tizianocavigliablog
Archivista delle cose strane.

The Other Side of the Wind 04.09.18

Nel 1970 Orson Welles iniziò a girare The Other Side of the Wind, interpretato da John Huston, Bob Random, Peter Bogdanovich, Susan Strasberg e Oja Kodar, ma la produzione venne sospesa più volte a causa di problemi di finanziari, non inusuali nella carriera del regista che Welles.
The Other Side of the Wind racconta l'ultima notte di J.J. "Jake" Hannaford, un anziano regista del cinema narrativo classico che, nel tentativo di rimanere rilevante e ritrovare il successo di un tempo, dirige un film economico, estremista, con scene di nudo.
Il film riflette le tematiche dell'omosessualità e la visione di Welles nei riguardi del rapporto tra attore e regista, tra "uomo" e "Dio". Girato in stile mockumentary in bianco e nero e a colori è feroce una satira sia sulla transizione dei registi tra la Classic Hollywood e l'avanguardia della New Hollywood degli anni '70.

Nonostante il girato fosse ultimato, Orson Welles riuscì a montarne solo 45 minuti e alla morte del regista, nel 1985, tutto il materiale di oltre mille pizze rimase a Parigi per una causa sui diritti tra la figlia Beatrice e la compagna di Welles, Oja Kodar.
Welles prima di morire chiese al regista Peter Bogdanovich di finire il montaggio, ma i tentativi di portarlo al grande pubblico sono falliti più volte.
Sino a ora. Sino all'arrivo di Netflix.