tizianocavigliablog

Il blog di Tiziano Caviglia

I tetti di Bermuda

Geek   04.04.21
Hamilton (Bermuda)
Hamilton (Bermuda)

Chiunque abbia visitato Bermuda non può non essersi accorto dei tetti sugli edifici, bianchi e dalla forma curiosa. Non dissimili a quelli che si sarebbero potuti scorgere già nel XVII secolo.

Di fatto non esistono fonti di acqua potabile nell'arcipelago. Nessun lago, nessun torrente, nessuna sorgente.
La vita in mezzo all'oceano Atlantico sembrerebbe impossibile se non fosse per un'invenzione capace di raccogliere e depurare l'acqua piovana in cisterne sotterranee, sopravvivendo al contempo agli uragani.

I tetti di Bermuda su Atlas Obscura.

LEGGI ALTRO...

L'Asia scomparsa

Multimedia   01.04.21

Kevin Kelly ha iniziato una campagna Kickstarter per coprire i costi di stampa del suo nuovo progetto, Vanishing Asia: una raccolta in tre grandi volumi di oltre 9.000 foto scattate durante i suoi 40 anni di viaggi attraverso l'Asia.

Poche persone hanno visto tanto dell'Asia quanto me, e assolutamente nessuno ha fotografato l'intera Asia come ho fatto io. Negli ultimi 40 anni, ho collezionato libri sull'Asia e libri di viaggi fotografici in generale, e posso tranquillamente affermare che non esiste un libro al mondo come questo. Ha 1.000 pagine, traboccante di 9.000 immagini. Una volta aperto, ti perderai in questo altro mondo. È davvero come fare un viaggio in una macchina del tempo.

LEGGI ALTRO...

La musica dell'universo

Geek   29.03.21

La NASA ha pubblicato alcuni video in cui le immagini scattate dai telescopi spaziali Chandra X-ray Observatory, Hubble e Spitzer si trasformano in una compilation di suoni dell'universo.
Gli astronomi hanno convertito i dati raccolti sulla nebulosa Occhio di Gatto, la regione visibile dall'emisfero australe nota come Chandra Deep Field South e la galassia M51 associando note musicali ai diversi colori per rendere ascoltabile quello che normalmente si osserva solamente.

LEGGI ALTRO...

Dante a 70.000 anni luce da Firenze

Multimedia   25.03.21

In questo episodio di Primitive Culture, Duncan Barrett di Trek.fm assieme a Zachary Fruhling di Meta Treks e To The Journey analizzano come gli sceneggiatori della serie Star Trek: Voyager hanno citato la Vita Nuova e la Divina Commedia di Dante Alighieri negli episodi "Immagine latente" e "Nelle pieghe del tempo" e, più in generale, quanto la cosmologia dantesca del paradiso, del purgatorio e dell'inferno e i personaggi archetipi di Dante e Virgilio possano aver influenzato il viaggio intrapreso dall'astronave federale Voyager per tornare a casa dall'altro capo della galassia e i protagonisti della serie come il capitano Kathryn Janeway e la sua guida tuttofare Neelix.

LEGGI ALTRO...

I campi magnetici dell'orizzonte degli eventi del buco nero supermassiccio M87

Geek   24.03.21
L'orizzonte degli eventi del buco nero M87
L'orizzonte degli eventi del buco nero M87

A due anni di distanza dalla prima immagine di un buco nero, catturata grazie ai dati raccolti dall'Event Horizon Telescope (EHT), gli scienziati sono riusciti ad approfondire l'analisi dei dati sino a rilasciare questa nuova immagine del buco nero supermassiccio posto al centro della galassia M87.

La nuova immagine mostra il buco nero in luce polarizzata, ciò ha permesso agli astronomi una visione più nitida dell'oggetto e la capacità di mappare le linee di orientazione del campo magnetico sull'orizzonte degli eventi.
I campi magnetici sono un elemento chiave per comprendere i processi gassosi, i getti di plasma e l'accrescimento del buco nero.

LEGGI ALTRO...

Il ponte che ha contribuito alla vittoria nella Seconda Guerra Mondiale

Geek   24.03.21

Durante una guerra la necessità di spostare truppe e armamenti con grande rapidità diventà essenziale al raggiungimento di ogni obiettivo strategico, ma nel mondo sconvolto dalla Seconda Guerra Mondiale la distruzione delle principali infrastrutture rendeva complesso il raggiungimento di questo presupposto, mettendo a rischio le operazioni belliche.
L'ingegnere britannico Donald Bailey ebbe l'intuizione di realizzare un ponte mobile, prefabbricato e modulare a una o più campate, in grado di essere facilmente trasportato e montato con estrema rapidità.

Il ponte, che da allora porta il suo nome, ha aiutato enormemente lo sforzo bellico permettendo il transito di carri armati e mezzi pesanti attraverso una nuova rete di infrastrutture realizzate in segreto da un numero esiguo di personale e senza la necessità di mezzi particolari per la sua costruzione.

LEGGI ALTRO...