tizianocavigliablog

Tiziano Caviglia Blog. Tiziano Caviglia. Blog.

100 scene che hanno rivoluzionato la storia dell'animazione

Multimedia   18.10.20
Scena tratta da Steamboat Willie di Walt Disney
Scena tratta da Steamboat Willie di Walt Disney

Vulture ha raccolto, in un elenco cronologico, 100 scene che hanno contribuito a plasmare e innovare l'arte dell'animazione al cinema a partire dal 1892.

Tutta l'animazione, sia che raffiguri un topo che fischia, un dinosauro che cammina o un supereroe che spicca il volo, è una sorta di trucco magico. E il termine magico è presente anche nel nome di uno dei primi dispositivi utilizzati per proiettare le diapositive: la lanterna magica. Se prendi l'immagine di una mano aperta e l'immagine di un pugno e le proietti in sequenza, trasmetti l'illusione di una stretta di mano. "Ciò che accade tra ogni fotogramma è più importante di ciò che accade su ogni fotogramma", ha spiegato una volta il famoso animatore Norman McLaren [...]. "Pertanto, l'animazione è l'arte di manipolare gli interstizi invisibili tra i fotogrammi."

LEGGI ALTRO...
consigliato da Rhadamanth
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.
Spoiler Alert
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

Un supercut letterario di fantascienza

Multimedia   14.10.20
Libri
Libri

Loose Ends è un supercut letterario composto interamente dalle ultime righe di 137 libri di fantascienza e fantasy realizzato da Tom Comitta.

Dopo aver raccolto queste righe, ho scoperto che ricadevano in una serie di schemi - alcuni sorprendenti, altri ovvi - nel modo in cui gli scrittori concludono le loro storie. Con questi modelli in mano, li ho disposti in una sequenza di frasi interconnesse. In questi modi "Loose Ends" funge anche da narrazione e archivio, racconto e analisi dei dati.

LEGGI ALTRO...

Il kintsugi coi mattoncini LEGO

Geek   08.10.20

Dall'imperfezione può nascere una nuova forma di perfezione. È questo il concetto chiave al centro del kintsugi, l'arte di riparare oggetti in ceramica danneggiati rinsaldandoli con l'oro.

Un concetto che è stato ripreso dalla LEGO per la sua campagna Rebuild The World.
Riciclare e riusare. Riparando oggetti rotti ricostruendo le parti mancanti coi mattoncini colorati. È la via del LEGO tsugi.

LEGGI ALTRO...

Il curioso skyline di Londra

Geek   07.10.20

I grattacieli di Londra devono la loro caratteristica forma a un accordo che dal 1938 ne limita l'altezza e la posizione per non ostacolare la vista della cupola della Cattedrale di Saint Paul, visibile da zone scenografiche della città.
Cheddar racconta come tutto è nato e in che modo generazioni di architetti hanno dovuto piegare (letteralmente) i loro progetti per rispettare questo criterio.

LEGGI ALTRO...

Le sottotrame di Star Trek TNG

Multimedia   04.10.20
Picard e Riker in Star Trek TNG
Picard e Riker in Star Trek TNG

A volte basta un po' di editing creativo per cambiare il contesto di una storia.
Trek B-Sides è la serie fan-made che ricontestualizza le sottotrame secondarie degli episodi di Star Trek: The Next Generation per metterle al centro della linea narrativa.

LEGGI ALTRO...

La ricerca del primo pianeta extragalattico

Geek   01.10.20
La galassia Vortice e NGC 5195
La galassia Vortice e NGC 5195

Rianalizzando vecchi dati raccolti dal telescopio spaziale Chandra, un team dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, guidato da Rosanne Di Stefano, afferma di aver rilevato la presenza del primo pianeta scoperto in un'altra galassia, aprendo la strada alla ricerca di corpi celesti extragalattici.
Il candidato, battezzato M51-ULS-1b, è stato identificato nella galassia Vortice a circa 23 milioni di anni luce dalla Terra. Risulta essere leggermente più piccolo di Saturno, fa parte di un sistema stellare binario e la sua orbita si trova a una distanza di forse dieci volte quella tra la Terra e il Sole.

Dalla prima scoperta del primo esopianeta nel 1992, gli astronomi ne hanno trovati migliaia di altri. Infatti, stimano che la Via Lattea sia la patria di 40 miliardi di mondi.

Quindi è facile immaginare che i pianeti debbano essere comuni in altre galassie, in particolare in quelle che sembrano simili alla nostra. Ma quando si tratta di individuare questi pianeti, c'è un problema.

Altre galassie sono così lontane e le stelle così ammassate in regioni di spazio così piccole, almeno dal punto di vista di osservatori sulla Terra, che è difficile identificare le singole galassie per non parlare della presenza di eventuali pianeti al loro interno.

Il team di astronomi è riuscito a scoprire M51-ULS-1b grazie alla particolarità del sistema stellare in cui si trova. Questo sistema binario è infatti costituito da una stella di neutroni (o forse da un buco nero) che attrae materia dalla stella compagna. Tale processo rilascia enormi quantità di energia, rendendo questo sistema una delle maggiori fonti di raggi X dell'intera galassia Vortice.
Dato che la fonte di questi raggi X è estremamente piccola, un pianeta gigante durante la sua rivoluzione può eclissarla completamente ed essere rilevato da strumenti come il telescopio orbitale Chandra.

LEGGI ALTRO...