tizianocavigliablog
Alabarda spaziale.

Categoria Geek

Sorvolare il mondo in time lapse 15.01.19

Il fotografo Bruce W. Berry ha montato migliaia di scatti catturati dagli astronauti dell'ESA e della NASA a bordo della Stazione Spaziale Internazionale per realizzare questo time lapse della Terra vista dall'orbita che lascia a bocca aperta.

La ISS mantiene si mantiene su di un'orbita con un'altitudine compresa tra 330 e 435 km. La stazione spaziale completa 15,54 orbite ogni giorno e viaggia a una velocità di 27.600 km/h.
La luminescenza giallognola che si vede avvolgere la Terra è l'airgolw o luminescenza notturna. Si tratta di una debole emissione luminosa dell'atmosfera terrestre come appare in conseguenza di un insieme di processi negli strati superiori dell'atmosfera come la ricombinazione degli ioni che sono stati fotoionizzati dalla radiazione solare durante il giorno, la luminescenza derivante dagli urti tra i costituenti dell'atmosfera ed i raggi cosmici incidenti e la chemiluminescenza associata alla reazioni dell'ossigeno e dell'azoto con lo ione idrossido ad altezze di poche centinaia di chilometri.

Il rapporto tra il triangolo e i videogiochi 11.01.19

Vi siete mai chiesti perché i triangoli sono una parte fondamentale della grafica dei moderni videogiochi?
Vox racconta come l'utilizzo combinato di questa forma geometrica permetta ai videogiochi una quantità e qualità di dettagli così impressionante e fotorealistica.
La forza del triangolo risiede nel fato che la sua forma aiuta a mantenere il numero di calcoli necessari per ogni singolo dettaglio il più basso possibile. Questo perché è il poligono ottenibile con meno lati per rappresentare una superficie piana che può essere ripetuta più volte, permettendo di velocizzare l'elaborazione durante il processo di rendering.

L'antica isola del vetro 10.01.19

Da oltre un millennio l'isola di Murano è conosciuta in ogni parte del mondo per la lavorazione del vetro di squisita fattura.
La ricchezza derivata dall'esportazioni di questi manufatti di qualità inimitabile convinsero la repubblica veneziana a custudire gelosemente i segreti dell'arte vetraria al punto di rendere illegale per i vetrai lasciare le proprie isole.

Tutt'oggi il vetro di Murano continua ad avere fama mondiale e rimane una destinazione turistica popolare per gli amanti dell'arte e gli appassionati di storia.
Great Big Story ha esplorato i luoghi dove quest'arte si perpetua.

L'esplorazione diretta della fascia di Kuiper 02.01.19

Ultima Thule fotografata dalla sonda New Horizons della NASA
Ultima Thule fotografata dalla sonda New Horizons della NASA

La sonda New Horizons della NASA ha raggiunto e sorvolato (486958) 2014 MU69, soprannominato poeticamente Ultima Thule come la leggendaria isola di ghiaccio e fuoco sulla quale non tramonta mai il Sole situata nell'oceano Atlantico del nord e citata nei diari di viaggio dell'esploratore greco Pytheas salpato da Marsiglia nel 330 a.C.
Si tratta del fly-by più lontano finora realizzato nella storia delle esplorazioni spaziali.

Ultima Thule è un oggetto trans-nettuniano dalle dimensioni approssimative di 32 km selezionato per il sorvolo (assieme a quello di Plutone e Caronte) nell'ambito dell'esploraizone della fascia di Kuiper, la regione del sistema solare che si estende dall'orbita di Nettuno fino a 50 UA dal Sole costituita da corpi minori e non dissimile alla fascia principale degli asteroidi sebbene sia 20 volte più estesa e decine di volte volte più massiccia.

Le fusioni di coppie di buchi neri rilevate attraverso le onde gravitazionali 29.12.18

Nelle simulazioni mostrate in questo video è possibile osservare l'aspetto di ciascuno dei 10 eventi catastrofici di fusione di buchi neri binari osservati, a partire dal 1° dicembre 2018, attraverso le onde gravitazionali rilevate (o ascoltate suggerirebbero alcuni astrofisici) dall'esperimento LIGO.

