L'asteroide con gli anelli 27.03.14

Si chiama Chariklo ed è il primo asteroide conosciuto a possedere un sistema di anelli. La scoperta è stata pubblicata su Nature dal team di astronomi dell'Osservatorio Nazionale di Rio de Janeiro.

Rotta verso l'asteroide 25.08.13

La NASA ha rivelato un nuovo video che descrive la missione umana verso un asteroide, prevista nelle intenzione dell'ente spaziale americano tra il 2018 e il 2021, con un'astronave Orion per prelevare campioni e studiarne la composizione. L'asteroide catturato in precedenza da una sonda verrà parcheggiato in orbita lunare.

La mappa degli asteroidi più pericolosi del sistema Solare 13.08.13

La mappa degli asteroidi più pericolosi del sistema Solare

La NASA ha pubblicato la mappa più completa delle orbite dei circa 1.400 asteroidi potenzialmente più pericolosi per la Terra del sistema Solare, che prende in esame oggetti di oltre 140 metri di lunghezza.

Vaporizzare asteroidi 19.02.13

La tecnologia per vaporizzare asteroidi di piccola e media grandezza esiste già. Il progetto DE-STAR, o Directed Energy Solar Targeting of Asteroids sviluppato dai fisici Philip M. Lubin e Gary B. Hughes, promette di sventare la minaccia di comete e asteroidi potenzialmente pericolosi per la Terra utilizzando satelliti e specchi per sfruttare l'energia solare convogliando la in un raggio laser.

"This system is not some far-out idea from Star Trek," says co-developer Gary Hughes, a researcher and professor from California Polytechnic State University. "All the components of this system pretty much exist today. Maybe not quite at the scale that we'd need--scaling up would be the challenge--but the basic elements are all there and ready to go."

La mappa dei meteoriti 19.02.13

La mappa dei meteoriti

Tutti i siti degli impatti di meteoriti sulla Terra in un'unica mappa.

L'asteroide in orbita lunare 03.01.13

Secondo New Scientist la NASA starebbe pensando di catturare un piccolo asteroide - si parla di 7 metri di lunghezza - per poi inserirlo in un'orbita lunare.
Lo studio del Keck Institute for Space Studies permetterebbe di raccogliere tre sfide con un'unica missione: la possibilità di pianificare un'esplorazione umana di breve durata del corpo celeste, testare a basso costo sonde automatiche per lo sfruttamento minerario degli asteroidi e lo studio diretto per la pianificazione di una difesa planetaria contro la minaccia di asteroidi in rotta di collisione con il nostro pianeta.

The feasibility of such a mission was exhaustively detailed in a study prepared for the Keck Institute for Space Studies by a group of NASA and university scientists that was published this past April. The study found that it would be feasible to send a automated craft to space on an Atlas V rocket to capture and return a 7 meter-wide (roughly 23 feet) near Earth asteroid at an estimated cost of $2.6 billion -- just a bit more than the cost of Curiosity's mission to Mars. The proprosed craft would travel to the target asteroid, measure and match its spin and speed, and then retrieve the asteroid using a 10 meter tall, 15 meter wide bag.

La compagnia mineraria spaziale 25.04.12

Ci sono 9.000 asteroidi nei pressi della Terra. Di questi circa 1.500 sono facilmente raggiungibili grazie alle tecnologie attuali.
Alcuni di essi hanno un elevato contenuto di acqua ghiacciata che potrebbe essere convertita in ossigeno e idrogeno solidi per fornire combustibile per l'esplorazione dello spazio. Altri asteroidi sono ricchi di metalli rari.
Un piccolo asteroide di 50 metri di diametro, ad esempio, potrebbe contenere miliardi di dollari di queste materie prime. Allo stesso modo un asteroide della stessa dimensione potrebbe contenere abbastanza acqua da alimentare l'intero programma dello Space Shuttle.

Ecco perché alcuni imprenditori tra cui Larry Page e Eric Schmidt, James Cameron, Charles Simonyi e Ross Perot Jr. hanno deciso di fondare la prima compagnia mineraria spaziale della storia.

Planetary Resources ha già preparato un piano per estrarre risorse dagli asteroidi.
Entro due anni la compagnia invierà sonde nell'orbita bassa terrestre per valutare il numero e la composizione degli asteroidi adatti per l'estrazione mineraria.
Entro un decennio verrà lanciato uno sciame di sonde più evolute per analizzare da vicino i singoli asteroidi, dopodiché un'astronave mineraria automatizzata provvederà ad estrarre le materie prime, processarle e riportarle sulla Terra.

La nuova marcia della NASA 14.09.11

Il progetto del nuovo lanciatore SLS della NASA

Dopo la cancellazione del programma Constellation la NASA rispolvera un gigantesco lanciatore chiamato SLS, Space Launch System, capace di inviare astronavi Multi-Purpose Crew Vehicle nello spazio profondo - le missioni previste riguardano gli asteroidi e Marte - e naturalmente per raggiungere la ISS.

Primi lanci previsti per il 2017.

Dove nessuno è mai giunto prima 16.04.10

Come avevano annunciato - e ampiamente previsto - il presidente Obama ha svelato i suoi piani per l'esplorazione del Sistema Solare.
Piani che prevedono ancora un ruolo chiave per la NASA - con il supporto dei privati - e obiettivi decisamente più ambiziosi dei corrispettivi progetti spaziali delle altre agenzie mondiali.
Smentendo le teorie catastrofiste sulla fine della corsa allo spazio americana.

Le missioni si concentreranno sul raggiungimento di un asteroide nel 2025 e dell'orbita di Marte - con una probabile missione su una delle sue lune - e del pianeta stesso a partire dalla metà degli anni '30.

The bottom line is, nobody is more committed to manned spaceflight, to human exploration of space than I am. [...]

Step by step, we will push the boundaries not only of where we can go but what we can do.
In short, 50 years after the creation of NASA, our goal is no longer just a destination to reach. Our goal is the capacity for people to work and learn, operate and live safely beyond the Earth for extended periods of time.

© 2017 Tiziano Caviglia. Anno XVI. Powered by Rhadamanth. Cookie policy. Abbracciamo HTML5 e il responsive webdesign.