telescopio dell'European Southern Observatory APEX, nella regione di Atacama in Cile.

La realtà aumentata a bordo della ISS 23.02.16

La NASA testa gli HoloLens di Microsoft a bordo della ISS

La NASA ha iniziato a testare il il visore per la realtà aumentata Hololens, prodotto da Microsoft, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Le potenzialità studiate spaziano dall'utilizzo per il training dell'equipaggio a comunicazioni più efficienti tra gli astronauti e il controllo missione.

Crescono fiori nello spazio 19.01.16

Il fiore cresciuto nello spazio

Il primo esperimento di floricoltura in assenza di gravità ha dato i suoi frutti. Il fiore terrestre cresciuto sulla Stazione Spaziale Internazionale, e fotografato dall'astronauta della NASA Scott Kelly, è una zinnia. La ricerca prevede uno studio sulla crescita delle piante in condizioni di assenza di gravità per sviluppare coltivazioni idroponiche su navi e stazioni spaziali e su colonie extraterrestri.

La Terra che sorge vista dalla Luna 19.12.15

La Terra vista dalla Luna

La Terra che sembra sorgere sopra il margine del cratere lunare Compton fotografata dal Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA.

Fonte: Mashable

La prima del settimo episodio di Guerre Stellari 15.12.15

La prima di Star Wars Il risveglio della Forza

La premiere del film più atteso dell'anno. Il primo capitolo della terza trilogia di Guerre Stellari. A 10 anni di distanza da La vendetta dei Sith torna sul grande schermo la saga fantascientifica creata da George Lucas. Star Wars Episodio VII: Il risveglio della Forza sarà tuttavia il primo film il cui soggetto non è stato scritto da Lucas in seguito alla cessione dei diritti alla Disney.

Plutone a colori in dettaglio 11.12.15

La superficie di Plutone

La NASA ha diffuso la versione a colori e ad alta risoluzione di foto del pianeta nano Plutone, scattate dalla sonda New Horizons. In dettaglio l'immagine composita, che compre un'area di circa 80 km, mostra dove la Sputnik Planum incontra l'inizio di una catena montuosa.

Fonte: ABC News

Le piccole lune di Saturno 09.12.15

I satelliti di Saturno Prometeo, Epimeteo, Atlante

La sonda Cassini è tornata fotografare le lune più piccole e sfuggenti di Saturno: Prometeo, Atlante ed Epimeteo che insieme a Giano rappresentano l'unico esempio di sistema doppio di satelliti nel sistema Solare.

La foto della nascita di un sistema stellare 18.11.15

Il sistema stellare LkCa 15

Grazie alle osservazioni effettuate del telescopio LBT (Large Binocular Telescope), costruito in Arizona, per la prima volta possiamo assistere alla formazione di un sistema stellare e dei suoi pianeti che emergono dalla nube di gas della stella LkCa 15, distante dalla Terra 473 anni luce.

Fonte: Mashable

Il selfie dell'astronauta 30.10.15

Il selfie dell'astronauta Scott Kelly

Il selfie dell'astronauta della NASA Scott Kelly, scattato durante la passeggiata spaziale di 7 ore e 16 minuti per l'installazione sulla ISS delle connessioni per il nuovo attracco che verrà usato dagli shuttle commericali Boeing CST-100 e SpaceX Dragon. Questa settimana Kelly è diventato l'astronauta americano che ha trascorso più tempo nello spazio nel corso di una singola missione.

Fonte: Time

Encelado, la luna di ghiaccio con l'oceano sotterraneo 15.10.15

La superficie di Encelado fotografata dalla sonda Cassini

La sonda Cassini della missione congiunta tra ESA e NASA Cassini-Huygens ha effettuato il primo dei tre flyby in programma sino alla fine dell'anno della luna ghiacciata di Saturno. I dati raccolti permetteranno di analizzare le sorgenti geotermiche polari e le caratteristiche fisiche dell'oceano di acqua, dalle dimensioni paragonabili a quelle del nord Italia, che si trova al di sotto della superficie di Encelado, coperto da uno strato di 30/40 km di ghiaccio. Proprio per le sue proprietà peculiari la luna del gigante con gli anelli è uno dei migliori luoghi nel Sistema solare su cui cercare forme di vita.

