tizianocavigliablog
One nerd to rule them all.

Categoria Geek

La candid street photography alla fine del '800 06.01.18

Un uomo fotografato da Carl Størmer per le strade di Oslo alla fine del '800
Un uomo fotografato da Carl Størmer per le strade di Oslo alla fine del '800
Una ragazza fotografata da Carl Størmer a Oslo alla fine del '800
Una ragazza fotografata da Carl Størmer a Oslo alla fine del '800
La spycam da taschino C.P. Stirn
La spycam da taschino C.P. Stirn

Nel 1890 un giovane studente di matematica di nome Carl Størmer acquistò una fotocamera da giacca prodotta da C.P. Stirn, per fotografare le strade di Oslo senza essere visto, attivando l'otturatore dalla tasca dei pantaloni.
I sorrisi e la naturalezza delle espressioni dei passanti, catturate da Størmer, segnano un netto contrasto con un'epoca in cui ritratti austeri erano la norma, anche a causa dei lunghi tempi di posa che costringevano i soggetti a rimanere immobili e irrigiditi.

Svelato il mistero della stella più curiosa della galassia 03.01.18

Nel 2015 gli astronomi scoprirono una particolare stella nella costellazione del Cigno a circa 1.600 anni luce dalla Terra.
KIC 8462852 subiva anomale variazioni della sua luminosità apparente. La quantità della luce emessa dalla stella e fotografata dal telescopio spaziale Keple diminuiva anche del 22% in alcuni momenti.
Questa particolarità aveva suscitato la nascita di ipotesi extraterrestri; una Sfera di Dyson attorno alla stella poteva infatti spiegare un'anomalia unica nel suo genere.

Tuttavia nuove rilevazioni suggeriscono ipotesi meno fantascientifiche e che non richiedono megastrutture.
La particolarità della stella KIC 8462852 (o Stella di Tabby) sarebbe da ricercarsi esclusivamente in una enorme concentrazione di polveri che ne schermerebbero la luce.

The mysterious flickering around the star in the swan constellation is likely caused by ordinary dust, according to an analysis of new data published Wednesday in The Astrophysical Journal Letters. Astronomers have found that the mystery dimming is much deeper at blue wavelengths than at red wavelengths, which means the object responsible for it is not opaque. The data suggest that the dimming is likely caused by a cloud of very small particles of cosmic dust, which measure less than one micron each, smaller than the size of a human red blood cell.

"If you imagine you have some light source and a planet—which is an opaque object—goes in front of it, it will block blue light just as much as it would the red light," said Tabetha Boyajian, an astronomer at Louisiana State University who led the analysis. "What we're seeing for this star is that the drop in the star's brightness is much greater in the blue than it is in the red."

If the dimming had occurred in all colors equally, megastructures would still be on the table. "The fact that the data came in the other way means that we now have no reason to think alien megastructures have anything to do with the dips of Tabby's Star," wrote Jason Wright, the Pennsylvania State University astronomer who first suggested the alien megastructure theory, in a blog post Wednesday. (Astronomers have nicknamed the star Tabby’s Star, after Boyajian.)

Seimiladuecento e rotti giorni dopo 23.12.17

Dal 2000 su questo blog stati pubblicati oltre 11.400 post, migliaia di contenuti multimediali, circa 25 MB di testi, più di 28.000 link a siti esterni.
Non male.

La fotografia secondo Annie Leibovitz 20.12.17

Da oltre 40 anni Anna-Lou "Annie" Leibovitz è tra i ritrattisti più affermati, celebrati e copiati al mondo.
Il suo caratteristico stile, nato tra il 1970 e il 1983 durante gli anni della sua collaborazione con la rivista Rolling Stone, prevede una sinergia tra fotografo e modello volto a creare un rapporto più intimo che si riflette poi nella spontaneità dell'immagine scattata.

Ora per la prima volta Leibovitz condividerà online su Masterclass la sua esperienza, insegnando il processo creativo, la tecnica e la capacità di sviluppare una narrazione coerente e significativa.

Tutto il viola del 2018 10.12.17

Ultra Violet, il colore del 2018 Pantone
Ultra Violet, il colore del 2018 Pantone

Il viola, o meglio l'ultra violet una sfumatura di viola intensamente provocatoria e riflessiva in grado di comunicare originalità, ingenuità e un pensiero visionario che ci indica il futuro, è il colore complesso per un'epoca complessa scelto da Pantone per il 2018.

La grazia di uno stormo in volo 29.11.17

Il regista Jan van Ijken ha catturato la grazia e l'agilità di un stormo di migliaia di storni comuni in volo al crepuscolo.
Un incredibile spettacolo mozzafiato di cui esiste una versione estesa dal titolo The Art of Flying.

La scultura megalitica che si sposta con un dito 26.11.17

Per spiegare come gli antichi abitanti dell'isola di Pasqua siano riusciti a trasportare le enormi teste Moai da un lato all'altro dell'isola senza l'aiuto di macchinari pesanti, gli studenti del MIT hanno deciso di costruire un megalito che si può spostare con il minimo sforzo.

Il McKnelly Megalith, realizzato in calcestruzzo rinforzato con fibra di vetro e un nucleo di poliuretano per un peso di oltre 900 kg, può essere mosso con la semplice pressione di un dito.

Megaliths like MIT’s structure and the Easter Island statues are specially designed to be rolled or shimmied across long distances using carefully calculated movements. As long as the center of the object's mass is positioned in just the right place, it should be able to be moved with relative ease regardless of its weight.

The way this method could have been used on Easter Island close to 1000 years ago is detailed on MIT Architecture's website: "In a similar manner to how one might shimmy a refrigerator into place, the Moai were pulled back and forth by ropes, employing momentum to transport these unwieldy megaliths. This (re)discovery brings new meaning to the folklore that the statues 'walked themselves.'"

MIT's megalith was erected in a similar fashion. At a rate of about 300 feet per hour, a small team teetered the piece to its final position and then hoisted it upright using a rope.

Mirror, gli oggetti dalle forme simili 23.11.17

Cosa unisce un biscotto e un tombino, una tavoletta di cioccolata e una porta o una giraffa e un palo della luce.
Mirror esplora la forma degli oggetti e le inaspettate similutudini tra di loro.

La vita di un museo 22.11.17

Il MoMA di New York si racconta in una nuova serie di video.
At the Museum offre uno sguardo inedito sul dietro le quinte della gestione di uno dei più grandi e rilevanti musei mondiali.

Nel primo episodio seguiamo lo staff del MoMA mentre allestisce nuove mostre e prepara le opere d'arte per essere trasferite.

Incontro con Oumuamua 21.11.17

L'asteroide Oumuamua
L'asteroide Oumuamua

Come nella trama di Incontro con Rama di Arthur C. Clarke, un oggetto misterioso e dalla forma allungata si affaccia nel sistema Solare proveniente dalle profondità dello spazio, ma questa volta non si tratta di un enigmatico e gigantesco habitat alieno, quanto del primo asteroide proveniente dallo spazio interstellare mai rilevato, 1I/2017 U1.

Ribattezzato Oumuamua, il messaggero che viene da lontano in lingua hawaiana, questo asteroide ha una forma insolitamente allungata di almeno 400 metri, secondo le rilevazioni raccolte dal Very Large Telescope dell'European Southern Observatory, con una superficie simile a quella di oggetti ricchi di materiale organico, rocciosa e resa rossiccia dal bombardamento di raggi cosmici durante il suo viaggio interstellare.

Studiando la sua traiettoria, Oumuamua dovrebbe essere passato nei dintorni di Vega e potrebbe aver iniziato il suo viaggio milioni di anni fa.