33 regole per diventare un artista di successo 28.12.18

Salvador Dalì
Salvador Dalì

Jerry Saltz, critico d'arte del New York Magazine e artista mancato, ha stilato 33 lezioni che ogni aspirante artista dovrebbe imparare per ragiungere il successo. O almeno per vivere una vita con un po' più di creatività.

[...] Lezione 17: Cerca di vedere più che puoi

I critici vedono stando in disparte, avvicinandosi, salendo e tornando indietro; guardando uno spettacolo intero, confrontando un lavoro con un altro; considerando il lavoro passato dell'artista, valutando sviluppi, ripetizioni, regressioni, fallimenti, mancanza di originalità; eccetera.

Gli artisti vedono in modo molto diverso: si avvicinano molto a un lavoro; ispezionano ogni dettaglio, le sue trame, i materiali, il trucco; lo toccano, guardano i bordi e attorno alla parte posteriore dell'oggetto.

Cosa stanno facendo gli artisti? Diranno, "Guardo come è fatto." Io direi, "Lo stanno rubando".

Puoi rubare da qualsiasi cosa. Dovresti! Sarebbe meglio! La cattiva arte ti insegna tanto quanto la buona arte. Forse di più! La grande arte è spesso il nemico del bene; non ti lascia abbastanza spazio per rubare.

[...] Lezione 21: Definisci il successo

Ma fa attenzione. Le risposte tipiche sono il denaro, la felicità, la libertà di "fare ciò che voglio", creare una comunità di artisti, farsi conoscere.

Ma... se sposassi una persona ricca e avessi un sacco di soldi, saresti soddisfatto solo dei soldi? Inoltre, Subway vende un sacco di sandwich, ma questo non li rende buoni.

Che dire dell'essere "felici"? Non essere sciocco! Molte persone di successo sono infelici. E molte persone felici non hanno successo. Sono "di successo" e sono confuso, terrorizzato, insicuro e impacciato tutto il tempo. Successo e felicità vivono su diversi lati delle tracce.

Vuoi la vera definizione di successo? La migliore definizione di successo è il tempo: il tempo per svolgere le tue attività.

Come farai a guadagnare tempo se non hai soldi? Lavorerai a tempo pieno per molto tempo. Sarai depresso a causa di ciò per molto tempo - risentito, frustrato, invidioso. Mi dispiace, è così.

Ma sei un artista subdolo e intraprendente! Presto scoprirai un modo di lavorare solo quattro giorni alla settimana; inizierai a essere un po' meno depresso. Ma la domenica sera, sarai di nuovo depresso, di nuovo intrappolato nel tuo lavoro che non ti porta da nessuna parte e che ancora occupa gran parte del tuo tempo.

Ma sei davvero subdolo e pieno di risorse; questa è una questione di vita e di morte per te. Alla fine - e questo arriva per l'80% degli artisti che ho sempre conosciuto - si trova il modo per lavorare solo tre giorni alla settimana. Puoi lavorare in una galleria; per un artista o un museo; come insegnante, critico d'arte, manipolatore d'arte, contabile, correttore di bozze, qualsiasi cosa.

Ora non sei più depresso: hai tempo per fare il tuo lavoro e uscire di più; ora hai raggiunto la prima misura del successo. Ora torna al lavoro. O smetti di essere un artista.

[...] Lezione 25: Imparare a gestire il rifiuto
 
Nel 1956, "dopo attenta considerazione", il Museum of Modern Art rifiutò un paio di scarpe disegnate da Warhol. Monet è stato rifiutato per anni alle mostre del Salon di Parigi. I lavori di Manet e Courbet furono respinti come scandalosi, sensazionalistici e brutti. Si diceva che i dipinti di Manet esibissero "una inconcepibile volgarità". Manet non voleva esibirsi con Cézanne perché pensava che fosse volgare.

Il più famoso e primo libro di Stephen King, Carrie, è stato rifiutato 30 volte. King ha buttato le prime pagine del libro. Sua moglie le ha raccolte dalla spazzatura, le ha salvate e lo ha convinto a continuare a scrivere.

