Rivoluzione gender 20.12.16

La copertina del National Geographic con una ragazzina transgender

La scelta di mettere una ragazzina transgender sulla copertina del numero di gennaio del National Geographic, per l'articolo che affronta l'identità di genere e il ruolo di maschi e femmine nella società, spiegata dalla capo redattrice Susan Goldberg. Cose che riconciliano con il mondo del giornalismo.

Today that and other beliefs about gender are shifting rapidly and radically. That's why we're exploring the subject this month, looking at it through the lens of science, social systems, and civilizations throughout history.

In a story from our issue, Robin Marantz Henig writes that we are surrounded by "evolving notions about what it means to be a woman or a man and the meanings of transgender, cisgender, gender nonconforming, genderqueer, agender, or any of the more than 50 terms Facebook offers users for their profiles. At the same time, scientists are uncovering new complexities in the biological understanding of sex. Many of us learned in high school biology that sex chromosomes determine a baby's sex, full stop: XX means it's a girl; XY means it's a boy. But on occasion, XX and XY don't tell the whole story."

49 baci per Orlando a Roma 19.06.16

Shoot Me di Gianluca Vassallo

Si chiama Shoot Me, l'installazione di guerrilla art a firma Gianluca Vassallo per le vie di Roma.
49 foto di baci. Una per ogni vittima della strage nella discoteca Pulse di Orlando, la più devastante sparatoria nella storia degli Stati Uniti.

Lo Stato laico for dummies 12.05.16

Ogni volta sui diritti delle coppie dello stesso sesso si è fatta una legge che diventava un bellissimo oggetto di discussione elettorale ma non materia parlamentare. E invece adesso finalmente le cose si fanno. La legge è equilibrata, di compromesso, non tutti possono esultare.

L'atteggiamento negativo di parte della chiesa era largamente atteso. Io sono cattolico ma ho giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo.
Se sei convinto che una cosa sia giusta, la fai. E se dovrai pagare le conseguenze in termini elettorali, le pagherai. Le cose che dobbiamo fare le stiamo facendo, indipendentemente dal rischio di perdere consensi.

Io sono cattolico ma ho giurato sulla Costituzione e non sul Vangelo.
Il premier Matteo Renzi, dopo aver portato a compimento la più grande conquista per i diritti civili degli ultimi decenni, si trova obbligato a riaffermare il principio dello Stato laico. Per qualcuno un concetto ancora ostico dopo soltanto 155 anni dal Libera Chiesa in libero Stato e ad appena 229 anni da quel We the People.

Quei libri che reggete tra le mani mentre restate immobili, in piedi come sentinelle, non servono solo per mantenere l'equilibrio. Andrebbero letti.

Guida alle unioni civili e ai diritti che prima non c'erano 11.05.16

Cosa prevede la nuova legge sulle unioni civili e le convivenze in 13 punti.

[...] vengono riconosciuti per la prima volta in Italia diritti - e conseguenti doveri - ai partner delle coppie omosessuali. Diritti e doveri, anche se in misura ridotta, anche per le convivenze di fatto eterosessuali.

La legge si divide in due 'capi': uno per le unioni omosessuali, e l'altro per le coppie eterosessuali. Vengono introdotti una serie di diritti e doveri in capo alle unioni civili omosessuali, tra cui la reversibilità della pensione e i diritti successori, ma senza l'obbligo della fedeltà, mentre resta quello alla convivenza.

L'amore è felicità condivisa 11.05.16

La più grande conquista del successo delle battaglie per i diritti civili è la felicità delle persone.

Oggi l'Italia è un paese più felice e la nostra Europa lo è sempre di più.

Le unioni civili in un'infografica 26.02.16

Le unioni civili in Italia in un'infografica

Come si costituiscono, cosa sono e come funzionano le unioni civili e le convivenze in Italia, spiegate da un'infografica del Partito Democratico.