Fonte: Rai News

Il cielo azzurro di Plutone 09.10.15

Il cielo azzurro di Plutone

Il pianeta nano Plutone possiede una foschia è avvolto in una foschia azzurra, è questa la conclusione della NASA dopo aver analizzato i dati spediti dalla sonda New Horizons. Il colore del cielo di un corpo celeste è importante perché può fare luce sulla composizione e sulle dimensioni delle particelle presenti nell'atmosfera. Nel caso di Plutone il fenomeno del cielo azzurro è causato da particelle molto piccole simili a fuliggine che si chiamano toline. Le toline si formano per azione della radiazione ultravioletta su composti organici come il metano e l'etano che si ricombinano con altre molecole come l'azoto.

La più grande luna di Plutone 02.10.15

Caronte fotografato dalla sonda New Horizons

Caronte, fotografato dalla sonda New Horizons della NASA, è il più grande dei cinque satelliti che orbitano intorno al pianeta nano Plutone.

Fonte: CNN

Kounotori 5 lasca la Stazione Spaziale Internazionale 30.09.15

Kounotori 5 lasca la Stazione Spaziale Internazionale

Si è conclusa dopo 45 giorni la misisone spaziale del Kounotori 5, il cargo automatico dell'agenzia spaziale giapponese JAXA decollato dal centro spaziale di Tanegashima, che ha rifornito la ISS con oltre cinque tonnellate di carico utile.

Un aereo fotografato dalla Stazione Spaziale Internazionale 24.09.15

Un aereo fotografato dalla Stazione Spaziale Internazionale

Gli astronauti a bordo della ISS sono riusciti a immortalare un aereo in volo sopra l'isola Great Exuma, alle Bahamas. La particolarità della foto è dovuta alla condizioni estreme da cui è stata scattata, basti considerare che la ISS ha una velocità orbitale media di 27.600 km/h, mentre un aereo di linea mantiene una velocità di crociera di circa 900 km/h. Inoltre la distanza tra i due oggetti in movimento era di circa 400 km.

Fonte: NASA

Un tramonto su Plutone 18.09.15

Plutone fotografato dalla sonda New Horizons

La NASA ha pubblicato una foto scattata il 14 luglio dalla sonda New Horizons che riprende uno straordinario tramonto su Plutone. L'immagine panoramica mostra le montagne Norgay Montes che raggiungono i 3500 metri e le pianure ghiacciate dello Sputnik Planum che si estendono sino all'orizzonte del pianeta nano. La foto è stata scattata da una distanza di 18.000 chilometri e riprende circa 1.250 chilometri, catturando anche la tenue atmosfera di Plutone illuminata dagli ultimi raggi del Sole.

Fonte: NASA

La complessità di Plutone 11.09.15

Plutone fotografato da New Horizons

La NASA ha diffuso nuove straordinarie foto scattate dalla sonda New Horizons durante il suo flyby del pianeta nano Plutone. Nell'immagine, ripresa il 14 luglio da una distanza di 80 mila km, si notano la Cthulhu Regio, l'area scura, e lo Sputnik Planum, una vasta distesa di ghiaccio. Plutone sta rivelando una complessità di processi e una varietà morfologica del terreno inattesi e affascinanti.

Fonte: NASA

Il tifone Soudelor fotografato dalla ISS 08.08.15

Il tifone Soudelor fotografato dalla ISS

Il tifone Soudelor, che sta imperversando su Taiwan, fotografato dallo spazio dall'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonte: ANSA

L'Italia e l'Europa viste da DSCOVR 29.07.15

L'Italia e l'Europa viste da DSCOVR

Dopo l'immagine del continente nordamericano, il satellite meteorologico DSCOVR si è concentrato sull'Europa e l'Africa scattando la prima foto non composita ad alta risoluzione del nostro emisfero dai tempi di Blue Marble, la cartolina della Terra scattata dall'equipaggio dell'Apollo 17.

Una nuova immagine della Terra 20.07.15

La Terra fotografata dal satellite DSCOVR

La nuova Blue Marble, la celebre foto scattata dall'equipaggio dell'Apollo 17 al pianeta Terra durante l'ultima missione lunare del programma Apollo della NASA, è stata fotografata dal satellite meteorologico DSCOVR che si trova in orbita nel punto di Lagrange L1.

Fonte: NASA

La faccia di Plutone 14.07.15

Plutone fotografato dalla sonda New Horizons

In attesa di ammirare le foto ad alta risoluzione della superficie del pianeta nano, la NASA ha pubblicato la prima immagine di Plutone scatata a una distanza di 766 mila chilometri dalla sonda New Horizons durante l'ultima fase di avvicinamento prima del fly-by.