I Beatles furono respinti dalla Decca Records, che riteneva che "i gruppi di chitarre fossero in via di estinzione" e che "i Beatles non avessero futuro nel mondo dello spettacolo".

Ma non ignorare le critiche. Invece, conserva le tue lettere di rifiuto; incollale al tuo muro. Sono pungoli, cose che ti faranno imparare dagli errori. Potresti anche comportarti come Achab riguardo a queste recensioni negative, ma non lasciarti sconvolgere da loro; non ti definiscono.

È molto più complicato: accetta che ogni critica possa avere un fondo di verità, qualcosa che hai fatto che permettesse a questa persona di dire ciò che è stato detto. Potresti anticipare il tuo tempo, ma la persona che ti ha rifiutato potrebbe non averlo capito. O forse stai facendo qualcosa che non è all'altezza, che ha permesso loro di non apprezzare il tuo lavoro, o non hai trovato un modo per far parlare il tuo lavoro con le persone giuste. Tutto questo ti riguarda.

In generale, devi essere aperto alla critica ma anche sviluppare le palle di un toro. E ricorda che niente di quello che qualcuno ti dice del tuo lavoro può essere peggio delle cose che hai già pensato e detto a te stesso 100 volte.

Dico sempre a chiunque mi critichi: "Potresti avere ragione". Ti darà un doppio vantaggio sulla persona che ti critica, perché da un lato si ritroverà spiazzata da una risposta inusuale e dall'altro il suo ego sarà piacevolmente soddisfatto.

14.000 posts and counting 23.12.18

Blog never dies!

CIMON il robot da compagnia a bordo della ISS 02.12.18

CIMON, abbreviazione di Crew Interactive MObile companioN, è il primo robot drone in grado di fluttuare in un ambiente a micro gravità o in assenza della stessa a prendere parte a una missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.
Costruito da Airbus, CIMON è dotato di un'intelligenza artificiale che negli obiettivi dei suoi creatori sarà in grado di migliorare l'efficienza e il morale dell'equipaggio durante lunghe missioni spaziali.

Il diario dell'uomo che riscoprì la civiltà Maya 22.11.18

Alfred Percival Maudslay a Chichén Itzá nel 1889
Alfred Percival Maudslay a Chichén Itzá nel 1889

Alfred Percival Maudslay fu un diplomatico, archeologo ed esploratore britannico tra i primi a interessarsi e a riscoprire le antiche rovine Maya verso la fine del XIX secolo.
Dal Guatemala al Messico, viaggiando attraverso il Belize, l'Honduras e l'El Salvador per 13 anni identificò e aiutò a conservare i resti di questa civiltà scomparsa, anche grazie alle numersose fotografie su lastre di vetro che documentarono il suo lavoro, i siti, i manufatti e le persone che parteciparono a questo inestimabile progetto.

Ha aperto la strada alla pratica archeologica di lavorare al fianco di intonacatori, tecnici e artisti per realizzare calchi e stampe degli intagli e delle statue prima della loro inevitabile rimozione per trasferirli nei musei di tutto il mondo o, peggio ancora, per essere distrutti per riempire di ghiaia le buche nelle strade.

Quando Stan Lee raccontava Stan Lee 13.11.18

Nel 2015 Stan Lee, al secolo Stanley Martin Lieber, si raccontava al New York Times. La vita, la carriera, le origini, l'universo Marvel, il sodalizio con Jack Kirby e Steve Ditko.

I suoi supereroi così umani, insicuri, tormentati, nonostante i loro poteri quasi divini e quel concentrarsi sulle illustrazioni così emozionali e potenti da diventare parte integrante dello storytelling, ponendo spesso il disegnatore sullo stesso piano dello sceneggiatore.

Quando ero piccolo, ero un lettore accanito. Mia madre diceva spesso che amavo leggere mentre mangiavo, e se non avevo nulla da leggere, diceva che leggevo le etichette della bottiglia di ketchup o di mostarda.

Excelsior!