Le unioni civili in Italia 25.02.16

Le unioni civili superano lo scoglio del voto al Senato.
Il primo importante passo avanti dopo decenni di battaglie, occasioni sprecate e rinvii sul tema dei diritti civili.
Oggi le coppie LGBT italiane, guardando al futuro, possono pensare solo ad amarsi.

L'impianto del ddl sulle unioni civili spiegato da Ivan Scalfarotto.

Il testo dice che due uomini o due donne che si amano possono andare davanti a un ufficiale dello stato civile e, davanti a due testimoni, formare un’unione civile. L'ufficiale dello stato civile iscrive la coppia nel registro dello stato civile (quello dove si iscrivono tutte le vicende della vita delle persone: nascite, morti, matrimoni, ora anche le unioni civili) e da quel momento a quelle due persone succedono molte cose nuove.

Le nostre due amiche o i nostri due amici da quel giorno avranno l’obbligo reciproco di prestarsi assistenza morale e materiale; potranno stabilire di avere un unico cognome; saranno tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni. Si obbligheranno vicendevolmente ad abitare insieme e concorderanno tra loro l'indirizzo della vita familiare (perché in quella casa, evidentemente, c'è una famiglia) e fisseranno la residenza comune.

I nostri due amici e le nostre due amiche, se non disporranno diversamente, stabiliranno una comunione dei beni e saranno reciprocamente eredi come fossero stati sposati. Avranno diritto, in caso di morte, al trattamento di fine rapporto dell’altra persona e alla pensione di reversibilità.

La dichiarazione del presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La giornata di oggi resterà nella cronaca di questa legislatura. E nella storia del nostro paese. Abbiamo legato la permanenza in vita del governo a una battaglia per i diritti, mettendo la fiducia. Non era accaduto prima, non è stato facile adesso. Ma era giusto farlo. Leggo critiche, accuse, insulti. Rispetto tutti e ciascuno, dal profondo del cuore. Ma quel che conta è che stasera tanti cittadini italiani si sentiranno meno soli, più comunità. Ha vinto la speranza contro la paura. Ha vinto il coraggio contro la discriminazione. Ha vinto l'amore.

L'intervento al Senato della senatrice Monica Cirinnà, prima firmataria del ddl sulle unioni civili, con una nota di amarezza dopo il voltafaccia del Movimento 5 Stelle.

Lo stralcio della stepchild è un buco nel mio cuore, ma con i numeri del Senato questo è il risultato migliore possibile.

Le cose da sapere sulla stepchild adoption.

La stepchild adoption non è né una novità, né una prerogativa gay. Esiste in Italia dal 1983 (L. 184/1983) e permette l’adozione del figlio del coniuge, con il consenso del genitore biologico, solo se l'adozione corrisponde all’interesse del figlio, che deve dare il consenso (se maggiore di 14 anni) o comunque esprimere la sua opinione (se di età tra i 12 e i 14). L'adozione non è automatica ma viene disposta dal Tribunale per i minorenni dopo un accurato screening sull'idoneità affettiva, la capacità educativa, la situazione personale ed economica, la salute e l’ambiente familiare di colui che chiede l'adozione.

Perché nonostante lo stralcio dell'articolo 5 la stepchild adoption non è comunque compromessa.

Ci sono già stati casi che hanno riguardato coppie dello stesso sesso?
«A ottobre la Corte di appello di Milano ha trascritto la sentenza spagnola con cui una donna aveva adottato la figlia biologica della moglie. Il Tribunale dei minori di Roma invece ha concesso a una donna italiana di adottare la bambina partorita dalla compagna in base all'adozione in casi particolari».

Quindi questa decisione può essere un via libera alla stepchild adoption?
«La Corte Costituzionale, grazie all'iniziativa del Tribunale dei minorenni di Bologna, ha suggerito che il diritto c'è. E la sentenza di Roma è già stata confermata in Appello».

