tizianocavigliablog
Habemus blogger.

Come funziona Venezia 02.05.19

I canali, le fogne, gli edifici, i ponti e il resto L'intera infrastruttura e architettura di Venezia, dagli edifici ai ponti al sistema sotterraneo dei servizi è stata progettata per affrontare un ambiente unico al mondo: un terreno paludoso, non particolarmente solido e costantemente invaso dall'acqua salata.
Venice Backstage è il corto documentario, prodotto dal Comune di Venezia, che ci porta a scoprire come funziona la città e quali interventi e innovazioni sono state portate avanti nel corso dei secoli per assicurare la sopravvivenza e il buon funzionamento di Venezia.

Il cantiere delle gondole veneziane 27.03.19

Da cinque generazioni la famiglia Tramontin porta avanti la secolare tradizione dei maestri d'ascia delle gondole veneziane.
Ogni imbarcazione è unica e realizzata su misura del suo gondoliere per risultare perfettamente maneggevole tra gli stretti canali della città. Una così maniacale cura per il design e i materiali richiede migliaia di ore di lavoro per completare la costruzione di una singola gondola, tale da renderla un capolavoro di maestria artigiana in grado di regalare un punto di vista peculiare e spettacolare di Venezia.

Dieci motivi per seguire Venezia 73 31.08.16

Il decalogo di Repubblica sul perché la 73ª edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia sarà un evento da vivere e seguire con attenzione, per cinefili e non.

Venezia ripresa dal drone 22.06.13

Uno sguardo a volo d'uccello su Venezia grazie alle riprese del drone elicottero del Team BlackSheep.

La città d'arte che non comprende l'arte 24.04.13

La decisione di sostituire il Ragazzo con la rana, la scultura di Charles Ray che dal 2009 attira gli sguardi di milioni di visitatori a Punta della Dogana a Venezia, con una replica di un lampione dell'800 fa riflettere sul degrado culturale che attanaglia con la sua stanchezza intellettuale una fetta trasversale di cittadinanza, immersa in un patrimonio artistico che disprezza non riuscendo a capirlo.

Incredibile ma vero: il motivo che ha portato il sindaco Giorgio Orsoni a sfrattare la bellissima opera d'arte sta nel fatto che alcuni veneziani gli preferiscono la copia di un lampione dell'800 che prima nel 2009 stava lì al posto della statua del ragazzo. Ancora una volta la codardia amministrativa e la politica del folclore, che a sua volta è folcloristica, hanno la meglio sulla vera cultura, contemporanea o meno che sia. Un lampione al posto di un'opera d'arte!

Capeggia le fila della rivolta anti-rana Franco Miracco, già consigliere della Biennale di Venezia ed eminenza grigia, se non addirittura consigliere ufficiale, di vari ministri della Cultura. Secondo Miracco, che ignora più di un dettaglio, l’opera dell’artista americano è solo un segno dell'imperialismo di François Pinault, il Napoleone dell'arte contemporanea che ha occupato la Repubblica veneziana. Ma, anziché fare come il suo famoso connazionale, le opere d'arte a Venezia Pinault le porta anziché toglierle.

Per Miracco questa piccola differenza poco conta. Secondo lui arricchire il patrimonio della città equivale a saccheggiarlo. Immaginate se al posto di gloriosi monumenti, tipo quello equestre di Bartolomeo Colleoni di Andrea del Verrocchio, sempre a Venezia in piazza Santi Giovanni e Paolo, un manipolo di cittadini inveleniti volesse rimettere, che so, un pozzo di marmo. Venezia è Venezia grazie al fatto che i veneziani di qualche secolo fa le opere le commissionavano ai grandi artisti e poi le tenevano regalandole alle generazioni che sarebbero arrivate dopo di loro. Miracco e quelli come lui vogliono espellere il Ragazzo con la rana convinti, in cattivissima fede, che quella scultura in quel luogo sia oltraggiosa. Mentre il lampione invece fu concepito dai Dogi proprio per quel punto lì ancor prima che ci fosse l’elettricità.

Eppure Charles Ray quel ragazzo l'ha proprio pensato per quel punto preciso. Partendo da lontano, dal romanzo di Mark Twain Huckleberry Finn, dove il protagonista ascolta il rumore delle acque del Mississippi e delle rane e sotto il cielo stellato prova questa sensazione di incredibile meraviglia. Meraviglia che milioni di turisti in arrivo da tutto il mondo provano davanti alle acque e alla magia di Venezia. Non solo, questi milioni di turisti forse, anzi sicuramente, più ignoranti di Miracco e dei veneziani doc del suo manipolo, davanti al Ragazzo con la rana impazziscono scattando milioni di foto. Lo fanno perché una delle qualità di questa scultura è proprio quella di far convergere l'antico con il contemporaneo, la città, le acque del Canal Grande con il bianco puro dell’adolescente che con la rana in mano e con un piede leggermente più avanti sta per compiere un passo dentro la propria maturità, così come la famosa statua del kouros greco, tanto ammirata da Charles Ray, sta facendo un passo per attraversare il confine fra la Grecia arcaica e quella classica. Un passo che invece Venezia sembra ostinatamente rifiutarsi di fare.

