tizianocavigliablog
Nella tana del Sarlacc.

Il voto dell'ayatollah 14.06.13

L'ayatollah Ali Khamenei al voto

Il primo turno delle elezioni presidenziali in Iran si è chiuso con 5 ore di ritardo per permettere il deflusso delle code ai seggi. I riformisti puntano ad accedere al secondo turno del 21 giugno con il candidato Hassan Rohani, appoggiato anche dai moderati, e avvantaggiato dalle attuali divisioni esistenti nel campo dei conservatori. I principali candidati dello schieramento fondamentalista sono Mohammad Baqer Qalibaf, sindaco di Teheran, e il negoziatore per il nucleare Said Jalili, fedelissimo della dell'ayatollah Ali Khamenei.

Fonte: ANSA