La penisola degli omofobi 17.02.16

La marcia per la conquista dei diritti civili nel mondo è inarrestabile.
Non sarà la volontà omofoba di negare la felicità a milioni di persone in un angolo d'Europa a invertire questo processo storico.

I diritti poi 16.02.16

Mentre al Senato la discussione sui diritti civili si limita alla possibilità di mettere in crisi o meno il Partito Democratico, nel resto dell'Unione Europa la situazione dei diritti LGBT e delle famiglie omosessuali è riassunta in questa infografica.

Infografica dei diritti LGBT nell'Unione Europea

Matrimonie e unioni civili per le coppie omosessuali in tutta Europa e le diverse legislazioni in materia di adozioni.

Diritti LGBT e adozioni da coppie LGBT in Europa

Populismo e diritti civili 06.02.16

L'Italia non ha una legislazione per le unioni di fatto. E' una vergogna che va attribuita al pdmenoelle, al pdl e alla Chiesa #NozzeGay

Beppe Grillo, 15 luglio 2012.

In seguito alle richieste di elettori, iscritti e portavoce M5S si lascia libertà di coscienza sul ddl #Cirinnà

Beppe Grillo, febbraio 2016.

Populisti. Forti nel criticare. Pavidi nell'agire.

Nessuno si aspetta l'inquisizione spagnola 04.02.16

Non esistendo alcun valido appiglio morale, legale o scientifico per negare diritti civili alle famiglie omosessuali, la discussione si sposta sul piano del sessismo, scadendo nella minacciosa invocazione di punizioni divine. È il caso del direttore di Radio Maria don Livio Fanzaga.

Questa qui, Monica Cirinnà, mi sembra un po' la donna del capitolo diciassettesimo dell'Apocalisse, la Babilonia, che adesso brinda prosecco alla vittoria. Signora, arriverà anche il funerale, stia tranquilla. Glielo auguro il più lontano possibile, ma arriverà anche quello.

A riportare il confronto sul terreno della civiltà ci pensa la stessa senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà, citando Troisi e relegando al regno del ridicolo posizioni irrazionali e ultraconservatrici.

Mo' me lo segno.

È tempo di far avanzare i diritti civili 21.01.16

La campagna SvegliatItalia per la legge sulle unioni civili

È l'ora di essere civili. La campagna #svegliatitalia per l'approvazione della legge sulle unioni civili in discussione in Parlamento.

È ora che Dominic e Caterina possano svegliarsi in un paese più giusto. È ora che l’amore dei loro amici omosessuali sia tutelato. È ora che lo Stato la smetta di imprimere una distanza imperdonabile tra loro e i loro colleghi gay o le vicine di casa lesbiche. Perché se un diritto non è di tutti si chiama privilegio, e loro non vogliono essere dei privilegiati. Su questo non hanno dubbi, ed è ora che non ce li abbia più nessuno. Perché non è il momento, se mai lo è stato, di essere più o meno d’accordo, contro o a favore, convinti o indecisi su come qualcun altro dovrebbe vivere la propria vita. In Italia è ora di essere prima di tutto qualcos’altro, davvero e fino in fondo. È ora di essere civili.

E se sei una persona con la mente aperta, anche per te è ora di svegliarti. Perché sognare un paese più giusto non basta. Il 23 gennaio, scendi in piazza per fare insieme il primo passo verso l'uguaglianza.

Un cortometraggio in Polari 21.08.15

Putting on the dish è il corto diretto da Brian Fairbairn e Karl Eccleston recitato interamente in Polari, lo slang segreto usato da membri della comunità gay britannica sino agli anni '60 in modo da poter parlare insieme in pubblico senza timore di essere riconosciuti come omosessuali e arrestati.
Dopo la depenalizzazione del reato di omosessualità nel Regno Unito, nel 1967, il Polari è gradualmente caduto in disuso durante i successivi anni '70.

Il termine Polari è una storpiatura che deriva dall'italiano "parlare".