Le immagini di Venezia sott'acqua 13.11.12

Acqua alta a Venezia

In attesa del MOSE, Venezia finisce sott'acqua in una delle peggiori inondazioni degli ultimi anni per la gioia dei fotografi. La galleria di immagini raccolta dall'Atlantic.

Venezia in un giorno 30.04.12

Joerg Niggli ha trascorso un giorno a Venezia, raccontandola in time-lapse.

Venezia ghiacciata 07.02.12

Canali di Venezia ghicciati

Le immagini della laguna di Venezia ghiacciata.

Capodanno silenzioso 28.12.11

La moda di fine 2011 è vietare i fuochi d'artificio a Capodanno da Torino a Bari.

Un nuovo cinema italiano 13.09.10

Il problema del cinema italiano legato a provincialismo e zero appeal commerciale internazionale lo si conosce da tempo.
L'appena concluso Festival di Venezia potrebbe aver dato la scossa per cambiare mentalità. Per tornare a immaginare film e raccontare storie e emozioni. Per raccontare cinema anche all'estero.

Io spero che si faccia una piccola riflessione sul cinema che si fa in Italia, in termini commerciali e di qualità. La giuria ha dato un giudizio positivo solo sugli interpreti. Abbiamo due padri ingombranti: la commedia e il neorealismo, se vogliamo crescere dobbiamo non dico uccidere ma superare i nostri genitori.
Abbiamo problemi di scrittura cinematografica, per i temi che vengono affrontati e come vengono raccontati. La solitudine dei numeri primi di Costanzo ha confuso le idee alla giuria, che faceva fatica a riconoscere i personaggi: molti non avevano letto il libro di Giordano; Martone, è una bella rilettura della Storia ma per chi non conosce il nostro Risorgimento è difficile, non raggiunge una dimensione universale. Ecco, il modo di raccontare l'Italia dei registi che ci hanno preceduto era universale, c'era un'invenzione di stile e altre cose che la giuria ha molto cercato. Nessuno ha detto non ce ne frega niente dei film italiani, è che c'era un dislivello con gli altri. Io sono uscito dalla Balada Triste de Trompeta di Alex de la Iglesia, che ha vinto il premio della regia, con una gran voglia di tornare a fare cinema.

Trotta trotta cavallino 2020 edition 19.05.10

La rosicata da antologia, prevista e prevedibile, del presidente della regione Veneto Luca Zaia dopo la sconfitta di Venezia, a vantaggio di Roma, come candidata ufficiale per i Giochi Olimpici del 2020.

Garantisco che da oggi spulcerò personalmente l'intera documentazione voce per voce, sviscerando numeri, conti e promesse.

In buona compagnia 08.09.09

L'Italia entra a far parte del tour mondiale (Libia, Russia, Bielorussia, Siria, Algeria e Iran) di Hugo Chávez.

Battaglia navale 08.03.16

NoTAV, No Grandi Navi giocano a battaglia navale a Venezia

I comitati dei NoTav e No Grandi Navi fronteggiano polizia e Guardia di Finanza nelle acque di Venezia durante il vertice bilaterale tra Italia e Francia.

La Festa Veneziana sul Canal Grande 24.01.16

La Festa Veneziana 2016 sul Canal Grande

La Festa Veneziana ha animato la seconda giornata del Carnevale. Oltre 100 imbarcazioni a remi e 600 vogatori mascherati hanno sfialto lungo il Canal Grande, da punta della Dogana sino al Rio de Cannaregio. Quest'anno il tema del Carnevale di Venezia è "Creatum ovvero delle arti e delle tradizioni".

Fonte: Euronews

La 72esima edizione del festival del cinema più antico del mondo 02.09.15

Elizabeth Banks al festival di Venezia 2015

Si apre con Everest, di Baltasar Kormakur, la 72esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Il primo film in gara ripercorre la tragica vicenda della spedizione del 1996 in cui persero la vita otto scalatori sulla via per la vetta della montagna più alta del mondo. Il festival di Venezia, che terminerà il 12 settembre, sarà diretto da Alberto Barbera, mentre la giuria verrà presieduta dal regista Alfonso Cuarón.