Fonte: CNN

Plutone e Caronte ripresi da New Horizons 09.07.15

Plutone e Caronte fotografati dalla sonda New Horizons

La NASA ha pubblicato la foto di Plutone e la sua luna Caronte, scattata dalla sonda New Horizons durante il suo avvicinamento al pianeta nano. La sonda raggiungerà Plutone il 14 luglio.

Fonte: Wired

La danza cosmica di quattro galassie fotografata da Hubble 20.06.15

Quattro galassie fotografate dal telescopio spaziale Hubble

La nuova immagine scattata dal telescopio spaziale Hubble mostra quattro dei sette membri del gruppo galattico HCG 16, nel dettaglio le galassie NGC 839, NGC 838, NGC 835 e NGC 833. Questa nuova foto si basa sulle osservazioni compiute dal Wide Field Planetary Camera 2 di Hubble combinate con i dati raccolti dall'ESO Multi-Mode Instrument installato nel New Technology Telescope dell'European Southern Observatory in Cile.

L'ultima frontiera di Samantha Cristoforetti 18.04.15

Samantha Cristoforetti vestita con la divisa di Star Trek

L'astronauta dell'ESA Samantha Cristoforetti ha postato su Twitter una sua foto, che la riprende durante l'attracco della Dragon alla ISS, in cui è vestita con la divisa della Flotta Stellare, accompagnata da una citazione del capitano Janeway di Star Trek riguardo al caffè. Nel carico utile del cargo della SpaceX è presente anche la nuova macchinetta per il caffè espresso prodotta da Lavazza in collaborazione con l'Agenzia Spaziale Italiana, la ISSpresso.

Il tifone Maysak visto dallo spazio 01.04.15

Il tifone Maysak fotografato dalla ISS

Il tifone Maysak, che minaccia le coste delle Filippine, fotografato dall'astronauta dell'ESA Samantha Cristoforetti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Preparare la ISS per i voli commerciali con equipaggi umani 21.02.15

L'EVA 29 sulla ISS

Sulla Stazione Spaziale Internazionale sono iniziati i lavori per riconfigurare due basi di attracco in previsione dei primi voli commerciali con equipaggi umani delle navicelle CST-100 della Boeing e Dargon di SpaceX previsti per il 2017. La prima EVA è durata di circa sei ore. Una seconda EVA è prevista per il 25 febbraio. In tutto gli astronauti dovranno installare 110 metri di cablaggi.

Fusioni galattiche 19.02.15

Una nuova immagine catturata dal telescopio spaziale Hubble mostra la catastrofica deformazione dei bracci della galassia a spirale NGC 7714, a 100 milioni di anni luce dalla Terra, causata dalla vicinanza della più piccola NGC 7715 appena fuori dall'inquadratura. Nella foto una grande quantità di materiale galattico viene espulso creando un ponte tra le due galassie.

Fonte: Mashable

Il ciclone Bansi visto dalla ISS 17.01.15

Il ciclone Bansi visto dalla ISS

L'occhio del ciclone Bansi, illuminato da un lampo, fotografato dall'astronauta delle ESA Samantha Cristoforetti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Bansi sta transitando sull'oceano Indiano meridionale.

Capodanno nello spazio 01.01.15

Il Capodanno e l'arrivo del 2015 festeggiato sulla ISS

Cenone e festeggiamenti anche sulla Stazione Spaziale Internazionale per l'arrivo del 2015. L'astronauta dell'ESA Samantha Cristoforetti ha pubblicato la foto scattata da Anton Shkaplerov che la ritrae insieme al resto dell'equipaggio composto da Terry Virts, Barry Wilmore, Elena Serova e Aleksandr Samokutyayev.

L'Italia vista da Samantha Cristoforetti 04.12.14

Il sud Italia fotografato dalla ISS

La prima foto scattata alla penisola italiana dall'astronauta ESA Samantha Cristoforetti durante la sua permanenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Spin bike spaziale 28.11.14

Samantha Cristoforetti si allena a bordo della ISS

L'astronauta dell'ESA Samantha Cristoforetti si mantiene in forma a bordo della ISS per compensare la perdita di tono muscolare dovuta all'assenza di gravità.

La foto panoramica di Philae sulla cometa 13.11.14

La foto panoramica di Philae sulla cometa

La prima immagine panoramica del sito di atterraggio sulla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa dal lander Philae.