Of all the cultural forms that gay men have created and elaborated since coalescing into a social group around the late 19th century, Polari, a full-fledged gay English dialect with roots among circus folk, sailors, and prostitutes, has to be one of the most fascinating--not least since it has faded along with the need for discretion and secrecy. While some words remain in common use--zhush or zhoosh (to adjust or embellish something to make it more pleasing) and trade (highly masculine or straight-acting sex partners) come to mind—the richness that we know once defined Polari is difficult to capture in 2015.

La vita oltre i sessi 10.08.15

La transizione di Tyler Ford.
Nata ragazza per poi diventare ragazzo fino alla scelta di superare il binarismo di genere uomo/donna identificandosi in qualcosa di altro. Un terzo genere che può combinare o meno gli altri due. In una parola, genderqueer.

I have been out as an agender, or genderless, person for about a year now. To me, this simply means having the freedom to exist as a person without being confined by the limits of the western gender binary. I wear what I want to wear, and do what I want to do, because it is absurd to limit myself to certain activities, behaviours or expressions based on gender. People don't know what to make of me when they see me, because they feel my features contradict one another. They see no room for the curve of my hips to coexist with my facial hair; they desperately want me to be someone they can easily categorise. My existence causes people to question everything they have been taught about gender, which in turn inspires them to question what they know about themselves, and that scares them. Strangers are often desperate to figure out what genitalia I have, in the hope that my body holds the key to some great secret and unavoidable truth about myself and my gender. It doesn't. My words hold my truth. My body is simply the vehicle that gives me the opportunity to express myself.

George Takei risponde a domande stupide sui gay 04.08.15

George Takei risponde a domande stupide sui gay

George Takei risponde con un tocco di classe e ironia a tutte le domande più stupide, sessiste e retrograde che riguardano i gay.

L'uomo che ha disegnato la bandiera arcobaleno 03.07.15

Gilbert Baker è diventato un'icona dei diritti gay dopo aver realizzato nel 1978 la bandiera arcobaleno, diventata da subito simbolo dei movimenti LGBT in tutto il mondo.

Baker says the rainbow was an obvious choice for him. "Until we had a flag, the symbol for our movement was the pink triangle, which was put on us by Hitler and the Nazis," Baker says. "The triangle came from a very negative, terrible place. We needed something that expressed our beauty, our soul, our love -- that came from us and wasn't put on us."

"He came up with the idea of flag," says Cleve Jones, a longtime gay rights activist and Baker's roommate at the time. Jones remembers it as a very DIY affair. "There was a gay community center at 330 Grove Street, now long gone. We did it all by hand with big garbage barrels of dye to color the fabric and then we dragged it out onto the roof to dry."

They made two flags that day -- the rainbow flag and an American flag with rainbow stripes instead of red, white and blue -- and hung them in San Francisco's U.N. Plaza for a pride parade on June 25, 1978.

DildoISIS 01.07.15

La bandiera dell'ISIS fatta coi dildo

Il Guardian ha intervistato Paul Coombs, il creatore della bandiera dell'ISIS fatta coi dildo che ha ingannato la CNN durante il gay pride londinese.

I created the Isis dildo flag at London Pride to start a dialogue, not get a laugh.

Il buco nero dei diritti LGBT in Europa 16.05.15

I diritti LGBT in Europa

In una mappa l'Europa rappresentata secondo il rispetto dei diritti umani e il tasso di uguaglianza nei confronti della comunità LGBT. Il rapporto di ILGA.

Golubye 08.02.14

Il lungo e drammatico reportage di Jeff Sharlett che ha visitato la Russia per raccontare il clima medievale di repressione, disprezzo, violenza e odio vissuto quotidianamente dalla comunità LGBT.