Fonte: ANSA

120 anni di Biennale 06.05.15

L'opera di Chiharu Shiota alla Biennale di Venezia 2015

L'appuntamento con l'arte contemporanea a Venezia per la 56esima Biennale, sino al 22 novembre.

Fonte: Vogue

Il Carnevale a Venezia 08.02.15

Il Carnevale a Venezia

Il tradizionale Volo dell'Angelo, quest'anno interpretato dalla giovane Marianna Serena, dal campanile di San Marco ha dato inizio a uno dei più conosciuti ed apprezzati carnevali del mondo. Quello di Venezia.

Le riflessioni sull'esistenza di un piccione a Venezia 06.09.14

Roy Andersson con il Leone d'Oro 2014

Torna a casa con il Leone d'Oro alla 71esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica Roy Andersson con il suo film Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza, terza parte della "trilogia vivente" composta da Canzoni del secondo piano e You, the Living. La Coppa Volpi per i migliori attori va ad Adam Driver e Alba Rohrwacher, entrambi protagonisti del film Hungry hearts di Saverio Costanzo. La migliore regia con il Leone d'argento va ad Andrei Konchalovsky per Le notti bianche del postino. Premio speciale della giuria di Orizzonti a Belluscone - Una storia siciliana di Franco Maresco. Gran premio della giuria al documentario The look of silence che fa rivivere l'eccidio in Indonesia della metà degli anni '60.

La Haute Route 2014 16.08.14

La Haute Route 2014

Da Venezia a Ginevra. È la Haute Route delle Dolomiti e delle Alpi Svizzere, corsa ciclistica a tappe per non professionisti che su concluderà il 22 agosto. 410 concorrenti da 26 paesi, di cui oltre 100 da nazioni extraeuropee. Sette tappe in programma da percorrere in sette giorni consecutivi. 933 i km da percorrere e 17 mitici passi da affrontare, tra cui i due "giganti" Italiani: il Passo di Gavia e il Passo dello Stelvio. La Haute Route delle Dolomiti e delle Alpi Svizzere fa parte del circuito delle Haute Route organizzate da OC Sport, circuito che comprende anche la Haute Route Alps (tra Svizzera e Francia) e la Haute Route Pyrenees.

Fonte: Svelo

Il Leone d'Oro di Venezia 70 a Sacro Gra 07.09.13

Gianfranco Rosi al Festival di Venezia

Quindici anni dopo il Leone d'oro a Gianni Amelio per Così ridevano, un film italiano torna a vincere il Leone d'Oro a Venezia. È Sacro Gra di Gianfranco Rosi, il documentario girato a Roma con non professionisti.

Fonte: ANSA

70 anni di cinema a Venezia 28.08.13

Clooney e Bullock al Festival di Venezia

George Clooney e Sandra Bullock hanno aperto il primo red carpet della 70esima Mostra del Cinema di Venezia. Le due star americane sono protagoniste del film d'apertura fuori concorso Gravity, del regista Alfonso Cuarón.

L'acqua alta a Venezia 01.11.12

L'acqua alta a Venezia

La marea a Venezia ha raggiunto i 110 centimetri nella notte allagando il 18% della città.

Kim Ki-duk trionfa a Venezia 08.09.12

Kim Ki-duk trionfa a Venezia

Il Leone d'oro della 69esima Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia per il miglior film va a Pieta del regista sudcoreano Kim Ki-duk.

La Biennale di Architettura 2012 29.08.12

Il Content Box al Padiglione Nordico della Biennale di Architettura

Al via alla 13esima Mostra Internazionale di Architettura alla Biennale di Venezia. La kermesse, curata da David Chipperfield e presieduta da Paolo Baratta, è aperta al pubblico dal 29 agosto fino al 25 novembre.

Fonte: Guardian

Faust 10.09.11

Alexander Sokurov

E' il regista russo Alexander Sokurov a trionfare alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia con Faust.

Fonte: Guardian

L'appuntamento con il cinema a Venezia 01.09.11

Clooney a Venezia

Sino al 10 settembre il Lido di Venezia ospiterà il più antico festival del cinema al mondo.

La Biennale di Venezia numero 54 04.06.11

Il padiglione greco alla Biennale di Venezia

Si apre a Venezia il cuore pulsante dell'arte contemporanea. La mostra andrà avanti con eventi e esposizioni sino al 27 novembre.

La vernice della Biennale di Venezia 01.06.11

L'opera dell'artista britannico Mike Nelson

In attesa del 4 giugno la Biennale di Venezia offre un assaggio ai Giardini e all'Arsenale. L'esposizione rimarrà aperta sino al 27 novembre.

Fonte: Guardian

Il Carnevale di Venezia 08.03.11

Due maschere del Carnevale di Venezia

Il Martedì Grasso nell'incantevole scenario del Carnevale di Venezia.