Fonte: ESA

Fotografare la nascita di un sistema planetario 07.11.14

Un disco protoplanetario

Il radiointerferometro ALMA ha raccolto la foto più dettagliata mai catturata della nascita di un sistema planetario. Il disco protoplanetario di gas e polveri in formazione circonda HL Tau, una stella simile al Sole a circa 450 anni luce dalla Terra nella costellazione del Toro. L'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) è un progetto astronomico sviluppato in collaborazione tra l'Europa, il Nord America, il Giappone, Taiwan e la Corea del Sud che comprende uno schieramento di 66 radiotelescopi da 12 e 7 metri che osservano alle lunghezze d'onda millimetriche e sub-millimetriche. Le antenne sono state installate sul plateau di Chajnantor a 5.000 metri di altitudine nel deserto di Atacama, in Cile.

Il selfie di Rosetta 10.09.14

La sonda Rosetta dell'ESA e la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko

La sonda Rosetta dell'ESA ha ripreso se stessa in questo spettacolare selfie in orbita intorno alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, grazie alle telecamere del sistema Comet Infrared and Visible Analyser.

Fonte: ESA

Rosetta e la cometa 06.08.14

La cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko ripresa da Rosetta

Dopo dieci anni di viaggio la sonda dell'ESA Rosetta ha raggiunto la sua destinazione la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Rosetta rimarrà ora in orbita intorno alla cometa sino a novembre quando inizierà la seconda fase della missione, il lancio del lander Philae che atterrerà sulla superficie per prelevare e analizzare campioni del terreno.

Fonte: ESA

La Coppa del Mondo vista dalla ISS 17.06.14

La Coppa del Mondo vista dalla ISS

Gli astronauti della NASA e dell'ESA Reid Wiseman, Steve Swanson e Alexander Gerst si rilassano guardando la Coppa del Mondo 2014 in Brasile a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonte: NASA

Il cast di Star Wars Episodio VII 29.04.14

J. J. Abrams e i suoi collaboratori al lavoro su Star Wars Episode VII

In attesa dela sua uscita, il 18 dicembre 2015, il regista J. J. Abrams ha annunciato gli attori che reciteranno in Guerre Stellari: Episodio VII, il primo film della terza trilogia di Star Wars. Un cast a davvero stellare che vedrà il ritorno sulle scene degli interpreti della trilogia originale insieme con alcuni nomi di eccezione e attori emergenti: Mark Hamill, Carrie Fisher, Harrison Ford, Peter Mayhew, Anthony Daniels, Kenny Baker, John Boyega (Attack the Block), Adam Driver (Girls), Domhnall Gleeson (Questione di tempo), Oscar Isaac (A proposito di David), Daisy Ridley (Toast of London), Andy Serkis (Il Signore degli Anelli, King Kong), Max von Sydow (L'Esorcista, Minority Report).

Fonte: The Verge

L'ipergigante gialla 12.03.14

La stella HR 5171 A

L'ipergigante gialla HR 5171 A, parte di un sistema binario a 12.000 anni luce dalla Terra, è stata scoperta grazie all'interferometro del telescopio europeo VLT. Si tratta di una delle dieci stelle più grandi mai conosciute e la più grande stella gialla mai osservata. HR 5171 A ha un raggio di circa 6 UA, quasi 1300 volte il raggio del nostro Sole. Le ipergiganti gialle sono particolari stelle che possiedono una massa molto elevata e un'atmosfera estesa. Estremamente rare nell'universo, a causa del loro rapidissimo tasso di consumo della loro riserva di idrogeno, queste stelle restano nella sequenza principale solo per pochi milioni di anni prima di esplodere come supernovae o come ipernovae.

La buia notte nordcoreana 25.02.14

La Corea del Nord vista dallo spazio

La Corea del Nord al buio. Sono le desolanti immagini scattate dalla ISS durante il suo sorvolo notturno sulla penisola coreana.

Il risveglio di Rosetta 20.01.14

Il risveglio di Rosetta salutato all'ESA

Dopo 31 mesi passati in ibernazione nello spazio la sonda dell'ESA Rosetta si è risvegliata, pronta per partire verso il rendezvous previsto per agosto con la cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko e accompagnarla sino a novembre quando il lander Philae sarà atterrerà sulla superficie per poi perforarla e studiare la struttura interna del nucleo cometario.

Fonte: ANSA

Altri 10 anni per la Stazione Spaziale Internazionale 09.01.14

La Stazione Spaziale Internazionale

La ISS sarà operativa almeno fino a 2024, è la decisione maturata dall'amministrazione Obama che ha accordato un finanziamento di 100 miliardi di dollari alla NASA per proseguire le attività di ricerca e collaborazione scientifica internazionale nello spazio.