I went to Moscow and St. Petersburg for two weeks in November because the Olympics were coming to Russia, and for a brief moment it seemed possible that the outside world was interested in the unraveling of civil society in one of the most powerful countries on the globe. Books are being banned--Burroughs and Baudelaire and Huxley's Brave New World--immigrants hunted, journalists killed, a riot-grrrl band, Pussy Riot, imprisoned for almost two years for playing a "Punk Prayer" in a Moscow cathedral; blasphemy is now illegal. Civil society isn't just coming undone; it's imploding. I wanted to visit the bottom of the heap. The golubye. The blues, which in Russia is another word for queer--any way of being other than "Russian," which, under President Vladimir Putin, has become a kind of sexual orientation. I wanted to see what ordinary LGBT life was like in a nation whose leaders have decided that "homosexualism" is a threat to its "sexual sovereignty," that "genderless tolerance," in Putin's words, is a disease of the West that Russia will cure. The medicine is that of "traditional values," a phrase, ironically, imported from the West, grafted onto a deeply conformist strain of nationalism. In Russia, that means silence and violence, censorship, and in its shadow, much worse.

Il doodle gay-friendly di Google per Sochi 2014 07.02.14

Il doodle di Google per Sochi 2014

Un doodle arcobaleno e un paragrafo contro la discriminazione tratto dalla Carta Olimpica (linkata) è il messaggio esplicito che Google lancia alla Russia omofoba di Putin anticipando la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014 (non linkati).

E dovevi vedere quante lesbiche a Olimpia 16.01.14

È assurdo che un Paese invii in Russia quattro lesbiche solo per dimostrare che in quel Paese i diritti dei gay sono calpestati. Lo facciano in altre occasioni.

Le parole sconclusionate di Mario Pescante, membro del CIO ed ex presidente del CONI, sono la plastica dimostrazione di quanto sia imperativo inviare in Russia quattro lesbiche in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici invernali di Sochi.

Gli stati dove essere gay è un crimine 03.01.14

Gli stati dove essere gay è un crimine

L'omofobia in Africa e in Asia ha radici profonde e antiche ben precedenti, diversamente da alcune credenze, alla colonizzazione britannica. L'analisi sociologica di Daily Beast sui paesi dove ancora oggi essere gay viene considerato un crimine da punire con il carcere, la tortura o la pena di morte.

Amare la nutella è bellissimo 02.12.13

La marmellata e la nutella. Perché l'unica vergogna è venire emerginati per essersi innamorati.
Il video di Carlo Gabardini per Le Cose Cambiano.

Il presidente gay friendly 09.05.12

Obama si è detto favorevole alle nozze tra persone dello stesso sesso.
Ora però non fermiamoci alle belle parole da campagna elettorale; servono le buone intenzioni per fare avanzare i diritti civili.

La normalità dei matrimoni gay 18.01.12

In un paese civile nel XXI secolo i matrimoni gay non dovrebbero nemmeno essere un argomento di scontro politico.

Esportare i diritti civili 06.12.11

Promuovere la difesa dei diritti di gay, lesbiche e bisessuali. Combattere ogni discriminazione di natura sessuale sarà un punto fermo della politica estera degli Stati Uniti.
Il nuovo corso dell'America del presidente Obama.

Il termine omosessuale non è gay friendly 21.11.11

Il Guardian pensa sia giunto il momento di abbandonare definitivamente il termine medico coniato del XIX secolo per identificare patologie sessuali deviate.

A New York i gay si sposano 25.06.11

Celebrazioni a New York per i matrimoni gay

Un altro motivo per amare la Grande Mela e tutto quello stato lì.

Arcietero 12.04.11

Francesco Brollo è il primo presidente eterosessuale di Arcigay Bari.

Scaricabarile 14.04.10

La Corte Costituzionale ha sentenziato che la competenza della regolamentazione dei matrimoni omosessuali spetta alla discrezionalità del legislatore.
Duro colpo per chi si è battuto per un diritto civile.

Decisioni da prendere con calma 24.03.10

La Corte Costituzionale ha deciso di rimandare al 12 aprile la decisione sui matrimoni civili tra omosessuali.

