tizianocavigliablog

Il nome della rosa

Multimedia   21.05.05

La copertina de 'Il nome della rosa' di Umberto EcoE' uno dei capolavori della letteratura italiana del '900.
Eco in questo romanzo supera se stesso. Un libro che è diventato un successo internazionale contro ogni pronostico e ogni aspettativa.

Ad un primo approccio le avventure medievali di Guglielmo da Baskerville e del suo protetto Adso possono apparire ostiche, ma la trama degna del miglior giallo d'azione, i continui riferimenti storici e letterari rendono questo testo una piccola perla in un oceano di qualunquismo.

Un romanzo intelligente e diverente, un romanzo che a dispetto di tutto e di tutti chiunque più leggere e trarne piacere.

Il nome della rosa è uno di quei libri che non possono mancare in ogni casa.

 

Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email
consigliato da Rhadamanth
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.
Spoiler Alert
Il cinema racchiude in se molte altre arti; così come ha caratteristiche proprie della letteratura, ugualmente ha connotati propri del teatro, un aspetto filosofico e attributi improntati alla pittura, alla scultura, alla musica.

Leggi i commenti

4 commenti

Bakis ha scritto:

Sottoscrivo e rilancio con "il pendolo di Foucault", secondo me anche migliore!

postato il 22/05/2005 alle 02:30:43

Tiziano (Rhadamanth) ha scritto:

@Bakis: eccezionale, hai ragione.

postato il 22/05/2005 alle 12:19:16

Marco Sicco ha scritto:

Altrettanta sorpresa trovare i tuoi commenti, grazie; il libro me l'avevano imprestato e non l'ho in casa, 'Il pendolo' prima o poi...

postato il 23/05/2005 alle 18:50:55

Darjee ha scritto:

Visto il film in prima visione al cinema tanto tempo fà, e successivamente letto il libro... Diciamo che bisognerebbe tenere queste due arti ben separate.
:-)

postato il 24/05/2005 alle 22:10:59