I 15 anni della Stazione Spaziale Internazionale 19.11.13

La ISS

L'ESA festeggia i 15 anni della ISS con un giorno d'anticipo pubblicando una spettacolare istantanea della Stazione Spaziale Internazionale in tutto il suo splendore.

Fonte: ESA

Astronauti vitruviani 24.10.13

Astronauti vitruviani

L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale si diverte a impersonare l'Uomo Vitruviano di Leonardo.

La Cygnus aggancia la ISS 01.10.13

La Cygnus nello spazio

Il cargo automatico Cygnus di Orbital Sciences è stato agganciato al modulo modulo Harmony della Stazione Spaziale Internazionale grazie al braccio robotico della ISS comandato dagli astronauti Parmitano e Nyberg. La navicella resterà ora collegata per trenta giorni. Orbital Sciences è la seconda compagnia privata, dopo SpaceX, a operare un servizio di collegamento cargo verso la ISS.

Fonte: ANSA

Curiosity trivella Marte 10.02.13

La trivellazione di Curiosity su Marte

Il rover della NASA Curiosity ha trivellato per la prima volta il suolo marziano prelevando un campione da analizzare alla ricerca di possibili condizioni ambientali favorevoli ad ospitare forme di vita.

Fonte: Space

Rocce marziane di notte 28.01.13

La prima foto di Marte scattata da Curiosity di notte

Il rover della NASA Curiosity ha scattato la sua prima foto di Marte di notte. Il soggetto, illuminato da LED ultravioletti, è la roccia denominata Sayunei.

Curiosity raggiunge il cratere Gale su Marte 06.08.12

Curiosity scende su Marte

La discesa su Marte del rover della NASA Curiosity catturata dalla fotocamera della sonda Mars Reconnaissance Orbiter.

Fonte: HiRISE

Venere davanti al Sole 06.06.12

Venere transita davanti al Sole

Il transito di Venere tra il Sole e la Terra. Il prossimola passaggio avverrà solo nel 2117.

Fonte: Guardian

L'aurora australe vista dallo spazio 16.07.11

L'aurora australe vista dalla Stazione Spaziale Internaziona

Gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno catturato una splendida immagine dell'aurora polare, sopra l'emisfero australe, che si staglia sull'orizzonte dietro allo Space Shuttle Atlantis.

La Terra studiata dalla Stazione Spaziale Internazionale 21.05.11

Lo Space Shuttle Endeavour attraccato alla ISS sopra l'Itali

Lo Space Shuttle Endeavour ha consegnato l'Alpha Magnetic Spectrometer e altri componenti alla Stazione Spaziale Internazionale. Per la prima volta nella storia due astronauti italiani Nespoli e Vittori si trovano contemporaneamente in orbita a bordo della ISS.

Fonte: NASA

MESSENGER raggiunge Mercurio 30.03.11

Mercurio ripreso dalla sonda MESSENGER

La prima immagine scattata dalla sonda della NASA al polo sud del pianeta più prossimo al Sole.

Fonte: TLUC Blog

Eruzione solare 18.02.11

Eruzione solare

L'immagine, scattata dal Solar Dynamics Observatory della Nasa, mostra un'eruzione solare di decine di migliaia di chilometri.

Fonte: Guardian

L'eclisse di luna e il solstizio d'inverno 21.12.10

L'eclisse di luna

Il raro evento astronomico che coincide con il giorno più corto dell'anno non accadeva dal 1638.

C'è ossigeno su Rhea 26.11.10

Rhea la luna si Saturno sullo sfondo degli anelli del gigant

La sonda Cassini della NASA ha rilevato tracce di ossigeno nell'atmosfera di Rhea, una delle lune di Saturno.

Fonte: Guardian

Fotografare comete 04.11.10

La cometa Hartley 2 nella foto della sonda Deep Impact

La sonda della NASA Deep Impact effettua un rendevouz con la cometa Hartley 2, nell'ambito della missione EPOXI, trasmettendo immagini spettacolari.

Fonte: TLUC Blog

La ISS festeggia 10 anni di permanenza umana 03.11.10

La Stazione Spaziale Internazionale

La nostra specie può vivere nello spazio. La Stazione Spaziale Internazionale taglia il traguardo dei dieci anni di presenza umana permanente.

Fonte: CNN