La Corte in diretta 23.03.10

Ivan Scalfarotto, via Twitter, dalla Corte Costituzionale riunita in camera di consiglio per pronunciarsi sui matrimoni omosessuali e il concetto di famiglia.

Moglie e moglie 22.03.10

La Corte Costituzionale si pronuncerà domani su alcune norme del Codice Civile che regolano le materie del matrimonio civile tra omosessuali e della famiglia, con evidenti implicazioni sulle unioni omosessuali e le coppie di fatto.
E' una straordinaria occasione da cogliere per i diritti civili in questo paese.

Sesso non specificato 15.03.10

L'Australia, grazie alla decisione presa nel New South Wales, diventa la prima nazione ad aprirsi al riconoscimento legale di persone che intendono non specificare il proprio sesso perché non si riconoscono nelle definizioni di maschio o femmina.

The New South Wales government recently issued a 'Sex Not Specified' Recognised Details Certificate to 48-year-old Norrie, who lives in Sydney. Although born male, Norrie transitioned to female at the age of 23 before deciding that gender should not necessarily be mutually exclusive. Zie now defines as neuter, saying that "many intersexual children are traumatised by the obliteration of their sexual duality... This is just one tragic result of our society's belief in mutually exclusive genders."

Ama il prossimo 23.05.15

Una coppia lesbica in Irlanda

Il sì ai matrimoni omosessuali è arrivato con un referendum. Il vento inarrestabile dell'estensione dei diritti civili in Europa raggiunge anche l'Irlanda, lasciando ormai solo una manciata di paesi europei tra le fila di chi nega il diritto a veder riconosciuto legalmente il proprio amore. Il fronte del sì ha vinto il 62,1%.

Un solo matrimonio garantito per tutti gli americani 26.06.15

Due donne si baciano nel giorno in cui il matrimonio LGBT è possibile negli USA

La Corte Suprema degli Stati Uniti con una maggioranza di 5 voti a 4 ha affermato il diritto per le coppie LGBT di sposarsi in tutti i 50 stati degli USA. È uno straordinario passo avanti per i diritti civili in America. Finora infatti la decisione era stata lasciata ai parlamenti e alle corti dei singoli stati creando una legislazione a macchia di leopardo.

Il Natale arcobaleno in Grecia 23.12.15

Comunità LGBT festeggia sotto il parlamento greco

Se la Slovenia ha appena abrogato la legge che legalizzava il matrimonio omosessuale con un discusso referendum, la comunità LGBT europea può festeggiare per la votazione del Parlamento ellenico con cui sono state create le unioni civili tra persone dello stesso sesso.

Fonte: ABC News

L'Italia dei diritti civili che riempie le piazze 23.01.16

Manifestazione a favore delle unioni civili in Italia

È il giorno in cui le piazze di 98 città italiane si sono riempite di cittadini per chiedere la libertà di amare e di formare una famiglia, senza distinzioni o barriere. Sono le piazze del movimento Svegliati Italia, la mobiltiazione per chiedere pari diritti per le coppie dello stesso sesso attraverso l'istituto delle unioni civili previsto dal ddl in discussione in Senato a partire dalla prossima settimana.

Piazza Duomo arcobaleno 21.02.16

Il flash mob per i diritti civili per le coppie LGBT a Milano

Piazza Duomo a Milano si è tinta di arcobaleno per il flash organizzato dai sostenitori del ddl Cirinnà sulle unioni civili in discussione al Senato.

Oggi l'Italia volta pagina 25.02.16

La senatrice Cirinnà scrive il discorso per l'approvazione delle unioni civili

La senatrice Cirinnà scrive un passaggio del suo discorso durante la discussione in aula sul maxiemendamento sostitutivo del ddl sulle unioni civili.

© 2017 Tiziano Caviglia. Anno XVI. Powered by Rhadamanth. Cookie policy. Abbracciamo HTML5 e il responsive webdesign.